Negozio AIB - ET: Enciclopedia Tascabile
Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter
PRODUCTS PAGE

Analisi

Meris Bellei. Analisi. Roma: AIB, 1998. 70 p. ISBN 88-7812-055-3

Additional DescriptionMore Details

Considerazioni introduttive

  «”Fare analisi, in ambito biblioteconomico, significa catalogare singolarmente le porzioni di un’opera, oltre che l’opera come insieme”: con queste parole Jay E. Daily introduce il lemma Analyticsdella Encyclopedia of library and information science, che ancora oggi presenta aspetti illuminanti, quanto meno per il lettore italiano. E’ infatti in pratica assente nel nostro paese una riflessione sul rapporto tra le unità bibliografiche e il loro contenuto in termini di unità di informazione che, ricorrente nella letteratura professionale di ambito anglosassone, non ha trovato da noi spazio se non in alcuni opportuni cenni di Carlo Revelli a un convegno degli anni Ottanta, in pochi articoli e in brevi note introduttive alla normativa catalografica: il discorso pare limitato, salvo poche eccezioni, al contesto delle biblioteche specializzate, al concetto di materiali speciali, all’obiettivo di istituire cataloghi speciali. In realtà è indubbio che il lettore cerca documentazione e non pubblicazioni; o meglio, cerca pubblicazioni in quanto contengono la documentazione che serve».    
Sommario: Considerazioni introduttive, 5. Prima parte – La scelta di fare analisi, 15. Breve storia, 17. Terminologia, 29. L’oggetto dell’analisi, 32. Seconda parte – La costruzione del catalogo, 41. Un catalogo, più cataloghi, 43. La descrizione analitica, 44. La soggettazione, 50. Appendice 1 – Cronologia essenziale, 61. Appendice 2 – La compilazione di indici di periodico, 63. Bibliografia, 67

Product Options

Price: da € 4,34

Loading Updating cart…

Authority control

Mauro Guerrini, Lucia Sardo. Authority control. Roma: AIB, 2003. 135 p. ISBN 88-7812-115-0

Additional DescriptionMore Details

Sommario: 1. Definizione della terminologia, 7. 2. Il catalogo e l’authority control, 19. 3. Il dibattito teorico, 25. 4. Direttive e standard, 38. 5. Strutturazione della forma, 70. 6. Tecniche e procedure, 78. Appendici, 105. Archivio di autorità SBN, 107. La gestione dell’authority control in ALEPH500, 115. Progetti internazionali relativi all’authority control, 125. Nota bibliografica, 127.

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

Banca dati

Brunella Longo. Banca dati. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1993. 91 p. ISBN 88-7812-024-3.


 

Dalla Premessa

 

«Per la maggior parte delle persone alla fine del ventesimo secolo una banca dati è uno strumento di diffusione o di gestione del sapere umano ancora sconosciuto o inaccessibile. Né più né meno dei libri a stampa alla fine del ‘400, le banche dati stanno tutavia cambiando il modo in cui ci rapportiamo alla conoscenza.

Per i bibliotecari, i documentalisti, i giornalisti e per molte altre figure professionalii, la banca dati costutuisce già da anni un mezzo di acquisizione e ricerca di dati da preferire o da integrare agli altri mezzi. I sistemi videotex e multimediali, l’editoria elettronica e l’evoluzione di altre tecnologie (telecomunicazioni, broadcasting, intelligenza artificiale) trasformeranno le banche dati in direzione dell’utente finale. L’accesso di massa all’informazione elettronica è del resto già una realtà nel caso del Minitel francese e dei servizi di Teletext che in alcuni paesi raggiungono ormai più del 50% delle famiglie.

Nel 1989 si stimava in 30 milioni la quantità di ricerche all’anno compiuta in tutto il mondo attraverso le banche dati, con 300 milioni di items di informazione ricuperati. Se si considera che il tasso di crescita anuo previsto nei prossimi anni in questo settore è mediamente del 18-20% in Europa e del 9-10% nel Nord America, si può facilmente dedurre che l’impatto sociale ed economico dello sviluppo dei servizi di informazione elettronica sarà nei prossimi dieci anni enorme: essi muovono, solo nel settore business degli Stati Uniti, nel 1991, un giro d’affari di 24 miliardi di dollari, pari al fatturato dell’industria cinematografica USA.

Questa premessa, più che a delineare lo scenario futuro del mercato delle banche dati, serve a mettere in guardia il lettore dal rischio, oggettivo, che i contenuti di uno scritto sull’argomento siano già superati al momento della pubblicazione: la tecnologia sposta ogni giorno un po’ più lontano dal nostro immediato orizzonte il confine tra ciò che oggi definiamo «banca dati» e altre forme di diffusione dell’informazione elettronica, costantemente in divenire. E’ ancora molto marcata la distinzione fra namche dati in linea e banche dati su CD-ROM per ragioni di accesso e di costo (e questo testo ne tiene ampiamente conto, concentrandosi sulle banche dati in linea), ma con la diffusione delle reti locali (CD-ROM networks) questa netta distinzione tra qualche anno finirà per essere superata. Allo stesso modo si può prevedere che lo sviluppo di metodi «esperti» di ricerca dell’informazione elettronica abbatterà la distinzione tra linguaggi di interrogazione per professionisti della ricerca in linea e linguaggi o interfacce per l’utente finale.

Il testo si compone di tre parti. Nella prima si definisce che cosa è una banca dati, nella seconda e nella terza parte si chiariscono gli aspetti utili a comprendere, rispettivamente, come vi si accede e come vi si compiono le ricerche. Il tentativo di trattare l’argomento nel modo più possibile aggiornato è particolarmente evidente nella Bibliografia finale che contiene solo pochi, essenziali, riferimenti a pubblicazioni con più di tre anni di vita.»

 


Sommario: Premessa, 5. Definizione, sviluppo storico e tipologia, 7. Accesso alle banche dati, 20. La ricerca, 44. Note bibliografiche, 74. Bibliografia, 77. Appendice, 88.

Price: € 0,00

Bibliografia nazionale

Tiziana Stagi, Bibliografia nazionale. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 44). ISBN 978-88-7812-322-9

Nel volume si propone una essenziale trattazione storica delle bibliografie nazionali (BN), i repertori bibliografici relativi alla produzione editoriale di un paese o di una nazione che ne rappresentano, in una forma scritta codificata, le identità culturali. Di queste vengono indagati non solo gli aspetti ‘tecnici’ e l’evolversi della loro standardizzazione nelle discipline del libro, ma anche le questioni, le fasi e la ragioni più generali dell’affermazione nei differenti contesti temporali e geografici. Dopo la premessa che affronta il problema della definizione teorica dei repertori bibliografici nazionali, il saggio si articola in due parti: nella prima si ripercorrono i momenti principali delle BN nella loro evoluzione diacronica; nella seconda se ne approfondisce la storia nel contesto italiano, specialmente a partire dall’Ottocento. Poiché per quest’ultimo gli studi avevano interessato intervalli temporali definiti o singoli repertori, considerati nel loro sviluppo anche per il tramite della storia delle personalità o delle specifiche istituzioni alle quali erano legati, la riconsiderazione complessiva qui proposta consente di valorizzarne l’esemplarità per gli snodi fondamentali della storia delle bibliografie nazionali tout court, affrancando il caso italiano dalla tradizionale ‘minorità’. Nonostante più volte si sia pronosticata la fine delle BN negli scenari della comunicazione digitale e con l’avvento del multiculturalismo e si sia osservata la crisi dei progetti di Controllo bibliografico universale, le bibliografie nazionali hanno recentemente acquistato nuova centralità e sembrano poter svolgere possibili nuovi ruoli, pur mantenendo la propria funzione di memoria e diffusione di specifiche identità culturali.

______________

Tiziana Stagi è dottore di ricerca in Scienze bibliografiche e dal 2019 ha l’ASN per la II fascia (S.S.D. M-STO/08 Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia). I suoi temi di ricerca sono legati soprattutto alla storia delle biblioteche e dei bibliotecari italiani del 900 (Casamassima, Martini, Battisti, Maltese), inquadrati in contesti più generali e con approfondimenti specifici dedicati a figure come Dewey, Jewett o Battezzati, oltre che alle origini della Bibliografia nazionale italiana, alle discipline del libro nelle opere Treccani, alla Commissione Franceschini. Bibliotecaria dal 1999 dell’Università degli studi di Firenze, dove si è occupata principalmente di gestione delle raccolte, di Carta delle collezioni, di servizi per la didattica universitaria ed è membro del CEDAF (Centro di Documentazione sulle Alluvioni di Firenze). Anche a questi temi ha dedicato varie pubblicazioni scientifiche in volumi collettanei e riviste specializzate.

______________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______________

Estratto con sommario e premessa.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Bibliografia nazionale (ebook)

Tiziana Stagi, Bibliografia nazionale. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 44) ISBN 978-88-7812-323-6; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123236 [ebook: formato PDF]

Nel volume si propone una essenziale trattazione storica delle bibliografie nazionali (BN), i repertori bibliografici relativi alla produzione editoriale di un paese o di una nazione che ne rappresentano, in una forma scritta codificata, le identità culturali. Di queste vengono indagati non solo gli aspetti ‘tecnici’ e l’evolversi della loro standardizzazione nelle discipline del libro, ma anche le questioni, le fasi e la ragioni più generali dell’affermazione nei differenti contesti temporali e geografici. Dopo la premessa che affronta il problema della definizione teorica dei repertori bibliografici nazionali, il saggio si articola in due parti: nella prima si ripercorrono i momenti principali delle BN nella loro evoluzione diacronica; nella seconda se ne approfondisce la storia nel contesto italiano, specialmente a partire dall’Ottocento. Poiché per quest’ultimo gli studi avevano interessato intervalli temporali definiti o singoli repertori, considerati nel loro sviluppo anche per il tramite della storia delle personalità o delle specifiche istituzioni alle quali erano legati, la riconsiderazione complessiva qui proposta consente di valorizzarne l’esemplarità per gli snodi fondamentali della storia delle bibliografie nazionali tout cour, affrancando il caso italiano dalla tradizionale ‘minorità’. Nonostante più volte si sia pronosticata la fine delle BN negli scenari della comunicazione digitale e con l’avvento del multiculturalismo e si sia osservata la crisi dei progetti di Controllo bibliografico universale, le bibliografie nazionali hanno recentemente acquistato nuova centralità e sembrano poter svolgere possibili nuovi ruoli, pur mantenendo la propria funzione di memoria e diffusione di specifiche identità culturali.

______________

Tiziana Stagi è dottore di ricerca in Scienze bibliografiche e dal 2019 ha l’ASN per la II fascia (S.S.D. M-STO/08 Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia). I suoi temi di ricerca sono legati soprattutto alla storia delle biblioteche e dei bibliotecari italiani del 900 (Casamassima, Martini, Battisti, Maltese), inquadrati in contesti più generali e con approfondimenti specifici dedicati a figure come Dewey, Jewett o Battezzati, oltre che alle origini della Bibliografia nazionale italiana, alle discipline del libro nelle opere Treccani, alla Commissione Franceschini. Bibliotecaria dal 1999 dell’Università degli studi di Firenze, dove si è occupata principalmente di gestione delle raccolte, di Carta delle collezioni, di servizi per la didattica universitaria ed è membro del CEDAF (Centro di Documentazione sulle Alluvioni di Firenze). Anche a questi temi ha dedicato varie pubblicazioni scientifiche in volumi collettanei e riviste specializzate.

______________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______________

Estratto con sommario e premessa.

______________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Biblioteca parlamentare

Priano Milvia. Biblioteca parlamentare. Roma: AIB, 2000. 111 p. ISBN 88-7812-062-6

Additional DescriptionMore Details

Sommario: 1. La biblioteca parlamentare, 5. 2. Relazioni della biblioteca parlamentare, 10. 3. Collezione, 17. 4. Personale, 28. 5. Utenti, 32. 6. Servizi, 41. 7. Servizi di ricerca, 54. 8. Promozione e valutazione, 74. 9. Accesso all’informazione parlamentare sulla rete, 86. 10. Sviluppi futuri, 93. Bibliografia, 101.

Product Options

Price: da € 5,43

Loading Updating cart…

Biblioteca per ragazzi

Antonella Agnoli. Biblioteca per ragazzi. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1999. 109 p. ISBN 88-7812-060-X.


 

Sviluppo storico

Prima di entrare nei dettagli della biblioteca per ragazzi occorre ricordare che la stessa figura sociale del «bambino» è una costruzione della modernità. I bambini, in quanto categoria a sé, gruppo di persone che si veste in modo diverso dagli adulti, che va a scuola, che non ha vita sessuale, non sono sempre esistiti: esistevano dei piccoli adulti, che in misura diversa secondo l’età e la classe sociale entravano progressivamente nellla vita della comunità.

[…]

Oggi abbiamo le scuole obbligatorie, i negozi per ragazzi, le trasmissioni per ragazzi e, ovviamente le biblioteche per ragazzi; questa separazione dagli adulti nei luoghi di vita, nei comportamenti e nel consumo fino all’Ottocento non esisteva. I bambini non erano segregati dagli adulti: l’idea di una stanza da letto separata era ovviamente inconcepibile quando le famiglie di stanza da letto ne avevano, se andaca bene, una. Prima della Rivoluzione francese, i bambini lavoravano anche se piccolissimi, raramente andavano a scuola e nessuno si scandalizzava troppo dei loro giochi sessuali.

[…]

Le prime biblioteche per ragazzi nacquero quando si affermò l’idea che i bambini avevano bisogno di un servizio specifico. Questo avvenne innanzi tutto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

 

 


Sommario: Sviluppo storico, 5. La biblioteca per ragazzi e i suoi pubblici, 20. Progettare lo spazio, 38. Le collezioni, 51. Collocare, classificare, 59. Le attività di animazione, 63. Le nuove tecnologie, 68. Conclusioni, 71. Bibliografia, 75. Appendice, 85.

 

Price: € 5,00

Catalogazione

Mauro Guerrini. Catalogazione. Roma: AIB, 1999. 69 p. ISBN 88-7812-059-6

Additional DescriptionMore Details

Il libro, la biblioteca e il lettore

«Per comprendere la natura e la funzione del catalogo di biblioteca è necessario richiamare la natura e la funzione del libro e della biblioteca, e la posizione del lettore.

Il libro, come ogni altro documento (disco sonoro, carta geografica, manifesto, fotografia, pellicola cinematorgrafica, videocassetta, cartolina,…), può essere considerato sotto il duplice aspetto oggettuale (il supporto) e concettuale (l’opera).

La biblioteca è la struttura che conserva e rende disponibili i documenti per la lettura e la ricerca, e può definirsi come un sottoinsieme dell’insieme costituito dalla cultura espressa sotto forma di documento e come un sistema di trasmissione della memoria registrata. Essa ha una connotazione statica (la conservazione dei documenti) e una connotazione dinamica (l’organizzazione delle informazioni relative ai documenti). La biblioteca è, in sintesi, una raccolta di documenti ordinata per il loro reperimento.

Il lettore è la parte sociale per cui il documento è confezionato e le biblioteche sono organizzate.

Il catalogo è il medium che consente ai due universi della biblioteca e del lettore di incontrarsi, è lo strumento privilegiato di comunicazione fra la collezione e la necessità di chi la utilizza.»

 

Sommario: Il libro, la biblioteca e il lettore, 5. Il catalogo come linguaggio, 6. Gli scopi del catalogo, 8. Il processo catalografico, 14. Il catalogo e i cataloghi, 17. La descrizione, 20. L’analisi bibliografica, 22. Il formato ISBD: origine, 25. Il formato ISBD: scopi, 27. L’intestazione, 52. Authority control e struttura sindetica, 65. Gare, 70. Descricione e intestazione: autonomia e interdipendenza, 80. L’intestazione per soggetto secondo il Soggettario, 83. L’intestazione per classe, 97. La Classificazione decimale Dewey, 99. Catalogo per autore, per soggetto, per classe: analogie e diversità, 116. MARC, 124. OPAC, 125. Il risultato della catalogazione, 127. Il catalogo fra inventario e bibliografia, 128. Bibliografia, 133.

Product Options

Price: da € 10,00

Cinquecentina

Lorenzo Baldacchini. Cinquecentina. Roma: AIB, 2003. 79 p. ISBN 88-7812-114-2

Additional DescriptionMore Details

Sommario: «Incunabolo o cinquecentina?» La possibile storia di una parola, 5. Caratteristiche del libro del Cinquecento, 19. Produzione (con particolare riguardo all’Italia), 42. Problemi di catalogazione, 45. Gli strumenti, 53. Fonti cartacee, 59. Fonti in rete, 76.

Product Options

Price: da € 5,60

Citazione bibliografica

Carlo Revelli. Citazione bibliografica. Edizione aggiornata. Roma: AIB, 2010. 114 p. ISBN 978-88-7812-208-6.

Additional DescriptionMore Details

Sommario

Introduzione
La nota a piè di pagina
La descrizione del documento
Gli elementi della citazione bibliografica
La successione degli elementi nella citazione bibliografica
Gli spogli
La grafia
L’intestazione della citazione
Come si presentano le citazioni bibliografiche
L’ordinamento delle citazioni bibliografiche
Le citazioni autore-data
I documenti digitali
Noterelle sulle citazioni nel presente documento
Conclusione
Documenti normativi
Riferimenti bibliografici
Esempi

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

Classificazione a faccette

Claudio Gnoli. Classificazione a faccette. Roma: AIB, 2004. 44 p. ISBN 88-7812-080-4

Additional DescriptionMore Details

Sommario: INTRODUZIONE: Premesse storiche, 5. Origini, 6. Sviluppi, 7. Diffusione, 8. Terminologia, 9. TEORIA: Metodo, 10. Categorie fondamentali, 12. Ordine di citazione, 14. Classi principali, 16. Notazione, 18. SISTEMI: Classificazione Colon (CC), 22. Classificazione bibliografica di Bliss 2a edizione (BC2), 24. Broad system of ordering (BSO), 26. International coding classification (ICC), 28. Classificazione decimale Dewey (DDC), 30. Classificazioni speciali, 32. Tesauri e soggettari, 33. APPLICAZIONI: Collocazione dei documenti, 35. Cataloghi automatizzati, 36. Indici di documenti digitali, 38 Bibliografia, 41.

Product Options

Price: da € 5,60

Loading Updating cart…

Classificazione Decimale Dewey. Edizione aggiornata a DDC21

Luigi Crocetti, Albarosa Fagiolini. Classificazione Decimale Dewey. Edizione aggiornata a DDC21. Roma: AIB, 2001

Product Options

Price: da € 5,43

Conservazione

Simona Inserra, Conservazione. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2018. (Collana ET Enciclopedia tascabile, 38). ISBN 978-88-7812-261-1

Le istanze della conservazione sono da considerarsi di grande urgenza per le biblioteche italiane che hanno bisogno di condividere standard e buone pratiche per la gestione dei materiali e degli ambienti di conservazione. Un’attenzione quotidiana e consapevole agli elementi che entrano in gioco nella prassi conservativa porta a una valida gestione delle raccolte e allontana la necessità di mettere in atto procedure d’urgenza che rappresentano voci di spesa gravose per la biblioteca. Il volume, rivolto a bibliotecari, studenti, utenti della biblioteca, prende in esame gli aspetti salienti della conservazione in biblioteca, i materiali librari e le cause del loro deterioramento, la gestione degli ambienti e la programmazione delle attività di conservazione. È completato da una bibliografia ragionata e da una selezione di risorse on line che guideranno il lettore nel proprio percorso di approfondimento.

___________________

Simona Inserra è ricercatrice di Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia al Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, dove insegna Biblioteconomia e Conservazione dei beni archivistici e librari. Tra le sue più recenti attività, la cura del progetto Incunaboli a Catania relativo alla catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche della città e del suo territorio metropolitano, secondo la metodologia adottata nell’ambito del MEI, Material Evidence in Incunabula, con cui collabora in qualità di redattore.

___________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

___________________

Dicono del libro

Adriana Paolini, rec. a Simona Inserra, Conservazione, «AIB Studi», 58 (2018), 3, p. 361-364, <https://aibstudi.aib.it/article/view/11892/11342#5>.

___________________

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Conservazione (ebook)

Simona Inserra. Conservazione. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2018. (Collana ET Enciclopedia tascabile, 38). ISBN 978-88-7812-262-8; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122628 [ebook: formato PDF]

Le istanze della conservazione sono da considerarsi di grande urgenza per le biblioteche italiane che hanno bisogno di condividere standard e buone pratiche per la gestione dei materiali e degli ambienti di conservazione. Un’attenzione quotidiana e consapevole agli elementi che entrano in gioco nella prassi conservativa porta a una valida gestione delle raccolte e allontana la necessità di mettere in atto procedure d’urgenza che rappresentano voci di spesa gravose per la biblioteca. Il volume, rivolto a bibliotecari, studenti, utenti della biblioteca, prende in esame gli aspetti salienti della conservazione in biblioteca, i materiali librari e le cause del loro deterioramento, la gestione degli ambienti e la programmazione delle attività di conservazione. È completato da una bibliografia ragionata e da una selezione di risorse on line che guideranno il lettore nel proprio percorso di approfondimento.

__________________

Simona Inserra è ricercatrice di Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia al Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, dove insegna Biblioteconomia e Conservazione dei beni archivistici e librari. Tra le sue più recenti attività, la cura del progetto Incunaboli a Catania relativo alla catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche della città e del suo territorio metropolitano, secondo la metodologia adottata nell’ambito del MEI, Material Evidence in Incunabula, con cui collabora in qualità di redattore.

__________________

Questo titolo è disponibile anche in formato cartaceo

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

___________________

Dicono del libro

Adriana Paolini, rec. a Simona Inserra, Conservazione, «AIB Studi», 58 (2018), 3, p. 361-364, <https://aibstudi.aib.it/article/view/11892/11342#5>.

___________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

___________________

Price: € 4,99

Loading Updating cart…

Consultazione

Gianna Del Bono. Consultazione. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1992. 76 p. ISBN 88-7812-023-5.
 


 

Dall’Introduzione

 

«Il tema oggetto di queste pagine è estremamente ampio e complesso, soprattutto in un contesto professionale bibliotecario, in cui, come vedremo, anche la semplice definizione incontra non poche difficoltà .

Può sicuramente essere considerato un momento centrale dell’attività della biblioteca, ma la consapevolezza di tale centralità è frutto di una riflessione recente e deve, comunque, fare i conti con le ambiguità e i limiti che caratterizzano ancora il servizio di consultazione all’interno di un’organizzazione bibliotecaria, spesso eccessivamente burocratizzata, soprattutto in alcune sistuazioni istituzionali.

L’unica pubblicazione in lingua italiana, dedicata completamente a questi problemi, risale ormai a quaranta anni fa. Già nel titolo l’attenzione puntava essenzialmente ad un luogo preciso della biblioteca, presente comunque in un numero limitato di istituti, per lo più di antica formazione, un luogo riservato a particolari categorie di utenza. Oggi la prospettiva è completamente diversa: quello che interessa è un servizio, anzi un segmento del servizio complessivo che la biblioteca deve approntare per utilizzare in modo ottimale le risorse documentarie .

Partendo dal concetto di biblioteca «come raccolta organizzata di documentazione e di informazione», Luigi Balsamo distingueva due livelli di informazione. L’informazione primaria, costituita dai cataloghi, consente l’accesso diretto alla documentazione disponibile all’interno di una biblioteca, soddisfacendo così, in misura più o meno ampia, a seconda delle tipologie e del livello qualitativo dei cataloghi disponibili, alla prima parte della definizione proposta. Ma immediatamente si postulava come irrinunciabile la presenza di un servizio più incisivo ed organico, diverso e complementare a quello della documentazione diretta, definibile come informazione secondaria, che consentisse al lettore di dilatare l’ambito della propria ricerca al di là del limite fisico di una singola raccolta libraria.

E’ dunque su questo terreno, quello dell’informazione secondaria, che si deve necessariamente muovere qualunque riflessione che investa il servizio o la molteplicità di servizi che una biblioteca riesce ad organizzare per assistere il lettore nelle varie fasi della sua ricerca, per agevolare al massimo l’incontro fra lettore e documenti pertinenti all’oggetto della sua ricerca.»

 


Sommario: Un po’ di storia, 8. Il servizio di consultazione, 14. Il dibattito professionale in Italia, 17. Articolazioni e tipologie del servizio di consultazione e di informazione, 26. L’informazione bibliografica, 32. Le opere di consultazione, 40. Criteri di formazione e gestione di un apparato di consultazione, 48. Appendice, 63. Bibliografia, 69.

