Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Relazione accompagnatoria al bilancio di previsione 2015

Assemblea generale dei soci, 21 novembre 2014

Prospetto con il raffronto tra il bilancio 2014 (previsione e consolidato) e il bilancio di previsione 2015 [PDF]

Il bilancio di previsione, come è noto, è il documento contabile che contiene le previsioni di entrata e di spesa relative all’anno di riferimento ed è collegato alla programmazione delle attività dell’Associazione, vale a dire al «programma di massima delle attività future» (art. 16 dello Statuto) disponibile a parte. In quanto riferito a un programma di massima, questo bilancio è suscettibile di aggiustamenti futuri, in relazione all’andamento finanziario ma anche in base alla presenza di nuovi elementi che potranno modificare alcune voci di bilancio. Come in passato, è stato adottato un atteggiamento prudente che ha portato, ad esempio, a non inserire nelle voci di entrata finanziamenti e contributi di soggetti privati e pubblici se non confermati da una formalizzazione dell’impegno. Per quello che riguarda l’assetto generale e le spese del Nazionale, nonostante alcune condizioni sfavorevoli relative alle entrate (principalmente diritti di segreteria previsti in misura minore rispetto al 2014, diminuzione dei finanziamenti da parte del MIBACT, riduzione dei progetti speciali) e alcuni aumenti ordinari relativi alle uscite (spese di funzionamento di organi AIB, spese del personale di segreteria, ecc.), il bilancio si presenta in equilibrio. Infatti si prevede e ci si impegna a concentrarsi su un aumento delle entrate da sponsorizzazioni, eventi, vendita pubblicazioni e corsi e a specifici progetti da realizzare. Di seguito sono illustrate, per ciascuna parte del bilancio, le principali scelte effettuate.

Entrate

Il seguente prospetto illustra le principali scelte effettuate per registrare le principali voci di entrata. Organizzazione Riguardo alle voci di entrata, il bilancio di previsione 2015 deve mettere in conto una netta diminuzione dei contributi da parte delle istituzioni, MIBACT in particolare – per il quale è in corso la revisione dei criteri di attribuzione dei contributi per la spending review e per il quale non è stata presentata in tempo domanda di finanziamento ordinario –, mentre verranno presentate richieste di finanziamento per altre attività.

  • Quote sociali: la previsione per il 2015 è stata fatta tenendo conto delle iscrizioni al 10/11/2014. Preoccupante è la diminuzione delle iscrizioni da parte di Enti e lo scarso successo delle quote associative destinate a Sistemi bibliotecari e universitari (quote reti), mentre un elemento tendenzialmente positivo è quello relativo alle iscrizioni degli Associati persona (o young), nel 2014 sono state maggiori di quanto previsto, che quindi permettono di ipotizzare seppur prudentemente un più favorevole andamento per il 2015, anche il base al fatto che gli Associati attestati nel 2014 necessariamente dovranno rinnovare nel 2015 – e negli anni successivi – pena la decadenza dall’Elenco Associati.
  • Contributi: verranno richiesti contributi per la biblioteca, per la pubblicazione di una monografia, per AIB Studi; si parteciperà anche a un bando internazionale della Fondazione Reading & Writing destinato ad attività di advocacy.
  • Sponsorizzazioni: si lavorerà intensamente per la vendita di spazi nel sito AIB, in AIB Notizie e nella newsletter, che avrà una nuova veste grafica (previsione di entrate totali per E. 3.000,00). Non sono state inserite in questo preventivo, poiché informazioni non certe a oggi, probabili sponsorizzazioni di eventi AIB (es. convegni e fiere).
  • Progetti: per il 2015 proseguirà, per quanto noto a oggi, solo  l’attività di produzione di sussidi didattici prevista dal Progetto In Vitro, per il quale l’AIB è stata incaricata dal Centro per il Libro e la Lettura.

Comunicazione

  • Nel 2015 è prevista l’uscita della nuova bibliografia NPL, rimandata dal 2014, per la quale si prevede un alto numero di vendite.

Editoria

  • AIB Studi: è stata prevista una contrazione delle entrate derivanti dagli abbonamenti (- € 3.500,00) rispetto al preventivo 2014 (al 11/11/2014 gli abbonati ad AIBStudi sono 45).
  • Pubblicazioni: sulla base dell’analisi del trend di vendite, e del piano editoriale per il 2015, è stata prevista un’entrata di € 28.151,00[1].
  • WebDewey: la previsione (sia di vendita diretta che tramite il concessionario Licosa) si è basata sull’andamento delle vendite nel corso del 2014. Va comunque tenuto conto che nel preventivo 2014 la cifra prevista si basava sulla previsione di poter partire già da inizio anno sia con la promozione che con la vendita degli abbonamenti, mentre non è stato così.

