Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

MAI. Istruzioni

  • Che cosa cercare nel MAI
  • Quali cataloghi sono interrogati dal MAI
  • Le tre modalità di ricerca del MAI
    • La ricerca selettiva
    • La ricerca per regione
    • La ricerca globale

      Se non trovate una risposta ai vostri dubbi in questa pagina, potete chiedere chiarimenti scrivendo all’indirizzo <mai@aib.it>.


      Che cosa cercare nel MAI

      Poiché il MAI interroga contemporaneamente molti cataloghi, conviene utilizzarlo per cercare documenti posseduti da poche biblioteche, che non si è riusciti a trovare in altri cataloghi di biblioteche vicine al luogo dove ci si trova, o in grandi cataloghi collettivi italiani come SBN (Servizio bibliotecario nazionale) e ACNP (Catalogo italiano dei periodici). Cercando nel MAI documenti comuni, invece, si otterrebbero molte risposte, che risulterebbe scomodo esaminare.

      Chi fosse invece interessato a raggiungere i siti web delle biblioteche italiane, piuttosto che i rispettivi cataloghi, può consultare i repertori di Wuz.it e quello di AIB-WEB sui sistemi bibliotecari universitari.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      Quali cataloghi sono interrogati dal MAI

      Il MAI permette di interrogare simultaneamente centinaia di cataloghi in linea di biblioteche e sistemi di biblioteche italiani (il loro numero esatto varia: vedere il loro elenco).

      La ricerca immessa viene inviata a tutti i cataloghi, e ritrasmette una dopo l’altra tutte le risposte positive (quando cioè è stato trovato almeno un documento rispondente alle richiesta).

      Tutti i cataloghi italiani accessibili in rete, sia pure in forme ufficiose, vengono comunque inclusi nel repertorio degli OPAC italiani, a partire dal quale possono essere consultati singolarmente.

      Si considerano formare un unico catalogo tutte le interfacce che ricercano in uno stesso insieme di biblioteche, identificato dal nome dell’istituzione di cui fanno parte (es. “Università di Milano”, “Biblioteca nazionale Braidense”), o dal nome del catalogo stesso quando si tratti di diversi enti eterogenei (es. “Catalogo italiano dei periodici”). Ciascun catalogo può essere articolato in una o più sezioni dedicate a specifiche parti del patrimonio (es. Monografie, Periodici, Fondo Antico, ecc.).

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      La ricerca selettiva

      La maschera di ricerca selettiva permette di selezionare un insieme di cataloghi sui quali effettuare poi una ricerca. Una volta specificati i parametri di selezione, i cataloghi possono essere interrogati direttamente, oppure visualizzati in un elenco dal quale è possibile selezionarli anche singolarmente. Tale elenco riporta anche i cataloghi presenti nel repertorio degli OPAC italiani ma non ancora connessi al MAI, che pertanto non possono essere interrogati cumulativamente.

      Selezionare la copertura geografica

      Il riquadro con sfondo rosa permette di specificare l’ubicazione delle biblioteche alle quali si è interessati (indipendentemente dalle istituzioni di cui fanno parte), a livello di regione, provincia o comune. Le località possono essere scritte direttamente nelle caselle oppure scelte dalle liste alfabetiche (procedura utile in particolare quando non si è sicuri dell’esatta forma dei loro nomi).

      I cataloghi collettivi vengono selezionati a seconda della ubicazione delle diverse biblioteche che comprendono: cataloghi con biblioteche ubicate in più comuni sono considerati a copertura
      provinciale; con biblioteche ubicate in più province sono considerati a copertura
      regionale; con biblioteche ubicate in più regioni sono considerati a copertura
      nazionale.

      Nella presentazione dei cataloghi selezionati, così come nel repertorio, i cataloghi sono raggruppati per livello di copertura: perciò, ad esempio, un catalogo comprendente biblioteche ubicate a Milano e Pavia comparirà sotto il livello regionale “Lombardia” e non sotto “Milano” o “Pavia”.

      Selezionare il tipo di biblioteche

      Il riquadro con sfondo azzurro permette di specificare il tipo di biblioteche alle quali si è interessati:

      • pubbliche, come quelle comunali o comunque rivolte all’utenza non specialistica
      • statali, comprese le biblioteche nazionali e quelle storicamente denominate “universitarie”
      • ecclesiastiche e di altre comunità religiose
      • scolastiche, generalmente di scuole superiori
      • di università
      • di enti di ricerca come CNR, ENEA e altri istituti e fondazioni
      • altre, comprendenti le biblioteche che non rientrano nelle suddivisioni precedenti.

      I cataloghi collettivi che comprendono biblioteche di più tipi verranno sempre selezionati quando sia stato scelto uno di essi.

      Selezionare il tipo di documenti

      Il riquadro con sfondo crema permette di specificare il tipo di documenti ai quali si è interessati:
      monografieperiodici o entrambi. I cataloghi che comprendono entrambi i tipi i documenti verranno selezionati in tutti i casi.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      La ricerca per regione

      La maschera di ricerca per regione permette di selezionare rapidamente i cataloghi disponibili di una singola regione italiana (compresi quelli di ambito provinciale e comunale) sui quali effettuare una ricerca.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      La ricerca globale

      La maschera di ricerca globale permette di interrogare direttamente tutti i cataloghi attualmente connessi al MAI, senza restrizioni né alla copertura geografica né al tipo di biblioteche né al tipo di documenti. Questa maschera è quindi particolarmente adatta per ricerche rapide di documenti difficili da trovare.

      Interrogare il campo Titolo nella ricerca globale

      Il titolo è una chiave valida per tutti i cataloghi connessi al MAI: il termine o i termini immessi vengono cercati nel campo del titolo in ciascun catalogo.

