[AIB]AIB Notizie 2/2002
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 2/2002

LIBER, Associazione per le biblioteche di ricerca


di Susan Vejlsgaard

La Ligue des bibliothèques européennes de recherche (LIBER), che terrà il suo Congresso annuale del 2003 a Roma, è la principale associazione delle più importanti biblioteche di ricerca europee e rappresenta e promuove gli interessi di questa tipologia di biblioteche in Europa.

L'obiettivo principale di LIBER è assistere le biblioteche di ricerca in Europa nel supportare una rete funzionale attraverso le frontiere nazionali al fine di assicurare la conservazione del retaggio culturale europeo, migliorare l'accesso alle collezioni nelle biblioteche di ricerca europee, fornire servizi informativi più efficienti in Europa.
La missione di LIBER è facilmente immaginabile: rappresentare (alle parti politiche) e promuovere (a qualsiasi altra parte interessata) gli interessi delle biblioteche di ricerca in Europa. Gli obiettivi delle biblioteche hanno già oltrepassato i confini nazionali. LIBER esiste per fornire una rete di lavoro - fatta di persone e sistemi - attraverso il continente.
LIBER identifica le aree delle azioni bibliotecarie dove sforzi cooperativi possono portare dei benefici. La cooperazione può avvenire tra i soci stessi o può includere collaborazioni con altre parti. Un classico caso di cooperazione consiste nella condivisione delle competenze. Questo non è solo gratificante per il personale coinvolto ma aiuta a evitare duplicazioni degli sforzi e a ottimizzare sempre più diffusamente le procedure.
LIBER fu fondata nel 1971 sotto gli auspici del Consiglio d'Europa. Tuttavia, l'appartenenza a LIBER non è limitata all'area dell'Unione Europea, ma viene incoraggiata anche al di fuori di essa.
Attualmente sono socie 278 biblioteche di più di trenta paesi e sebbene il suo logo ricordi la bandiera dell'Unione Europea, i suoi sostenitori spingono sempre più oltre i confini dell'Unione.
LIBER ha da poco celebrato il suo trentesimo anniversario con un Congresso molto seguito a Londra, presso la British Library,
Come associazione di biblioteche è ancora molto giovane, ma l'ordine del giorno dei suoi membri è variato come non mai nel corso della sua breve esistenza. Le biblioteche non sono oggi ciò che erano trent'anni fa, e la gente si aspetta da esse molto di più man mano che il tempo passa. Da parte loro, i direttori delle biblioteche sono convinti che il futuro di queste li conduca verso ruoli nuovi e sempre più stimolanti.
LIBER organizza il suo lavoro professionale attraverso l'Assemblea generale, il Comitato esecutivo e quattro Divisioni professionali: Sviluppo delle collezioni, Accesso, Conservazione e Gestione e amministrazione delle biblioteche.
Il Comitato esecutivo, che comprende undici membri provenienti da istituzioni associate a LIBER, dirige tutte le attività di LIBER. Le quattro Divisioni professionali, i cui coordinatori sono membri del Comitato esecutivo, portano avanti il lavoro professionale di LIBER.
Lo scopo di LIBER è diffondere queste Divisioni nelle istituzioni europee che sono in grado di sviluppare politiche, promuovere la cooperazione bibliotecaria e rappresentare gli interessi delle biblioteche di ricerca nei propri settori di competenza.
Per coprire particolari aree professionali di biblioteconomia, le Divisioni possono costituire dei Comitati di esperti. Al momento ve ne sono tre: il Gruppo LIBER per la cartografia, http://www.kb.nl/infolev/liber/intro.htm, il Gruppo LIBER per l'architettura, http://www.zhbluzern.ch/LIBER-LAG/default.htm e il recentissimo Gruppo LIBER per i manoscritti. I Comitati di esperti organizzano convegni due volte all'anno, di alto profilo professionale e molto seguiti.
LIBER tiene la sua Conferenza generale annuale in diverse località europee (Londra 2001, Graz 2002, Roma 2003), con un programma professionale molto ricco che verte sugli argomenti di attualità più importanti nelle biblioteche di ricerca europee, a cui partecipa un ventaglio di eminenti relatori nei propri settori di competenza professionale.
Queste riunioni costituiscono un'opportunità molto importante per i direttori delle biblioteche europee che in tali occasioni possono incontrarsi e discutere su argomenti professionali. Più di cento direttori e funzionari di biblioteche di ricerca di tutta Europa si incontrano tre o quattro giorni ogni estate per discutere su sviluppi e opportunità. Non si deve sottovalutare l'importanza della conferenza annuale. Nessun lavoro effettivo può iniziare finché i partecipanti non si conoscono personalmente. Malgrado tutto quello che ci ha portato la tecnologia, questa necessità elementare di interazione umana continua a esistere.
