[AIB]AIB Notizie 2/2005
AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 2/2005


Parole chiave: biblioteche, bibliotecari
keywords: libraries, librarians

a cura di Maria Grazia Corsi e Francesca Servoli

Dalla ricerca nel Web per parole chiave sulla stampa quotidiana e su quella periodica nazionale e internazionale



La Biblioteca Gambalunga di Rimini si rinnova
La Biblioteca Gambalunga, dopo un lungo lavoro di catalogazione del patrimonio documentario, ha riaperto al pubblico presentando una nuova cineteca e mediateca. Lo scorso 13 febbraio sono stati mostrati al pubblico alcuni dei nuovi prodotti: il trattato astronomico quattrocentesco di Giorgio Peuerbach dedicato al Cardinale Bessarione (un codice che sta per essere pubblicato in edizione digitale), i cataloghi storici, le stampe, i disegni e le fotografie della biblioteca visionabili in rete, il catalogo on line della cineteca, nonché i frammenti di documentari turistici degli anni '50 e '60.
Yahoo! Notizie, 3 febbraio 2005

Per ricostruire la biblioteca di Baghdad
Nei suoi depositi giacevano migliaia di volumi antichi, letteratura araba, libri rari: un patrimonio quasi totalmente distrutto dalla guerra. È in programma la riedificazione della biblioteca nazionale di Baghdad. Secondo il direttore di questa importante istituzione del mondo arabo «non si ricostruisce un paese se non se ne ricostruisce la cultura». L'Italia ha risposto all'appello con il progetto "Una biblioteca virtuale per Baghdad", attraverso il quale alcuni docenti e studenti raccolgono donazioni e testi via Web (vengono accettati anche libri in italiano).
Informazioni sul sito http://www.ilsegnalibro.it o http://www.unabibliotecaperbagdad.org
Marie Claire, febbraio 2005

I libri portati via dallo tsunami
Oltre alle devastazioni e ai lutti che hanno colpito la popolazione civile del sud-est asiatico, il maremoto ha inflitto un grave colpo al patrimonio culturale di questi paesi. Molte biblioteche, essendo localizzate in massima parte sulla costa, sono state spazzate via dallo tsunami. L'Unesco, raccogliendo l'appello della Biblioteca nazionale dello Sri Lanka, ha inviato propri esperti sull'area. A un primo censimento, risulterebbero distrutte almeno 300 biblioteche.
Avvenire, 23 gennaio 2005

Una biblioteca per bimbi a Latina
La Cartoon School di Latina ha recentemente avviato il progetto "Nati per leggere", che si prefigge di avvicinare i bambini alla lettura illustrata sin dai primi anni di età, utilizzando soprattutto il fumetto come strumento per il passaggio dal semplice disegno alla lettura vera e propria. Nell'ambito del progetto è prevista anche la creazione di una biblioteca dell'infanzia gestita completamente dai bambini, allo scopo di rendere più amichevole e interessante l'approccio alla lettura da parte dei giovani utenti. A tale proposito, anche i bibliotecari saranno dei bambini, che si avvicenderanno settimanalmente alle varie mansioni previste nella biblioteca: dall'aiuto alla ricerca di libri, al prestito, fino al controllo dello stato dei libri restituiti. Per l'attuazione del progetto, la Cartoon School chiede agli enti, alle associazioni e alla cittadinanza un contributo materiale consistente in donazioni di libri per l'infanzia, così da accrescere ulteriormente il patrimonio della neo-biblioteca e rinnovare l'interesse dei suoi piccoli utenti.
Il messaggero, 24 gennaio 2005

