[AIB]AIB Notizie 02/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 02/2004


Parole chiave: biblioteche, bibliotecari
keywords: libraries, librarians

a cura di Maria Grazia Corsi e Francesca Servoli

Dalla ricerca nel Web per parole chiave sulla stampa quotidiana e su quella periodica nazionale e internazionale



Libri registrati per non vedenti
Per le persone non vedenti, ipovedenti o che comunque hanno difficoltà di lettura, la biblioteca “Angelo Anelli” di Desenzano offre gratuitamente il servizio di prestito di libri registrati su audiocassette; questa importante iniziativa è nata grazie alla collaborazione fra il Sistema bibliotecario Brescia est e l’Unione italiana ciechi (UIC). Il materiale è messo a disposizione dalla nastroteca “Milani” di Brescia che dispone di un catalogo di oltre diecimila opere di vario genere, lette da lettori professionisti. Gli utenti possono fare richiesta anche di testi non inseriti in questo archivio, testi che verranno letti e registrati grazie all’impegno di lettori volontari. È consentito prendere in prestito fino ad un massimo di cinque audio-libri per volta, per un periodo di non oltre i tre mesi. I libri registrati possono essere letti anche dagli utenti delle altre biblioteche aderenti al Sistema Brescia est.
Brescia oggi, 28 dicembre 2003

La biblioteca italiana per i ciechi “Regina Margherita” di Monza ha ottenuto, a titolo gratuito, dalla Walt Disney Company Italia l’autorizzazione a realizzare una serie di testi di narrativa per ragazzi in scrittura Braille. Grazie a un gruppo di dipendenti che dedica parte del suo tempo a iniziative benefiche, è stata possibile la realizzazione di 65 titoli presi da collane di successo quali «Disney mistery», «Disney avventura» e «I libri che accendono». La biblioteca fu fondata dall’Unione italiana ciechi nel 1928 e oggi dispone di 6000 opere letterarie e musicali di facile lettura per persone non vedenti.
Il corriere della sera, 13 gennaio 2004

Scoperto un insolito poema di Monsignor Della Casa
Sembra che Giovanni Della Casa (1503-1556), autore del famoso Galateo, avesse scritto un poema giudicato per i suoi tempi osceno. Ritrovato nella biblioteca Riccardiana di Firenze dal professore Antonio Sorella, ordinario di Storia della lingua italiana all’Università “G. D’Annunzio di Pescara”, è stato presentato in un convegno internazionale a Firenze organizzato dall’Istituto nazionale di studi sul Rinascimento, in occasione del cinquecentenario della nascita dell’autore rinascimentale. L’inedito poemetto canta le lodi di uno scultore che avrebbe dovuto costruire a Firenze un tempio in onore di Priapo, il dio greco della fertilità maschile: si allude – leggendolo – a una relazione amorosa omosessuale tra Della Casa e lo scultore. Composto nel 1541, stando agli accertamenti dello studioso che lo ha scoperto, il poemetto fu accantonato dallo stesso monsignor Della Casa per non incorrere nella rigida censura ecclesiastica.
Yahoo! notizie, 21 dicembre 2003

Visite guidate in biblioteca
L’Assessorato ai beni e alle attività culturali-editoria della Provincia di Pesaro, in collaborazione con la cooperativa Sistema museo, ha curato una rassegna dal titolo “Panorami di cultura”, proponendo visite curiose e itinerari insoliti tra musei, rocche, chiese, siti archeologici e biblioteche. Cinque sono le visite programmate nelle biblioteche storiche delle province di Pesaro e Urbino, di cui tre già svolte: la prima ha riguardato l’esplorazione della raccolta del Palazzo ducale di Urbania, la seconda i tesori contenuti nella Biblioteca Federiciana, mentre nella terza è stata visitata la Biblioteca Passionei di Fossombrone. Il successivo appuntamento è fissato per sabato 20 marzo alla biblioteca del monastero di Fonte Avellana, per terminare con il 9 maggio, data in cui si effettuerà la visita all’Oliveriana di Pesaro. Le visite sono gratuite ma è necessaria la prenotazione; per informazioni è possibile contattare il Sistema museo di Fano martedì e venerdì dalle 10 alle 12, tel. e fax 0721805099, www.panoramidicultura.it, info@panoramidicultura.it.
Il messaggero 7 gennaio 2004

