[AIB]AIB Notizie 11/2001
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 11/2001

Un libro, un bebé


di Anita Bogetti

La Biblioteca Astense, in collaborazione con i reparti di Pediatria, Ginecologia e Ostetricia dell'Ospedale civile di Asti, ha donato un libro a tutti i bambini nati presso la Maternità nel 2001.
Il libro viene consegnato a tutte le mamme immediatamente dopo il parto. Il volume è accompagnato da un biglietto che, innanzi tutto, porta le più sentite congratulazioni, da parte della Biblioteca Astense, alla mamma per il/la nuovo/a nato/a con un dono simbolico con l'invito, inoltre, a recarsi presso la sede della biblioteca. L'iniziativa sarà ripetuta nell'anno 2002.
Gli obiettivi che ci siamo posti in questa iniziativa sono:
1) invitare i genitori ad avvicinarsi a un metodo educativo molto antico ma sempre efficace come quello della lettura ad alta voce, per creare e mantenere uno stretto legame affettivo genitore-bambino in una società in cui sono sempre meno le opportunità d'incontro nel quotidiano;
2) fare in modo che in tutte le case, questo libro, anche se unico, rimanga, e sia utilizzato il più presto possibile;
3) invitare a visitare la Biblioteca come Ente promotore dell'iniziativa, per conoscere i servizi che questa offre a adulti e bambini e sfruttare ogni opportunità proposta;
4) stimolare le capacità visive dei bambini fin dalla più tenera età con la lettura delle figure condivisa con un adulto.
Nel momento in cui ci si è trovati ad affrontare la scelta del libro da regalare sono stati presi in considerazione diversi aspetti: il libro doveva essere maneggevole, con pagine di cartone rigido, che agevolasse anche il bambino piccolo nel voltare le pagine senza saltarne o rovinarle; che proponesse immagini semplici di oggetti e situazioni familiari.
Avremmo potuto scegliere tra libri pieghevoli, per facilitare la comprensione di una sequenza di immagini; di diversi materiali, lavabili o di stoffa, per facilitarne la manipolazione e il rapporto dita-bocca, con la stampa in colori atossici; con i buchi, per infilarci le dita, o con la spirale per smontarli e rimontarli come un gioco; con le pagine trasparenti, per scomporre e ricomporre colori e figure; libri animati per giocare o che diventano oggetti di carta solo da guardare.
Dopo attenta considerazione dell'offerta editoriale abbiamo privilegiato i libri cartonati, scartando quelli galleggianti, di stoffa e di altri materiali che vengono intesi più come giochi che come libri.
Il testo scelto inizialmente, La ballata dell'arcobaleno, ci sembrava avere tutti i requisiti: è molto stimolante visivamente, ha grandi disegni e testi essenziali, colori decisi, una sorpresa in ogni pagina e un finale molto coinvolgente; inoltre è adatto a tutti i bambini, indipendentemente dal sesso e dalla nazionalità, anche se ha il limite di essere scritto in italiano. Purtroppo la casa editrice (Mondadori) non era in grado di fornire un adeguato numero di copie (circa un migliaio) a copertura dei presunti nati nel 2001.
Si è dunque optato per Palla! di Ros Asquit e Sam Williams (Mondadori 2000): un libro divertente animato da una palla rossa che, una volta staccata dalla copertina rigida, legata ad un nastrino, si sposta di pagina in pagina. Il libro racconta la storia di un bebé che scopre questo oggetto misterioso e tutti i modi in cui può essere utilizzato seguendo le peripezie dei suoi rimbalzi.
Come prima attività per divulgare l'importanza di un approccio alla lettura fin dalla primissima infanzia, è previsto un incontro di circa due ore durante il corso di preparazione al parto. Si tratta di un breve intervento durante il quale si presentano le motivazioni del progetto, si informano i genitori dell'iniziativa di regalare un libro ad ogni bambino nato, si consiglia la pratica della lettura ad alta voce in famiglia e si promuovono le ulteriori occasioni di approfondimento sul tema della lettura ai bambini fin dalla più tenera età.
È prevista una serie di rapporti con i genitori dei bambini nati nel 2001, che quindi hanno ricevuto il libro, per una verifica dell'iniziativa e una proposta di percorso insieme sul tema della lettura ai bambini, con incontri cadenzati, proposte di bibliografie ecc. Nel momento in cui i genitori saranno invitati agli incontri, sarà anche loro assicurata la custodia dei bambini ad opera di personale specializzato.
Il progetto nasce da un'idea proposta da Adriana Gino, bibliotecaria torinese, successivamente sviluppata da Luisa Corino, che sull'argomento ha incentrato la sua tesi di laurea.

Web
http://www.aib.it/aib/npl/asti.htm

BOGETTI, Anita. Un libro, un bebé. «AIB Notizie», 13 (2001), n. 11, p. 17.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2002-01-05 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n13/01-11bogetti.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 11/2001