[AIB]AIB Notizie 05/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 05/2004


Parole chiave: biblioteche, bibliotecari
keywords: libraries, librarians

a cura di Maria Grazia Corsi e Francesca Servoli

Dalla ricerca nel Web per parole chiave sulla stampa quotidiana e su quella periodica nazionale e internazionale



Inagurata la biblioteca ambientale
L'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (ARPA) dallo scorso 9 maggio dispone di una biblioteca specializzata con 150 volumi, 130 testate di periodici, 44 postazioni di lettura e 5 per i collegamenti a Internet. La sede della nuova struttura si trova a Rieti nei locali dell'ex monastero di Santa Lucia, nei quali è anche ospitata la biblioteca comunale del capoluogo sabino.
Il messaggero, 9 maggio 2004

Donata la biblioteca di Carlo Muscetta
La biblioteca di Muscetta, costituita da circa diecimila volumi, fa ufficialmente parte del patrimonio documentario dei cittadini avellinesi. Questo ingente materiale è ospitato in due sale del Centro studi Guido Dorso di Avellino, all'interno della casa della cultura Victor Hugo. L'inagurazione è avvenuta a metà aprile alla presenza della moglie e dei figli del letterato al termine dell'incontro "Passione e ideologia: Carlo Muscetta e la letteratura" che ricordava la figura del grande storico scomparso lo scorso 22 marzo ad Acitrezza. La biblioteca Carlo Muscetta costituisce un patrimonio di inestimabile valore, testimonianza del suo percorso professionale e culturale. Fortemente connotata, le sue sezioni principali sono legate ai temi e agli autori ai quali Muscetta ha dedicato la sua instancabile attività di storico. Alle sezioni dedicate a De Sanctis e Croce si affiancano quelle sulla critica letteraria italiana, la filologia romanza, la letteratura italiana classica, moderna e contemporanea. Alcuni autori risultano centrali come Petrarca, Boccaccio, Tasso, Tommaseo, Verga, Leopardi e Belli, ma il fondo comprende anche opere di consultazione e sezioni dedicate a cinema e teatro.
Il mattino, 17 aprile 2004

Riscrivono libri per ciechi
Trascrivono prevalentemente, ma non solo, testi scolastici per i non vedenti e ipovedenti in caratteri Braille o ingranditi. Il maggior committente è la Biblioteca nazionale di Monza, unico centro in Italia specializzato nel settore, ma hanno in progetto di allargare l'attività a favore di una platea più numerosa. Si tratta di "Leggere in chiaro", una cooperativa salernitana di 50 soci costituitasi lo scorso gennaio. Sono tutti giovani professionalmente preparati che da dieci anni lavoravano in contatto con i centri di trascrizione dei testi scolastici, prima di costituirsi in cooperativa.
La città: quotidiano di Salerno e provincia, 4 maggio 2004

Biblioteche nei supermecati
La Coop nel quartiere Laurentino di Roma ha messo in piedi una biblioteca accanto ai generi alimentari. Si tratta di una vera e propria biblioteca con tanto di spazio per la consultazione e regolare servizio prestiti, oltre a quattro postazioni Internet. La filosofia che sta dietro questa iniziativa è quella di creare un luogo di incontro, di socializzazione e di offerta di nuovi servizi, pur all'interno di un supermercato. Sono presenti quasi duemila testi in consultazione, un quarto dei quali per ragazzi, gli altri divisi tra narrativa italiana e straniera, mentre uno scaffale è dedicato alla globalizzazione, ai consumi e all'ambiente. Dal settembre 2003 la biblioteca ha registrato 710 iscritti ed effettuato 2.200 prestiti.
Il corriere della sera, 7 maggio 2004

"Seminar libri..."
Ad Alfonsine, in Romagna, la Coop ha aderito all'iniziativa promossa dalla Provincia e patrocinata dall'Unesco "Seminar libri... ad Alfonsine", il cui scopo è la promozione della lettura. Grazie alla collaborazione con la Biblioteca comunale "P. Orioli", a partire dal 23 aprile scorso sugli scaffali del supermercato Coop Adriatica di viale Orsini si potranno anche trovare dei libri. All'interno di questa isola-biblioteca sarà possibile prendere in prestito un volume, scegliendolo fra i tanti contrassegnati da un'apposita etichetta e chi lo desidera può lasciar scritta la sua idea sul libro letto e far partire cosė uno scambio di opinioni.
Corriere Romagna, 23 aprile 2004

Bologna inaugura la Biblioteca internazionale della musica
Nel cinquecentesco Palazzo Aldini e Sanguinetti di Bologna si sono appena inaugurati il museo e la Biblioteca internazionale della musica. Il primo si snoda su dieci sale all'interno delle quali è possibile ammirare un centinaio di quadri, una settantina di strumenti musicali e molti documenti storici come libretti d'opera, lettere, manoscritti e partiture autografe. Alla biblioteca invece sono dedicati circa 500 metri quadrati e, tra i pregiati documenti, vi si può ammirare il primo libro a stampa del 1501.
Ansa, 12 maggio 2004

Le biblioteche e Google
«Gli scrittori del passato avevano l'assenzio, il whisky o l'eroina. Io ho Google...». Questa la considerazione di Michael Chabon, vincitore del premio Pulitzer, che spiega cosė come il motore di ricerca più utilizzato al mondo sia diventato uno strumento indispensabile. In America di fronte al calo del 20% delle presenze di utenti nelle biblioteche tradizionali, gli studiosi si chiedono se c'è una "guerra" tra bibliotecari e computer scientist per il controllo della cultura chi sarà il vincitore. Google ha inoltre iniziato a stringere accordi con molti editori per digitalizzare brani di libri, recensioni e altre informazioni bibliografiche, andrà in porto il "Project ocean", il motore di ricerca sarà in grado di mettere a disposizione degli utenti tutti i volumi della Stanford library precedenti al 1923. A questi attacchi rispondono le biblioteche tradizionali con un valore aggiunto, come conferma Igino Poggiali, Presidente dell'Istituzione biblioteche di Roma: «in biblioteca ci sono persone che hanno acquisito documenti, selezionato un tema, confrontato i vari punti di vista e che sono in grado di offrire un quadro perché il cittadino si formi la propria personale opinione».
Corriere della sera, 20 e 21 aprile 2004

Dai comunicati
ricevuti in redazione


TuttiAutori
Editrice bibliografica e Lampi di stampa hanno presentato in occasione del Salone del libro di Torino uno strumento per realizzare e stampare con facilità il proprio libro, seguendo le istruzioni della guida contenute in un kit. Questo si compone di un manuale e di un CD-ROM e offre un servizio con due opzioni: la prima realizza la stampa da 100 a 1000 copie, con tecnologia digitale e rilegatura di qualità, la seconda possibilità «stampa e pubblica la tua opera», istruisce per la distribuzione in libreria e via Internet. TuttiAutori è pensato per aspiranti scrittori, per studiosi e docenti, autori di saggi e dispense o con relazioni da diffondere, o per chi ha un sogno nel cassetto da realizzare.
http://www.alice.it

Gorman presidente dell'ALA
Michael Gorman è stato eletto nuovo presidente dell'American Library Association (ALA). Assumerà l'incarico dal luglio 2005 e rimarrà in carica per un anno. Gorman, originario dell'Inghilterra, si è trasferito in America dove attualmente lavora presso la Henry Madden Library alla California State University; nella sua carriera ha lavorato alla redazione dello standard ISBD e delle AACR2, si è sempre distinto per l'attenzione ai problemi catalografici, della biblioteca intesa come struttura essenziale della trasmissione della conoscenza e luogo di diffusione della libertà intellettuale contro ogni forma di censura.
Vincitore di alcuni tra i più pregistiosi premi in ambito biblioteconomico, Gorman ha pubblicato opere che sono state tradotte in italiano tra cui ricordiamo Our enduring values (I nostri valori, Udine: Forum, 2002) e AACR2 (Milano: Editrice Bibliografica, 1997).
Per informazioni su di lui è consultabile il sito http://www.michaelgorman.org.
AIB-CUR

Mostra e seminario su Ugo Ojetti alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze
Si è svolto il 13 e 14 maggio un seminario di studi dedicato a Ugo Ojetti, intellettuale con un'inclinazione per le arti figurative e i problemi di estetica. A lui è inoltre dedicata una mostra bibliografico-documentaria che, ospitata nella BNCF, Tribuna Dantesca, sarà visibile fino al 31 maggio 2004.

Concorso letterario Pineta Estate 2004
Nel periodo estivo, all'interno della manifestazione "Pineta estate 2004", che viene promossa nei due mesi estivi nella Pineta di Ponente a Viareggio, viene bandito questo concorso, aperto ai ragazzi dai 6 ai 16 anni residenti a Viareggio o in altri comuni. I titoli sono:
6-8 anni-"Un viaggio con..."
9-12 anni-"Finalmente parto per...."
13-16 anni-"1890, parto per...."
La premiazione avverrà sabato 28 agosto 2004 in occasione della festa finale della manifestazione "Pineta Estate 2004". Tanti giochi e un gelato per tutti!

A Siracusa una serie di seminari per approfondire i temi del libro e delle biblioteche
Hanno preso avvio il 27 aprile e si concluderanno il 31 maggio, a Siracusa, presso il Corso di laurea in Scienze dei beni culturali, due cicli di seminari denominati "Biblioteche e servizi" e "Conservare e valorizzare il libro antico", organizzati dalla cattedra di Tecnica della catalogazione e della classificazione in collaborazione con l'AIB/Sezione Sicilia.
I seminari erano rivolti a studenti, bibliotecari, soci AIB e aperti a tutti gli interessati non appartenenti alle predette categorie; l'ingresso è gratuito, e, su richiesta, viene rilasciato un attestato di partecipazione.
È la prima volta che il corso di laurea organizza attività seminariali in collaborazione con AIB/Sicilia; la scelta della collaborazione è vissuta come una opportunità di scambio reciproco tra il mondo universitario e la realtà dell'Associazione, in attuazione di una delle voci del piano triennale dell'AIB/Sicilia, che prevede appunto la collaborazione con gli enti preposti alla formazione nel settore delle biblioteche.
Ancora, la collaborazione vuole offrire una prima e certamente limitata risposta alle esigenze di cui si è discusso nell'ambito del convegno "Biblioteche e università: strumenti e programmi per lo sviluppo reciproco", tenutosi ad Agrigento nel febbraio di quest'anno, organizzato da AIB/Sicilia in collaborazione con il Consorzio universitario della Provincia di Agrigento e con il patrocinio dei tre atenei siciliani.
Proprio in quella sede è emersa una domanda di migliore organizzazione dei curricula del settore archivistico librario, sia in termini di un maggior numero di discipline specialistiche all'interno dei piani di studio, sia in termini di maggiori occasioni di approfondimento e confronto.
I seminari, tenuti da esperti con competenze diversificate e specialistiche, provenienti dall'AIB, da strutture bibliotecarie siciliane e toscane, dalle Soprintendenze regionali, dal Centro biblioteche e documentazione dell'Università di Catania, da aziende operanti nel settore dei beni culturali e da musei, si prefiggono, tra gli altri, l'obiettivo di localizzare a Siracusa, sede per molti versi decentrata e povera di offerte in tema di biblioteche, una serie di attività abitualmente realizzate in altri luoghi.
Per monitorare l'efficacia dei seminari, alla conclusione di ciascuno, si propone agli intervenuti la compilazione di un questionario che servi sia per rilevare il grado di soddisfazione rispetto al tema trattato, alla metodologia utilizzata e al relatore, sia per raccogliere notizie sui bisogni formativi di studenti e bibliotecari, utili per la programmazione delle attività del prossimo anno accademico.
Simona Inserra

Biblioteca regionale centrale di Palermo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Dal 26 marzo sono diventate inaccessibili le risorse documentarie della Biblioteca regionale centrale di Palermo. Il neo Direttore della Biblioteca, Giuseppe Lo Iacono, ha infatti disposto, in via cautelativa, e nelle more dell'adeguamento dei locali alle norme sulla sicurezza, la chiusura dei depositi contenenti i fondi librari antichi e moderni.
Contestualmente è stata disposta una diversa utilizzazione degli spazi esistenti che determinerà anche una riduzione di quelli riservati all'utenza: gli Uffici della Direzione si sposteranno nella Sala S. Luigi, dove era effettuata la consultazione dei fondi antichi.
Entrambi i provvedimenti hanno un impatto mortale sulla Biblioteca ed in particolare sui servizi resi al cittadino, già ridottisi negli ultimi anni a causa della carenza di spazi e di personale. Ma entrambi i provvedimenti risultano incomprensibili perché potevano e dovevano essere evitati. Il primo se solo l'Amministrazione, tutta l'Amministrazione regionale, avesse agito con maggiore tempestività nel realizzare gli interventi indispensabili a garantire la sicurezza dei lavoratori e delle raccolte documentarie. Il secondo se il Direttore della BCRS avesse solo ascoltato tutti i propri collaboratori e le OO.SS. prima di decidere di spostare d'autorità, e senza addurre alcuna specifica motivazione, il proprio Ufficio in uno degli spazi destinati alla fruizione dei fondi più preziosi della Biblioteca. Occorre poi aggiungere che i problemi inerenti la sicurezza dell'Istituto erano stati già sottoposti, per l'ennesima volta, anche dal Direttore Lo Iacono all'attenzione dell'Assessorato il mese scorso, senza tuttavia ottenere delle soluzioni. È lecito allora interrogarsi se in tale vicenda si siano verificate inerzie, inadempienze e errori che hanno determinato l'interruzione di un pubblico servizio? È lecito interrogarsi se l'assessore F. Granata intende assumere delle iniziative immediate finalizzate a restituire piena funzionalità a quell'Istituto culturale che per denominazione dovrebbe essere, tra l'altro, il fulcro di un Servizio Bibliotecario Regionale in funzione del quale vengono spese da diversi anni non poche risorse anche di Agenda 2000?
È lecito interrogarsi se l'Assessore Granata se non il Presidente della Regione intendono anche attivare un'indagine amministrativa finalizzata a individuare eventuali responsabilità nella privazione ai cittadini, "a tempo indeterminato", di un servizio, quale quello bibliotecario, che una società moderna e democratica dovrebbe considerare essenziale a tutti gli effetti?

29 marzo 2004
CGIL, COBAS, CONFSAL, FIADEL,-CISAL, SADIRS, UGL, UIL

mgcorsi@yahoo.it
servoli@aib.it


CORSI, Maria Grazia. SERVOLI, Francesca. Parole chiave: biblioteche, bibliotecari = keywords: libraries, librarians. «AIB Notizie», 16 (2004), n. 5, p. 4-5.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-05-26 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0405keywords.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 05/2004