[AIB]AIB Notizie 9-10/2003
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 9-10/2003


Cabala di una biblioteca scolastica multimediale

Beatrice Landucci

In una biblioteca la parola e soprattutto la parola scritta è l'elemento centrale, quello predominante.
Per la nascente Biblioteca scolastica multimediale dell'Istituto comprensivo di Colonna (Roma), invece parlerò di numeri. E non solo dei numeri che stiamo dando per allestirla…
19 sono gli anni che in questa scuola i docenti di scuola elementare, tutti, acquistano i cosiddetti "testi alternativi": i testi che sostituiscono il classico libro di lettura e, talvolta, anche il sussidiario. In passato un dirigente mi chiese che significasse quel termine alternativo e nei suoi occhi si leggeva la preoccupazione per lezioni "new-age" o su "materie esoteriche"…
Niente di tutto questo!!! È l'uovo di Colombo: niente antologie di letture, ma libri veri, libri in carne ed ossa, come dice un bambino di sei anni di questa scuola, libri come quelli che ognuno di noi può comprare in libreria. I testi alternativi hanno costituito il primo nucleo della nostra biblioteca.
Il numero 85 ne caratterizza il salto di qualità: 85 milioni di lire è il finanziamento ministeriale che questo Istituto ha avuto presentando il Progetto Biblioteca, già in atto, al Programma Promozione e sviluppo delle biblioteche scolastiche. Grazie al finanziamento, la biblioteca ha avuto finalmente locali idonei, scaffali aperti e sicuri, tavoli e spazi per lavorare.
Il Comune di Colonna ha eseguito i lavori di ristrutturazione dei locali. È stato predisposto un piano di acquisti per le tre fasce di età (3-5, 6-10, 11-13) e comprendente libri, riviste, CD-ROM, CD audio, videocassette, DVD… tutto il materiale utile a una biblioteca.
64 sono le ditte e case editrici contattate per gli acquisti. Sono state soddisfatte le nostre richieste: molto materiale è già arrivato, catalogato ed è stato usato quest'anno dagli alunni. Altro ne arriverà.
Ed ecco un altro numero importante: 7000 sono i documenti presenti oggi in biblioteca, a disposizione dei nostri 450 alunni. Due rapidi conti e ci accorgiamo che ogni alunno, dai 3 ai 13 anni, ha a disposizione per sé ben 15 libri… non ne girano così tanti per loro nelle case dei nostri ragazzi!
Di questi 7000 materiali, altro numero importante, 3500 sono stati messi in catalogo informatizzato con il software Winiride per la gestione delle biblioteche scolastiche. Grazie a questo lavoro immane, è possibile costruire e progettare percorsi letterari, seguire piste di lettura individuali e rispondere a tutte le esigenze dei nostri lettori.
I lettori… ecco altri numeri: 1500 sono stati i prestiti effettuati nello scorso anno scolastico. Quest'anno i prestiti sono stati circa 3500, da settembre a maggio.
I maggiori fruitori della biblioteca sono naturalmente gli alunni della scuola elementare, ma anche qualche classe della scuola media inizia a frequentarla regolarmente.
Per facilitare la lettura per i più piccoli, abbiamo aperto la biblioteca al prestito ai genitori, con l'iniziativa "Mamma, papà, leggiamo insieme un libro?".
Da febbraio a maggio, per una sola ora a settimana, la biblioteca è stata aperta ai genitori che potevano prendere in prestito libri da leggere ai propri figli. Naturalmente i 150 utenti sono stati soprattutto coloro che hanno i figli in età prescolare.
Il prestito è gestito, con non poche difficoltà, dagli stessi insegnanti, i 50 docenti di questo istituto.
Ma la biblioteca non è soltanto una sorta di supermarket del libro: i docenti propongono percorsi letterari e di ricerca, vere e proprie piste di lettura e di lavoro per gli alunni.
Preziosa in questo lavoro, la collaborazione con la biblioteca comunale del Sistema bibliotecario Castelli romani. È reale e continua la collaborazione tra le due biblioteche.
Inoltre, quest'anno, sono state 3 le mostre della Provincia a noi proposte dalla Biblioteca comunale: la Biblioteca dello Sport, la Biblioteca della Natura, la Biblioteca dell'Arte. Le classi del nostro istituto vi hanno aderito con entusiasmo.
Biblioteca per noi vuol dire anche centro di promozione culturale e apertura al territorio. 8 sono i numeri de «Il giornalino magico», usciti fino a oggi. I gruppi di redazione, alunni provenienti dalle diverse classi, si riuniscono in biblioteca e qui si affrontano tematiche di vario tipo che poi usciranno sul giornale.
Ancora qualche numero, questa volta in negativo, completa il quadro di luci e ombre di questa biblioteca.
12 i direttori didattici, presidi, reggenti, incaricati che si sono susseguiti negli ultimi 20 anni alla dirigenza di quest'istituto. Sinceramente non è stato facile mantenere una continuità nel lavoro con un'alternanza simile.
0 i bibliotecari veri e propri, una persona cioè che si occupi a tempo pieno della gestione della biblioteca. 1 la docente che, oltre il suo orario di cattedra, è funzione obiettivo dell'area 2, per il coordinamento della biblioteca: in realtà la "tuttologa" del settore. 12 i docenti che in questo anno hanno fatto parte della Commissione Biblioteca per studiare insieme, autonomamente, strategie per l'animazione alla lettura e formule… magiche per riuscire a gestire il patrimonio librario.
0 i corsi di aggiornamento finanziati dalla scuola per tutti i docenti, sull'educazione alla lettura o sulla gestione della biblioteca, contro le oltre 1000 ore cumulative di alcuni docenti dell'istituto che hanno frequentato, autonomamente e a proprie spese, corsi di aggiornamento, di perfezionamento post universitario, per la formazione specifica in questo settore.
Termino questa sorta di cabala con la certezza che 1000 sono le occasioni di crescita, 1000 le opportunità, 1000 i sogni che ogni bambino di questa scuola può realizzare, nonostante tutto, proprio grazie alla nuova biblioteca scolastica multimediale.
E questi numeri? Non ci credo, ma li gioco!

bealanducci@tiscali.it


LANDUCCI, Beatrice. Cabala di una biblioteca scolastica multimediale. «AIB Notizie», 15 (2003), n. 9/10, p. 26.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2003-10-27 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n15/03-09landucci.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 9-10/2003