[AIB]AIB Notizie 05/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 05/2004


Au revoir en Vallee d'Aoste... un caldo arrivederci dalla Valle d'Aosta...

Sabrina Brunodet

Les jeux sont fait! Rien ne va plus! Rouge et noir: la Vallée d'Aoste a gagné son enjeu!
Consentitemi di parafrasare le battute di un croupier per commentare la conclusione di quella splendida avventura che ha condotto la nostra Sezione ad ospitare, quest'anno, la Conferenza di Primavera tenutasi - guarda caso - a Saint-Vincent, rinomata località termale ai piedi della vallata che si inerpica fino al Monte Cervino, famosa anche (o forse soprattutto?) per il suo Casinò (come ben potranno testimoniare i colleghi che hanno frequentato le sue sale da gioco...).
Anche se non compete certo a me tracciare dei bilanci ed esprimere delle valutazioni sull'esito della manifestazione, non posso non dichiararmi soddisfatta per l'affluenza registrata di colleghi italiani e stranieri nonché per i sentiti e calorosi complimenti ricevuti per l'impeccabile (non sono certo parole mie...) organizzazione dell'evento; per l'elevata qualità scientifica degli interventi che per tre giorni si sono succeduti nell'ambito del convegno internazionale Attraverso linguaggi e culture: biblioteche e multilinguismo; per la varietà delle iniziative collaterali che hanno allietato il soggiorno dei partecipanti, prima fra tutte la cena eno-gastronomica, orchestrata perfettamente dal sommelier Enrico Molteni ed accompagnata dalle suggestive esibizioni del gruppo folcloristico di Saint-Vincent, del coro maschile di Saint-Vincent e dei cantautori valdostani Davide Mancini, figlio della nostra socia Irene Bin, e Maura Susanna. Una soddisfazione che condivido con coloro che mi hanno accompagnato attraverso i peripli di quest'avventura: i colleghi del CER Valle d'Aosta in primis che, trascinati loro malgrado dalla mia incosciente temerarietà, hanno saputo affrontare con entusiasmo la scommessa intrapresa; le socie che hanno magistralmente retto la segreteria organizzativa del convegno (Enrica Belloli, Patrizia Cavani, Daria Covolo, Ilaria Ponsetti); i soci che hanno accompagnato schiere di partecipanti nelle varie escursioni e visite guidate - alla città di Aosta, al castello di Issogne e alla biblioteca regionale di Aosta - previste a margine dei lavori congressuali (Donato Arcaro, Gianni Barbieri, Omar Borettaz, Fulvio Vergnani e Richard Villaz). Una soddisfazione che, non posso sottacerlo, è stata resa possibile dalla fiducia accordataci a suo tempo dal Comitato esecutivo nazionale (quando ha accolto - non senza qualche perplessità dettata dalla nostra inesperienza - la nostra candidatura) e, soprattutto, dal sostegno costante e dall'aiuto inestimabile di Luisa Marquardt, vera regista ed artefice dell'evento. Una soddisfazione che - anche in questo caso non posso non rimarcarlo con forza - è stata resa possibile dalla spiccata sensibilità culturale dimostrata dagli amministratori, regionali e locali, che hanno sostenuto ed incoraggiato la nostra iniziativa ed ai quali non posso che rinnovare i miei - e della Sezione Valle d'Aosta dell'AIB - più sentiti ringraziamenti. Consentitemi di ricordarli brevemente: il Presidente della Giunta regionale, Carlo Perrin; il Presidente del Consiglio regionale, Ego Perron; l'Assessore regionale all'Istruzione e Cultura, Teresa Charles; il sindaco della Città di Aosta, Guido Grimod; il Presidente della Comunità montana Monte Cervino, Sandro Théodule; i sindaci di Saint-Vincent, Mario Borgio, e di Châtillon, Silvano Vesan; l'Assessore comunale alla Cultura di Saint-Vincent, Maura Susanna, che, nel corso della già citata serata a base di prodotti tipici eno-gastronomici, ci ha deliziati con la sua splendida voce; il Direttore della Direzione regionale Archivi e biblioteche, Joseph Gabriel Rivolin, che ci è sempre stato accanto in quest'avventura. Lasciatemi, in ultimo, tributare un doveroso ringraziamento anche agli sponsor commerciali, referenti privilegiati della nostra associazione, che da sempre accompagnano i nostri eventi nazionali, dalla Conferenza di Primavera a Bibliocom, con i loro stand o con il loro materiale illustrativo: 3M Italia, Alliance Française, Banca di Roma, Burioni, Casa editrice Stylos, Casino de la Vallée, Cooperativa Voli, Copat, Futurantica, GonzagArredi, I.S.S. Imaging System Service, Ifnet, Infodoc, Libreria Brivio 2, Libreria LEDI, Nexus, Poliedra, Promal, Punto Einaudi - Ivrea, Tirrenia, Viva.
Concludo questo mio breve omaggio rivolto a tutti coloro che a vario titolo sono intervenuti alla Conferenza di Primavera (e anche a coloro che non hanno potuto partecipare, ma che con i loro scritti o le loro telefonate di incoraggiamento hanno testimoniato la validità della nostra iniziativa) con un aneddoto: la sera del 30 aprile, in un clima conviviale e ormai rilassato, ho condiviso la coppa dell'amicizia con Francesco Lullo. Con quell'atto, per noi valdostani così rappresentativo, gli ho simbolicamente passato il testimone. Francesco, Terzio Di Carlo e l'intero CER Abruzzo, infatti, sono già tutti presi dall'organizzazione della Conferenza di Primavera del 2005. Lasciatemi augurare loro, di tutto cuore: bonne chance, mes amis!

s.brunodet@regione.vda.it


BRUNODET, Sabrina. Au revoir en vallee d'aoste... un caldo arrivederci dalla valle d'aosta... «AIB Notizie», 16 (2004), n. 5, p. 17.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-06-27 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0405brunodet.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 05/2004