Eventi e viaggi

  • Congresso: La realizzazione del convegno MAB non è stata possibile nel 2014 per scarsità di finanziamenti e contributi esterni garantiti in tempo utile per l’organizzazione dell’evento. Il convegno MAB è stato rinviato al 2015, prevedendo un attivo seppur piccolo (€ 2.500,00) anche grazie a contributi concessi dal MIBACT.

Formazione La redditività prevista non è del tutto soddisfacente, anche in ragione di una politica tariffaria disomogenea operata dalle Sezioni che ci si ripromette di discutere al più presto con i Presidenti regionali.

  • Iscrizioni: è stata prevista un’entrata di € 3.000,00 derivante dalle iscrizioni a corsi realizzati dal Nazionale, che però al momento, data la loro caratteristica di eccezionalità per contenuti e destinatari, non sono definibili. Si prevede anche di poter ammortizzare in parte i costi della piattaforma utilizzata per l’e-learning (www.aibformazione.it) attraverso una condivisione delle spese con le Sezioni che decideranno di utilizzarla per la loro formazione.

Professione e lavoro Sono state qui previste 380 nuove richieste di attestazione, basandosi su quanto previsto per le quote associative.

Uscite

Nonostante il trend relativo agli equilibri tra il bilancio del Nazionale e quelli delle Sezioni sia in miglioramento, persiste ancora un lieve squilibrio, dovuto anche all’impegno e ai costi sostenuti essenzialmente dal Nazionale per attività politica e di advocacy. Si cercherà di condividere in modo più consistente l’attività politica tra Nazionale e Sezioni, anche alla luce della necessità di presenziare i tavoli tecnici in corso di attivazione, soprattutto su base regionale, e la necessità di collaborare con gli Atenei. In una situazione come quella delineata non ci sono margini per investimenti al di là di quelli strettamente necessari, come ad esempio l’arricchimento del catalogo editoriale e il rinnovo degli strumenti di comunicazione con gli associati. Il prospetto seguente illustra le scelte effettuate per le principali voci di uscita. Organizzazione

  • Attività organi: il bilancio prevede un numero minimo di riunioni in presenza (3) del CEN. Pur nella sobrietà che caratterizza le spese di questo tipo, sono in aumento le spese per le trasferte del Presidente nazionale e per gli altri componenti del CEN, che in questo mandato non sono favoriti dalla loro ubicazione geografica (+ € 1.000,00).
  • Personale: oltre agli aumenti di legge, nel 2015 la collaborazione di Cristina Valentini (assunta a marzo 2014 con il ruolo di contabile) andrà a regime, coprendo l’intero anno solare. Gli effetti della nuova organizzazione della Segreteria nazionale, realizzata nel 2014 con l’inserimento di CV, sarà valutata nel 2015. Il costo del personale potrà essere parzialmente finanziato attraverso contributi per progetti che prevedono la copertura dei costi di struttura (a oggi solo In Vitro per € 8.000).
  • Commissioni e gruppi: Commissioni, Gruppi e Osservatori, mandato 2014-2017, inizieranno di fatto i lavori nel 2015, ed essenzialmente da remoto. Si è cercato comunque di mettere loro a disposizione una piccola cifra (€ 300) destinata prioritariamente a favorire la partecipazione dei componenti più giovani e di quelli che non avessero possibilità alternative di rimborso spese.
  • Compensi professionali: Compensi per eventuali avvocato e notaio, ma principalmente si tratta di costi per lo studio commercialista, che si occupa anche della gestione amministrativa della Segreteria nazionale e di tutti i contratti da questa posti in essere, per un totale di €. 19.552,12.
  • Sede e Segreteria nazionale: anche per il 2015 è stata operata un’ulteriore riduzione di alcune spese non strategiche (telefonia, cancelleria, affrancatura, ecc.). Già nel novembre 2014 sono stati avviati contatti con la direzione della BNCRM per un trasferimento della Segreteria nazionale e della biblioteca AIB in locali maggiormente idonei all’attività lavorativa e a una migliore fruizione della biblioteca. A oggi non è possibile definire esattamente tempi, modalità e costi del trasferimento; prudenzialmente si preferisce rinviare a un aggiustamento successivo.

Comunicazione

  • AIBWeb: come per Commissioni, Gruppi e Osservatori è stata ridotta la cifra stanziata per i rimborsi della redazione, a fronte anche di un aumento dei costi dell’ospitalità del sito su server Cineca.
  • Nati per leggere: prevista nel 2014 con costi indicativi, nel 2015 esce la nuova bibliografia per il la quale è stato possibile ottenere preventivi attendibili per la stampa e l’impaginazione di 8.000 copie.
  • Ufficio stampa: si decide di spostare una parte consistente dell’ufficio stampa (€ 12.000,00), gestito dallo Studio De Angelis, nei costi previsti per il Bibliopride 2015 soprattutto alla luce del fatto che buona parte dell’attività dell’ufficio stampa ruota intorno a questo evento.

Editoria

  • AIB Studi: sono considerevolmente diminuiti i costi conseguenti alla scelta di adottare il print on demand, andato definitivamente a regime nel 2014.
  • Pubblicazioni: l’editoria AIB dal 2014 è in rilancio. Su questa base si prevede anche un aumento dei costi di stampa per un numero maggiore di pubblicazioni. Si prevede l’uscita di 1 Percorsi AIB – anche in versione ebook, 3 ET, del Premio De Gregori 2014, del Rapporto AIB  e altre due pubblicazioni (formato 15×21 o 17×24) i cui titoli sono da definire e che potranno essere finanziate (vedi Entrate).
  • WebDewey: nel 2015 dovranno essere pagate alcune spese che, in base ad accordi con OCLC (USD 5.000,00 = € 4.800,00 circa) e Pansoft (€. 23.500,00 per l’avviamento e per il software di traduzione, oltre al canone annuo di utilizzo €. 6.000,00), è stato possibile rimandare rispetto all’avvio della commercializzazione nel 2014.

Eventi e viaggi

  • Congresso: È previsto lo svolgimento del congresso MAB, rimandato dal 2014 per mancanza di finanziamenti. Il costo previsto è di € 10.000,00 che si conta però di coprire anche con un piccolo ricavo (vedi Entrate).
  • Convegni: anche per il 2015 il Nazionale finanzierà gli stand delle Sezioni a Milano – Stelline, Bologna – Fiera del libro per ragazzi, Torino – Salone del libro.

Formazione

  • Corsi: Vedi Entrate. Attualmente i costi sono solo indicativi; si rimanda a un momento successivo per una più esatta definizione anche di un eventuale calendario.

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ 2015

Di seguito sono elencate schematicamente le attività previste per l’anno 2015 e che non sono riconducibili strettamente a voci del bilancio preventivo proposto all’Assemblea. ADVOCACY

  • Advocacy presso politici locali, nazionali e europei
  • Monitoraggio e partecipazione a tavoli: Legge lettura, Agenda digitale, OA e diritto d’autore, riordino istituzionale, leggi regionali
  • Sviluppare l’attenzione continuativa verso le biblioteche e la professione traendo spunto anche da vicende locali
  • Eventi: internazionalizzazione del BiblioPride, collaborazioni con AIE, ALI e Ministeri per iniziative nazionali
  • Partnership con soggetti nuovi
  • Rilancio e ampliamento del MAB, tavolo permanente interassociativo

POLITICHE INTERNAZIONALI :

  • Promozione Lyon Declaration, di Public Libraries 2020, Trend Report, posizione su OA e diritto autore, promozione creazione Blue Shield

PROFESSIONE E LAVORO

  • Promozione dell’attestazione (anche assieme a Colap)
  • Linee guida esternalizzazioni (versione definitiva e promozione)
  • Analisi e monitoraggio nuovo regime iscrizioni
  • Monitoraggio tavolo per il regolamento applicativo della legge Madia
  • Sviluppo delle azioni Colap nei territori (nuovi Comitati regionali)
  • Carta delle professionalità presenti in biblioteca e partecipazione ai tavoli sui profili professionali delle Regioni

FORMAZIONE CONTINUA

  • Linee guida per la formazione continua
  • “Format” corsi AIB
  • Tavoli comuni con Atenei e Agenzie formative
  • Progettazione formazione comune MAB
  • Attivazione contatti nazionali e internazionali per mentoring e stages

PARTECIPAZIONE E COMUNICAZIONE

  • Organizzazione della comunicazione regionale
  • Sviluppo delle Linee per social media
  • Sperimentazione incontri associativi in streaming e differita

PRODUZIONE SCIENTIFICA

  • Valorizzazione della produzione AIB (presentazioni, dibattiti, club di lettura)
  • Integrazione tra programmi di lavoro di gruppi, Commissioni, Osservatorio Formazione e piani editoriali

FINANZIARIE E ORGANIZZATIVE

  • Attività inter-sezioni
  • Monitoraggio e supporto per sezioni in difficoltà
  • Sostegno ai soci per attività formativa finanziata dall’esterno
  • Buone pratiche gestionali per organismi e articolazioni Associazione

[1] Per l’editoria professionale: The flexible librarian: English first-aid for reference librarians (Matilde Fontanin) nella collana Percorsi AIB; REICAT (Turbanti), Approval plan (Michelloni), Ricerca qualitativa (Faggiolani) negli ET; gli atti dei congressi 2011 e 2013 e The flexible librarian in e-book; si conferma la pubblicazione del premio De Gregori 2014. Per l’editoria istituzionale sono giunte diverse proposte da Alberto Petrucciani; si sceglierà di pubblicare preferibilmente quelli le cui spese riusciranno a essere coperte da finanziamenti esterni o contributi,



URL: https://www.aib.it/attivita/2014/46368-relazione-bilancio-previsione-2015/. Copyright AIB 2014-12-02. Creata da Artemisia Gentileschi, ultima modifica 2014-12-02 di Artemisia Gentileschi