Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Crowdfunding per la catalogazione degli incunaboli a Catania

Il Dipartimento di Scienze umanistiche dell’Ateneo catanese grazie alla collaborazione della   prof.ssa  Simona Inserra,  ricercatrice dell’Università di Catania, ex presidente AIB Sicilia, sta  lavorando, con il prof. Marco Palma (Università di Cassino) e un gruppo di giovani molto motivati  Francesca Aiello, Corrado Di Mauro, Marianna Formica, Irene Marullo, Rosaria Saraniti e della direttrice delle Biblioteche riunite Rita Angela Carbonaro, alla catalogazione degli incunaboli delle Biblioteche riunite Civica e Ursino Recupero di Catania, secondo la procedura adottata dal MEI, Material Evidence in Incunabula e si sta approntando un catalogo a stampa dei 130 incunaboli in essa conservati.

Descrivere un incunabolo, il prodotto della stampa manuale dalla metà del XV secolo al 31 dicembre 1500, non è un’operazione molto semplice. La specificità di questo catalogo è data dalla descrizione accurata degli esemplari, attraverso il rilevamento e la registrazione delle attestazioni d’uso (ex libris, maniculae, note a margine, prove di penna, caratteristiche delle legature, peculiarità connesse allo stato di conservazione e a interventi di restauro occorsi nel tempo), oggi importanti per acquisire quanti più elementi possibile per la ricostruzione della storia non editoriale dei manufatti librari; i dati editoriali, naturalmente anch’essi presenti nelle schede del catalogo, sono, tranne rarissime eccezioni, già noti e registrati in ISTC, GW e in altri repertori internazionali noti alla comunità scientifica.

Il progetto di catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche catanesi si lega idealmente al suo predecessore, Incunaboli a Siracusa di L. Catalano, R. C. Giordano, M. Palma, A. Scala, M. Scialabba, S. Terranova, R. Tripoli (Roma 2015), di cui condivide in pieno le linee guida e l’impostazione metodologica, e sarà pubblicato entro il 2017 dall’editore Viella all’interno della collana Scritture e libri del medioevo diretta da Marco Palma. Il volume sarà il primo di una serie di tre volumi dedicati alla descrizione degli esemplari delle biblioteche di Catania e della sua area metropolitana.

Per pubblicare il catalogo cartaceo (i cui dati poi saranno riversati nella banca dati on line del MEI) hanno avviato un progetto di crowdfunding attraverso la piattaforma ‘Produzioni dal basso’; il progetto si chiude tra circa 20 giorni e siamo vicini al raggiungimento del budget che ci serve per la pubblicazione del catalogo.

AIB Sicilia sostiene  il ruolo fondamentale e l’impegno culturale , scientifico e tecnico dei bibliotecari per la salvaguardia e valorizzazione dei fondi presenti nelle biblioteche siciliane, patrocinando  questo progetto Incunaboli a Catania,

E’ possibile aiutare la prof.ssa Inserra a raggiungere l’obiettivo di pubblicare il catalogo prenotando e acquistando per la tua biblioteca una copia. Ora è possibile acquistarlo a metà del prezzo di copertina, cioè a 20,00 euro. Il catalogo sarà pronto nell’autunno 2017 e verrà spedito dall’editore Viella direttamente all’indirizzo che fornirai.

Il nome della biblioteca (o tuo, secondo le indicazioni che darai) sarà inserito nella tabula gratulatoria, in apertura del volume.

Tutte le informazioni sul progetto, un video realizzato dall’Università di Catania e le modalità di adesione e supporto si trovano qui: http://sostieni.link/14666.

URL: http://www.aib.it/attivita/in-primo-piano/2017/63662-incunaboli-a-catania/. Copyright AIB 2017-07-18. A cura di Paola Cappe, ultima modifica 2017-07-23