[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo

[Ritratto]

Sinno, Andrea

(Pellezzano SA 30 novembre 1876 – Salerno 19 maggio 1955)

Dopo gli studi secondari al Liceo di Salerno frequentò l'Università di Napoli, conseguendo la laurea in scienze naturali e poi quella in agraria alla Scuola di Portici. Fu quindi professore di scienze nel Liceo-ginnasio annesso all'Abbazia di Cava de' Tirreni.
Dal 1911, per concorso, divenne direttore della Biblioteca provinciale di Salerno. Due anni prima aveva pubblicato, probabilmente in vista del concorso o di un'altra occasione di intraprendere la carriera bibliotecaria, un ampio saggio sui metodi di collocazione e di catalogazione più usati nelle biblioteche (Della collocazione dei libri in una piccola biblioteca pubblica, Salerno 1909).
Rivitalizzò la Biblioteca provinciale dopo un periodo di inerzia arricchendone notevolmente il patrimonio, con acquisti e lasciti di diversi personaggi e famiglie locali, rivedendo i cataloghi e avviando un nuovo catalogo per soggetti. Ottenne inoltre due ampliamenti della sede (1927 e 1929) e nel 1934 una sua generale ristrutturazione e riorganizzazione, con la modernizzazione delle attrezzature. La Biblioteca vide un notevole incremento dei frequentatori e divenne anche un centro attivo della vita culturale locale. Lasciò la direzione della Biblioteca il 31 dicembre 1951 e venne nominato direttore emerito. Nel 1950 aveva lasciato anche l'insegnamento a Cava.
Formò anche il primo nucleo del Museo archeologico provinciale, istituito nel 1927, che ebbe sede inizialmente presso la Biblioteca e a cui donò il materiale che aveva raccolto personalmente. Fu inoltre ispettore bibliografico onorario – incarico che mantenne fino alla morte –, ispettore onorario ai monumenti e alle antichità e membro della Commissione conservatrice dei monumenti, scavi e oggetti di antichità.

Socio dell'Associazione italiana biblioteche dal dopoguerra, fece parte del primo Comitato regionale della Sezione della Campania e della Calabria (1948-1949).
Fu anche tra i fondatori della Società di storia patria per la provincia di Salerno, costituita nel 1920 con sede presso la Biblioteca provinciale, e fece parte del primo Consiglio direttivo.
Pubblicò vari studi di storia locale (tra i quali Commercio e industrie nel salernitano dal XIII ai primordi del XIX secolo, Salerno 1954) e sulla Scuola medica salernitana, curando un'importante edizione con traduzione e commento del Regimen sanitatis (Salerno 1941, più volte ristampata).
Il Comune di Salerno gli ha intitolato una piazza cittadina.

Scheda di Simonetta Buttò, in: Per una storia dei bibliotecari italiani del XX secolo: dizionario bio-bibliografico 1900-1990, p. 164.

Antonio Colombis. [Andrea Sinno]. «Notizie AIB», 1 (1955), n. 2, p. 26.

Emidio Pettine. La vita e gli scritti di Andrea Sinno. Salerno: Palladio, 1985. 382 p.

Vittoria Bonani – Wilma Leone - Sabrina Sacco. La Biblioteca provinciale: la storia, le fonti, le raccolte, a cura di Matilde Romito. Salerno: Amministrazione provinciale di Salerno, 2000, p. 37-47.

Vittoria Bonani. Andrea Sinno e il recupero del "patrimonio raro e di pregio" 1925-1944. In: Biblioteca provinciale, Salerno. Gli incunaboli della Biblioteca provinciale di Salerno, catalogo a cura di Giuseppe Gianluca Cicco e Anna Maria Vitale. Salerno: Provincia di Salerno, Settore beni culturali, musei e biblioteche, Biblioteca provinciale di Salerno, 2002, p. 13-28.



Copyright AIB 2000-05-31, ultimo aggiornamento 2020-04-22, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: https://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/sinno.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci