[AIB] AIB. Sezione Toscana. Bibelot, n. 1 (1999)
AIB-WEB | Home page Toscana | Bibelot | Indice di questo numero

INCONTRO SU PROFILI PROFESSIONALI E INFORMAZIONE IN UNA PROSPETTIVA EUROPEA

Nostro servizio

Scandicci.
La sezione toscana dell'AIB, in collaborazione con l'Associazione Russell Formazione di Scandicci, ha organizzato un incontro di lavoro sul tema dei profili professionali e delle relative strategie di formazione nel campo dell'informazione.
Il seminario si è svolto a Scandicci, nella nuova e bella sede dell'Istituto tecnico commerciale Russell, e ha visto la partecipazione di rappresentanti delle associazioni professionali degli archivisti (ANAI) e dei documentalisti (AIDA), nonché di esponenti del mondo della formazione professionale e della scuola (Università, Provincia, Provveditorato agli studi).
Animatrice dell'incontro è stata la signora Annie Docloux, esperta documentalista francese impegnata nel programma europeo "Leonardo", che tra l'altro mira a individuare profili e competenze riferite al mondo delle professioni dell'informazione allo scopo di calibrare al meglio i percorsi formativi in questo settore.
La signora Docloux ha ampiamente illustrato il sistema formativo dei documentalisti in Francia, mostrando la grande attenzione che in quel paese hanno non solo le istituzioni, ma soprattutto le aziende per una professionalità che sta rivelandosi strategica. In particolare colpisce la diffusione in buona parte della Francia di corsi biennali post diploma, con curriculum di studi ad ampio spettro e due stage che coinvolgono attivamente il mondo del lavoro. Il corso dà diritto a diplomi riconosciuti nazionalmente, ed ha una base disciplinare comune che si diversifica a seconda delle specificità territoriali.
A livello più alto vi sono i DESS (Diplome d'Étude Superieur Specialisée), post laurea e della durata di uno o due anni: sono aperti a nche a persone che stanno già lavorando e vogliono affinare o far certificare l'esperienza acquisita.
Per quanto riguarda i bibliotecari, non ci è parso invece di cogliere sostanziali differenze con l'Italia: esiste una scuola post laurea di alto livello a Lione (ENSB - Ècole Nationale de Specialisation Bibliothècaire), riservata a quanti vogliono intraprendere la carriera di direttore (conservateur). Per il resto la certificazione si ottiene con la pratica sul lavoro.
In realtà anche in Francia la funzione di bibliotecario pubblico comincia a confondersi con quelle più generali di gestore dell'informazione.
Quanto al progetto europeo sui profili, la signora Docloux ha riferito che in questa fase esso non è ancora finalizzato e che sono ancora da definire le competenze sono stati tuttavia individuati diciannove profili professionali nell'ambito della documentazione e gestione dell'informazione: si tratta di figure che hanno una base funzionale comune e differenziazioni dipendenti dall'ambito lavorativo e formativo. La definizione dei profili aiuterà le aziende a meglio comprendere di quali figure o combinazione di figure hanno effettivamente bisogno.

C.P.


Copyright AIB 1999-05-15, ultimo aggiornamento 1999-05-15 a cura di Vanni Bertini
URL: http://www.aib.it/aib/sezioni/toscana/bibelot/b9901f.htm

AIB-WEB | Home page Toscana | Bibelot | Indice di questo numero