[AIB]AIB Notizie 5/2003
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 5/2003


OPAC siciliani: avanti tutta

Renato Meli

C’è chi, come Antonella De Robbio, legittimamente colloca ormai tra i cataloghi tradizionali gli OPAC. In Sicilia però dobbiamo ancora dire che la vera tradizione, almeno nella gran parte delle biblioteche pubbliche, è rappresentata dai cataloghi cartacei. Ciononostante scrivere degli OPAC siciliani è diventato meno difficile rispetto a qualche tempo fa. Scrivere piuttosto in poche righe ciò che è accaduto, quasi rapidamente, nel volgere di un paio d’anni, lo è un poco di più.
Al 2001 i cataloghi online siciliani censiti nel Repertorio degli OPAC italiani e consultabili attraverso un’interfaccia Web erano appena 17, di questi uno soltanto anche in telnet (confermando il trend che si sta affermando nel resto della penisola), così come uno solo interrogabile dal MAI. Dando uno sguardo al loro livello di copertura si nota che questi OPAC sono tutti a carattere comunale, laddove solamente tre di tipo collettivo, e per la gran parte appartenenti ad università o enti di ricerca.
A questi bisogna aggiungere i cataloghi delle biblioteche del Polo Sicilia SBN, consultabili cumulativamente su SBN online, e quelli delle biblioteche impegnate in vari progetti di carattere nazionale.
Oggi possiamo certamente affermare che altri importanti passi sono stati compiuti. Finalmente sono apparsi i primi cataloghi collettivi provinciali online: C’è da dire, comunque, che le notizie bibliografiche presenti in tutti questi cataloghi rappresentano solo una parte del posseduto.
La panoramica descritta non vuole essere certo esaustiva, ma serve a dare il senso di ciò che sta avvenendo in Sicilia. Infatti, grazie ai sistemi in rete, i cataloghi in linea, soprattutto degli enti locali, in poco più di due anni, sono cresciuti a dismisura rispetto a quelli universitari.
Questo vertiginoso aumento è dovuto all’ampia diffusione delle tecnologie. Il loro impatto, penso, sarà forte anche sull’organizzazione sistemica regionale, rendendo naturale il passaggio dai cataloghi collettivi, riferiti all’ambito provinciale, al metacatalogo. Mi riferisco in particolare alla costituzione del Catalogo unico regionale dei beni “documentali”, a cui da tempo si aspira in Sicilia, e quindi anche ad un metamotore in grado di interrogare tutte le basi dati provinciali. Si confermerà così la tendenza nazionale circa la condivisione dei cataloghi collettivi.
Le conseguenze della diffusione di Internet e dei processi a esso connessi, in poco tempo, inoltre produrranno una serie di effetti, primo tra tutti, particolarmente evidente per le biblioteche, quello che riguarda l’organizzazione, il lavoro, la gestione e le professionalità.
Circa la qualità, gli OPAC siciliani si possono considerare in linea con la media nazionale (tranne una parte di quello ragusano, dove è in atto una bonifica dei dati catalografici, resa necessaria dal fatto che, in prima pubblicazione, l’OPAC è stato il risultato della conversione di cataloghi elettronici preesistenti, personalizzati, e con una sostanziale differenziazione delle notizie bibliografiche).
A margine di questa breve riflessione un accenno ai siti che ospitano gli OPAC. Una delle raccomandazioni più importanti, circa la loro costruzione, riguarda l’attenzione al rispetto degli standard e delle norme per l’accessibilità, che rende immediato ed amichevole l’accesso. In tal senso credo che da rivedere siano, su piani e aspetti diversi, alcuni siti di cataloghi collettivi provinciali (ad esempio Catania).
Al di là di queste considerazioni rimane un’innegabile evidenza: assistiamo a profondi cambiamenti nel mondo delle biblioteche pubbliche anche in Sicilia, sfatando, ancora una volta, il luogo comune che apostrofa l’Isola come terra dal “lento passo”.

meliren@tiscali.it


Catalogo collettivo delle biblioteche della provincia di Ragusa (25 biblioteche)
http://mail.opacragusa.it/home.htm

Servizio bibliotecario regionale provincia di Messina (6 biblioteche)
http://minerva.akros.it/h3/h3.exe/ames

Servizio bibliotecario regionale provincia di Caltanissetta(10 biblioteche)
http://minerva.akros.it/h3/h3.exe/acl

Servizio bibliotecario regionale di Siracusa (5 biblioteche)
http://sbrsiracusa.comune.siracusa.it/ALEPH

Servizio bibliotecario regionale provincia di Catania (3 biblioteche)
http://minerva.akros.it/h3/h3.exe/acat

Catalogo collettivo delle biblioteche della provincia di Agrigento (22 biblioteche)
http://www.opacagrigento.it

Catalogo collettivo delle biblioteche della provincia di Trapani (3 biblioteche)
http://www.opactrapani.it

Soprintendenza Beni culturali ed ambientali, Palermo (7 biblioteche)
http://www.sbrpalermo.it/h3/h3/apa

Biblioteca Museo Luigi Pirandello
Biblioteca regionale universitaria di Catania
Biblioteca regionale universitaria di Messina
Biblioteca centrale della Regione Siciliana
http://minerva.akros.it/h3/h3/apal


MELI, Renato. OPAC sicliani: avanti tutta. «AIB Notizie», 15 (2003), n. 5, p. III.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2003-05-25 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n15/03-05meli.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 5/2003