[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo

[Ritratto]

Lucchesi, Carlo

(Montese MO 8 luglio 1881 Bologna 24 dicembre 1959)

Battezzato con i nomi di Giuseppe, Carlo, Oreste, usò sempre il secondo.
Laureato in lettere con lode all'Università di Bologna nel giugno 1908 con una tesi sull'Inno ad Apollo di Callimaco, vinse per l'anno accademico 1908/09 una borsa di perfezionamento all'Istituto di studi superiori di Firenze.
Entrò alla Biblioteca comunale dell'Archiginnasio di Bologna dal giugno 1909, inizialmente con un incarico temporaneo, e vinse poi nel 1910 il concorso per un posto di bibliotecario aggiunto. All'Archiginnasio curò in particolare la catalogazione dei manoscritti non bolognesi.
Prese parte alla prima guerra mondiale.
Partecipò al concorso per la direzione della Biblioteca Malatestiana di Cesena bandito nel novembre 1926 classificandosi al primo posto, con il massimo dei punti, nel marzo 1927, ma il Comune preferì assumere, probabilmente per ragioni politiche, il secondo classificato, Alfredo Vantadori.
Dal gennaio 1929, lasciando Bologna (anche perché nel frattempo si erano deteriorati i suoi rapporti con il direttore Sorbelli), divenne direttore della Biblioteca civica Gambalunghiana di Rimini, che rinnovò radicalmente nell'organizzazione (nuovi cataloghi per autori e per soggetti, nuove scaffalature metalliche, una sala periodici) e arricchì sia di pubblicazioni moderne che di alcune raccolte private, aggregandovi anche l'Archivio notarile. Curò inoltre la Pinacoteca comunale e collaborò alla formazione del Museo archeologico.
Durante la seconda guerra mondiale si prodigò nello sfollamento e nella protezione del patrimonio librario e artistico, salvandolo dai bombardamenti che colpirono tutti gli istituti culturali riminesi; più tardi ne curò la ricostruzione e la riapertura al pubblico.

Collocato a riposo per limiti d'età con il 1º gennaio 1951, mantenne ancora la direzione della Biblioteca fino al 1952.
A Rimini fu anche per qualche tempo preside e insegnante nel Liceo classico comunale.
Socio negli anni Venti dell'Associazione dei bibliotecari e direttori di musei e archivi comunali e provinciali, e relatore al suo secondo Congresso nazionale (Bologna 1928), aderì all'Associazione italiana biblioteche dalla sua fondazione (1930) e prese parte a vari congressi. Nel dopoguerra partecipò alla costituzione della Sezione di Bologna, della Romagna e delle Marche (ottobre 1948) e venne eletto nel suo primo Comitato regionale (1949-1953), anche se non volle accettarne la presidenza pur essendo stato il più votato. Fu poi confermato per il triennio successivo 1953-1956, anche se ormai in pensione.
Durante il lavoro all'Archiginnasio pubblicò quattro volumi dell'inventario dei manoscritti, nella collana fondata dal Mazzatinti e continuata dal Sorbelli, e vari saggi sui codici della Biblioteca; a Rimini il catalogo degli incunaboli della Biblioteca (ne «L'Archiginnasio», 1930-1931) e numerosi scritti bibliografici e di storia delle biblioteche, di storia locale e del Risorgimento. Fu anche membro effettivo della Deputazione di storia patria per la Romagna.

Alberto Petrucciani

Studi riminesi e bibliografici in onore di Carlo Lucchesi. Faenza: F.lli Lega, 1952. XX, 258 p.: ill., con un ritratto. Contiene: Alfredo Beltrami, Carlo Lucchesi, p. VII-XII; Elenco delle pubblicazioni di Carlo Lucchesi, p. XIII-XVI.

Enzo Bottasso. Dizionario dei bibliotecari e bibliografi italiani dal XVI al XX secolo, a cura di Roberto Alciati. [Montevarchi]: Accademia valdarnese del Poggio, 2009, p. 272-273 (che lo dice erroneamente morto a Rimini).

Si ringrazia Paolo Bernardoni per le notizie sulla nascita.



Copyright AIB 2001-05-27, ultimo aggiornamento 2020-05-02, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: https://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/lucchesi.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci