[AIB]AIB Notizie 03/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 03/2004


La Sezione Adulti

Gianni Barbieri

Il nome della via ("Torre del Lebbroso") non è tra i più beneauguranti per un sito dove è stato allocato un edificio come quello della Biblioteca regionale di Aosta, che, come tutte le strutture di proposta culturale, ha non solo l'ambizione, ma anche l'obbligo di abbattere molte barriere, compresa quella del pregiudizio - tutt'altro che scomparso - contro i lebbrosi d'ogni genere.
O forse non poteva esserci collocazione migliore. Come a dire: «Venite a noi, o lebbrosi di tutto il mondo! - (o almeno di tutta la Valle d'Aosta) - e cercate nel capiente ventre di questa nave sollievo alla vostra malattia, che si tratti della tanto vituperata voglia di leggere, di ricercare, di studiare, o delle meno inquietanti predisposizioni all'ascolto musicale, alla visione cinematografica o alla ricerca in rete».
A noi piace pensare che il successo della Biblioteca sia stato generato dalle motivazioni più varie, un po' come quella di cui parla Charles Bukowski: «I giorni in cui non ero a corto di vino, non andavo mai in biblioteca. La biblioteca era il posto ideale per quando non avevo niente da mangiare o da bere». Dal settembre '96, la Biblioteca regionale è stata sicuramente meta di molti di questi Bukowski, mischiati alle più di 1000 persone che ogni giorno varcano la soglia della Biblioteca, circumnavigano la postazione degli uscieri e imboccano l'ampio scalone che guida verso l'ingresso della Sezione adulti.
Arrivati qui, la prima scelta è quella tra il dirigersi verso l'ala nord (occupata principalmente dalla Consultazione, dal Fondo valdostano e dalla Videoteca) e l'entrata nei due piani dedicati al prestito adulti (circa 70.000 volumi a scaffale aperto, più altri 56.000 nei magazzini, dei quali circa il 20% in francese), il cui primo impatto è dato da un accogliente spazio per le novità librarie e le esposizioni tematiche d'occasione o fisse (come Adotta un libro, dedicata a libri che non sono mai andati in prestito e ai quali si vorrebbe dare la gioia, almeno per una volta, di essere accasati), e dal lungo bancone dove viene effettuato circa l'88% delle operazioni per la gestione automatizzata di prestiti, restituzioni, rinnovi, prenotazioni e iscrizioni.
Poi conosci anche le persone che ci lavorano, la loro gentilezza e la loro completa disponibilità, e non ti muoveresti più da lì, tanto che tutti noi, operatori della Biblioteca, non vediamo l'ora - se ci sarà permesso di andare in pensione a un'età ancora accettabile - di frequentarla anche come utenti.
A questo punto sono necessari alcuni dati, per cercare di rendere palpabile il successo di questa Biblioteca: in Valle d'Aosta ci sono circa 120.000 abitanti e meno di 40.000 ad Aosta; gli iscritti alla Biblioteca sono ormai quasi 39.000 mila (compresi turisti, studenti, militari, immigrati e altre persone momentaneamente domiciliate nella regione), anche se gli utenti attivi, almeno per il prestito, sono meno di 20.000; ogni anno si fanno 230-250.000 prestiti (dei quali quasi il 52% riguarda libri della Sezione adulti) e altrettante restituzioni (almeno si spera); le modalità di prestito variano a seconda dei documenti (5 libri per un mese, 2 novità per 15 giorni ecc.) e il tutto può essere effettuato per 55 ore la settimana, poiché l'intera Sezione adulti (a eccezione di Videoteca e Fonoteca) è aperta il lunedì dalle 14 alle 19 e dal martedì al sabato dalle 9 alle 19.
Percorrendo i due piani del prestito adulti è possibile trovare altri servizi forniti dalla sezione, oltre ad altre esposizioni tematiche e, naturalmente, al soddisfacimento da parte degli operatori - per quanto possibile - delle più o meno normali richieste della più o meno affezionata utenza (bibliografie, fornitura di materiali per i concorsi pubblici, gestione di una banca dati interna sui generi narrativi, informazioni sulle attività che si svolgono in biblioteca, in città e nella regione): postazioni per la consultazione di Internet, sala per la videoscrittura, tavoli e poltrone per la consultazione dei materiali della biblioteca o per lo studio personale, postazione informatica per la lettura dei non vedenti, consultazione della «Gazzetta ufficiale» e di altri repertori giuridici cartacei.
Gli operatori della sezione collaborano anche attivamente: per i progetti interdisciplinari, formativi e stage estivi proposti alla biblioteca dalle scuole medie superiori della regione; con i mass media locali, fornendo articoli, bibliografie e interventi vari alle pubblicazioni e alle trasmissioni radio-tv; con le altre biblioteche della regione, e non solo per il prestito interbibliotecario regionale e la pianificazione degli acquisti, ma in un costante lavoro di relazioni più o meno istituzionali.
Nelle sale della Consultazione, oltre a 7600 documenti a scaffale aperto e a spazi per lo studio, è possibile consultare un'ampia raccolta delle norme UNI, prenotare e utilizzare postazioni per la videoscrittura, la consultazione di Internet, di banche dati su CD-ROM e in rete locale. Oltre al servizio d'informazione, all'assistenza per le ricerche bibliografiche e al servizio fotocopie, gli operatori della sezione svolgono il prezioso lavoro necessario per effettuare il prestito interbibliotecario nazionale ed estero e la relativa fornitura di documenti.
Al 3 piano del corpo centrale della biblioteca, proprio sopra le sale del prestito adulti, è situata l'Emeroteca, dove sono ospitati circa 700 periodici correnti, prevalentemente in lingua italiana e francese, ma con qualche presenza inglese, tedesca, spagnola e araba. Sono qui compresi anche tutti i periodici correnti valdostani, quasi gli unici della sezione destinati alla conservazione. Oltre al servizio fotocopiatura degli articoli (il materiale dell'Emeroteca non è prestabile), alla presenza di una postazione per ipovedenti e alla gestione di dossier di attualità aggiornati quotidianamente, anche presso questa sezione è possibile consultare Internet, banche dati su CD-ROM e in rete.
Proseguendo il percorso all'interno della biblioteca, una fornita sezione di fumetti (circa 1.600 documenti) fa da cuscinetto tra l'Emeroteca e la sezione successiva.

g.barbieri@regione.vda.it


BARBIERI, Gianni. La Sezione Adulti «AIB Notizie», 16 (2004), n. 3, p. III-IV.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-04-13 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0403barbieri.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 03/2004