[AIB]AIB Notizie 5/2003
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 5/2003


L'evoluzione delle biblioteche scolastiche a Palermo

Michela Settineri

Due importanti momenti, circa tre anni fa, hanno costituito l’avvio dell’esperienza sulle biblioteche scolastiche a Palermo:
– il Provveditorato di Palermo, oggi CSA, ha formato un gruppo di lavoro per favorire la promozione e la diffusione delle biblioteche scolastiche e della lettura. Il gruppo, ancora oggi operante, è composto da personale del CSA, da un dirigente scolastico, dal direttore della Biblioteca comunale, dall’AIB, dalla Soprintendenza regionale ai Beni culturali di Palermo;
– l’Istituto comprensivo Michelangelo Buonarroti ha formalizzato un accordo di rete con la Biblioteca comunale, diventando a tutti gli effetti una biblioteca comunale decentrata con personale comunale che garantiva l’apertura della struttura al territorio.
Poiché gli esiti di queste esperienze si sono delineati subito come molto positivi, si è pensato di ampliarli con due nuove reti:
– la rete “Librarsi”, formata da sette scuole sia elementari che medie e superiori della città di Palermo e della provincia. Le scuole sono state identificate tra quelle destinatarie dei finanziamenti ministeriali per la diffusione e promozione delle biblioteche scolastiche e quindi già dotate di strutture e materiali, e di cui è scuola capofila l’Istituto comprensivo Michelangelo Buonarroti;
– la rete “Bibliopolis” con cui la rete “Librarsi” entra in formale rapporto con altre istituzioni quali il Comune, la Regione, l’AIB, il CSA di Palermo e in cui ognuna delle parti si impegna a fornire mezzi, risorse, consulenza in relazione alle proprie possibilità e competenze.
Questa fitta e complessa rete interistituzionale ha permesso una interazione efficace con ricadute non solo all’interno delle istituzioni, ma anche nel territorio, con una diffusione della lettura e più in generale della cultura; una esperienza in cui le organizzazioni scolastiche diventano il tramite per raggiungere una utenza più ampia possibile.

Le iniziative già realizzate
I primi interventi hanno riguardato la formazione del personale. Attraverso incontri e seminari con la collaborazione dell’AIB e della Biblioteca comunale, si è cercato di condividere all’interno della rete modalità, tecniche, percorsi, linguaggio comune.
Grazie ai finanziamenti del CSA e della Regione siciliana si sono potenziate le strutture e ampliato il patrimonio bibliografico.
Si è proceduto infine alla informatizzazione dei cataloghi, ancora in corso.
La consultazione, i prestiti, i percorsi didattici all’interno della biblioteca, la mediateca con postazioni Internet aperte al territorio hanno costituito i vari aspetti delle biblioteche scolastiche.

Le iniziative da realizzare in questo anno scolastico
Con i vari partner istituzionali sono in fieri le seguenti attività:
– un seminario;
– la pubblicazione di un libro che raccolga le esperienze in rete sugli itinerari didattici in biblioteca.
Naturalmente le quotidiane attività sono continuamente monitorate per verificare i risultati e intervenire opportunamente negli eventuali ambiti di debolezza.
È emerso con forza che il confronto e il collegamento tra le scuole e con le altre istituzioni hanno motivato tutti i partner, hanno permesso a tutti di crescere, hanno consentito di individuare nuove risorse, hanno costituito per tutti una importante opportunità.


SETTINERI, Michela. L'evoluzione della biblioteche scolastiche a Palermo. «AIB Notizie», 15 (2003), n. VI, p. 8.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2003-05-25 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n15/03-05settinari.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 5/2003