[AIB]AIB Notizie 1/2003
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 1/2003


Biblioteche della formazione per la pubblica amministrazione a Roma

Alessandra Cornero

La formazione e le attività di riqualificazione sono diventate, negli ultimi anni, una componente essenziale dell’esperienza professionale dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.
Le scuole di formazione per la pubblica amministrazione sono sempre più impegnate nel cercare, con le loro attività, di soddisfare le crescenti necessità formative. Si tratta di bisogni di formazione e di riqualificazione che hanno origine anche dal fatto che – come recita la Direttiva sulla formazione e la valorizzazione del personale delle pubbliche amministrazioni (G.U. n. 26 del 31 gennaio 2002) – «i processi di riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni, la riforma dei ministeri, il decentramento e il rafforzamento dei livelli locali di governo, l’attuazione del principio di sussidiarietà e il conseguente nuovo orizzonte delle missioni delle amministrazioni possono realizzarsi solo attraverso il pieno coinvolgimento del personale e la sua riqualificazione». E poiché «tutte le organizzazioni, per gestire il cambiamento e garantire un’elevata qualità dei servizi devono fondarsi sulla conoscenza e sulle competenze» le scuole di formazione per la pubblica amministrazione sono sempre più impegnate nella progettazione, nell’assistenza tecnica, nella realizzazione di corsi, di studi e collaborazioni.
Ma conoscenza e competenze per accrescersi possono e devono avvalersi anche del patrimonio e dei servizi delle biblioteche che, poste all’interno delle scuole di formazione, ne supportano le attività sia per quanto riguarda la fase progettuale della formazione – in questo offrendo assistenza e informazioni ai funzionari interni, ai docenti e ai collaboratori – sia per quanto riguarda l’assistenza informativa ai partecipanti ai corsi o ai funzionari pubblici a vario titolo coinvolti nei progetti. Biblioteche specializzate come quelle del Formez, della Scuola superiore della pubblica amministrazione (SSPA) e ultima arrivata – 2002 ! –, quella della Scuola superiore della pubblica amministrazione locale (SSPAL) sono un punto di riferimento unico sul territorio per quanto riguarda le tematiche relative alla formazione e alla pubblica amministrazione con un notevole patrimonio di monografie e periodici che si aggira sui 55.000 volumi e circa 1600 testate periodiche. Inoltre le biblioteche della SSPA e del Formez possono contare, per i servizi da erogare, anche sul patrimonio posseduto dalle biblioteche delle altre sedi: nel caso della SSPA si tratta delle biblioteche di Acireale, Bologna, Caserta, Reggio Calabria (complessivamente circa 50.000 volumi e 750 periodici); nel caso del Formez, si tratta delle biblioteche di Cagliari e di Napoli (complessivamente circa 30.000 volumi e 400 periodici correnti) con le quali sono attivi servizi di prestito interbibliotecario e di document delivery.
Lo sviluppo delle attività formative aumenta progressivamente il lavoro di queste biblioteche che, anche se con qualche difficoltà dovuta, in alcune fasi, a stanziamenti non sempre adeguati, hanno realizzato cataloghi automatizzati, qualcuno già disponibile su Internet (Formez), stanno per aderire a SBN (SSPAL), partecipano a cataloghi collettivi come Essper (SSPAL) e ACNP (Formez).
Pur avendo come utenti privilegiati funzionari interni, partecipanti ai corsi e funzionari pubblici, le biblioteche della formazione danno spesso una mano anche alle università costituendo un importante punto di riferimento per i laureandi nelle discipline oggetto di specializzazione. E oltre ad acquisire e catalogare le pubblicazioni delle scuole, mettendole a disposizione del pubblico, queste biblioteche si occupano anche del recupero – per quanto possibile – del materiale didattico e del materiale prodotto dalle attività interne.
Una specializzazione comune nell’ambito generale delle scienze sociali unita alla specificità delle singole strutture ha reso possibile, nel tempo, fattive collaborazioni tra la biblioteca del Formez e della SSPA concretizzatesi soprattutto in servizi di prestito interbibliotecario e di document delivery. Tale collaborazione, in seguito a incontri e protocolli d’intesa tra le scuole, è stata attivata anche con la biblioteca della SSPAL.
