[AIB] AIB. Sezione Veneto
AIB-WEB | Home Page Veneto | 9. Seminario Vinay

"9. Seminario Angela Vinay"
L'AUTOMAZIONE DELLE BIBLIOTECHE NEL VENETO:
l'irruzione della multimedialità

 
Angelo Marrara
progettista FINSIEL esperto in realizzazioni multimediali
 

QUALITA' NELLA MULTIMEDIALITA'

MultiSpace EP23066
Il multimediale sta creando una vera rivoluzione nelle industrie operanti nel settore dell'informazione. La spesa per sviluppi nel multimediale sta crescendo molto rapidamente, tanto che, in pochi di anni, si è passati da prototipi sperimentali e sistemi dimostrativi a soluzioni commerciali per una vasta gamma di applicazioni.
In questo scenario, il problema della certificazione di qualità diventa significativo e determinante. Il fallimento di titoli e sistemi multimediali e il risultante dispendio di capitali da parte delle aziende, evidenziano la mancanza di una metodologia adeguata per la produzione di applicazioni multimediali.
Il progetto Multispace è stato creato per promuovere e definire la qualità di applicazioni e sistemi multimediali in Europa. Multispace risponde alla necessità di piccole e medie imprese di poter garantire, in termini di qualità, i processi interni per lo sviluppo di applicazioni multimediali nei confronti dei propri clienti.
Il progetto Multispace è un progetto europeo della durata di un anno iniziato nel gennaio del 1997.

MultiSpace: Partecipanti

I partner del progetto sono sia centri di ricerca (es.: City University, Università di Firenze - DIE), che società operanti nel campo del Multimediale (es.: Etnoteam, Athens Technology Center, Finsiel, Philips). Inoltre alcuni partner quali KEMA e PSTI Evaluation sono esperti nella certificazione di qualità.

MultiSpace: Obiettivi
Il progetto Multispace svilupperà una metodologia per definire la qualità di applicazioni e sistemi multimediali e dei loro componenti. Tale metodologia prenderà in considerazione sia gli aspetti tecnici che le necessità degli utenti in base a priorità che verranno anche esse definite.
I principali obiettivi del progetto saranno:

Scopo del progetto è inoltre lo sviluppo di un sistema di tutoring "Quality Tutor" al fine di dimostrare la validità dei concetti e della metodologia sviluppati.

MultiSpace: Qualità nella Multimedialità
La definizione di qualità per titoli e sistemi multimediali non è semplice in quanto non esiste una ben definita industria del multimediale e una definizione classica di qualità basata sulla capacità o meno di soddisfare le specifiche funzionali di una applicazione multimediale non è sufficiente. Multispace propone una definizione di qualità che estenda lo standard internazionale ISO 8402:

  •  "Qualità è l'insieme delle caratteristiche di una entità che permettono di soddisfare le specifiche esplicite ed implicite di una applicazione includendo in esse specifiche funzionali, non funzionali e culturali."

  • Le specifiche funzionali sono l'insieme delle funzionalità che il sistema o l'applicazione multimediale deve soddisfare.
    Le specifiche non funzionali sono quelle caratteristiche non esplicitamente richieste ma che contribuiscono alla qualità globale dell'applicazione. Ad esempio, la grafica, il design, la facilità d'uso ecc.
    Le specifiche culturali si riferiscono alla tipologia degli utenti reali e al contenuto culturale degli oggetti multimediali veicolati tramite il prodotto.
    Le organizzazioni che forniscono gli strumenti per la produzione di oggetti multimediali stanno lavorando insieme al fine di ottenere una convergenza tra le loro tecnologie. Allo stesso tempo, le industrie stanno imparando l'una dall'altra come introdurre la multimedialità nelle loro applicazioni.
    Per ottenere una reale convergenza è indispensabile definire un linguaggio comune per descrivere la qualità. Questo è uno dei problemi più difficili che il progetto deve affrontare, in quanto ci sono differenze nel linguaggio tra i rappresentanti degli utenti, gli specialisti di contenuti, gli editori, gli sviluppatori ecc. Le strutture per descrivere la qualità dovranno permettere la negoziazione tra le varie figure professionali coinvolte nella produzione di una applicazione multimediale.

    MultiSpace: Metodologia
    L'approccio che verrà utilizzato per la definizione della metodologia Multispace, sarà quello di riutilizzare sia il lavoro svolto in termini di definizione della qualità nel campo del software che l'esperienza e i processi attualmente adottati dalle aziende operanti nel settore della multimedialità. La metodologia Multispace verrà definita confrontando i processi produttivi di imprese operanti in più settori nel campo della multimedialità (giochi, cultura, educazione, …). Tale approccio vorrebbe garantire la genericità della metodologia Multispace.
    Durante lo studio di come garantire la qualità nelle applicazioni multimediali sono stati identificate tre sfide: come valutare la fattibilità di una applicazione multimediale in base alle aspettative degli utenti, come ottenere un accettabile profilo di qualità per un prodotto e infine come gestire l'evoluzione sia delle tecnologie che delle aspettative degli utenti.
    La prima di queste sfide (come distinguere fra aspettativa e realtà) contribuisce ad effettuare una distinzione fra le aspettative degli utenti reali e gli obiettivi commerciali del progetto.
    Gli utenti reali sono spesso influenzati dai prodotti esistenti e da quello che vedono in altre applicazioni. In alcuni casi le loro aspettative sono illimitate o sono ignari delle possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Esistono inoltre notevoli differenze tra gli utenti, diventa quindi importante prima descrivere le differenze tra di loro per poi studiare le loro aspettative.
    Occorre stabilire gli obiettivi di qualità del progetto o perlomeno un livello di qualità sufficiente da soddisfare le aspettative degli utenti. E' importante definire un rigoroso controllo finanziario che tenga in considerazione le esigenze finanziarie, quelle tecniche e le considerazioni di tipici utenti del progetto.
    In tutto il ciclo di produzione occorre definire gli obiettivi di qualità in un modo tale che possano essere valutati.
    La seconda sfida consiste nel creare un profilo di qualità accettabile per il prodotto. Per ottenere questo, è importante considerare tutte le caratteristiche di qualità del prodotto e valutare i costi per ciascuna di esse. Tale studio servirà a testare e valutare gli obiettivi di qualità del prodotto completo e delle parti che lo compongono.
    La terza sfida nel realizzare la qualità deve fare fronte alle evoluzioni delle aspettative e della tecnologia. La soluzione consiste nel continuare a studiare durante lo sviluppo del progetto: esaminando le risposte degli utenti ai prototipi e le loro considerazioni su nuovi prodotti in commercio e valutando le possibilità offerte dalle nuove tecnologie. Più ambizioso o complesso è un progetto più cicli di valutazione verranno richiesti. Il progetto verrà sviluppato in maniera iterativa con più cicli di produzione e verifica.
    Il progetto di MultiSpace costituisce un primo tentativo di risolvere i problemi di come migliorare la qualità nelle applicazioni multimediali fornendo i metodi per risolvere le sfide descritte precedentemente. Altri progetti ed aziende miglioreranno questo lavoro adattandolo alle evoluzioni tecnologiche ed ai cambianti nel mercato della multimedialità.

    MultiSpace: Gestione della Qualità
    Attualmente non esiste alcuna sequenza standard di processi per lo sviluppo di un prodotto multimediale. Differenti organizzazioni utilizzano differenti processi anche se esistono caratteristiche comuni.
    L'intero ciclo per la produzione di una applicazione o sistema multimediale è basato sulle seguenti attività:

    Molte applicazioni e sistemi multimediali sono prodotti seguendo un approccio evolutivo. All'inizio del progetto gli obiettivi sono vaghi o mal definiti e cambieranno sulla base della valutazione dei dimostrativi e dei prototipi. Come mostrato nella figura sopra, il processo di sviluppo include più cicli. Ad ogni ciclo gli obiettivi sono raffinati in base alle considerazioni degli utenti, lo sviluppo della tecnologia e le opportunità commerciali. Specifici metodi per il controllo e la gestione della qualità saranno utilizzati durante le varie fasi del processo come mostrato nella figura.

    MultiSpace: Informazioni
    Le informazioni e i risultati del progetto sono disponibili sul Web al seguente indirizzo:
    http://members.aol.com/aceurope/multispace.html
    Il sito contiene:

    Per ulteriori informazioni contattare:
    Capo Progetto - Adrian Cowderoy (AC\Europe) ACowderoy@aol.com


    Copyright AIB 1998-05-06, ultimo aggiornamento 1998-12-30 a cura di Antonella De Robbio e Marcello Busato
    URL: http://www.aib.it/aib/sezioni/veneto/marrara.htm

    AIB-WEB | Home Page Veneto | 9. Seminario Vinay