Oltre alla Conferenza generale annuale, LIBER organizza regolarmente workshop e seminari su argomenti di importanza professionale per le biblioteche di ricerca in Europa.
LIBER è un'associazione non governativa ed è finanziata dalle iscrizioni dei soci, da sponsorizzazioni e, di recente, da entrate generate da un'iniziativa commerciale in occasione delle Conferenze generali annuali.
Tutti coloro che lavorano per LIBER lo fanno su base volontaria, le spese di viaggio e il tempo speso vengono generosamente sponsorizzati dalle istituzioni di appartenenza o da loro stessi.
Nel 1995, LIBER ha istituito una Segreteria part-time ospitata dalla Royal Library di Copenaghen. I primi due anni sono stati sponsorizzati da NORDINFO, ma, dal 1997, LIBER è in grado di coprire le spese autonomamente.
L'economia di LIBER, tuttavia, non è molto solida e il Comitato esecutivo sta cercando nuovi introiti per rendere la situazione finanziaria dell'Associazione più stabile.
LIBER promuove attivamente la cooperazione con tutte le organizzazioni legate alle biblioteche.
Recentemente, LIBER ha programmato i suoi sforzi per posizionarsi strategicamente all'interno delle linee di sviluppo più significative per le biblioteche di ricerca in Europa. Le iniziative recenti includono:
- Principi LIBER per il rilascio delle licenze.
Serie di principi o linee guida generali, formulate da LIBER ad uso di biblioteche europee universitarie, di ricerca e nazionali nelle trattative con gli editori in rapporti ai periodici elettronici e al rilascio delle licenze.
http://www.kb.dk/guests/intl/liber/news/981116.htm
- Dichiarazione bibliotecaria europea sul copyright.
LIBER ha energicamente espresso il punto di vista delle biblioteche di ricerca europee e difeso gli interessi delle biblioteche e degli utenti durante la procedura legislativa per l'approvazione della recente direttiva europea sul copyright.
http://www.kb.dk/guests/intl/liber/news/981008.htm
- Digitalizzazione dei periodici: un approccio paneuropeo.
A seguito di una seguitissima conferenza sulla "digitalizzazione dei periodici" tenuta a Copenaghen nel 2000, LIBER è attivamente coinvolta nell'incoraggiare un approccio europeo alla digitalizzazione dei periodici e ha nominato una task force per lo sviluppo di questo settore.
http://www.sub.uni-goettingen.de/liber-wg/
- MARC Harmonization.
LIBER è correntemente coinvolta nel promuovere discussioni e dibattiti sul futuro dell'armonizzazione di MARC tra le biblioteche di ricerca europee. Un rappresentante di LIBER partecipa alle riunioni del Comitato per il coordinamento dell'armonizzazione di MARC, che comprende la Library of Congress, la National Library of Canada e la British Library. LIBER sta istituendo una task force per promuovere il dibattito al riguardo tra le biblioteche di ricerca europee.
- Open Archives Initiative (OAI) .
LIBER ha recentemente accettato di promuovere lo sviluppo di Open Archives Initiative (OAI) a livello europeo, a seguito del grande successo ottenuto nel corso del Congresso su questo argomento, tenuto a Ginevra nella primavera del 2001.
http://documents.cern.ch/AGE/current/fullAgenda.php?stylesheet=&ida=a01193
- SPARC Europe.
LIBER agisce come "organizzazione ombrello" di SPARC Europe, un'organizzazione che opera per trovare nuove soluzioni per la comunicazione tra i ricercatori, e prezzi più bassi per i periodici scientifici.
http://www.kb.dk/guests/intl/liber/umbrella/sparc.htm
http://www.sparceurope.org/
- «LIBER quarterly».
LIBER pubblica «LIBER quarterly: the journal of European research libraries».
Questa rivista riporta notizie aggiornate sui nuovi sviluppi della scena bibliotecaria europea ed esplora gli argomenti più attuali negli sviluppi delle biblioteche. «LIBER quarterly» viene inviata automaticamente a tutti i soci. Di recente, la rivista è stata pubblicata in formato elettronico e le biblioteche socie di LIBER ricevono una password per l'accesso alla visione e allo scarimento di tutti i fascicoli disponibili elettronicamente dal 1999 a oggi.
http://www.kb.dk/liber/liberq/
Associarsi a LIBER significa: opportunità di scambio di esperienze e contatti professionali tra specialisti nelle biblioteche di ricerca europee, aumento di collaborazione con altre biblioteche di ricerca in Europa, vantaggi derivanti dalla cooperazione tra un ampio numero di biblioteche di ricerca europee nel promuovere singole iniziative.

[Traduzione di Maria Teresa Natale].

http://www.kb.dk/liber
e-mail sv@kb.dk

Liber Secretariat
The Royal Library
P.O. Box 2149
1016 Copenhagen, Daminarca
Tel. + 4533936222
Fax + 4533919596


VEJLSGAARD, Susan. LIBER, Associazione per le biblioteche di ricerca. «AIB Notizie», 14 (2002), n. 2, p. 8-9.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2002-03-01 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n14/02-02susan.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 2/2002