Price: € 0,00

Controllo bibliografico universale

Giovanni Solimine. Controllo bibliografico universale. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1995. 106 p. ISBN 88-7812-030-8

Additional DescriptionMore Details

Con l’espressione “controllo bibliografico universale” si designa un sistema internazionale finalizzato a rendere universalmente e immediatamente disponibili, su diversi supporti e in una forma standardizzata definita e accettata in ambito internazionale, le registrazioni bibliografiche delle pubblicazioni prodotte in tutti i paesi; tale sistema si fonda sull’insieme dei sistemi nazionali di controllo bibliografico, responsabili, ciascuno per il proprio paese, della documentazione completa e autorevole della propria produzione editoriale.

Il programma di controllo bibliografico, di solito citato mediante l’acronimo UBC, intende riprendere e realizzare in termini attuali e secondo i canoni della moderna biblioteconomia un’antica aspirazione della comunità degli studiosi e dei bibliotecari-bibliografi a dominare l’universo delle conoscenze registrate nella produzione libraria, che nelle diverse epoche storiche ha dato vita a svariati tentativi di compilazione di bibliografie generali universali.

Sommario: Premessa, 5. Alle origini del programma UBC, 8. Principi e ambito del Controllo bibliografico universale, 24. La dimensione nazionale, 41. L’agenzia nazionale e i servizi bibliografici, 58. Dal controllo alla disponibilità, 69. Conclusioni, 78. Bibliografia, 79. Appendice di documenti, 91. Acronimi, 103

Product Options

Price: da € 4,34

Loading Updating cart…

Costruzione e sviluppo delle raccolte

Carlo Carotti. Costruzione e sviluppo delle raccolte. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1997. 70 p. ISBN 88-7812-038-3.


 

Terminologia e distinzioni concettuali

 

«Nella pratica bibliotecaria italiana il termine “acquisti” designa sia la scelta dei documenti che le procedure amministrative e contabili relative. Si distinguono:
– la politica degli acquisti (l’indirizzo generale delle acqusizioni);
– il preventivo degli acquisti (i vari capitoli di spesa si prevedono e suddividono in modo più o meno dettagliato per generi di documenti e/o per accorpamenti ripartizioni disciplinari);
– il consuntivo degli acquisti (rendiconto della spesa ripartita come sopra);
– le procedure di acquisto (operazioni di controllo, di ordinazione, di sollecito, di pagamento che precedono o seguono l’accessione dei documenti».

 


Sommario: Terminologia e distinzioni concettuali, 5. Costruzione delle raccolte e automazione, 9. Il bibliotecario e l’utenza, 11. Valutazioni d’uso e di qualità. Alcune osservazioni, 14. Conspectus: standardizzazione delle valutazioni. Impegni d’acquisto nella formulazione del piano, 17. Le risorse economiche. La spesa indiretta e diretta, 20. La cooperazione, 21. I documenti e il mercato, 23. Documenti e informazione. La biblioteca virtuale, 27 I documenti elettronici. Accesso versus possesso, 29. Dai documenti alle collezioni, 32. Le biblioteche di base, 34. le biblioteche di rilevanza regionale, provinciale e locale, 35. le Biblioteche nazionali centrali, 38. Le biblioteche specializzate, 39. Novità e disponibilità. la correlazione fra documenti nella acquisizione, 40. La scelta dei documenti: la selezione, 43. Le procedure amministrative, 50. I doni e gli scambi, 54. L’attivit&agrvae; logistica, 55. Il bibliotecario architetto di una raccolta, 56. Nota bibliografica, 59. Appendice, 61.

Price: € 0,00

Deontologia professionale

Ridi, Riccardo. Deontologia professionale. Roma: AIB, 2015. (Collana ET; 34). ISBN 978-88-7812-240-6

Abstract
Il volume illustra i principali valori dell’etica professionale dei bibliotecari (libertà intellettuale, diritto alla riservatezza, responsabilità sociale, proprietà intellettuale, professionalità, democrazia) e i loro possibili conflitti, citando e commentando numerosi codici deontologici redatti dalle associazioni professionali di tutto il mondo, fra cui quelli recentemente emanati dall’IFLA nel 2012 e dall’AIB nel 2014.
Conoscere e condividere tali valori è indispensabile per chiunque lavori in ambito bibliotecario, soprattutto in periodi di rapidi cambiamenti tecnologici e di pesante crisi economica, quando diventa ancora più importante capire perché le biblioteche forniscono certi servizi piuttosto che altri, ovvero quali sono i loro fini ultimi, in modo da sapersi prontamente riorientare anche nei contesti più critici e mutevoli senza sacrificare le priorità fondamentali. Completano il volume il testo integrale del nuovo codice deontologico italiano dell’AIB, finora mai pubblicato a stampa, e una traduzione italiana originale del codice deontologico internazionale dell’IFLA.

Biografia
Riccardo Ridi, laureato in filosofia morale, insegna bibliografia, biblioteconomia, biblioteconomia digitale e filosofia dell’informazione e del documento presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia in qualità di professore associato. Ha coordinato il gruppo di lavoro dell’AIB che ha redatto il nuovo Codice deontologico dei bibliotecari entrato in vigore nel 2014. I suoi libri più recenti sono Il mondo dei documenti (Laterza, 2010) e Etica bibliotecaria (Editrice Bibliografica, 2011). L’elenco completo delle sue pubblicazioni è disponibile su <http://www.riccardoridi.it/>.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Diritto d’autore

Marco Marandola. Diritto d’autore. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1996. 46 p. ISBN 88-7812-033-2.
 


 

Il diritto d’autore

 

«Attualmente si parla sempre di più di società dell’informazione, ovvero di una società in cui il valore principale è il possesso di informazioni. Questo nuovo valore nella società contemporanea, l’informazione (idea), ` stato valorizzato dallo sviluppo tecnologico che ha permesso di collegare in tempo reale diversi individui in diverse parti geografiche, e di scambiare idee. L’evoluzione tecnologica ha modificato il concetto stesso di società, ha fornito un nuovo e più valore alle “informazioni” e nuovi compiti e responsabilità a coloro che quotidianamente le gestiscono.

Di fronte a queste novità le norme che tutelavano la diffusione delle idee si sono rivelate non sempre adefuate e hanno lasciato spazio a un vuoto legislativo cui si è cercato in qualche modo di sopperire, con interpretazioni analogiche e nuove leggi, ma che ha certamente rallentato lo sviluppo e la diffusione di nuove informazioni.

Chiaramente questa situazione di incertezza riguarda tutti coloro che operano in tale settore; biblioteche, archivi, centri di documentazione, information brokers e altri, di fronte a uno sviluppo così veloce del mercato dell’informazione si sono trovati senza regole chiare da poter seguire. Le regole, anche se non più aggiornate, sono dettate dalla legislazione sul diritto di autore che si propone di regolare il mercato delle idee stabilendo i diritti (e i doveri) di chi le ha create (l’auotore), di chi le fa circolare (ad esempio le biblioteche) e di chi ne usufruisce (l’utente).

Compito della leglislazione sul diritto d’autore non è, quindi, quello di proteggere una parte (l’autore) a scapito delle altre, ma quello di prevedere una serie di regole, una cornice entro cui possa svolgersi il mercato delle idee».

 


Sommario: Il diritto d’autore, 5. La legislazione italiana, 8. Le utilizzazioni libere, 12. Il diritto d’autore internazionale, 26. Le nuove tecnologie, 36. Bibliografia, 41. Appendice, 43.

 


Recensione di Mariangela Mafessanti sul «Bollettino AIB», 37 (1997), n. 1, p. 94-95.

Price: € 10,00

Documentazione

Ferruccio Diozzi. Documentazione. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1998. 69 p. ISBN 88-7812-058-8.
 


 

Che cos’è la documentazione?

 

«Che cos’è la documentazione? Per rispondere ad una domanda che, quasi cinquanta anni fa, spingeva una delle figure più significative della biblioteconomia europea dell’epoca, Suzanne Briet, a scrivere un saggio rimasto famoso occorre individuare i confini di una disciplina di cui, al di fuori dei contesti specialistici, si è parlato e si parla spesso in maniera generica, con serio pregiudizio per la comprensione della sua identità.

Una definizione classica, da cui è possibile partire, è quella di Paul Otlet, ripresa da Paolo Bisogno nell’unico trattato complessivo sulla documentazione sinora pubblicato in lingua italiana, per cui la documentazione è “l’attività di rilevazione, elaborazione, comunicazione e diffusione di documenti”.

Tale definizione, risalente all’inizio del nostro secolo, ineccepibile per quel che riguarda le attività espletate, è ancora limitata ad una dimensione empirica. Da essa si sviluppa una riflessione teorica e metodologica che individuerà nei documenti forme e veicoli dell’informazione e collegherà informazione e documentazione ai processi comunicativi.»

 


Sommario: Che cos’è la documentazione, 5. Informazione e documentazione, 8. Concetto di documento, 12. Gestione documentaria, 20. I servizi, 23. Management dei servizi di documentazione, 38. Conclusioni: i tre volti della documentazione, 42. Bibliografia, 45. Appendici, 51.

Price: € 0,00

Editoria femminista in Italia

Piera Codognotto, Francesca Moccagatta. Editoria femminista in Italia. Roma: AIB, 1997. 95 p. ISBN 88-7812-037-5

Additional DescriptionMore Details

Dall’Introduzione

  «Le ragioni che ci hanno portato a tracciare una prima mappa dell’editoria femminista in Italia sono molteplici. Il tentare di dar conto della vasta produzione editoriale disponibile sul mercato, spesso poco conosciuta nella sua complessità e ricchezza, si è accompagnato al gusto di ripercorrere un itinerario intellettuale, teorico ed esistenziale che rappresenta uno dei contributi più ricchi del pensiero contemporaneo. La difficoltà di reperire testi significativi della poetica e della narrativa scritta da donne, o elaborazioni teoriche e critiche indispensabili che abbiamo verificato nella nostra esperienza di bibliotecarie, spesso non consente di rispondere adeguatamente alla sempre più diffusa richiesta da parte di studenti e ricercatrici o ricercatori, e così questo nostro lavoro vuole essere uno strumento per chi opera nel settore della documentazion e della informazione, dove interlocutori privilegiati, oltre ai bibliotecari e alle bibliotecarie, sono insegnanti, studenti, ricercatrici, donne e uomini. Abbiamo cercato infine di contribuire alla riflessione sulla differenza, cosa tanto più importante in questo momento in cui il tema delle differenze e dei portati specifici sembra diventare sempre più come un muro di gomma con cui ci si scontra e ci si accanisce, ma che sostanzialmente si vorrebbe soltanto rimuovere, mentre la molteplicità dei punti di vista ci sembra un dato da riconoscere e da mettere a confronto, non annullandoci in un neutro astratto, indifferenziato e povero».  
Sommario: Introduzione, 5. Scorcio sull’editoria non di genere, 8. L’editoria femminista in Italia, 12. Le case editrici delle donne, 17. Le riviste femministe dal 1970 ad oggi, 22. L’editoria lesbica, 38. Le collane delle donne o per le donne, 41. La ricerca delle donne e gli Women’s studies angloamericani, europei, italiani, 47. L’editoria elettronica e i siti Internet delle donne, 58. Le librerie delle donne, 62. Appendici, 67. Bibliografia, 75.

Product Options

Price: da € 4,34

Ex libris

Egisto Bragaglia. Ex libris. Roma: AIB, 1996. 64 p. ISBN 88-7812-035-9

Additional DescriptionMore Details

Dall’Introduzione

«Una riflessione sulle caratteristiche essenziali dell’ex libris richiede preliminarmente un’attenta analisi delle cause e delle condizioni che ne hanno determinato l’origine, perché il foglietto a stampa col quale si contrassegna la proprietà dei libri non nasce da una moda effimera, ma da una tradizione consolidata che, mentre si adegua al mutare delle maniere espressive, rimane essenzialmente fedele alla sua ispirazione originaria. Talvolta, con sbrigativa superficialità, si è scritto che la funzione dell’ex libris è quella di rivendicare una proprietà, riducendo in tal modo quello che è un simbolo di personalità al livello di un antifurto. Per screditare questa interpretazione basta chiedersi perché mai al libro, e soltanto al libro, si applichi un marchio che, negli esemplari, più riusciti, propone una precisa identificazione del proprietario, della sua personalità e delle sue aspirazioni. Nessun contrassegno consimile viene usato per altri oggetti, eppure l’uomo possiede beni di valore materiale di gran lunga superiore a quello di un libro. Bisogna quindi riconoscere che il rapporto che lega il lettore a questa particolare proprietà, non si riferisce al suo valore materiale, ma al particolare significato culturale e affettivo di cui il libro è portatore. Ma non è tutto. Il lettore si sente partecipe dei valori del libro, ne ha ricevuto, ne conserva e ne trasmette il messaggio, si ritiene quindi legittimato a unire il suo nome a quello dell’autore in quanto partecipe del suo pensiero e delle sue esperienze, quasi consegnatario e custode delle sue parole».  
Sommario: Origini e caratteristiche dell’ex libris, 5. Lo stato delle ricerche per l’ex libris antico, 28. La segnalazione degli ex libris nelle schede di consultazione, 45. Le biblioteche italiane e l’ex libris, 50. Bibliografia, 58.

