[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo


Baroncelli, Vittorio Emanuele

(Pòsina VI 7 settembre 1860 Firenze 26 maggio 1923)

Entrò nelle biblioteche governative come alunno assistente (poi sottobibliotecario) dal 1º gennaio 1882, alla Biblioteca nazionale Braidense di Milano, essendo stato l'unico candidato al concorso di ammissione. Venne trasferito alla Biblioteca universitaria Alessandrina di Roma e poi, nel 1885-1886, alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze (pur essendo assegnato alla Biblioteca universitaria di Sassari, dove forse non prestò mai servizio). Al principio del 1886 venne promosso sottobibliotecario di 3ª classe.
Lavorò quindi, probabilmente dal 1886 al 1892, alla Biblioteca nazionale di Palermo. Alla fine del 1892 venne ancora trasferito, alla Biblioteca Marciana di Venezia, e nel novembre 1893 venne promosso sottobibliotecario di 2ª classe.
Trasferito nuovamente a Palermo nel maggio o giugno 1899, dal dicembre dello stesso anno venne incaricato di reggere temporaneamente, per il rientro a Roma di Attilio Luciani, la direzione della Biblioteca universitaria di Catania, fino al marzo 1901.
Trasferito nell'aprile 1901 alla Braidense di Milano, nell'ottobre dello stessso anno venne incaricato della direzione della Biblioteca governativa di Cremona, che tenne fino al 1905. Si trattò di un periodo piuttosto opaco, soprattutto per la sua scarsa autorevolezza nei rapporti con il Comune e con il personale.
Nel dicembre 1904 venne promosso sottobibliotecario di prima classe, qualifica con cui avrebbe concluso la sua carriera.
Nel giugno 1905 venne trasferito, su sua richiesta, alla Biblioteca nazionale di Torino. Lavorò poi alla Biblioteca universitaria di Pisa (dal luglio 1906), alla Biblioteca Palatina di Parma (dall'aprile 1907) e, dal luglio 1911, alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze, dove rimase fino alla morte.
Nella sua carriera si dedicò soprattutto alla catalogazione, campo nel quale le sue capacità erano particolarmente apprezzate (il necrologio del «Bollettino» di Firenze lo ricorda come «perfetto cataloghista»).
Appassionato di escursionismo, pubblicò vari lavori di geografia e toponomastica veneta e delle Alpi (tra i quali il Repertorio topografico per la guerra nazionale, Firenze: Bemporad, 1916). In campo professionale curò, negli anni in cui era in servizio a Palermo, la redazione del «Bollettino della Biblioteca nazionale di Palermo» e pubblicò poi un articolo sulla Collezione pistoiese Rossi-Cassigoli della Biblioteca nazionale di Firenze, di cui aveva curato la catalogazione nell'ultimo periodo della sua carriera.

Alberto Petrucciani

Vittorio Emmanuele Baroncelli. «Bollettino delle pubblicazioni italiane ricevute per diritto di stampa dalla Biblioteca nazionale centrale di Firenze», n. 264 (giu. 1923), p. xxiij.

Carlo Frati. Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari e bibliofili italiani dal sec. XIV al XIX, raccolto e pubblicato da Albano Sorbelli. Firenze: Olschki, 1933, p. 53.

Virginia Carini Dainotti. La Biblioteca governativa nella storia della cultura cremonese. Cremona: presso la R. Deputazione di storia patria, 1946 (stampa 1947), p. 156-158.

Enzo Bottasso. Dizionario dei bibliotecari e bibliografi italiani dal XVI al XX secolo, a cura di Roberto Alciati. [Montevarchi]: Accademia valdarnese del Poggio, 2009, p. 46 (con varie inesattezze sulla carriera).



Copyright AIB 2005-12-29, ultimo aggiornamento 2015-08-11, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/baroncelliv.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci