[AIB]AIB Notizie 09/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 09/2004


NPL in Trentino: una stimolante occasione di confronto a livello nazionale

Alessandra Faustini, Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino, Provincia autonoma di Trento

La Provincia autonoma di Trento, per il tramite dell’Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino, ha avviato il progetto Nati per leggere nell’autunno del 2002, con la collaborazione della Sezione trentina della Federazione italiana medici pediatri e delle biblioteche pubbliche comunali del territorio provinciale, seguendo le modalità indicate dalla campagna nazionale promossa dall’AIB, dall’ACP e dal Centro per la salute del bambino.
È tradizione dell’Ufficio organizzare iniziative di promozione della lettura, anche rivolte a bambini piccoli; l’adesione a Nati per leggere , sollecitata da alcuni bibliotecari e da una libreria cittadina, si presentava come una nuova stimolante occasione, sia perché implicava l’entrare a far parte di una rete nazionale, con la conseguenza di un arricchente scambio di idee e di una maggiore visibilità per il lavoro svolto, sia per l’introduzione tra i soggetti coinvolti nella promozione della lettura di una nuova autorevole figura, quella del pediatra di famiglia.
Si è deciso di coordinare il progetto a livello centrale, curando la formazione dei bibliotecari e dei pediatri e predisponendo una serie di materiali utili alla diffusione dell’iniziativa.
Per questi ultimi si è accolta senza riserve l’immagine parlante di Altan, logo del progetto nazionale, e si è deciso di utilizzarla per tutti i prodotti; sembrava, infatti, poco utile e anzi fuorviante chiedere ad altri illustratori di creare un’immagine personalizzata che ci distinguesse, diversa da quella ormai molto diffusa e riconoscibile, adottata dal progetto.
Ci si è discostati dal progetto originario, nell’allargare la fascia d’età interessata fino ai sette anni; si è ritenuta, infatti, cruciale l’età compresa tra i 5 e i 7 per continuare a sostenere il bambino nel suo interesse per il libro, dato che questa fase coincide con l’acquisizione, impegnativa e spesso frustrante, della competenza di lettura ed è proprio qui, allora, che il genitore non deve smettere di leggergli ad alta voce libri che possono risultare ben più motivanti di un eserciziario scolastico.
In molte realtà italiane è stato deciso di utilizzare i fondi per regalare libri direttamente ai bambini. Nel nostro caso, invece, poiché – considerando un bacino di utenza provinciale – i numeri sono molto alti (i bambini di 0-5 anni sono 30.193) e poiché la realtà delle biblioteche pubbliche è molto ben radicata, si è deciso di utilizzare le risorse disponibili per realizzare una bibliografia di impatto da distribuire ai pediatri che la proponessero poi ai genitori con l’invito a recarsi in biblioteca per reperirvi i libri.
La bibliografia allora disponibile a livello nazionale, non convinceva del tutto: l’idea era quella di creare percorsi tematici e di offrire un “oggetto” fruibile sì dai genitori, ma anche dai bambini. Si pensava, infatti, ad un formato cartolina a due facce: sulla faccia anteriore, un particolare a tutto campo della copertina del libro guida prescelto per ciascun percorso tematico (anche in questo caso si è deciso di utilizzare direttamente le immagini degli illustratori, in quanto fortemente identificative dei libri); su quella posteriore, una breve recensione in stile colloquiale e l’indicazione di altri titoli relativi allo stesso tema. Il lato riproducente la copertina del libro-guida può, in tal modo, essere “giocato” dal bambino, mentre il retro utilizzato dal genitore. Tutte le cartoline sono contenute in una busta dello stesso formato.
Una volta individuati i percorsi, si è proceduto alla ricognizione dei libri. Per la stesura dei testi ci si è avvalsi della collaborazione di Eros Miari.
