[AIB] AIB. Sezione Toscana. Bibelot, n. 1 (1999)
AIB-WEB | Home page Toscana | Bibelot | Indice di questo numero

Quando la qualità è statica

di Alessandro Sardelli

In febbraio "Altrocunsumo" ha pubblicato un'inchiesta sulle biblioteche comunali italiane, condotta in 22 città, fra cui Firenze. Il mensile, presentando la situazione riscontrata, ha dato una valutazione complessivamente negativa del funzionamento delle biblioteche italiane. Il testo dell'inchiesta è stato riportato sulla lista di discussione AIB-CUR: da quel momento la lista ha registrato molti messaggi riferiti all'inchiesta di "Altroconsumo". Si sono così formati due schieramenti: uno prevalentemente critico, l'altro sostanzialmente favorevole. I bibliotecari critici hanno accusato "Altroconsumo" di aver condotto un'indagine in modo superficiale, senza approfondire le cause delle negatività riscontrate; quelli favorevoli hanno apprezzato che una rivista non appartenente al settore bibliotecario si fosse finalmente occupata di biblioteche, se pure assimilandole ai prodotti di largo consumo. Ebbene credo che il disappunto per un giudizio sulla qualità delle biblioteche celasse un concetto "statico" della qualità. Probabilmente perché ancora manca - a dispetto di un ostentato aziendalismo - una cultura della qualità come approccio dinamico ai problemi. Infatti la qualità di un servizio, può essere valutata solo se è messa in relazione con le aspettative che il servizio stesso genera nell'utente. Insomma la qualità deve essere un concetto relativo, che si sposta continuamente in avanti nel tempo. Quindi ben vengano inchieste come quella di "Altroconsumo", purché i bibliotecari imparino a leggerle per quello che sono: semplici ma importanti indicatori delle aspettative degli utenti.


Copyright AIB 1999-07-05, ultimo aggiornamento 1999-07-05 a cura di Vanni Bertini
URL: http://www.aib.it/aib/sezioni/toscana/bibelot/b9901g1.htm

AIB-WEB | Home page Toscana | Bibelot | Indice di questo numero