Anche la Biblioteca Gambalunga, in collaborazione con i musei comunali di Rimini, offre la possibilità alle scolaresche e ai gruppi organizzati di visitare le sale antiche e di conoscere i suoi servizi. Il percorso si articola in due fasi: un’introduzione – supportata da diapositive – al museo della città, al contesto storico-culturale e urbanistico della Rimini del XVII secolo, alla figura di Alessandro Gambalunga; la visita prosegue con l’esame delle sale antiche, dove è possibile ammirarne gli arredi, per concludere con l’illustrazione dei principali servizi attualmente offerti dalla biblioteca. Il percorso guidato ha la durata di 90 minuti, si svolge dal martedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 17,00 alle 19,00. La prenotazione – obbligatoria – dovrà essere effettuata con almeno una settimana di anticipo telefonando allo 054155414. La biblioteca, fondata dal giureconsulto milanese Alessandro Gambalunga, fu aperta nel 1619 dopo che l’illustre personaggio predispose nel suo testamento il lascito della sua “libreria”, composta di circa 2000 volumi, al Comune di Rimini. Il patrimonio nel corso di quattro secoli si è notevolmente accresciuto rispetto al nucleo originario. Attualmente si compone di circa 230.000 volumi, alcuni di grande pregio, come la raccolta di codici miniati appartenuti all’antica famiglia Malatesta o una ricca e rara collezione di storia locale e di periodici letterari e scientifici.
Sesto potere, 3 febbraio 2004

Nuova Biblioteca Hertziana
La Biblioteca Hertziana, situata nel cuore di Roma, che custodisce oltre 250 mila volumi e mezzo milione di fotografie di storia dell’arte, sarà riaperta al pubblico di studiosi e appassionati non prima del 2006, anno in cui è previsto il termine dei lavori che stanno riqualificando gli spazi. I lavori di intervento, finanziati dall’Istituto Max Plank, prevedono la costruzione di un nuovo edificio all’interno del giardino Zuccari che ospiterà su sette piani la nuova sezione della biblioteca, che ingloberà anche un muro, testimonianza degli antichi Hortii Luculliani, databile al I secolo d.C.
La repubblica, 5 febbraio 2004

La libreria è in biblioteca
È stato inaugurato e si chiamerà Almayer, come la locanda che nel romanzo di A. Baricco Oceano mare accoglie l’incontro di personaggi picareschi che raccontano storie. È il bookshop ospitato dalla Biblioteca Elsa Morante di Ostia: in catalogo soprattutto racconti di viaggio, biografie e un angolo dedicato alla cucina esotica. Questa è la prima delle aperture previste all’interno del circuito delle biblioteche di Roma, che prevede l’inaugurazione di un bookshop specializzato in letteratura dell’infanzia all’interno della Biblioteca Cornelia e uno con indirizzo interattivo e specializzato in fumetti all’interno della Biblioteca Corviale.
Corriere della sera, 14 febbraio 2004

Le mamme volontarie di Nati per leggere
È nato in uno studio pediatrico di Roma nord il primo gruppo romano del progetto “Nati per leggere”. Grazie all’iniziativa e disponibilità della pediatra, d.ssa Luchino, è iniziata quest’avventura che vede coinvolte soprattutto le mamme e i loro pargoli che hanno deciso di promuovere questo progetto che educa alla lettura i bimbi più piccoli da 0 a 5 anni. Si è partiti dalla formazione che ha visto la partecipazione di Alessandra Sila, del Centro della salute del bambino di Trieste, che ha fatto un corso per illustrare l’importanza della lettura nello sviluppo del bambino con la partecipazione di pediatri, insegnanti di asilo nido, operatori delle ASL e bibliotecarie. Il progetto, ai suoi primi passi, continuerà con la costruzione di una biblioteca autogestita presso lo studio pediatrico, aiutato anche dalla collaborazione e disponibilità della direttrice della Biblioteca centrale per ragazzi, Letizia Tarantello, che ha messo a disposizione due scaffali ricolmi di libri per i più piccini creando un servizio di prestito per le mamme della zona.
Corriere della sera, 15 gennaio 2004

Dai comunicati
ricevuti in redazione

Le immagini della fantasia
Si è svolta presso l’Arengario di Monza, a cura della Biblioteca civica, la XXI edizione della Mostra “Le immagini della fantasia”, una rassegna internazionale attraverso la quale viene data visibilità ai linguaggi dell’illustrazione dei libri. Le 300 opere che hanno costituito la mostra proponevano ai visitatori un viaggio attraverso fiabe, leggende e racconti. Le attività didattiche legate al libro illustrato sono sempre state progettate e promosse dalla biblioteca che, attraverso laboratori e proposte come “I percorsi tra parole immagini”, ha dato la possibilità ai ragazzi, sostenuti dalla guida di illustratori-docenti, di sperimentarsi utilizzando tecniche e materiali diversi per elaborare idee e riscoprire il senso e la forza creativa.

mgcorsi@yahoo.it
servoli@aib.it


CORSI, Maria Grazia. SERVOLI, Francesca. Parole chiave: biblioteche, bibliotecari = keywords: libraries, librarians. «AIB Notizie», 16 (2004), n. 2, p. 4-5.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-03-06 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0402keywords.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 02/2004