A Palermo torna "aria di libri"
Per incentivare alla lettura i cittadini, soprattutto i più giovani, torna a Palermo "Aria di libri", un'iniziativa della biblioteca comunale in collaborazione con Libraria promossa dall'Assessorato alla cultura del Comune e da altre associazioni culturali palermitane. La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, inizierà ufficialmente a marzo per poi proseguire sino alla prossima estate. Nell'ambito dei programmi collegati alla suddetta manifestazione, è da segnalare "La scienza racconta", ciclo di letture per i bambini delle scuole primarie su temi scientifici avviato alla fine di gennaio dalla biblioteca comunale di Casa Professa.
ADNKronos cultura, 17 gennaio 2005

Il libro da stampare al chiostro
Nuove forme di libro convivranno con quelle tradizionali, ma non si parla di e-book, il cui business non è mai decollato veramente; ma sarà un futuro digitale che, legato a Internet, manterrà ancora la sua “fisicità”. Ciò che viene immaginato è un sistema di distribuzione capillare di chiostri letterari, in cui funzioni una macchina dei libri, delle dimensioni di una fotocopiatrice, ma in grado di mettere su carta e rilegare un libro in pochi minuti. Questi chiostri dovrebbero avere la possibilità di connettersi a qualche banca dati centralizzata da cui scaricare, a un prezzo ragionevole, il file desiderato, per poi vederlo consegnato, print on-demand, come un vero libro.
Corriere della sera, 19 gennaio 2005

L’archivio storico dell’Istituto Luce
L’istituto Luce conserva nel suo Archivio storico un vasto patrimonio filmico e fotografico, composto da 12.000 cinegiornali, che coprono un arco temporale che va dal 1928 al 1990, prodotti sia dallo stesso Istituto nel ventennio fascista che da altri notiziari del periodo repubblicano; il fondo dei documentari che comprende 4700 soggetti, prodotti tra il 1924 e il 1943; a questi vanno aggiunti i circa 3 milioni di fotografie oggi in fase di ordinamento e digitalizzazione. Registrandosi a titolo gratuito, è possibile accedere alla visione delle schede dei servizi e dei filmati dell'intero Archivio storico in tutti i formati disponibili, l’'Istituto Luce conserva oltre 5000 ore di filmati; e allo stato attuale sono state catalogate 3000 ore, delle quali 2500 già digitalizzate e disponibili in rete. La ricerca permette di scoprire con parole chiave una serie di inusuali visioni come “L’ospedale dei libri”: primi interventi presso l’Istituto di Patologia del libro “Alfonso Gallo”, oppure il primo Congresso mondiale delle biblioteche e di bibliografia tenuto in Italia nel giugno del 1929… la visione e l’audizione sono vivamente consigliate.
http://www.archivioluce.com/


Il giallo e il suo lettore
Sarà inaugurata a Imola sabato 19 febbraio 2005, nel Museo comunale di San Domenico la mostra “Il giallo e il suo lettore. Libri polizieschi nelle biblioteche di Imola e di Forlì” (Imola, 19/02-3/04/2005 – Forlì, 10/04-8/05/2005). Promossa dalle Biblioteche comunali di Imola e di Forlì e dalla Soprintendenza per i beni librari e documentari dell´Ibc, la mostra ripercorre alcuni aspetti e momenti della fortuna della letteratura poliziesca in Italia dalle origini e in particolare dal secondo dopoguerra ad oggi, attraverso i ricchi fondi di letteratura poliziesca di due biblioteche pubbliche romagnole. L´esposizione è suddivisa in undici sezioni, corredate di presentazioni, schede bibliografiche e di un ricco apparato illustrativo. Le prime tre sezioni propongono un percorso storico sulla circolazione del libro giallo in Italia (dalle origini al 1945; il secondo dopoguerra; dagli anni Settanta ad oggi), con particolare riferimento ad autori, fortuna editoriale e collane. Sezioni specifiche sono dedicate al Giallo italiano dalle origini a oggi, al Giallo in Emilia e in Romagna, alla presenza del genere poliziesco nell´opera di grandi scrittori da Gadda a Sciascia, da Pessoa a Dürrenmatt, al Giallo per ragazzi dalle origini ad oggi e al Giallo a fumetti. Infine tre sezioni tematiche di grande interesse e attualità: “Delitti antichi. Il giallo storico”, “Tavola gialla. Il cibo nel romanzo poliziesco” e “Pagine gialle. Libri e biblioteche nel romanzo poliziesco”.
Sesto Potere.com, 18 febbraio 2005

Dai comunicati
ricevuti in redazione


Convegno delle Stelline 2005
Si terrà il 17 e 18 marzo a Milano il tradizionale convegno delle Stelline. "Le Teche della Lettura - Leggere in biblioteca al tempo della rete" è il tema della decima edizione. Il tema sarà affrontato sia sotto il profilo storico e culturale che attraverso un'analisi dei comportamenti di lettura nella società contemporanea, con una particolare attenzione alle nuove modalità e strategie di lettura rese possibili dalle nuove tecnologie (Internet, risorse digitali, ipertestualità, libri elettronici ecc.).

Biblioteche (in)visibili
Si è tenuto il 7 febbraio a Milano, presso l'Istituto professionale “Cavalieri”, il convegno "Biblioteche (in)visibili : Le biblioteche scolastiche si raccontano" organizzato dal CONBS - Coordinamento nazionale Bibliotecari scolastici con il patrocinio dell'IRRE Lombardia e dell'AIB - Sezione Lombardia. Il convegno si proponeva di far conoscere l'attività delle biblioteche scolastiche che riescono a produrre esperienze significative sul piano didattico e formativo pur nella realtà diffusa della scuola italiana, povera di investimenti, senza locali particolarmente attrezzati e nuove tecnologie.
Al convegno hanno partecipano come relatori bibliotecari da tutta Italia che lavorano in ogni ordine di scuola, dalla materna alle superiori. L'evento ha visto una grande partecipazione di pubblico composto da insegnanti, bibliotecari scolastici e vari esponenti delle istituzioni bibliotecarie -più di 250 persone che sono rimaste tali fino alla fine. Infatti il convegno si è distinto, sia per i contenuti innovativi -quello che le biblioteche scolastiche "fanno", non quello che "dovrebbero fare"- sia per la forma. Si è aperto con una piece a sorpresa, interpretata da Loris Pellegrini -autore del Manuale del bibliotecario scolastico, scrittore e regista- che ha stilato lo scherzoso "decalogo della biblioteca scolastica ideale". È continuato con interventi istituzionali e simulazioni di attività da parte di docenti bibliotecari e ha visto il suo apice nella proiezione di un video, girato nel Liceo Sannazaro di Napoli, in cui gli stessi studenti "raccontano" la loro biblioteca e le molteplici iniziative che vi prendono corpo.
Il convegno ha voluto essere anche un'occasione per far conoscere la precaria situazione delle biblioteche e dei docenti fuori ruolo in esse utilizzati, fortemente minacciati dalla legge finanziaria 2003 che ne prevede il licenziamento alla fine del 2007. I docenti fuori ruolo hanno voluto mostrare quanto di egregio riescono a produrre, se messi in condizione di lavorare bene, dove per "lavorare bene" si deve intendere: continuità del posto di lavoro, strumenti efficaci, risorse economiche anche modeste, collaborazione con gli altri organi della scuola, rispetto per la loro figura professionale. Gli atti del convegno saranno presto pubblicati nel sito CONBS (http://www.archivioluce.com/ )
Maria Teresa De Nardis

mgcorsi@yahoo.it
servoli@aib.it


CORSI, Maria Grazia. SERVOLI, Francesca. Parole chiave: biblioteche, bibliotecari = keywords: libraries, librarians. «AIB Notizie», 17 (2005), n. 2, p. 4-5.
Copyright AIB, ultimo aggiornamento 2005-04-03 a cura di Franco Nasella
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/n17/0502keywords.htm

AIB-WEB | AIB Notizie | Sommario fascicolo 2/2005