Product Options

Price: da € 4,34

Loading Updating cart…

FRBR

Galeffi, Agnese; Sardo, Lucia. FRBR. Roma: AIB, 2013. 77 p. (ET: Enciclopedia tascabile ; 31). ISBN 978-88-7812-220-8

Additional DescriptionMore Details

FRBR (Functional Requirements for Bibliographic Records), in italiano Requisiti funzionali per record bibliografici, è un modello concettuale di tipo entità-relazioni, sviluppato per fare in modo che la comunità catalografica sia consapevole di che cosa venga descritto tramite un record bibliografico. In questo modo è anche possibile definire le finalità dei record in relazione ai bisogni degli utenti. Sommario: FRBR in sintesi, 7. FRBR: la storia, 8. Perché FRBR, 12. Il modello E/R, 13. La famiglia FRBR: FRAD e FRSAD, 26. FRBRoo, 45. FRBR e le regole di catalogazione, 49. FRBR e i formati MARC, 53. FRBR, cataloghi e sistemi di ricerca, 58. Il dibattito e prospettive future, 61. Bibliografia, 69.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Gruppo di lettura

Chiara Di Carlo, Gruppo di lettura. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 46). ISBN  978-88-7812-328-1

I gruppi di lettura sono un fenomeno complesso per forme, tipologie di esperienze e potenzialità, interessato da continui e profondi cambiamenti; fenomeno che in Italia lega le sue vicende al mondo delle biblioteche pubbliche, le quali negli ultimi decenni ne hanno incentivato la diffusione. Questo volume si propone di offrire alle biblioteche alcune buone pratiche per organizzare, gestire e promuovere un’offerta differenziata di gruppi di lettura sempre più attenta alla qualità, tarata su diversi tipi di pubblici e orientata alla ricerca di cooperazione con altri attori culturali e sociali, inquadrando inoltre il gruppo di lettura come un servizio dotato di caratteristiche peculiari e una riconoscibile valenza teorica, anche in termini di welfare culturale.

______

Chiara Di Carlo si è laureata in Archivistica e Biblioteconomia all’Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’ ricevendo il riconoscimento speciale di Laureato eccellente con la tesi “Leggere in circolo: Gruppi di Lettura e social reading in Italia”, dalla quale sono state tratte diverse pubblicazioni. Ha portato avanti in autonomia l’attività di ricerca presso la Biblioteca Civica di Cologno Monzese (MI) perfezionando le sue competenze sul campo nell’organizzazione, gestione, promozione dei gruppi di lettura. Impegnata in numerosi progetti e collaborazioni con alcuni sistemi bibliotecari tra cui Fondazione per Leggere, attualmente si occupa del portale nazionale “Rete dei Gruppi di Lettura” (SBNEM) e di formazione.

______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con sommario e premessa.

______

 

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Gruppo di lettura (ebook)

Chiara Di Carlo, Gruppo di lettura. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 46). ISBN  978-88-7812-332-8; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123328 [ebook: formato PDF]

I gruppi di lettura sono un fenomeno complesso per forme, tipologie di esperienze e potenzialità, interessato da continui e profondi cambiamenti; fenomeno che in Italia lega le sue vicende al mondo delle biblioteche pubbliche, le quali negli ultimi decenni ne hanno incentivato la diffusione. Questo volume si propone di offrire alle biblioteche alcune buone pratiche per organizzare, gestire e promuovere un’offerta differenziata di gruppi di lettura sempre più attenta alla qualità, tarata su diversi tipi di pubblici e orientata alla ricerca di cooperazione con altri attori culturali e sociali, inquadrando inoltre il gruppo di lettura come un servizio dotato di caratteristiche peculiari e una riconoscibile valenza teorica, anche in termini di welfare culturale.

______

Chiara Di Carlo si è laureata in Archivistica e Biblioteconomia all’Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’ ricevendo il riconoscimento speciale di Laureato eccellente con la tesi “Leggere in circolo: Gruppi di Lettura e social reading in Italia”, dalla quale sono state tratte diverse pubblicazioni. Ha portato avanti in autonomia l’attività di ricerca presso la Biblioteca Civica di Cologno Monzese (MI) perfezionando le sue competenze sul campo nell’organizzazione, gestione, promozione dei gruppi di lettura. Impegnata in numerosi progetti e collaborazioni con alcuni sistemi bibliotecari tra cui Fondazione per Leggere, attualmente si occupa del portale nazionale “Rete dei Gruppi di Lettura” (SBNEM) e di formazione.

______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con sommario e premessa.

______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 3,00

Loading Updating cart…

IFLA LRM

Dario Mangione; Cristiana Paola; Ignazio Pirronitto; Martina Ponzalli; Ada Schettini; Francesca Sorrentino, IFLA LRM. Library Reference Model. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 45). ISBN  978-88-7812-327-4

Dal processo di revisione e consolidamento dei modelli della famiglia FRBR, nel 2017 è nato IFLA LRM, Library Reference Model, modello concettuale entità-relazione di riferimento per l’universo bibliografico orientato al web semantico dei linked data. Le funzioni utente rappresentano le varie fasi del processo di ricerca e gli obiettivi funzionali che il sistema di gestione dell’informazione dovrebbe soddisfare e facilitare. Le entità, astrazioni di classi di oggetti che determinano la struttura del modello, sono caratterizzate dagli attributi e sono collegate tra loro dalle relazioni che ne definiscono il contesto e insieme assolvono alla funzione esplorativa. Il modello è stato tradotto in italiano dall’ICCU nel 2020.

_______

Gli autori, incontratisi nell’ambito del Master biennale in Catalogazione dell’Università degli Studi di Firenze, provengono da esperienze e studi diversi: Dario Mangione, laureato in Scienze archivistiche e biblioteconomiche e terminologo appassionato di linked data, Cristiana Paola, laureata in Lingue, Ignazio Pirronitto, bibliotecario e specializzato in Archivistica ecclesiastica, catalogatore e archivista per EDA Servizi presso le biblioteche della Rete SDIAF e la Biblioteca Innocenti Library Alfredo Carlo Moro, Martina Ponzalli, laureata in Filologia Moderna, Ada Schettini, bibliotecaria dell’Ateneo fiorentino, diplomata presso la Scuola di Specializzazione in Beni archivistici e librari della Sapienza Università di Roma e Francesca Sorrentino, laureata in Scienze archivistiche e biblioteconomiche presso l’Università degli Studi di Firenze.

_______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

_______

Estratto con sommario, introduzione e prime pagine.

_______

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

IFLA LRM (ebook)

Dario Mangione; Cristiana Paola; Ignazio Pirronitto; Martina Ponzalli; Ada Schettini; Francesca Sorrentino, IFLA LRM. Library Reference Model. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 45). ISBN  978-88-7812-331-1; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123311 [ebook: formato PDF].

Dal processo di revisione e consolidamento dei modelli della famiglia FRBR, nel 2017 è nato IFLA LRM, Library Reference Model, modello concettuale entità-relazione di riferimento per l’universo bibliografico orientato al web semantico dei linked data. Le funzioni utente rappresentano le varie fasi del processo di ricerca e gli obiettivi funzionali che il sistema di gestione dell’informazione dovrebbe soddisfare e facilitare. Le entità, astrazioni di classi di oggetti che determinano la struttura del modello, sono caratterizzate dagli attributi e sono collegate tra loro dalle relazioni che ne definiscono il contesto e insieme assolvono alla funzione esplorativa. Il modello è stato tradotto in italiano dall’ICCU nel 2020.

_______

Gli autori, incontratisi nell’ambito del Master biennale in Catalogazione dell’Università degli Studi di Firenze, provengono da esperienze e studi diversi: Dario Mangione, laureato in Scienze archivistiche e biblioteconomiche e terminologo appassionato di linked data, Cristiana Paola, laureata in Lingue, Ignazio Pirronitto, bibliotecario e specializzato in Archivistica ecclesiastica, catalogatore e archivista per EDA Servizi presso le biblioteche della Rete SDIAF e la Biblioteca Innocenti Library Alfredo Carlo Moro, Martina Ponzalli, laureata in Filologia Moderna, Ada Schettini, bibliotecaria dell’Ateneo fiorentino, diplomata presso la Scuola di Specializzazione in Beni archivistici e librari della Sapienza Università di Roma e Francesca Sorrentino, laureata in Scienze archivistiche e biblioteconomiche presso l’Università degli Studi di Firenze.

_______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

_______

Estratto con sommario, introduzione e prime pagine.

_______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 3,00

Loading Updating cart…

Incunabolo. Nuova edizione aggiornata

Piero Scapecchi, Incunabolo. Nuova edizione aggiornata. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 41). ISBN 978-88-7812-286-4

Il volume vuole essere una introduzione alla complessa materia relativa alla produzione e alla diffusione del libro stampato a caratteri mobili, dai suoi primi passi “in culla” dalla metà alla fine del XV secolo. Intende mostrare i passaggi e le fasi nella tecnica di produzione, dall’approntamento dell’attrezzatura necessaria, alla carta, al testo medesimo e all’attenzione necessaria alla sua riproduzione. Rivolge inoltre ulteriore riguardo alla catalogazione degli esemplari conservatisi, soprattutto per la loro unicità. Viene anche fornita una fitta bibliografia, città per città, delle sedi di stampa nella nostra penisola come guida nello studio della produzione italiana, a vantaggio del lettore studioso o colto.

_____________

Piero Scapecchi, aretino, già bibliotecario del Ministero dei beni e delle attività culturali, ha dedicato gran parte della sua professione e dei suoi studi ai libri a caratteri mobili del XV secolo: ha infatti redatto numerosi cataloghi di incunaboli, tra cui quello della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ricco di oltre 2800 edizioni per quasi 4000 esemplari, oltre che articoli sulla stessa materia in riviste specializzate in Italia e in Europa.

_____________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_____________

Estratto con le prime pagine del libro.

 

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Incunabolo. Nuova edizione aggiornata (ebook)

Piero Scapecchi, Incunabolo. Nuova edizione aggiornata. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Enciclopedia Tascabile, 41). ISBN 978-88-7812-290-1; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122901  [ebook: formato PDF]

Il volume vuole essere una introduzione alla complessa materia relativa alla produzione e alla diffusione del libro stampato a caratteri mobili, dai suoi primi passi “in culla” dalla metà alla fine del XV secolo. Intende mostrare i passaggi e le fasi nella tecnica di produzione, dall’approntamento dell’attrezzatura necessaria, alla carta, al testo medesimo e all’attenzione necessaria alla sua riproduzione. Rivolge inoltre ulteriore riguardo alla catalogazione degli esemplari conservatisi, soprattutto per la loro unicità. Viene anche fornita una fitta bibliografia, città per città, delle sedi di stampa nella nostra penisola come guida nello studio della produzione italiana, a vantaggio del lettore studioso o colto.

_____________

Piero Scapecchi, aretino, già bibliotecario del Ministero dei beni e delle attività culturali, ha dedicato gran parte della sua professione e dei suoi studi ai libri a caratteri mobili del XV secolo: ha infatti redatto numerosi cataloghi di incunaboli, tra cui quello della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ricco di oltre 2800 edizioni per quasi 4000 esemplari, oltre che articoli sulla stessa materia in riviste specializzate in Italia e in Europa.

_____________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_____________

Estratto con le prime pagine del libro.