Se le biblioteche del Formez e della SSPA possono vantare storia e patrimonio, la neonata biblioteca della SSPAL si configura come una bella sorpresa: in un mondo che tende sempre più a sottovalutare valore e servizi delle biblioteche, la Scuola superiore per la pubblica amministrazione locale (SSPAL), scuola che cura la formazione e la specializzazione dei segretari comunali e provinciali e dei dirigenti degli enti locali, ha fatto nascere una nuova biblioteca, ancora di dimensioni molto piccole, ma pronta a dare il suo contributo al processo formativo pubblico. Specializzata nel settore giuridico, amministrativo e ordinamentale, con particolare riferimento alle funzioni degli enti locali, ha attualmente un patrimonio di appena 1000 unità inventariali tra monografie, periodici, CD-ROM, audiovisivi. È in corso la raccolta e la catalogazione del materiale documentario prodotto da e per la scuola ed è stata avviata la costituzione del Fondo Segretari comunali, destinato a raccogliere documentazione, di carattere anche storico, sulla figura del segretario comunale e provinciale. Il catalogo è automatizzato ed è previsto a breve l’ingresso in SBN.
La specializzazione della biblioteca della sede di Roma della SSPA privilegia fin dal 1980, data della sua istituzione, le discipline di insegnamento della scuola (diritto amministrativo, diritto costituzionale, diritto pubblico, diritto comunitario e comparato, economia con particolare riguardo all'economia pubblica e internazionale, management e formazione) con un patrimonio di circa 35.000 volumi e 780 testate periodiche. La biblioteca mette a disposizione dell’utenza le pubblicazioni del Consiglio d’Europa che riceve dallo stesso Consiglio in qualità di biblioteca fiduciaria. Il catalogo automatizzato, attualmente disponibile sulla Intranet, è di imminente pubblicazione sul sito Internet della scuola.
La biblioteca del Formez di Roma si è caratterizzata, fin dalla sua istituzione nel 1965 come biblioteca specializzata nell’ambito delle discipline socioeconomiche, a supporto delle attività del Centro. Negli ultimi anni, in seguito alla ridefinizione della missione del Formez, oggi rivolta prevalentemente al settore della pubblica amministrazione locale, ha curato in particolar modo alcuni settori quali pubblica amministrazione, formazione, sviluppo economico locale, management. Da pochi mesi il catalogo (18.000 volumi, 480 periodici correnti) è consultabile all’indirizzo http://biblioteca.formez.it/webif. La biblioteca effettua anche un servizio di spoglio di una decina di periodici di particolare interesse. Gli articoli spogliati sono consultabili sul catalogo in rete e sempre attraverso il catalogo è possibile accedere al servizio di prenotazione online dei documenti, servizio riservato a funzionari del Formez, funzionari pubblici partecipanti alle attività del Formez, bibliotecari e partecipanti ai corsi.
Per concludere questa presentazione è forse lecita una proposta: se è vero che le biblioteche “formano” e se il processo formativo pubblico è in crescita queste biblioteche si trovano probabilmente nelle giuste condizioni per potere e dovere consolidare e ampliare il proprio spazio d’azione: aumentare i servizi e diversificarne l’offerta, fronteggiando la mancanza di risorse con un incremento delle attività cooperative e la costituzione di una rete con le biblioteche di altre prestigiose scuole di formazione per il settore pubblico come la Scuola superiore dell’amministrazione dell’interno (SSAI) e la Scuola superiore dell’economia e delle finanze (SSEF), così come con le biblioteche universitarie delle facoltà di Scienze della formazione. Le biblioteche della formazione devono e possono continuare un cammino già intrapreso e porsi sempre più come parte attiva di questo processo di cambiamento, offrendo un proprio contributo chiaro, visibile e prezioso per essere non più solo biblioteche della formazione ma anche biblioteche per la formazione.

acornero@formez.it

CORNERO, Alessandra. Biblioteche della formazione per la pubblica amministrazione a Roma. «AIB Notizie», 15 (2003), n. 1, p. 17-18.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2003-02-10 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n15/03-01cornero.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 1/2003