[AIB]AIB Notizie 3/2002
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 3/2002

Progetto Mnemosine
Pesca un libro ad Asti!



Recentemente un articolo sul quotidiano «La stampa» (20 febbraio 2002) dedicato alla "Giornata della comunicazione sulle biblioteche e sulle iniziative per la promozione del libro" riferiva dati estremamente confortanti sul catalogo unico online delle biblioteche italiane, in grado di fornire riferimenti a oltre sei milioni di documenti in banche dati relative al materiale librario antico, moderno, periodico, musicale manoscritto e a stampa.
L'articolo si chiudeva però su toni totalmente diversi a proposito delle biblioteche scolastiche, che, come ammette Laura Novati de «II giornale della libreria», rappresentano un autentico "buco" perché «semplicemente non esistono. O non possono funzionare per mancanza di fondi, di personale e anche di volontà. [...] Con la scuola dell'obbligo si apre una voragine, che divora i lettori di domani».
Una situazione condivisa anche dagli istituti superiori della città di Asti, che però hanno provato a cercare una soluzione comune. Da questo tentativo è nata Mnemosine, la rete delle biblioteche scolastiche astigiane: gli otto istituti superiori della città hanno deciso di sfruttare le nuove tecnologie per creare una biblioteca virtuale dove sia possibile a tutti consultare il catalogo collettivo di un patrimonio librario cospicuo, prestigioso e misconosciuto.
Il progetto era stato in realtà pensato fin dal 1999 in risposta al "risveglio istituzionale" del Ministero della Pubblica Istruzione sulle biblioteche scolastiche, ma la realizzazione è stata resa possibile nel 2000/2001 grazie alla Cassa di risparmio di Torino (Bando per il finanziamento di progetti finalizzati allo sviluppo di sistemi informativi per l'organizzazione e la didattica delle scuole del Piemonte e della Valle d'Aosta), che mirava a promuovere e diffondere lo sviluppo dell'uso delle tecnologie ICT nelle scuole, nonché alla collaborazione tecnica e operativa del CSI Piemonte.
Al momento si possono "pescare" nella rete di Mnemosine quasi 20.000 volumi, ma una volta completato il versamento dei singoli cataloghi si arriverà a oltre 40.000 titoli, che spaziano dalla narrativa alle scienze all'arte secondo le specificità dei diversi istituti. Le biblioteche scolastiche si aprono quindi alla consultazione e al prestito esteso a tutti, studenti e cittadini, e apportano un sostanziale contributo alle disponibilità librarie offerte dalla biblioteca civica cittadina con un'iniziativa se non unica, quanto meno assai originale nel panorama italiano.
Inoltre il progetto, che si è avvalso anche di un finanziamento della Fondazione Cassa di risparmio di Asti e vanta il patrocinio del Comune e della Provincia di Asti, si propone come strumento didattico moderno e flessibile: oltre alla banca dati dei volumi offre agli studenti e agli insegnanti la possibilità di redigere giornali scolastici online e mappe concettuali, che possono rivelarsi di notevole utilità nella compilazione di testi e ricerche e per le tesi del nuovo esame di maturità.
La rete si è avvalsa del software elaborato e messo gratuitamente a disposizione delle scuole dalla Biblioteca di documentazione pedagogica (BDP) di Firenze. Questa caratteristica di gratuità del software Winiride, unitamente al facile utilizzo e alla possibilità di gestire con esso tutte gli aspetti del lavoro di biblioteca, dalla schedatura al prestito, hanno fatto sì che anche alcune biblioteche private a vocazione specializzata abbiano deciso di entrare nella rete di Mnemosine, contribuendo così ad aumentarne considerevolmente il patrimonio.
Mnemosine era per gli antichi Greci la personificazione della Memoria, colei che garantiva la conservazione e la trasmissione del sapere e quindi della civiltà: lo stesso fine al quale, sfruttando al meglio le possibilità offerte dalle nuove tecnologie, il progetto che ne porta il nome si propone di dare il proprio contributo, anche al fine di colmare la voragine delle biblioteche scolastiche giustamente lamentata dagli operatori del settore.

Elenco delle scuole aderenti:
Liceo Scientifico Vercelli, Istituto di studi superiori "Alfieri", Istituto magistrale "Monti", Istituto d'arte "Benedetto Alfieri", Istituto tecnico-commerciale "Giobert", Istituto tecnico-industriale "Artom", Istituto professionale "Castigliano", Istituto professionale per l'agricoltura "Penna".

Elenco delle biblioteche private aderenti:
Biblioteca del centro culturale "San Secondo" (scienze religiose), Biblioteca del CEPROS (Centro promozione opportunità socializzazione) (psicologia, pedagogia, ricco settore di cultura ebraica), Biblioteca dell'UTEA (Università della terza età di Asti).

Hanno aderito e collaborato al progetto la Biblioteca Astense e l'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti. Per maggiori informazioni: Giorgio Marino, Liceo scientifico Vercelli, Tel 0141 215370, fax 0141 210814, e-mail scient@provincia.asti.it.

Web
http://www.mnemosine.it


Progetto Mnemosine. Pesca un libro ad Asti!. «AIB Notizie», 14 (2002), n. 3, p. 15.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2002-04-10 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n14/02-03mnemosine.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 3/2002