      Interrogare gli altri campi nella ricerca globale

      La ricerca negli altri campi (autore, soggetto, editore, data di pubblicazione, ISSN/ISBN, collana, classificazione Dewey, tutti i campi) della ricerca globale funziona solo per i cataloghi che dispongono del campo selezionato; gli altri cataloghi sono interrogati utilizzando solo i termini immessi nel campo titolo. Se il campo titolo non è stato utilizzato, sono interrogati solo i cataloghi che dispongono del campo di ricerca selezionato.

      Selezionare il tipo di documenti nella ricerca globale

      È possibile specificare il tipo di documenti ai quali si è interessati: monografie, periodici o entrambi. I cataloghi che comprendono entrambi i tipi i documenti verranno selezionati in tutti i casi.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      Come immettere i termini cercati

      Così come avviene in tutti i cataloghi in linea e i motori di ricerca, nella maschera di ricerca vanno immesse una o poche parole il più possibile significative, in qualsiasi ordine, separate da uno spazio bianco. Ad esempio, per cercare il libro “Storia dei comuni della diocesi di Tortona” si può immettere nel campo Titolo:

      comuni diocesi tortona

      In questo modo verranno trovate le schede dei documenti che contengono tutti i termini immessi: infatti, l’operatore logico predefinito fra i termini immessi è and.

      Cercando un autore, si consiglia di immetterne soltanto il cognome. Nel caso di autori con doppio cognome, per evitare ambiguità immettere una virgola di seguito al secondo cognome, ad esempio:

      banfi malaguzzi,

      Si sconsiglia di utilizzare simboli di punteggiatura, perché i diversi cataloghi interrogati dal MAI si comportano per questi aspetti in modi diversi, cosicché i risultati delle ricerche potrebbero essere falsati (ad esempio, per “Massimo D’Azeglio” si hanno usualmente i migliori risultati cercando semplicemente massimo azeglio, e per “L’Aquila” cercando aquila). Eccezioni a questa indicazione possono essere il punto della classificazione Dewey e i trattini dei codici ISBN e ISSN, se presumibilmente presente nei cataloghi. Per ricerche fini e articolate, conviene comunque interrogare direttamente i singoli cataloghi.

      Se si cercano parole accentate, come “città”, conviene fare due ricerche successive, una con l’accento e una senza accento, poiché i cataloghi si comportano a questo riguardo in modi diversi e alcuni di essi potrebbero escludere dai risultati le forme accentate o viceversa.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      I campi validi per tutti i cataloghi

      Accanto ai campi per la ricerca di alcuni MetaOPAC è inserita una nota che indica se la ricerca funziona su tutti i cataloghi selezionati: in questo caso il termine o i termini immessi vengono cercati negli stessi campi in ciascun catalogo. Tutte le risposte ottenute conterranno quindi i termini immessi.
      Per i MetaOPAC che non hanno una nota esplicita i campi validi su tutti i cataloghi sono:
      – titolo per MAI globale;
      – titolo (o titolo e autore se raggruppati assieme) per MAI regione;
      – titolo e autore per MetaOPAC Tecnostoria;
      – titolo, autore e soggetto per MetaOPAC delle biblioteche comunali di Milano.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      I campi validi solo per alcuni cataloghi

      Accanto ai campi per la ricerca di alcuni MetaOPAC è inserita una nota che indica se la ricerca funziona solo per i cataloghi che dispongono del campo utilizzato; gli altri cataloghi saranno invece interrogati considerando solo i termini immessi nei campi che funzionano su tutti i cataloghi. Se non viene utilizzato nessuno dei campi che funzionano su tutti i cataloghi, verranno interrogati solo i cataloghi che dispongono dei campi utilizzati.
      Per i MetaOPAC che non hanno una nota esplicita i campi validi solo su alcuni cataloghi sono:
      – campo a tendina per MAI globale;
      – campo a tendina con indicazione della percentuale dei cataloghi interrogati per MAI regione;
      – campo a tendina con tutti i campi per MetaOPAC Tecnostoria.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      La visualizzazione dei risultati

      Lasciando attiva l’opzione “solo risposte positive”, verranno visualizzate soltanto le risposte pervenute dai cataloghi che contengono qualche documento corrispondente alla richiesta; disattivandola, invece, verranno visualizzate le risposte pervenute da tutti i cataloghi interrogati, comprese quelle negative (di solito numerose).

      Nel caso in cui alcune parole visualizzate dal metaopac comprendessero caratteri anomali (a causa delle diverse codifiche dei caratteri ASCII o UTF-8 utilizzate dai diversi cataloghi), si può provare a rimediare variando l’opzione relativa nelle preferenze del proprio browser.

      I dati degli OPAC visualizzati attraverso il MAI, anche se esportabili, non sempre sono liberamente riutilizzabili per altre applicazioni. Eventuali richieste di autorizzazione vanno indirizzate ai responsabili dei singoli OPAC.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


      La navigazione all’interno dei risultati

      Una volta selezionato fra i risultati il collegamento ai dettagli su un singolo documento, ci si viene a trovare sul server del singolo catalogo e non più su quello del MAI. La navigazione all’interno dei risultati (filtraggio, nuove ricerche ecc.) si svolgerà quindi ora all’interno di quel catalogo, che è preferibile continuare ad utilizzare, quando possibile, piuttosto che tornare al MAI.

      Ricerca globaleRicerca selettivaRicerca per regione


URL: http://www.aib.it/progetti/opac-italiani/mai_istruzioni/. Copyright AIB 2017-01-10. A cura di Fabio Valenziano, ultima modifica 2017-03-12