_____________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

_____________

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Information literacy

Laura Ballestra, Information literacy. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 42). ISBN 978-88-7812-302-1

Il volume sintetizza le riflessioni e i problemi che negli ultimi quarant’anni hanno riguardato l’information literacy. La prima parte si focalizza su come sia stato concepito nel tempo il concetto di competenza informativa, mentre la seconda parte riguarda le attività – organizzate e svolte in particolare nelle biblioteche – per insegnare a ricercare e a fare un uso consapevole delle informazioni. La panoramica restituita, su un ambito complesso e ancora oggi terreno di riflessioni non definitive, stante la costante evoluzione del terreno di riferimento, si propone come strumento per i bibliotecari che vogliano confrontarsi con il tema di come un uso consapevole e efficace delle fonti informative sia fondante rispetto ai bisogni dei cittadini e al ruolo delle biblioteche per favorire la loro crescita culturale e professionale.

________________

Laura Ballestra è responsabile dei servizi al pubblico e insegna Information literacy presso LIUC Università Cattaneo. Già membro della Sezione Information literacy di IFLA, oggi è membro della Sezione Reference and information services e del Gruppo di studio Information literacy di AIB. Ha scritto articoli e libri sull’Information literacy e la sua didattica. Su questi temi svolge attività di formazione per bibliotecari, docenti e studenti della scuola superiore. È esercitatrice di Biblioteconomia e Bibliografia presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano.

_______________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

_______________

Estratto con sommario e introduzione.

_______________

Dicono del libro

#AIBLIGURIAONAIR: Video-incontri con esperti, 7° incontro – Laura Ballestra, <https://www.youtube.com/watch?v=F6-9MtfFb_M&feature=youtu.be>.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Information literacy (ebook)

Laura Ballestra, Information literacy. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 42) ISBN 978-88-7812-305-2; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123052 [ebook: formato PDF]

Il volume sintetizza le riflessioni e i problemi che negli ultimi quarant’anni hanno riguardato l’information literacy. La prima parte si focalizza su come sia stato concepito nel tempo il concetto di competenza informativa, mentre la seconda parte riguarda le attività – organizzate e svolte in particolare nelle biblioteche – per insegnare a ricercare e a fare un uso consapevole delle informazioni. La panoramica restituita, su un ambito complesso e ancora oggi terreno di riflessioni non definitive, stante la costante evoluzione del terreno di riferimento, si propone come strumento per i bibliotecari che vogliano confrontarsi con il tema di come un uso consapevole e efficace delle fonti informative sia fondante rispetto ai bisogni dei cittadini e al ruolo delle biblioteche per favorire la loro crescita culturale e professionale.

________________

Laura Ballestra è responsabile dei servizi al pubblico e insegna Information literacy presso LIUC Università Cattaneo. Già membro della Sezione Information literacy di IFLA, oggi è membro della Sezione Reference and information services e del Gruppo di studio Information literacy di AIB. Ha scritto articoli e libri sull’Information literacy e la sua didattica. Su questi temi svolge attività di formazione per bibliotecari, docenti e studenti della scuola superiore. È esercitatrice di Biblioteconomia e Bibliografia presso l’Università Cattolica del S. Cuore di Milano.

_______________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

_______________

Estratto con sommario e introduzione.

_______________

Dicono del libro

#AIBLIGURIAONAIR: Video-incontri con esperti, 7° incontro – Laura Ballestra, <https://www.youtube.com/watch?v=F6-9MtfFb_M&feature=youtu.be>.

_______________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

___________________

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Informazione in linea

Ferruccio Diozzi. Informazione in linea. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1993. 86 p. ISBN 88-7812-025-1.
 


 

Dalla Premessa

 

«La ricerca d’informazione in linea è uno dei fenomeni che hanno più radicalmente inciso sul mondo dell’informazione in questi ultimi anni. La disponibilità di dati di tipo diverso (bibliografici, testuali, numerici) attraverso computer e la loro velocità di diffusione hanno dato grandi vantaggi a molte strutture operanti in ambienti di ricerca e di tecnologie avanzate e stimolato il sorgere di una vera e propria industria dell’informazione in linea caratterizzata da diverse tipologie di protagonisti.

L’estensione dei sistemi di ricerca d’informazione in linea a campi del sapere diversi da quello della ricerca scientiifca tout court, estensione determinatasi in maniera massiccia anche in Italia negli ultimi anni, ne ha rafforzato la presa su biblioteche, centri di documentazione, altri servizi informativi e su di un’utenza sempre più vasta.

Questo lavoro intende definire l’informazione in linea nelle sue caratteristiche più importanti, descriverne lo sviluppo sin qui determinatosi e prenderne in considerazione le possibili tendenze evolutive, dal punto di vista delle tecnologie, dei servizi, dei costi e dei benefici.

Un’attenzione particolare sarà attribuita al rapporto stabilitosi tra l’informazione in linea ed i servizi bibliotecari, come si presenta oggi e come potrà essere in un prossimo futuro».

 


Sommario: Premessa, 5. Definizioni generali, 6. Principi, tecniche, metodologie, 8. I protagonisti, 23. Organizzazione e gestione dei servizi, 47. L’evoluzione possibile, 57. Bibliografia, 65. Appendici, 71.

Price: € 10,00

Ipertesto

Riccardo Ridi, Ipertesto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 39). ISBN 978-88-7812-264-2

Gli ipertesti sono documenti multilineari, multimediali, granulari, interattivi e integrabili, descrivibili con la teoria dei grafi e composti da più unità informative (nodi) connesse fra loro mediante collegamenti (link) liberamente e indefinitamente percorribili seguendo una pluralità di tragitti diversi. Gli ipertesti sono particolarmente diffusi in ambiente digitale (il Web ne è l’esempio più noto), ma ne esistevano (e ne esistono tuttora) anche di non digitali, come ad esempio le enciclopedie cartacee e i periodici accademici a stampa. Questo volume passa in rassegna definizioni, caratteristiche, componenti, tipologie, storia e applicazioni degli ipertesti, con particolare attenzione ai loro sviluppi teorici e pratici dal 1945 a oggi e al loro impiego per l’organizzazione dell’informazione e in contesti bibliografici e bibliotecari.

Riccardo Ridi insegna bibliografia, biblioteconomia, biblioteconomia digitale e filosofia dell’informazione e del documento presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia in qualità di professore associato. In passato è stato bibliotecario presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha coordinato AIB-WEB e ha guidato il gruppo di lavoro dell’AIB che ha redatto il Codice deontologico dei bibliotecari entrato in vigore nel 2014. Fra i suoi libri si possono ricordare La biblioteca come ipertesto (Editrice Bibliografica, 2007), Il mondo dei documenti (Laterza, 2010) e Deontologia professionale (AIB, 2015). L’elenco completo delle sue pubblicazioni è disponibile su <http://www.riccardoridi.it/>.

 

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Ipertesto (ebook)

Riccardo Ridi, Ipertesto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 39). ISBN 978-88-7812-267-3; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122673 [ebook: formato PDF]

Gli ipertesti sono documenti multilineari, multimediali, granulari, interattivi e integrabili, descrivibili con la teoria dei grafi e composti da più unità informative (nodi) connesse fra loro mediante collegamenti (link) liberamente e indefinitamente percorribili seguendo una pluralità di tragitti diversi. Gli ipertesti sono particolarmente diffusi in ambiente digitale (il Web ne è l’esempio più noto), ma ne esistevano (e ne esistono tuttora) anche di non digitali, come ad esempio le enciclopedie cartacee e i periodici accademici a stampa. Questo volume passa in rassegna definizioni, caratteristiche, componenti, tipologie, storia e applicazioni degli ipertesti, con particolare attenzione ai loro sviluppi teorici e pratici dal 1945 a oggi e al loro impiego per l’organizzazione dell’informazione e in contesti bibliografici e bibliotecari.

_______________________

Riccardo Ridi insegna bibliografia, biblioteconomia, biblioteconomia digitale e filosofia dell’informazione e del documento presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia in qualità di professore associato. In passato è stato bibliotecario presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha coordinato AIB-WEB e ha guidato il gruppo di lavoro dell’AIB che ha redatto il Codice deontologico dei bibliotecari entrato in vigore nel 2014. Fra i suoi libri si possono ricordare La biblioteca come ipertesto (Editrice Bibliografica, 2007), Il mondo dei documenti (Laterza, 2010) e Deontologia professionale (AIB, 2015). L’elenco completo delle sue pubblicazioni è disponibile su <http://www.riccardoridi.it/>.

_______________________

Questo titolo è disponibile anche in formato cartaceo

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

________________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

________________________

Price: € 4,99

Loading Updating cart…

La biblioteca multiculturale

Buson, Arianna. La biblioteca multiculturale. Roma: AIB, 2013. 82 p. (ET: Enciclopedia tascabile, 30). ISBN 978-88-7812-218-5

Additional DescriptionMore Details

Il libro delinea le caratteristiche della biblioteca multiculturale a partire dalle politiche culturali e dal contesto normativo sull’immigrazione, dalle indicazioni biblioteconomiche nazionali e internazionali e dalle pratiche messe in atto da varie biblioteche italiane in materia di multicultura.Affronta le molteplici questioni che interessano la biblioteca multiculturale: le finalita’ di base, l’analisi di comunita’ e la valutazione dei bisogni, la dotazione patrimoniale e strumentale, il monitoraggio e la valutazione dell’utilizzo dei servizi e del patrimonio; le strategie per la promozione dei servizi e delle attivita’; come cambiano i servizi e le proposte informative e culturali; come cambia la professione e quali competenze sono auspicabili; il ruolo della cooperazione tra diversi settori al fine di ottimizzare risorse e garantire scambi di competenze.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Linked data

Iacono, Antonella. Linked data. Roma: AIB, 2014. (Collana ET; 32). ISBN 978-88-7812-229-1

Abstract
Il volume offre un’agile introduzione ai Linked data, nuovo paradigma di interconnessione dei dati nel Web semantico. La prima parte del volume contestualizza i ‘dati collegati’ tra le tecnologie per la realizzazione del Web semantico e rispetto al movimento Open data, illustra il data model Resource Description Framework (RDF), analizza la funzione dei vocabolari e delle ontologie e la composizione del ‘Web dei dati’. Nella seconda parte sono presentate le principali iniziative delle biblioteche nel campo del Web Semantico e si esaminano i possibili vantaggi dell’adozione di questa pratica per produrre dati accessibili in rete, interoperabili e riutilizzabili. Un capitolo illustra le fasi del procedimento di pubblicazione dei dati e affronta le questioni riguardanti la scelta delle tecnologie più appropriate e delle licenze che regolano l’accesso e il libero riutilizzo dei dati nel web. Nei capitoli conclusivi si valuta l’impatto della tecnologia dei linked data sui cataloghi elettronici con riferimento alla creazione e alla struttura dei record bibliografici, alle modalità di accesso al catalogo e alle funzioni che quest’ultimo potrà svolgere all’interno del più ampio spazio globale dell’informazione.

Biografia
Antonella Iacono è dottore di ricerca in Scienze librarie e documentarie. Bibliotecaria, dal 2009 è cultore della materia per gli insegnamenti di Scienza della biblioteca e dell’informazione e Biblioteconomia presso l’Università di Roma La Sapienza. Collabora con numerose riviste di settore, tra le quali “AIB Studi”, “Jlis.it”, “Biblioteche oggi”, “Nuovi annali della Scuola Speciale Archivisti e Bibliotecari”. Fa parte della redazione web di AIB Studi ed è membro del CER dell’AIB Sezione Piemonte.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Manifesto

Rossella Todros. Manifesto. Roma: AIB, 1992. 57 p. ISBN 88-7812-018-9

Additional DescriptionMore Details

Il manifesto ha una storia antichissima: i suoi precedenti più lontani rislagono ai conosciutissimi graffiti che costituivano le insegne delle taverne romane oppure a quegli avvisi redatti a mano che annunciavano una manifestazione poco prima del suo svolgersi .
Più propriamente la sua nascita è decretata dall’invenzione della stampa che permette la realizzazione di quella che è la più tipica caratteristica dei manifesti, cioè la produzione in più esemplari.

I manifesti fanno ormai parte del paesaggio urbano in cui ci muoviamo. La densità con cui si affiancano gli uni agli altri sui muri delle città, la frequenza con la quale si sovrappongono tentando di trasmettere l’informazione più accattivante ed aggiornata, hanno tolto parte della forza al loro messaggio: al tempo stesso il proliferare delle nuove tecniche di comunicazione, creando altri veicoli di informazione, ha costretto a nuove cure per il «prodotto» manifesto, contribuendo così ad un suo miglioramento qualitativo.

