[AIB]AIB Notizie 10-11/2004
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 10-11/2004


Parole chiave: biblioteche, bibliotecari
keywords: libraries, librarians

a cura di Maria Grazia Corsi e Francesca Servoli

Dalla ricerca nel Web per parole chiave sulla stampa quotidiana e su quella periodica nazionale e internazionale



A Mirandola i volumi doppi sono in vendita
Dalla fine di ottobre, presso la Biblioteca comunale di Mirandola (MO), sono stati messi a disposizione degli utenti, in mostra in appositi contenitori, libri di tutti i generi, da acquistare ad un prezzo simbolico. Si tratta di volumi doppi provenienti dalle ex biblioteche frazionali di Gavello e San Martino o di testi che, per vari motivi, la biblioteca ha deciso di scartare in accordo con la Soprintendenza ai beni librari. Gli amanti della lettura potranno così arricchire la propria biblioteca domestica ed avere a costi contenuti anche edizioni ormai introvabili. Il ricavato della vendita sarà destinato a finanziare l'acquisto di nuovi titoli e a migliorare il servizio bibliotecario della città.
Emilianet, 19 ottobre 2004

Apre al pubblico la biblioteca di Carlo Bo
Il 22 ottobre, ad Urbino, si è inaugurata la biblioteca del noto critico letterario. Per portare a termine il lavoro di catalogazione libraria sono stati necessari due anni di seria e meticolosa attività da parte dell'equipe di bibliotecari guidata da Giovanni Di Domenico. Il patrimonio documentario di Carlo Bo è formato da 120.000 volumi, raccolti nel Palazzo Passionei Paciotti in via Valerio 9, sede della Fondazione Carlo e Marise Bo, di cui è presidente Giovanni Bogliolo, magnifico rettore dell'Università di Urbino.
Il Messaggero, 21 ottobre 2004

Inaugurata la nuova sede della Biblioteca di Padenghe sul Garda
Ha aperto i battenti al pubblico la nuova e funzionale Biblioteca di Padenghe sul Garda, di cui è responsabile Federica Zanoni. L'opera di ristrutturazione dell'edificio, ex asilo Zinelli-Perdoni, nella contrada Villa, si è conclusa a fine estate. La biblioteca propone un'articolata rete di servizi: dal tradizionale prestito all'utenza, all'organizzazione di eventi editoriali e di promozione alla lettura, sino all'uso di Internet e di supporti multimediali.
Brescia oggi, 22 ottobre 2004

A Modena il mese della scienza
Dall'8 novembre al 4 dicembre a Modena è fissato il consueto appuntamento con il Mese della scienza. All'interno di questa manifestazione è previsto un ciclo di iniziative che il Servizio biblioteche del Comune di Modena dedica ogni anno alla divulgazione scientifica per ragazzi. Sono coinvolte tutte le biblioteche cittadine, ma anche il Dipartimento di Matematica pura ed applicata dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, nonché l'Editoriale Scienza e l'Associazione Macchine matematiche. Sono principalmente interessati i ragazzi dai 5 ai 14 anni, attraverso la partecipazione ad attività didattiche con laboratori, mostre, spettacoli, incontri con esperti. Dopo l'edizione 2003, interamente dedicata al cibo e all'educazione alimentare, e quelle precedenti su ecologia, paleontologia ed astronomia, quest'anno il Mese della scienza parlerà di matematica e geometria.
Emilianet, 2 novembre 2004

Biblioteche comunali romane promosse con lode
Sono state promosse a pieni voti le biblioteche comunali capitoline: è questo il risultato di un'indagine effettuata dall'Assessorato alla semplificazione burocratica. A Roma sono presenti ben 34 biblioteche comunali frequentate da circa 300.000 persone all'anno. In totale 1906 posti di lettura, 119 apparecchi per la visione di supporti audio-video, 184 postazioni multimediali. Il prestito all'utenza interessa mediamente 474.000 volumi l'anno. Il record di frequentazione è stato raggiunto dalla biblioteca "Elsa Morante" di Ostia, dove il lunedì entrano in media due persone al minuto. Per l'inchiesta, realizzata dallo staff dell'Assessore Mariella Gramaglia, è stato utilizzato un questionario con 27 domande a cui hanno risposto 480 utenti distribuiti su 4 biblioteche: la Flaminia (area nord-ovest), la Rispoli (area nord-est), l'Appia (area sud-est), la Morante (area sud-ovest). Dai risultati emerge che la qualità dei servizi è molto alta; la valutazione globale delle strutture bibliotecarie espressa dagli utenti è di 7,7 su un punteggio massimo di 10. L'utenza che frequenta le biblioteche comunali è composta, oltre che dagli studenti per il 72,5%, da impiegati (10,0%), imprenditori o liberi professionisti (6,3%), pensionati (4,6%), disoccupati (2,1%), casalinghe (1,0%). Le più assidue frequentatrici sono donne, con età media di 27 anni e con un diploma di istruzione superiore. La valutazione più alta nell'ambito del questionario è stata assegnata all'accoglienza degli ambienti ed alla cortesia del personale, quella più bassa al patrimonio audiovisivo ed alle attrezzature multimediali.
Corriere della sera, 9 novembre 2004

Shakespeare rivive sul Web
La British Library ha reso disponibili in rete i testi originali dei libretti delle commedie shakespeariane venduti al termine delle prime rappresentazioni. Alla URL http://www.bl.uk/treasures/shakespeare/homepage.html è possibile consultare 93 copie digitalizzate tratte da 21 opere del corpus shakespeariano. In alcuni di questi documenti troviamo punti che si discostano dal testo classico, per esempio la famosa frase dell’Amleto «essere o non essere, questo il problema» appare sui testi a partire dal 1605, prima di allora la frase era «essere o non essere, questo è il punto». Questi libretti furono inoltre stampati nel periodo in cui l’autore era ancora in vita, e permettono di seguire l’evoluzione subita dalle sue commedie nel corso del tempo.
Corrriere della sera, 10 settembre 2004

Dai comunicati
ricevuti in redazione


Asino chi legge!
Si chiama Felicetta, è un'asina di 4 anni e appartiene al Centro di educazione ambientale Il Grande Faggio, la cui biblioteca è aderente al Sistema bibliotecario provinciale di Chieti; anche lei “aderisce” al progetto Nati per leggere e nei giorni prima di Natale, ultimi giorni di scuola, l'asina Felicetta sarà in giro davanti all'asilo nido e alle scuole dell'infanzia di Ortona, impegnate nel progetto NPL. Avrà due belle sacche sul basto, e distribuirà libri per i piccolissimi e per i genitori da prendere in prestito per le vacanze di Natale. Sarà seguita dal bibliobus del Sistema bibliotecario di Chieti che, a richiesta, fornirà tutti gli altri libri necessari.

Torino Capitale mondiale del libro 2006-2007
A Torino la prestigiosa nomina a capitale mondiale del libro per il periodo che va dall’aprile 2006 all’aprile 2007. La conferma del portavoce dell’Unesco è arrivata da Parigi. Il comitato che ha designato Torino è composto da rappresentanti dell’IPA (l’associazione internazionale degli editori), dell’IBF (la federazione internazionale dei librai), dell’IFLA (la federazione internazionale delle biblioteche) e dell’Unesco. Torino ha potuto vincere nella finalissima la concorrenza di Teheran, si legge nella motivazione, grazie all’“eccellenza del progetto che ha presentato”, e che si è anche avvalso del sostegno della Città di Roma, creando così «una forte sinergia nei vari anelli della catena del libro, e i numerosi aspetti della promozione della lettura».
L’originale progetto che Torino ha presentato avrà come simbolo grafico i segni della scrittura, sotto lo slogan “Torino lascia il segno”. I segni della punteggiatura sono segnali universali, simboli capaci di esprimere un’anima, di indicare una direzione. Scandiranno un fitto calendario di eventi lungo il corso dell’anno. I punti interrogativi ci rimanderanno alle grandi domande di sempre sul bene e sul male; i due punti, momento della spiegazione, segneranno il momento della riflessione sulle parole-chiave del nostro tempo; la virgola, segno di coordinazione, ci condurrà alla scoperta dei nuovi europei, ma anche ai complessi rapporti tra la parola, la musica, le arti visive.

"Beccati a leggere!" (Get Caught Reading Europe)
Parte anche in Italia il progetto europeo di promozione della lettura, oggi possibile grazie alla collaborazione tra l'Associazione italiana editori (AIE), la Federazione degli editori europei, la Federazione europea dei librai, il Centro nazionale del libro ellenico, l'Associazione degli editori polacchi e Antwerp World Book Capital 2004.
Personaggi noti dello sport, della politica, del cinema, della musica e dell'economia, fotografati proprio mentre sono intenti a leggere (appunto, "Beccati a leggere!") con l'intento di comunicare un'idea piacevole e in un certo senso ludica della lettura. L'intera campagna si baserà sugli scatti fotografici che verranno diffusi in riviste, quotidiani, televisione, siti Internet e con altre formule comunicative. L'iniziativa verrà promossa in tutti i paesi membri dell'UE per sostenere e celebrare la lettura e sensibilizzare il mondo politico e l'opinione pubblica, coinvolgendo i suoi rappresentanti nella campagna fotografica e negli incontri che verranno organizzati sul tema. Nell'ambito del progetto "Beccati a leggere!" sarà realizzato anche un concorso aperto alle scuole di fotografia europee, che parteciperanno con le migliori foto scattate dai loro alunni, che dovranno ritrarre soggetti presi dalla vita quotidiana, cercando di comunicare, al tempo stesso, un messaggio positivo e divertente della lettura. Gli scatti migliori saranno selezionati da una giuria di esperti e i vincitori del concorso, oltre ad aggiudicarsi volumi di narrativa e fotografia messi in palio dagli editori, esporranno i loro lavori in una mostra fotografica allestita nel corso delle fiere del libro di Bologna, Torino e Tessalonica. I lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 28 febbraio 2005. Il bando del concorso è consultabile e scaricabile dal sito http://www.aie.it. Per maggiori informazioni sul progetto e sul concorso: stella.zamprogno@fastwebnet.it.

Nuovo gruppo AIB
Si è costituito nel settembre 2004 il nuovo Gruppo AIB per il recupero e la valorizzazione delle biblioteche italiane a tema ferroviario, il cui coordinatore è Alessandro Crisafulli.
Il gruppo, in collaborazione con il Collegio ingegneri ferroviari italiani (http://www.cifi.it) e il coinvolgimento del Gruppo Ferrovie dello Stato, si propone una serie di obiettivi volti alla valorizzazione e salvaguardia delle biblioteche e fondi documentali specializzati, alla costituzione di un consorzio che permetta la ricerca e condivisione delle risorse umane, l’armonizzazione dei servizi e la divulgazione della cultura ferroviaria. Chiunque può contribuire e collaborare contattando Alessandro Crisafulli: tel. 0914324333, int. 19, 0916560333, crisafulli.alessandro@lettere.unipa.it.

mgcorsi@yahoo.it
servoli@aib.it


CORSI, Maria Grazia. SERVOLI, Francesca. Parole chiave: biblioteche, bibliotecari = keywords: libraries, librarians. «AIB Notizie», 16 (2004), n. 10-11, p. 4-5.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2004-12-13 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n16/0410keywords.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 10-11/2004