[AIB]AIB Notizie 9/2002
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 9/2002


AIB e IFLA: opportunità per i soci
dalle attività internazionali

Igino Poggiali

L’impegno internazionale è funzione essenziale in un’associazione professionale che fa riferimento a valori, tecniche e standard che vengono definiti ormai a quel livello.
È il valore aggiunto che l’organizzazione fornisce ai soci creando l’occasione di misurarsi con percorsi di crescita condotti sulla via maestra del confronto con i livelli di eccellenza a scala mondiale.
Ciò accade in tutti gli altri domini della scienza e nei contesti professionali più complessi.

L’Associazione si pone come punto di aggregazione e scambio tra tutti coloro che intendono vivere con intensità e protagonismo la propria professione e sono disposti ad investire tempo, lavoro e in certi casi anche qualche risorsa propria per organizzare iniziative, partecipare a progetti di ricerca, entrare in una task force finalizzata al raggiungimento di qualche obiettivo, cercare risorse per arricchire il numero e la qualità delle opportunità che si possono mettere in gioco.
Era questo uno degli obiettivi caratterizzanti il programma di questo CEN e possiamo ritenere che una serie di risultati in questa direzione siano stati conquistati, al punto da far ritenere matura la decisione di costituire il Comitato italiano per l’IFLA nel quadro di un Dipartimento per le attività internazionali che possa presidiare questa attività in modo costante.
L’AIB ha sempre onorato l’appartenenza all’IFLA facendosi carico dei notevoli costi per l’iscrizione annuale ma ultimamente abbiamo cercato di valorizzare meglio questa relazione.
Dopo anni di assenza ora abbiamo cinque delegati negli Standing Committees, Bibliocom è stata posta sotto l’egida dell’IFLA fin dal primo anno, alcuni importanti convegni (FRBR a Firenze nel gennaio 2000, Electronic Resources a Roma nel novembre 2001, Dublin Core a Firenze nell’ottobre 2002) sono stati patrocinati dall’IFLA, una serie di relazioni con i paesi dell’area mediterranea tra le quali quella con la Bibliotheca Alexandrina sono state considerate dall’IFLA un prezioso supporto anche alle finalità della Federazione.
Nel giugno scorso abbiamo offerto l’appoggio dell’AIB e delle nostre istituzioni di governo all’IFLA rispetto alla realizzazione della Conferenza 2004 di Buenos Aires, in pericolo a causa della grave crisi economica di quel paese, fino a dare anche la disponibilità di ospitarla in Italia.
Ciò in omaggio al principio che per contare occorre assumersi delle responsabilità rispetto agli obiettivi di un’organizzazione alla quale si aderisce. A Glasgow, dove si teneva la Conferenza quest’anno, gli argentini hanno deciso di procedere comunque e già sono disponibili le informazioni preliminari sul loro sito e su quello dell’IFLA (http://www.ifla.org/IV/ifla70/1stan-e.htm). Noi abbiamo molto apprezzato il coraggio di quei colleghi, abbiamo consolidato un patto di amicizia e abbiamo preso alcuni impegni per promuovere il sostegno alla realizzazione di tale conferenza data la grande importanza della comunità italiana in quel paese.
Torneremo spesso sulla questione nei prossimi mesi perché già sono arrivate numerose disponibilità di colleghi di biblioteche e di comuni che vorrebbero essere della partita.
A riconoscimento del livello di qualità e affidabilità della collaborazione dell’AIB il Governing Board dell’IFLA ha deciso di designare l’Italia, insieme alla Svizzera, quali sedi alternative della conferenza IFLA in caso di gravi crisi nei paesi nei quali la Conferenza sia programmata. In ogni caso abbiamo rinnovato la nostra candidatura ad ospitare la Conferenza IFLA tra il 2008 e il 2010. La data più probabile sarà il 2009, 80° anniversario dell’approvazione dello Statuto dell’IFLA a Roma.
Il lavoro da fare è vastissimo e c’è spazio per tutti i soci che volessero impegnarsi in questo settore di attività. Tutti gli interessati possono inviare fin d’ora un messaggio a segreteria@aib.it con oggetto IFLA ed attività internazionali.

Igino Poggiali
poggiali@aib.it

POGGIALI, Igino.AIB e IFLA: opportunità per i soci dalle attività internazionali. «AIB Notizie», 14 (2002), n. 9, p. 3.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2002-09-11 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n14/02-09poggiali.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 9/2002