L’interesse per questo tipo di documenti provocato da studi artistici, storici, sociologici, semiologici ne ha aumentato la richiesta e la ricerca: molte delle collezioni storiche, nate, come si è detto, tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento nella sfera del privato, sono state trasmesse a musei e a centri di documentazione a seconda delle caratteristiche formali o di contenuto delle collezioni stesse.

Anche nelle biblioteche italiane sono confluite raccolte di manifesti: si tratta delle biblioteche statali (per la legge del diritto di stampa), delle biblioteche specializzate (per la completezza della loro specifica documentazione), delle biblioteche pubbliche (soprattutto per i legami con la storia locale).

Se esiste una ricchissima bibliografia che riguarda la storia dei manifesti, il loro significato nell’evoluzione del costume e il loro valore come veicolo pubblicitario, molto più scarsa è stata l’attenzione dedicata a questi documenti dalla letteratura biblioteconomica, specialmente in lingua italiana: questa voce studia il trattamento di questi materiali, sia esaminando la situazione di alcune collezioni esistenti sia partendo dalla loro definizione e affrontando i problemi della descrizione e della conservazione.

Sommario: IL MANIFESTO NELLE COLLEZIONI. Definizioni e caratteristiche fisiche, 9. Acquisizione, 15. Conservazione, 17. Uso delle collezioni, 21. Descrizione, 24. Le intestazioni, 30. COLLEZIONI DI MANIFESTI. Francia, 33. La situazione in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, 39. Altre collezioni straniere, 43. La situazione italiana, 46. Bibliografia, 53.

Product Options

Price: da € 4,34

Loading Updating cart…

Mediateca

Gianna Landucci. Mediateca. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1992. 55 p. ISBN 88-7812-019-7.


 

Dall’Introduzione

 

«Ma cosa è veramente una mediateca? Quando viene coniato un nuovo termine, soprattutto se questo non sta a significare un oggetto dai contorni e dalle caratteristiche fisiche chiare e definite, ma sta a indicare un’idea i cui connotati vanno tracciati insieme alla formulazione che la designa, non sempre risulta facile focalizzare l’oggetto o il concetto di cui si vuol dare una espressione verbale sintetica. Mediateca è un termine che circola in Italia da oltre venti anni, ma di cui ancora oggi non si conosce una definizione certa .

Analizzando i termini che compongono il lemma – media e teca – questo secondo, teca ovvero urna, contenitore per la conservazione di oggetti, è termine sufficientemente chiaro anche perché si trova frequentemente collegato ad altre radici in sostantivi il cui significato ci è ormai da tempo familiare: biblioteca, fototeca, discoteca ecc.

Ma è la prima parte del termine, quel media, che può generare equivoci, e non solo per un pubblico non colto o di non specialisti. Intanto occorre precisare che si tratta di un plurale, il plurale della parola latina medium, e che l’etimo corrispondente in italiano va ricercato sotto il lemma medio – nell’accezione sostantivata di «tramite, mezzo, strumento».

Sta in questa sintetica definizione la chiave giusta d’interpretazione del lemma, il cui senso si può ancor meglio chiarire se messo accanto, per affinità ad un termine ben conosciuto: biblioteca. Se la biblioteca è il «luogo adibito alla custodia dei libri, al loro ordinamento e schedatura, alla loro consultazione, oppure, la raccolta più o meno vasta e sistematica di libri» (Battaglia 1967), mediateca, per analogia, dovrebbe essere luogo e raccolta di «mezzi». Termine questo quanto mai generico, se non accompagnato dall’attributo «di informazione, di comunicazione», che sta a circoscrivere l’ambito di veicolazione di questi mezzi.

Medio, quindi, o medium, che la stessa fonte ci definisce «ciò che costituisce una mediazione tra la natura sensibile e il mondo delle idee. Strumento, mezzo di comunicazione» (Battaglia 1975). Ormai il termine medium e il suo plurale media, soprattutto nella locuzione mass media, hanno un significato talmente ampio che hanno finito per indicare qualsiasi cosa abbia a che fare con la comunicazione.»

 


Sommario: Media, mass-media e dintorni, 6. La biblioteca multimediale, 9. Gli audiovisivi, 11. La biblioteca del film, 18. La mediateca in Italia, 23. Alcuni esempi, 32. Bibliografia, 39. Appendice, 45.

Price: € 0,00

Metadati

Weston, Paul Gabriele; Sardo, Lucia. Metadati. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2017. (Enciclopedia Tascabile, 37). ISBN 978-88-7812-253-6

L’uso del termine Metadati precede l’avvento di internet e ha una storia che anticipa di oltre vent’anni la nascita del web, come lo conosciamo oggi. L’applicazione dei metadati alle risorse elettroniche, specialmente di natura non commerciale, come le biblioteche digitali, risponde all’esigenza di corredare queste ultime di un adeguato insieme di informazioni sui contenuti, sulla struttura logica e fisica, sulla creazione e la gestione dei file, sulle condizioni di fruizione e di riuso dei dati, tali da consentirne il trattamento, la ricerca, la pubblicazione, il controllo e l’archiviazione di medio e lungo termine. Nel volume vengono illustrati, con mediante un adeguato numero di esemplificazioni, gli schemi di
metadati nelle loro diverse tipologie, affermatisi negli anni a livello internazionale come standard certificati in funzione dell’interoperabilità tra le risorse e della conservazione di lungo termine.

_____________

Lucia Sardo, dopo aver conseguito una laurea in conservazione dei beni culturali e un dottorato in scienze bibliografiche, ha coordinato le biblioteche della Fondazione Cini di Venezia. Attualmente lavora presso la Biblioteca Saffi di Forlì come alta specializzazione e insegna a contratto biblioteconomia e catalogazione e classificazione presso l’Università di Bologna – Campus di Ravenna.

Paul Gabriele Weston. Dopo una lunga attività di bibliotecario svolta presso la Biblioteca Apostolica Vaticana, dal 2001 ricopre la carica di professore associato all’Università di Pavia per le discipline biblioteconomiche. Nel corso degli anni si è occupato di cataloghi elettronici, controllo di autorità, interoperabilità tra sistemi eterogenei, biblioteche digitali. Le linee di ricerca attuali includono i criteri di allestimento di archivi letterari digitali nativi e l’estensione alle biblioteche digitali di servizi di partecipazione e conversazione. Componente di numerosi gruppi di lavoro (di recente quello sull’Evoluzione e sviluppo del Servizio Bibliotecario Nazionale), dal 2016 è Direttore scientifico di AIB Studi.

_____________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_____________

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Metadati (ebook)

Weston, Paul Gabriele; Sardo, Lucia. Metadati. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2017. (Enciclopedia Tascabile, 37). ISBN 978-88-7812-306-9; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123069.

L’uso del termine Metadati precede l’avvento di internet e ha una storia che anticipa di oltre vent’anni la nascita del web, come lo conosciamo oggi. L’applicazione dei metadati alle risorse elettroniche, specialmente di natura non commerciale, come le biblioteche digitali, risponde all’esigenza di corredare queste ultime di un adeguato insieme di informazioni sui contenuti, sulla struttura logica e fisica, sulla creazione e la gestione dei file, sulle condizioni di fruizione e di riuso dei dati, tali da consentirne il trattamento, la ricerca, la pubblicazione, il controllo e l’archiviazione di medio e lungo termine. Nel volume vengono illustrati, con mediante un adeguato numero di esemplificazioni, gli schemi di
metadati nelle loro diverse tipologie, affermatisi negli anni a livello internazionale come standard certificati in funzione dell’interoperabilità tra le risorse e della conservazione di lungo termine.

_____________

Lucia Sardo, dopo aver conseguito una laurea in conservazione dei beni culturali e un dottorato in scienze bibliografiche, ha coordinato le biblioteche della Fondazione Cini di Venezia. Attualmente lavora presso la Biblioteca Saffi di Forlì come alta specializzazione e insegna a contratto biblioteconomia e catalogazione e classificazione presso l’Università di Bologna – Campus di Ravenna.

Paul Gabriele Weston. Dopo una lunga attività di bibliotecario svolta presso la Biblioteca Apostolica Vaticana, dal 2001 ricopre la carica di professore associato all’Università di Pavia per le discipline biblioteconomiche. Nel corso degli anni si è occupato di cataloghi elettronici, controllo di autorità, interoperabilità tra sistemi eterogenei, biblioteche digitali. Le linee di ricerca attuali includono i criteri di allestimento di archivi letterari digitali nativi e l’estensione alle biblioteche digitali di servizi di partecipazione e conversazione. Componente di numerosi gruppi di lavoro (di recente quello sull’Evoluzione e sviluppo del Servizio Bibliotecario Nazionale), dal 2016 è Direttore scientifico di AIB Studi.

_____________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_____________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

 

__________________

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Mostra bibliografica

Anna Rosa Venturi. Mostra bibliografica. Roma: AIB, 2006. 68 p. ISBN 88-7812-160-6

Additional DescriptionMore Details

Sommario: Premessa, 5. Introduzione, 7. Cenni storici intorno al libro inteso come oggetto da esposizione, 11. Le esposizioni bibliografiche nell’Italia moderna, 18. Tipologie espositive, 28. Iter della mostra, 34. Scheda di prestito ufficiale del Ministero per i beni e le attività culturali, 45. Catalogo, 55. Servizi previsti e offerti dall’inaugurazione alla chiusura della mostra, 58. Bibliografia, 64. Rassegna normativa, 67.

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

OPAC

Andrea Marchitelli, Giovanna Frigimelica. OPAC. Roma: AIB, 2012. 93 p. ISBN 978-88-7812-215-4

Additional DescriptionMore Details

Sommario

Cenni di Information Retrieval
Struttura del record bibliografico
Gli OPAC: Definizione, nascita, diffusione
Tipologie di ricerca negli OPAC tradizionali
MetaOPAC, metasearching, link resolver
OPAC di Nuova Generazione
Discovery tools
Acronimi
Bibliografia
Linee guida per la visualizzazione degli OPAC (On line Public Access Catalogue)

Linee guida per la visualizzazione degli OPAC. Esempi. Edizione italiana

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Pubblicazioni ufficiali italiane

Vilma Alberani. Pubblicazioni ufficiali italiane. Roma: AIB, 1995. 91 p. ISBN 88-7812-029-4

Additional DescriptionMore Details

Dall’Introduzione
«Documenti, comunque stampati, di carattere governativo ai vari livelli sono stati spesso in passato trattati nelle biblioteche, in particolare, come “materiale minore”, considerando pubblicazioni ufficiali, e come tali catalogate, classificate, ecc., soltanto quelle raccolte di carattere legislativo e amministrativo sulla cui identità non vi potesse essere alcun dubbio.
Inoltre se si fa una ricerca nei pochi manuali di biblioteconomia pubblicati in Italia, difficilmente si trova un capitolo, si può trovare al limite un paragrafo dedicato a questo tipo di pubblicazioni, per cui bibliotecari e documentalisti incontrano qualche difficoltà nel ricercare e trattare questa documentazione che si può presentare sotto forme diverse. […]
Con il decentramento regionale, con l’estensione della sfera di azione pubblica, con la crescente integrazione tra l’attività dei pubblici poteri e quella dei singoli cittadini e con la maggiore patecipazione di questi ultimi alla vita amministrativa dello Stato e degli enti locali, vi è stato un aumento notevole di richieste di materiale informativo di carattere ufficiale. A tale situazione si accompagna un’aumentata produzione di questo materiale da parte delle autorità politico-territoriali e dei loro organi.[…]
La facilità con cui il bibliotecario può procedere all’acquisizione di tale materiale dipende ovviamente dalla conoscenza che egli ha delle fonti rilevanti da cui ottenere documenti e informazioni relativi al settore specifico. Bisogna tener presente che l’informazione non è sempre ottenuta da fonti documentarie e, in questa materia, molto spesso la conoscenza della struttura organizzativa dello Stato e delle altre autorit&agrvae; politico-territoriali e di ci&ogarve; che esse pubblicano, oltre i contatti personali diretti, possono dare risultati molto più proficui rispetto anche a molti strumenti bibliografici che, come ben sappiamo, non danno sempre l’informazione più aggiornata».

Sommario: Introduzione, 5. Definizioni, 7. Pubblicazioni degli organi parlamentari, 19. Pubblicazioni legali dello Stato, 27. Pubblicazioni delle autorirà giurisdizionali, 37. Pubblicazioni degli organi centrali dello Stato, 43. Pubblicazioni legali delle regioni, 50. Il controllo bibliografico e la disponibilità, 55. Bibliografia, 79.

