[AIB]AIB Notizie 4/2003
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 4/2003


Torino: la nuova biblioteca civica centrale

Il 23 marzo 2001 una giuria internazionale di architetti, ingegneri, bibliotecari (Maija Berndtson, Helsinki; Wim Renes, L’Aja) ed esperti teatrali ha dichiarato l’architetto Mario Bellini vincitore del concorso internazionale bandito dalla Città di Torino per la progettazione di un centro culturale comprendente la nuova sede della Biblioteca civica centrale di Torino.
Il completamento della progettazione definitiva ed esecutiva è previsto entro la fine del 2003 e la costruzione potrà essere completata entro il 2007.
Sarà un complesso architettonico di forte richiamo, anche urbanistico, che si svilupperà su più piani con una superficie complessiva di circa 40.000 mq, in un’area industriale dismessa, lungo il nuovo asse centrale di scorrimento che attraverserà tutta la città, vicino alle stazioni della metropolitana e delle ferrovie nazionali e regionali. Oltre alla Biblioteca civica centrale ospiterà anche una grande sala teatrale, le sedi di istituti stranieri di cultura, un ristorante e alcuni altri servizi commerciali, un belvedere, un’ampia terrazza panoramica e un teatro all’aperto, ricavato sul tetto della sala teatrale.
Nell’ambito della riorganizzazione dell’intera rete comunale di biblioteche pubbliche, che comprende altre 14 biblioteche decentrate, due biblioteche carcerarie e un punto di prestito, la nuova sede della Biblioteca civica centrale è stata pensata per offrire a Torino tutte le opportunità di una moderna biblioteca pubblica e dovrà garantire alla città, nel modo più funzionale, la disponibilità di tutti quei servizi che, per i limiti fisici della sede attuale, oggi non sono offerti ai torinesi con le modalità o nelle dimensioni ormai ordinarie per le biblioteche pubbliche delle principali città europee.
Le caratteristiche della nuova sede sono:
– distribuzione degli spazi accessibili al pubblico su quattro piani dotati di terrazze, con illuminazione naturale da nord (ottimale per la lettura) e vista su un ampio giardino pubblico;
– cospicue collezioni librarie (circa 300.000 volumi su 1.000.000 di volumi complessivamente previsti) in scaffalature direttamente accessibili al pubblico e agevoli anche per utenti con handicap motorio;
– multimedialità della dotazione documentaria, con disponibilità di libri, documenti sonori, audiovisivi ed elettronici;
– 1500 posti a sedere, predisposti per l’installazione di postazioni multimediali e per l’impiego di personal computer;
– postazioni telematiche utilizzabili direttamente dal pubblico;
– spazi espositivi per facilitare la consultazione di giornali e riviste di attualità;
– spazi per i bambini e i ragazzi;
– spazi per lo studio individuale;
– salette per gruppi di studio e attività formative;
– sale per attività espressive (lettura ad alta voce, drammatizzazioni ecc.), conferenze, ascolti musicali e videoproiezioni;
– sezioni manoscritti e rari e studi locali;
– spazi per mostre temporanee;
– massima accessibilità dalla rete del trasporto pubblico, non solo comunale, favorita dalla vicinanza alle stazioni della metropolitana e delle ferrovie nazionali e regionali;
– parcheggio sotterraneo per i veicoli privati, anche in funzione dell’uso serale della sala teatrale e degli altri spazi utilizzabili per manifestazioni varie.
Gli spazi previsti sono:
– 8000 mq per le sale di lettura e gli spazi con gli scaffali accessibili al pubblico, includendo 570 mq per la Sezione Manoscritti, incunaboli e libri rari;
– 4360 mq per le funzioni da prevedersi al piano terra (prestito, reference, community information, periodici correnti, spazio espositivo, novità editoriali, sezione ragazzi, sezione giovani adulti) e per i servizi generali;
– 1030 mq per la sala conferenze e la sala polivalente (con una capacità complessiva di 450 posti);
– 3650 mq per i depositi librari;
– 2520 mq per gli uffici e altri spazi per il personale.

Paolo Messina


Per ulteriori informazioni si possono consultare i seguenti siti:

Biblioteche civiche torinesi
http://www.comune.torino.it/cultura/biblioteche

Officina città di Torino
http://www.oct.torino.it/index0.htm

MESSINA, Paolo. Torino: la nuova biblioteca civica centrale. «AIB Notizie», 15 (2003), n. 4, p. VIII.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2003-05-01 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n15/03-04messina.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 4/2003