[AIB] AIB. Sezione Veneto
AIB-WEB | Home Page Veneto | 9. Seminario Vinay

"9. Seminario Angela Vinay"
L'AUTOMAZIONE DELLE BIBLIOTECHE NEL VENETO:
l'irruzione della multimedialità

 
Mara Rumiz
assessore alla Cultura  e Pubblica Istruzione del Comune di Venezia

Quando Giorgio Busetto mi ha chiesto di venire a portare  il saluto dell’Amministrazione Comunale a questo convegno, ho accolto con grande piacere l’invito, soprattutto perché mi si offriva l’occasione esplicitare, in estrema sintesi, il mio pensiero.
A Venezia esiste un patrimonio fatto di culture, esperienze, strutture: esse però interloquiscono poco, ognuna di esse rimane un po’ troppo separata.
Il Comune, che peraltro vive, come tutti gli altri Enti Locali, una situazione di grande difficoltà dovuta alla progressiva riduzione di risorse, più che intervenire direttamente con l’offerta di iniziative, produzioni, mostre e quant’altro, dovrebbe ‘mettere le antenne’ per captare quello che c’è intorno, sapendo cogliere le potenzialità che ci sono nella città e oltre la città, per costruire una rete, offrendo occasioni di confronto e di elaborazione  di progetti comuni: una rete nella città e fra le città.
E’ questo l’obiettivo che intendiamo darci, anche se siamo ben consapevoli delle difficoltà. Non vogliamo porci come il ‘soggetto principale’, non pretendiamo di essere il centro del coordinamento e della programmazione. L’idea, invece, è quella di costruire un tavolo comune in cui – insieme – elaborare una strategia, valorizzando le diverse  specificità e nell’assoluto rispetto delle autonomie di ciascun soggetto.
Non ci interessa tanto presentarci con un ‘nostro’ programma di intervento per  il 1998 piuttosto che per il 1999:  vorremmo, invece, costruire tale programma cogliendo e valorizzando i progetti che i vari soggetti  presenti a Venezia stanno elaborando, a partire da istituzioni quali la Querini Stampalia,  La Biennale, le Università e le scuole.
Abbiamo un patrimonio che va messo in rete, trasformato in sistema, nel rispetto e nell’esaltazione delle differenze, delle specificità di ciascuno.
Detto questo, ritengo che sia fondamentale che anche le città interloquiscano fra di loro, perché è inutile e persino controproducente pretendere di assumere progetti anche qualificati senza tenere conto di esperienze che magari si sono già sviluppate altrove.
Ecco, questo è quanto intendiamo fare a Venezia: se la nostra città non saprà offrirsi, anche grazie alle sue particolarità anche territoriali, come sede e come occasione di produzioni culturali, intese  nel senso più ampio, davvero non avrà prospettiva, non avrà futuro.
Grazie, quindi, per essere qui a Venezia,  in questo luogo e in questa stagione: è questa la strada che va percorsa fino in fondo. Grazie.


Copyright AIB 1998-05-06, ultimo aggiornamento 1998-12-30 a cura di Antonella De Robbio e Marcello Busato
URL: http://www.aib.it/aib/sezioni/veneto/rumiz.htm

AIB-WEB | Home Page Veneto | 9. Seminario Vinay