Per ogni percorso tematico (Piccolissimi, C’era una volta e ancora c’è, Oh, che bel castello, Paura di…niente, Chi trova un amico, Voglio bene a…, Che rabbia!, Ora di nanna, Arriva una sorellina!, La differenza c’è, Mondo bambino, Storie a naso in su, Miao, bau, chicchirichì, Eric Carle, In rima, A volte ritornano, Extra-large, Giromondo), come detto, è stato scelto un libro-guida; i libri-guida sono stati acquistati per le biblioteche e per i pediatri, in modo che potessero prestarli e farli vedere e toccare ai bambini durante le visite.
Nel corso del primo seminario di formazione per pediatri e bibliotecari (novembre 2002), durante il quale hanno dato la loro adesione al progetto 80 biblioteche pubbliche comunali sulle 87 esistenti e 61 su 78 pediatri, sono stati presentati e consegnati i materiali:
ai pediatri: bibliografia da distribuire ai bilanci di salute previsti dalla Provincia a 12 mesi, 3 anni e 6 anni; manifesto; pieghevole informativo; “ricettario”; questionario da sottoporre ai genitori sulle abitudini si lettura.
ai bibliotecari: manifesto; pieghevole informativo; adesivi rettangolari da apporre sulle tessere di prestito bibliotecario dei piccoli utenti (la tessera con adesivo NPL dà diritto ad uno sconto nelle 16 librerie che hanno aderito all’iniziativa); piccoli adesivi rotondi da apporre sui libri della bibliografia NPL, in modo che possano essere facilmente riconoscibili in biblioteca da parte dei genitori e dei bambini.
Nell’autunno del 2003 si è svolto un secondo incontro di aggiornamento per pediatri e bibliotecari all’interno del quale sono stati presentati anche i primi mille questionari raccolti, i cui dati sono stati elaborati dal Servizio statistica della Provincia. Un ulteriore incontro si svolgerà nell’autunno del 2004; si vuole infatti proseguire nel progetto per almeno 5 anni con momenti di formazione a cadenza annuale.
Per promuovere il progetto su tutto il territorio, sono stati organizzati nelle principali biblioteche incontri di presentazione dei libri per la prima infanzia affidati a Eros Miari e incontri con Antonia Dalpiaz, esperta di lettura ad alta voce, dal titolo: Leggere ad alta voce ai propri bambini. Suggerimenti e indicazioni in tutte le biblioteche che ne fanno richiesta. Ad oggi gli incontri si sono svolti in 38 biblioteche.
L’Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino ha, inoltre, allestito la mostra itinerante di tutti i libri della bibliografia che, corredata da letture per i più piccoli, è ospitata dalle biblioteche.
Per colmare la lacuna, avvertita anche a livello nazionale, della mancanza di indicazioni di lettura specifiche per i piccolissimi, l’Ufficio sta predisponendo in questi mesi 3 nuove cartoline contenenti indicazioni bibliografiche per bambini di 6-12, 12-18 e 18-24 mesi. Per la selezione dei titoli è stato costituito un gruppo di lavoro, composto da personale dell’Ufficio (Daniela Dalla Valle e Alessandra Faustini), da Eros Miari e da tre pediatri di base.
L’adesione al progetto Nati per leggere , che ha comportato fin qui la spesa complessiva di circa Euro 70.000,00, ha permesso all’Ufficio per il Sistema bibliotecario trentino di coordinare in modo più efficace le diverse attività da sempre rivolte alla prima infanzia e ha stimolato alcune biblioteche di valli o zone omogenee ad aggregare i propri sforzi ideativi e organizzativi e le proprie risorse al fine di articolare maggiormente e implementare il progetto proposto dall’Ufficio. In questo senso, va segnalato in particolare il lavoro svolto dalle biblioteche pubbliche comunali delle Valli di Fiemme e Fassa.
Inoltre, attraverso l’iniziativa si è ottenuto l’ampliamento e l’aggiornamento dell’offerta delle sezioni per bambini in tutte le biblioteche pubbliche (le biblioteche aderenti hanno infatti acquistato gli altri circa 200 titoli inseriti in bibliografia, in aggiunta a quelli guida forniti dalla Provincia), oltre a una maggiore conoscenza dei libri e ad una più qualificata azione di orientamento alla lettura da parte dei bibliotecari.


FAUSTINI, Alessandra. NPL in Trentino: una stimolante occasione di confronto a livello nazionale. «AIB Notizie», 16 (2004), n. 9, p. VI.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-11-18 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0409faustini.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 09/2004