Product Options

Price: da € 4,34

Loading Updating cart…

RDA. Ed. aggiornata

Mauro Guerrini, RDA: Resource Description and Access; con un aggiornamento di Lucia Sardo. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020.  (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 43). ISBN 978-88-7812-301-4

RDA, Resource Description and Access, è, in sintesi, un pacchetto di elementi di dati, linee guida e istruzioni per creare metadati per le risorse bibliotecarie e del patrimonio culturale. Il nuovo testo della voce di ET vuole rendere conto, sinteticamente, dello strumento e della sua evoluzione: un’operazione delicata giacché, proprio perché RDA è in aggiornamento costante, alcune informazioni di dettaglio possono variare anche nell’arco di poco tempo; per questo gli autori hanno preferito evidenziarne la filosofia quale standard per la descrizione e l’accesso alle risorse nell’era digitale.

__________

Mauro Guerrini è professore ordinario di Biblioteconomia all’Università di Firenze, dove coordina il Master biennale in Archivistica, Biblioteconomia e Codicologia. È stato chair di congressi scientifici internazionali, presidente dell’AIB dal 2005 al 2011, del Comitato italiano per il congresso IFLA di Milano del 2009; membro di numerosi gruppi di lavoro e sezioni dell’IFLA; membro del Gruppo di lavoro sull’open access della CRUI. È stato presidente del Comitato per i beni librari e gli istituti culturali del MiBACT. Il suo interesse principale è rivolto alla catalogazione e all’accesso aperto alla letteratura scientifica. Ha partecipato con relazioni a numerosi convegni in Italia e in vari paesi europei, americani, africani e asiatici. È fondatore e direttore della rivista JLIS.it ed è membro del comitato scientifico di riviste di biblioteconomia italiane e straniere. È autore di diversi libri e saggi su riviste italiane e straniere.

Lucia Sardo dopo una Laurea in Conservazione dei Beni Culturali e un Dottorato di ricerca in Scienze bibliografiche ha lavorato presso biblioteche private e pubbliche. Attualmente è ricercatore a tempo determinato presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Campus di Ravenna.

__________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

__________

Estratto con sommario e premessa.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

RDA. Ed. aggiornata (ebook)

Mauro Guerrini, RDA: Resource Description and Access; con un aggiornamento di Lucia Sardo. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana ET Enciclopedia Tascabile, 43). ISBN 978-88-7812-307-6; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123076  [ebook: formato PDF]

RDA, Resource Description and Access, è, in sintesi, un pacchetto di elementi di dati, linee guida e istruzioni per creare metadati per le risorse bibliotecarie e del patrimonio culturale. Il nuovo testo della voce di ET vuole rendere conto, sinteticamente, dello strumento e della sua evoluzione: un’operazione delicata giacché, proprio perché RDA è in aggiornamento costante, alcune informazioni di dettaglio possono variare anche nell’arco di poco tempo; per questo gli autori hanno preferito evidenziarne la filosofia quale standard per la descrizione e l’accesso alle risorse nell’era digitale.

__________

Mauro Guerrini è professore ordinario di Biblioteconomia all’Università di Firenze, dove coordina il Master biennale in Archivistica, Biblioteconomia e Codicologia. È stato chair di congressi scientifici internazionali, presidente dell’AIB dal 2005 al 2011, del Comitato italiano per il congresso IFLA di Milano del 2009; membro di numerosi gruppi di lavoro e sezioni dell’IFLA; membro del Gruppo di lavoro sull’open access della CRUI. È stato presidente del Comitato per i beni librari e gli istituti culturali del MiBACT. Il suo interesse principale è rivolto alla catalogazione e all’accesso aperto alla letteratura scientifica. Ha partecipato con relazioni a numerosi convegni in Italia e in vari paesi europei, americani, africani e asiatici. È fondatore e direttore della rivista JLIS.it ed è membro del comitato scientifico di riviste di biblioteconomia italiane e straniere. È autore di diversi libri e saggi su riviste italiane e straniere.

Lucia Sardo dopo una Laurea in Conservazione dei Beni Culturali e un Dottorato di ricerca in Scienze bibliografiche ha lavorato presso biblioteche private e pubbliche. Attualmente è ricercatore a tempo determinato presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Campus di Ravenna.

__________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

__________

Estratto con sommario e premessa.

__________

l volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

__________

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

RDA. Resource Description and Access

Guerrini, Mauro. RDA. Resource Description and Access. Roma: AIB, 2017. (Collana ET; 36). ISBN 978-88-7812-251-2

RDA, Resource Description and Access, si presenta come un insieme di linee guida e di istruzioni per la registrazione dei dati di qualsiasi risorsa, termine entrato nel vocabolario biblioteconomico dall’inizio del 2000, utilizzato col significato di qualsiasi tipo di oggetto portatore di un messaggio: manoscritti, libri, periodici, foto, musica, carte geografiche, film, ebook, documenti istituzionali, carte personali e familiari, documentazione aziendale, corrispondenza, opere d’arte, abiti di scena, reperti e oggetti naturali, aeromobili e macchine spaziali, modellini. RDA pone al centro l’utente; infatti suo scopo principale è consentire a ciascun utente di scoprire e ottenere le risorse di proprio interesse. RDA esprime pienamente le sue potenzialità se unito a tecnologie con una struttura flessibile, in grado di “liberare” i singoli elementi descrittivi rendendoli autonomi; i dati vengono resi più granulari, consentendo la possibilità di compiere ricerche ben più mirate rispetto a quanto sia possibile coi cataloghi attuali. Per questo RDA è uno standard concepito primariamente per l’era digitale, che si muove all’interno della filosofia del web semantico realizzata dalle tecnologie dei linked data. Dal 31 marzo 2013, RDA è adottato dalla Library of Congress e da altre biblioteche di ambito angloamericano ed europeo.

Mauro Guerrini è professore ordinario di Biblioteconomia all’Università di Firenze, dove coordina il Master biennale in Archivistica, Biblioteconomia e Codicologia; è Presidente del Corso di Laurea magistrale in Scienze archivistiche e biblioteconomiche e fa parte del collegio dei docenti del dottorato di ricerca in Storia (percorso archivistico, biblioteconomico e paleografico). È stato chair di congressi scientifici internazionali, presidente dell’AIB dal 2005 al 2011, del Comitato italiano per il congresso IFLA di Milano del 2009; membro di numerosi gruppi di lavoro e sezioni dell’IFLA; membro del Gruppo di lavoro sull’open access della CRUI. È stato presidente del Comitato per i beni librari e gli istituti culturali del MiBACT e, in questo ruolo, membro del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici. Cofondatore della Società italiana di bibliografia e biblioteconomia (SIBB); referente per la valutazione di progetti scientifici italiani ed europei. Il suo interesse principale è rivolto alla catalogazione e all’accesso aperto alla letteratura scientifica. Ha partecipato con relazioni a numerosi convegni in Italia e in vari paesi europei, americani, africani e asiatici. È fondatore e direttore della rivista JLIS.it ed è membro del comitato scientifico di riviste di biblioteconomia italiane e straniere. È stato il responsabile scientifico della traduzione italiana di ISBD e di RDA. È autore di diversi libri e saggi su riviste italiane e straniere.

Product Options

Price: da € 8,40

REICAT

Turbanti, Simona. REICAT. Roma: AIB, 2016. (Collana ET; 35). ISBN 978-88-7812-243-7

Il volume si propone di fornire un quadro complessivo delle Regole italiane di catalogazione – REICAT, elaborate dalla Commissione permanente per la revisione delle regole italiane di catalogazione, pubblicate nella versione a stampa nel 2009. Partendo da una breve introduzione sulla nascita dei codici nazionali catalografici, lo standard internazionale ISBD, i formati di scambio MARC e la Dichiarazione di principi di catalogazione internazionali, si arriva a delineare i presupposti e il contesto in cui le Regole sono state concepite. Vengono, quindi, illustrati la struttura e i contenuti del codice mettendone in luce le principali caratteristiche e gli elementi di novità nei confronti non solo delle precedenti norme catalografiche italiane (Regole italiane di catalogazione per autori), ma anche di una serie di usi e consuetudini, interni o meno all’ambiente del Servizio bibliotecario nazionale, consolidatisi nell’arco del trentennio che è intercorso tra la pubblicazione dei due testi. La parte finale del lavoro è dedicata allo stretto rapporto esistente tra le Regole e il modello sviluppato nei Functional requirements for bibliographic records. A chiudere il volume, un accenno alle nuove Resource description and access (RDA), uno dei fenomeni che meritano certamente attenzione, per portata e dimensione, al di fuori dell’area angloamericana, dinanzi al quale non bisogna però cadere in facili, quanto sterili, operazioni di (false) contrapposizioni rispetto alle norme italiane.

___________________

Simona Turbanti è funzionario bibliotecario presso il Sistema bibliotecario di ateneo dell’Università di Pisa e dottoranda in Scienze librarie e documentarie presso la Sapienza Università di Roma. I suoi interessi di ricerca vertono prevalentemente sulla catalogazione, valutazione della ricerca, bibliometria e metriche alternative, tematiche legate alla formazione. Curatrice di Gli incunaboli e le cinquecentine della Biblioteca del Convento di S. Torpè (Regione Toscana, 1998) e coautrice del Manuale pratico di catalogazione: casi e problemi (Editrice Bibliografica, 2006), ha scritto per diverse riviste italiane e alcune internazionali ed è stata docente in numerosi corsi di aggiornamento e formazione. Attualmente membro della Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole italiane di catalogazione.

___________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

___________________

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

REICAT (ebook)

Turbanti, Simona. REICAT. Roma: AIB, 2016. (Collana ET; 35). ISBN 978-88-7812-304-5; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123045 [ebook: formato PDF]

Il volume si propone di fornire un quadro complessivo delle Regole italiane di catalogazione – REICAT, elaborate dalla Commissione permanente per la revisione delle regole italiane di catalogazione, pubblicate nella versione a stampa nel 2009. Partendo da una breve introduzione sulla nascita dei codici nazionali catalografici, lo standard internazionale ISBD, i formati di scambio MARC e la Dichiarazione di principi di catalogazione internazionali, si arriva a delineare i presupposti e il contesto in cui le Regole sono state concepite. Vengono, quindi, illustrati la struttura e i contenuti del codice mettendone in luce le principali caratteristiche e gli elementi di novità nei confronti non solo delle precedenti norme catalografiche italiane (Regole italiane di catalogazione per autori), ma anche di una serie di usi e consuetudini, interni o meno all’ambiente del Servizio bibliotecario nazionale, consolidatisi nell’arco del trentennio che è intercorso tra la pubblicazione dei due testi. La parte finale del lavoro è dedicata allo stretto rapporto esistente tra le Regole e il modello sviluppato nei Functional requirements for bibliographic records. A chiudere il volume, un accenno alle nuove Resource description and access (RDA), uno dei fenomeni che meritano certamente attenzione, per portata e dimensione, al di fuori dell’area angloamericana, dinanzi al quale non bisogna però cadere in facili, quanto sterili, operazioni di (false) contrapposizioni rispetto alle norme italiane.

___________________

Simona Turbanti è funzionario bibliotecario presso il Sistema bibliotecario di ateneo dell’Università di Pisa e dottoranda in Scienze librarie e documentarie presso la Sapienza Università di Roma. I suoi interessi di ricerca vertono prevalentemente sulla catalogazione, valutazione della ricerca, bibliometria e metriche alternative, tematiche legate alla formazione. Curatrice di Gli incunaboli e le cinquecentine della Biblioteca del Convento di S. Torpè (Regione Toscana, 1998) e coautrice del Manuale pratico di catalogazione: casi e problemi (Editrice Bibliografica, 2006), ha scritto per diverse riviste italiane e alcune internazionali ed è stata docente in numerosi corsi di aggiornamento e formazione. Attualmente membro della Commissione per il mantenimento, l’aggiornamento e la diffusione delle Regole italiane di catalogazione.

