[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo


Sandiford, Roberto

(Livorno 16 agosto 1887 Roma 29 luglio 1965)

Dopo gli studi secondari lavorò dal dicembre 1906 come applicato avventizio di ragioneria alle Ferrovie dello Stato, a Firenze, conseguendo nel 1910 la nomina stabile. Nel frattempo studiò all'Università di Urbino, dove conseguì nel luglio 1911 la laurea in giurisprudenza. L'anno successivo si iscrisse all'albo dei procuratori, a Firenze, e nel 1916 a quello degli avvocati.
Sottotenente della Marina militare dal 1912 (dal 1914 tenente), prese parte alla prima guerra mondiale, conseguendo nel 1917 la promozione a capitano; poi, nel 1926, venne promosso maggiore, e nel 1930 tenente colonnello.
A partire dagli anni Venti pubblicò vari scritti di diritto marittimo e aeronautico, in gran parte dedicati al diritto internazionale di guerra. Nel 1927 fu chiamato a far parte della delegazione italiana alla conferenza italo-austriaca.
Nel 1933 lasciò la carriera militare e venne nominato direttore bibliotecario capo al Ministero della Marina, dirigendo per diversi anni la Biblioteca del Ministero.
Dal 1930 tenne alla Facoltà di scienze politiche dell'Università di Roma un corso di lezioni di Diritto marittimo di guerra, complementare al corso di Storia e politica navale, e insegnò per alcuni anni anche all'Accademia navale di Livorno.
Nel 1934 conseguì la libera docenza in Diritto marittimo di guerra e dall'anno accademico 1938/39 fu anche professore incaricato di Diritto marittimo alla Facoltà di giurisprudenza. Soppressa la materia alla fine dell'anno 1941/42, continuò a insegnare solo alla Facoltà di scienze politiche.
Nel marzo 1942 venne nominato al Consiglio di Stato e lasciò il Ministero della Marina. Dopo l'8 settembre 1943, trovandosi al Nord, dovette prestare servizio alla sezione staccata di Cremona del Consiglio di Stato, ma chiese poi di essere esonerato e nel febbraio 1945 fu collocato a riposo dalla RSI.
Dopo la Liberazione fu riassunto in servizio al Consiglio di Stato; il provvedimento di dispensa dal servizio preso dal Consiglio dei ministri nel gennaio 1946 nell'ambito dell'epurazione dei funzionari compromessi con il regime fascista fu annullato pochi mesi dopo non esistendo gravi addebiti nei suoi confronti.
Insegnò ancora, come professore incaricato, Diritto marittimo alla Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Roma, nel 1947/48, e poi, alla Facoltà di scienze politiche, Diritto costituzionale (nel 1949/50), Diritto costituzionale italiano e comparato (nel 1950/51) e Storia e politica navale (dal 1951/52 al 1957/58). Tenne incarichi di insegnamento anche all'Università Pro Deo di Roma.
Nell'ottobre 1953 divenne presidente di sezione del Consiglio di Stato e nell'agosto 1957 venne collocato a riposo col titolo di presidente onorario.
Fu anche membro del Consiglio superiore della marina mercantile (1947-1957), vicepresidente e segretario generale dell'Associazione italiana di diritto marittimo, segretario dell'Istituto italiano di diritto internazionale, direttore dell'Istituto di studi europei Alcide De Gasperi e presidente dal 1962 della sezione italiana dell'International Law Association.
Collaborò alle principali riviste di diritto marittimo e aeronautico e al Nuovo Digesto italiano e fu autore di vari manuali di diritto della navigazione. Pubblicò alcuni articoli sul diritto di guerra anche nella «Nuova Antologia», in periodo fascista, un saggio su Due manoscritti marinari del Seicento in «Accademie e biblioteche d'Italia» (1935) e uno studio su Le azioni di Cesare sul mare per l'Istituto di studi romani (1938).

Alberto Petrucciani

Chi è?: dizionario degli italiani d'oggi. 3ª ed. Roma: A. F. Formiggini, 1936, p. 819-820 (che lo dice nato il 16 ottobre, come tutte le edizioni successive).

Chi è?: dizionario degli italiani d'oggi. 4ª ed. Roma: Cenacolo, 1940, p. 843.

L'Italia e gli italiani di oggi, a cura di Arturo Codignola. Genova: Il nuovo mondo, 1947, p. 636.

Chi è?: dizionario biografico degli italiani d'oggi. 5ª ed. Roma: Filippo Scarano, 1948, p. 825.

Panorama biografico degli italiani d'oggi, a cura di Gennaro Vaccaro. Roma: Curcio, 1956, p. 1373.

Chi è?: dizionario biografico degli italiani d'oggi. 6ª ed. Roma: Filippo Scarano, 1957, p. 492.

Who's who in Italy 1957-1958: a biographical dictionary containing about 7000 biographies of prominent people in and of Italy and 1400 organizations, edited by prof. Igino Giordani and dr. Stephen S. Taylor. Milano: Intercontinental Book & Publishing, 1958, p. 855.

Chi è?: dizionario biografico degli italiani d'oggi. 7ª ed. Roma: Filippo Scarano, 1961, p. 602-603.

Chi scrive: repertorio bio-bibliografico e per specializzazioni degli scrittori italiani. Milano: Istituto librario editoriale, 1962, p. 877-878.

Roberto Sandiford. «Rivista del diritto della navigazione», 26 (1965), parte I, n. 3/4, p. 321 (che indica come luogo di nascita Firenze).

Giovanni Focardi. Sandiford, Roberto. In: Il Consiglio di Stato nella storia d'Italia: le biografie dei magistrati (1861-1948), a cura di Guido Melis. Milano: Giuffrè, 2006, p. 1929-1936 (con un elenco di scritti).



Copyright AIB 2011-07-19, ultimo aggiornamento 2020-05-05, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: https://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/sandiford.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci