[AIB]AIB Notizie 03/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 03/2004


I servizi alle biblioteche

Ivo Zillio

La Direzione archivi e biblioteche della Regione autonoma Valle d'Aosta, con sede in Aosta presso la Biblioteca regionale, è dall'estate 2003, data della sua istituzione, la struttura dell'Assessorato regionale istruzione e cultura che attua i compiti assegnati al Sistema bibliotecario regionale dalla legge regionale 17 giugno 1992, n. 28, riguardante l'istituzione del Sistema bibliotecario regionale e nuove norme in materia di biblioteche comunali, regionali o di interesse locale. La precedente legge regionale inerente le biblioteche di enti locali risale al 1976.
Oltre a gestire direttamente la Biblioteca regionale di Aosta, 4 biblioteche comprensoriali (nei comuni di Morgex, Châtillon, Verrès, Donnas) e la Biblioteca dell'Ospedale di Aosta, biomedica e per degenti, la Direzione archivi e biblioteche si occupa del coordinamento delle biblioteche del territorio, una cinquantina, in maggioranza biblioteche comunali di pubblica lettura.
Tra gli altri compiti assegnati dalla legge regionale vi sono: l'organizzazione del prestito interbibliotecario, l'informatizzazione del sistema, la raccolta e lo studio di statistiche, la formazione e l'aggiornamento del personale bibliotecario, la gestione dei contributi regionali alle biblioteche.
In particolare poi, con personale in parte dedicato a tempo pieno e in parte impegnato anche nel funzionamento dei servizi della Biblioteca regionale, la Direzione archivi e biblioteche provvede alla gestione centralizzata delle acquisizioni, in base agli ordini di acquisto delle biblioteche e decisi all'interno di riunioni periodiche con i bibliotecari, e provvede alla catalogazione centralizzata di tutti i documenti. Il catalogo è consultabile sul Web all'indirizzo .
L'iter della fornitura alle biblioteche del Sistema bibliotecario regionale viene completato con la preparazione fisica degli esemplari (timbratura, apposizione del codice a barre, etichettatura ecc.) e con la consegna settimanale alle biblioteche, per mezzo di autista e di autoveicolo della Direzione, utilizzati anche per l'espletamento del prestito interbibliotecario regionale.
Il supporto informatico, non partecipando la Regione Valle d'Aosta a SBN, viene dal sistema integrato di gestione Advance, fornito da Geac, una delle società più note e con maggiore esperienza internazionale nel settore dell'automazione bibliotecaria. La sede centrale della società è in Canada, a Toronto, ma nel caso valdostano i rapporti tecnici e commerciali sono intrattenuti con la filiale di Parigi, che si occupa del mercato del sud Europa.
Il sistema è strutturato in moduli, tutti attivi presso la Biblioteca regionale di Aosta, e permette la gestione di acquisizioni, catalogazione, catalogo al pubblico, circolazione e controllo periodici.
L'inizio dell'utilizzo del sistema Geac risale al settembre 1990, quando venne ufficialmente attivata la procedura di catalogazione informatizzata. Sin da allora, il formato originario dei record catalografici è UNIMARC.
Utili supporti al lavoro dell'équipe di catalogazione vengono dall'utilizzo del CD-ROM della Bibliografia nazionale italiana, disponibile su tutte le postazioni della catalogazione, così come dall'accesso via Internet ai principali cataloghi italiani e stranieri.
Venendo alle norme e standard catalografici seguiti, i vari ISBD sono gli standard utilizzati per la descrizione bibliografica, mentre le RICA sono il riferimento per la catalogazione per autori.
Sul versante della catalogazione semantica, il classico e vetusto Soggettario per i cataloghi delle biblioteche italiane, con le varie liste di aggiornamento pubblicate a cura della Biblioteca nazionale centrale di Firenze, rimane il pilastro su cui è stata basata la catalogazione alfabetica per soggetti, sia pure con una serie di interventi locali miranti ad aggiornare e uniformare alcune voci, si veda ad esempio la normalizzazione dell'uso del singolare e del plurale nelle stringhe di soggetto.
In merito all'utilizzo della Classificazione decimale Dewey, impiegata essenzialmente per la collocazione dei documenti a scaffale aperto in tutte le biblioteche del Sistema, si segnala ancora l'uso della certo non più recentissima traduzione italiana della 11a edizione ridotta, ma il passaggio all'ultima edizione ridotta disponibile, con le opportune espansioni laddove necessario, è in fase di studio.
Il catalogo collettivo regionale ha superato nei mesi scorsi la soglia dei 500.000 esemplari rappresentati, dei quali oltre 190.000 disponibili presso la Biblioteca regionale di Aosta, corrispondenti ad un totale di 227.000 notizie bibliografiche. L'incremento nel corso del 2003 è stato di oltre 40.000 esemplari, a cui corrispondono 14.000 nuove registrazioni bibliografiche.
Come già indicato in precedenza, il catalogo è accessibile su Internet; si segnala che la sua consultazione avviene con aggiornamenti in tempo reale, grazie al fatto che il server Web è in continuo dialogo, tramite il protocollo Z39.50, con il server Unix su cui è gestito il sistema Geac Advance. Sempre in tempo reale, al momento per i soli utenti della Biblioteca regionale di Aosta, è inoltre possibile consultare la propria situazione dei prestiti.
Nel momento in cui vengono redatte queste note, è stato definito nel dettaglio il calendario delle operazioni relative a un importante progetto di aggiornamento e sviluppo del sistema Advance.
Tra marzo e aprile 2004 saranno sostituiti i due server attualmente in funzione, saranno installate le ultime versioni dei software Advance, con tutti i moduli disponibili in modalità client/server, e CyberPac, relativo quest'ultimo all'OPAC accessibile via Internet e Intranet e che presenta una serie di interessanti miglioramenti.
È prevista inoltre la reindicizzazione della base dati catalografica, con la possibilità quindi di modifica e arricchimento dei parametri di indicizzazione.
In relazione a UNIMARC, il sistema verrà fornito in versione allineata con le modifiche e aggiunte al formato avvenute nel corso degli ultimi anni, sia per la parte bibliographic format, sia per la parte authorities.
Tra gli sviluppi in cantiere per i prossimi mesi, a seguito dell'aggiornamento del sistema Geac, c'è l'attivazione del prestito automatizzato nelle biblioteche comprensoriali, un progetto a lungo ritardato e non facilitato da un trasferimento di funzioni in corso, per queste biblioteche, dall'Amministrazione regionale alle comunità montane.

i.zillio@regione.vda.it



ZILLIO, Ivo. I servizi alle biblioteche «AIB Notizie», 16 (2004), n. 3, p. VII-VIII.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-04-13 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0403zillio.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 03/2004