___________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formatoPDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 15 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

___________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini esulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

___________________

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Revisione delle raccolte. Nuova edizione aggiornata

Loredana Vaccani, Revisione delle raccolte. Nuova edizione aggiornata. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Enciclopedia Tascabile, 40). ISBN 978-88-7812-279-6

Il libro, nella nuova edizione aggiornata, affronta i vari aspetti, teorici e pratici, della revisione delle raccolte. In base ai criteri definiti in una griglia di valutazione, ogni documento presente in biblioteca deve essere periodicamente rivisto, ri-giudicato, per decidere il posto che può occupare nel patrimonio della stessa. Secondo le linee guida IFLA/Unesco per lo sviluppo del servizio bibliotecario pubblico, la revisione è inserita nella normale gestione delle raccolte, come un momento importante di verifica dello stato fisico, dell’utilizzo e della validità informativa del documento. L’opera, dopo aver esposto i fondamenti teorici della revisione nei suoi vari aspetti, presenta una proposta operativa di lavoro e si sofferma sulla tematica della demanialità delle raccolte e della necessità di procedere agli atti amministrativi necessari per l’alienazione (eliminazione, dono, vendita) dei documenti. Vengono poi analizzati le varie opzioni che possono toccare al documento “allontanato” dallo scaffale e cioè il magazzino o l’eliminazione, che non sempre però vuol dire macero, ma può significare anche dono o vendita. Altri argomenti trattati sono quelli della necessità della riattualizzazione del patrimonio e soprattutto dell’opportunità di procedere a una revisione coordinata, cioè di considerare anche questa operazione, come gli acquisti, in un’ottica di cooperazione. Una ricca appendice offre infine una serie di strumenti pratici (esempi anche storici di griglie di valutazione, modelli di atti amministrativi, documenti) sicuramente utili per effettuare una revisione delle raccolte efficace e tecnicamente precisa.

____________________

Loredana Vaccani è stata dal 1987 sino al 2016 la direttrice della Biblioteca di Busto Arsizio (Va). Ha ricoperto diverse cariche elettive nell’Associazione Italiana Biblioteche dal 1994 al 2003, sia in ambito regionale che nazionale, occupandosi soprattutto delle tematiche della difesa della professione bibliotecaria. Si occupa da molti anni della gestione delle collezioni e in particolare dal 1994 della revisione delle raccolte sulla quale ha scritto numerosi articoli sulle principali riviste biblioteconomiche italiane, rifacendosi spesso a modelli ed esperienze straniere. I volumi Come fare la revisione del patrimonio documentario (Milano: Editrice Bibliografica, 2015) e Revisione delle raccolte (Roma: AIB, 2019, seconda edizione aggiornata) sono le uniche due opere monografiche italiane su questo argomento.

____________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

____________________

Pagine introduttive e capitolo 1 liberamente scaricabili

_________________

Dicono del libro

Sara Dinotola, rec. a Loredana Vaccani, Revisione delle raccolte, «Aib Studi», 59 (2019), 3, p. 495-497, <https://aibstudi.aib.it/article/view/12023/11520>.
_________________
Product Options

Price: da € 10,50

Revisione delle raccolte. Nuova edizione aggiornata (ebook)

Loredana Vaccani, Revisione delle raccolte. Nuova edizione aggiornata. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Enciclopedia Tascabile, 40). ISBN  978-88-7812-282-6; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122826 [ebook: formato PDF]

Il libro, nella nuova edizione aggiornata, affronta i vari aspetti, teorici e pratici, della revisione delle raccolte. In base ai criteri definiti in una griglia di valutazione, ogni documento presente in biblioteca deve essere periodicamente rivisto, ri-giudicato, per decidere il posto che può occupare nel patrimonio della stessa. Secondo le linee guida IFLA/Unesco per lo sviluppo del servizio bibliotecario pubblico, la revisione è inserita nella normale gestione delle raccolte, come un momento importante di verifica dello stato fisico, dell’utilizzo e della validità informativa del documento. L’opera, dopo aver esposto i fondamenti teorici della revisione nei suoi vari aspetti, presenta una proposta operativa di lavoro e si sofferma sulla tematica della demanialità delle raccolte e della necessità di procedere agli atti amministrativi necessari per l’alienazione (eliminazione, dono, vendita) dei documenti. Vengono poi analizzati le varie opzioni che possono toccare al documento “allontanato” dallo scaffale e cioè il magazzino o l’eliminazione, che non sempre però vuol dire macero, ma può significare anche dono o vendita. Altri argomenti trattati sono quelli della necessità della riattualizzazione del patrimonio e soprattutto dell’opportunità di procedere a una revisione coordinata, cioè di considerare anche questa operazione, come gli acquisti, in un’ottica di cooperazione. Una ricca appendice offre infine una serie di strumenti pratici (esempi anche storici di griglie di valutazione, modelli di atti amministrativi, documenti) sicuramente utili per effettuare una revisione delle raccolte efficace e tecnicamente precisa.

____________________

Loredana Vaccani è stata dal 1987 sino al 2016 la direttrice della Biblioteca di Busto Arsizio (Va). Ha ricoperto diverse cariche elettive nell’Associazione Italiana Biblioteche dal 1994 al 2003, sia in ambito regionale che nazionale, occupandosi soprattutto delle tematiche della difesa della professione bibliotecaria. Si occupa da molti anni della gestione delle collezioni e in particolare dal 1994 della revisione delle raccolte sulla quale ha scritto numerosi articoli sulle principali riviste biblioteconomiche italiane, rifacendosi spesso a modelli ed esperienze straniere. I volumi Come fare la revisione del patrimonio documentario (Milano: Editrice Bibliografica, 2015) e Revisione delle raccolte (Roma: AIB, 2019, seconda edizione aggiornata) sono le uniche due opere monografiche italiane su questo argomento.

____________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 18 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

____________________

Pagine introduttive e capitolo 1 liberamente scaricabili

____________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

_________________

Dicono del libro

Sara Dinotola, rec. a Loredana Vaccani, Revisione delle raccolte, «Aib Studi», 59 (2019), 3, p. 495-497, <https://aibstudi.aib.it/article/view/12023/11520>.
 
_________________
 

Price: € 5,00

Loading Updating cart…

Ricerca qualitativa

Faggiolani, Chiara. Ricerca qualitativa. Roma: AIB, 2015. (Collana ET; 33). ISBN 978-88-7812-239-0

Nelle attività di indagine in biblioteca la ricerca qualitativa è un approccio particolarmente utile per l’approfondimento delle motivazioni, dei bisogni e della percezione degli utenti.
Il volume vuole offrire una agile introduzione a questo approccio alla ricerca: nella prima parte vengono trattate le questioni definitorie, anche attraverso la ricostruzione delle principali tappe di sviluppo della ricerca qualitativa; nella seconda parte vengono passati in rassegna i principali strumenti di rilevazione – in particolare la tecnica dell’intervista qualitativa, del focus group e dell’osservazione – e di analisi dei dati, valutandone l’applicabilità ai vari temi di interesse della ricerca in biblioteca. Nell’ultima parte, il volume dipinge un possibile scenario futuro per la ricerca in biblioteca che include anche il trattamento e l’analisi dei cosiddetti big data in un’ottica qualitativa.
Obiettivo del volume è delineare con chiarezza le trasformazioni più significative che l’applicazione dell’approccio qualitativo può apportare alla prassi delle indagini in biblioteca per esempio rispetto alla costumersatisfaction e all’analisi della percezione dell’utenza.
Chiara Faggiolani

Dottore di ricerca in Scienze librarie e documentarie presso l’Università di Roma La Sapienza. Vincitrice del Premio De Gregori edizione 2011, autrice di La ricerca qualitativa per le biblioteche (Editrice Bibliografica, 2012), Posizionamento e missione della biblioteca: un’indagine su quattro biblioteche del Sistema bibliotecario comunale di Perugia (AIB, 2013) e Che cos’è la bibliometria (Carocci, 2015), ha scritto per diverse riviste italiane e internazionali.

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…

Soggettazione

Maria Chiara Giunti. Soggettazione. Roma, Associazione italiana biblioteche, 2002. 76 p. ISBN 88-7812-063-4.


Sommario: Note storiche, 5. Soggettazione e classificazione, 14. Soggettare in SBN, 16. Definizione di soggetto, 17. Analisi concettuale del documento, 21. Piano semantico, 27. Thesaurus, 33. Soggettario, 34. Piano sintattico, 44. Sintassi del Soggettario, 45. Sintassi col metodo Gris, 50. Confronto sintassi Soggettario-Gris, 53. Introduzione di nuovo soggetto, 66. Considerazioni conclusive, 68. Bibliografia, 71.

Price: € 0,00

Sopraccoperta

Paola Puglisi. Sopraccoperta. Roma: AIB, 2002. 158 p. ISBN 88-7812-111-8

Additional DescriptionMore Details

Sommario
Introduzione, 5. LE ORIGINI DELLA SOPRACCOPERTA, 11. Il termine, 11. La legatura editoriale, 13. Le più antiche sopraccoperte, 15. Uno spazio per la pubblicità, 17. Una forma d’arte, 21. ARTE E GRAFICA DELLE SOPRACCOPERTE: UN PERCORSO ATTRAVERSO L’EDITORIA ITALIANA, 24. Più di una promessa, 24. A cavallo di due secoli: la volpe e l’uva, 27. Lo spartito Art Nouveau e il rapporto tra scrittura e immagine, 32. Una soluzione raffinata: la sopraccoperta «a foderina», 36. Canone e innovazione fra le due guerre, 38. Una superficie tridimensionale, 48. Un piccolo manifesto, 54. Vere e false sopraccoperte, 60. Una passeggiata in libreria, 65. SOPRACCOPERTA COME «SOGLIA», 71. «È meglio conoscere ciò che non possiamo ignorare», 71. L’immagine e il gioco, 74. Confronti a distanza, 90. Attenti al risvolto!, 93. BIBLIOGRAFI; BIBLIOTECARI E SOPRACCOPERTE, 106. Un matrimonio instabile, 106. Le sopraccoperte nelle bibliografie descrittive, 108. Le sopraccoperte in biblioteca, 111. Francesco Barberi e la situazione italiana, 113. Le sopraccoperte cpme materiale minore?, 116. «Parte indissolubile del libro», 119. La raccolta e l’ordinamento delle sopraccoperte, 120. Il legame con il libro e la descrizione delle sopraccoperte, 124. La conservazione delle sopraccoperte, 131. Le sopraccoperte nella Biblioteca nazionale centrale di Roma, 135. Altre collezioni, 138. Bibliografia, 143.

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

UNIMARC

Antonio Scolari. UNIMARC. Roma, Associazione italiana biblioteche, 2000. 110 p. ISBN 88-7812-061-8.


Sommario: Controllo bibliografico e formati bibliografici di scambio, 5. Origini e evoluzione di MARC, 15. UNIMARC Bibliographic, 30. UNIMARC / Authorities, 71. Set di caratteri e registrazioni multilingue, 84. Lo standard ISO 2709, 91. Il futuro dello standard, 94. Acronimi, 101. Bibliografia, 103.

Price: € 10,00

World Wide Web

Alberto Salarelli. World Wide Web. Roma, Associazione italiana biblioteche, 1997. 95 p. ISBN 88-7812-039-1.


 

Dalla Premessa

 

«Viviamo una rivoluzione che, per ciò che concerne l’organizzazione dei servizi bibliotecari, non ha precedenti. Nemmeno l’avvento qualche anno fa della cosiddetta “automazione” può essere portato a paragone del terremoto che oggi la telematica sta provocando nel mondo delle biblioteche: si può catalogare, si può gestire un servizio di prestito anche senza il computer, ma è assolutamente impossibile concepire l’idea di una condivisione globale dell’informazione senza le reti.

L’impatto della telematica sulla biblioteca è totale: Internet “più che una nuova tecnologia o un nuovo medium, può apparire come un nuovo paradigma globale” (Ridi 1996, p. 197); ogni servizio va dunque ripensato in funzione delle nuove possibilità offerteci di poter operare in rete, senza mutamento dell’obiettivo finale – soddisfare i bisogni dell’utente – ma con la rinnovata consapevolezza del nuovo, immenso potenziale a nostra disposizione. […]

L’opera si divide in due parti. Lo scopo della prima è illustrare il WWW, la sua storia, il suo rapporto con Internet, i suoi fondamenti tecnici. Nella seconda invece l’accento è posto sul rapporto tra il Web e l’informazione ovvero la ricerca, il recupero e la valutazione della documentazione, in funzione di un utilizzo ottimale di questo strumento».

 


Sommario: Premessa, 5. Prima parte – WWW: Internet come un ipertesto, 9. Definizione, 11. Storia e fondamenti, 12. Architettura, protocolli e linguaggi, 21. Software applicativo, 37. Seconda parte – