[AIB]AIB Notizie 06/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 06/2004


Il deposito legale presso la Cineteca nazionale

Paola Castagna

Il deposito legale di film presso la Cineteca nazionale ha ottenuto specifica determinazione con la legge 20 dicembre 1949 n. 958. L'art. 33 di tale legge prevedeva, infatti, l'obbligo per i produttori italiani di depositare copia dei film di lungometraggio e d'attualità ammessi alle provvidenze di legge, da loro prodotti o co-prodotti, nella Cineteca nazionale, istituita presso il Centro sperimentale di cinematografia. Precedentemente, tramite la Presidenza del Consiglio, i produttori consegnavano copia dei loro film ma senza un preciso obbligo.
Il patrimonio filmico della Cineteca nazionale si è successivamente incrementato attraverso il reperimento di pellicole presso fondi privati, magazzini, donazioni e depositi, acquisti di copie ecc. raggiungendo il ragguardevole numero di circa 55.900 elementi e circa 46.000 titoli (stima al dicembre 2003).
Con leggi successive, alla Cineteca nazionale sono stati assegnati compiti di raccolta di film che abbiano ottenuto il "premio di qualità" riconoscendo in tal modo il principio della tutela del film in quanto bene culturale.
La Cineteca nazionale, inoltre, è diventata proprietaria dei materiali (negativi e positivi) e dei diritti d'utilizzazione di tutti i film per i quali, in base alla legge 23 luglio 1980 n. 379 (ex-art. 28 della legge 1213), il mutuo concesso dallo Stato non è stato estinto in tempo debito.
Pertanto:
il Ministero per i beni culturali e ambientali consegna alla Cineteca nazionale una copia positiva di tutti i film italiani. La consegna avviene a scaglioni, secondo le disponibilità dello stesso Ministero;
i produttori dei film, che abbiano ottenuto il "premio di Qualità", consegnano alla Cineteca nazionale una copia positiva, stampata appositamente, ottenendo dalla stessa Cineteca una lettera di liberatoria per la corresponsione del premio. Gli stessi produttori possono usufruire di un premio aggiuntivo se consegnano alla Cineteca nazionale anche un internegativo e un interpositivo.
Il Decreto legislativo 22 gennaio 2004, che riforma la disciplina in materia di attività cinematografiche, prevede alcune modifiche riguardo ai materiali da consegnare alla Cineteca nazionale ma, ad oggi, nessun regolamento attuativo è stato ancora concordato con la Direzione generale dello spettacolo.

paola.castagna@snc.it


CASTAGNA, Paola. Il deposito legale presso la cineteca nazionale. «AIB Notizie», 16 (2004), n. 6, p. XIV.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-08-12 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0406castagna.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 06/2004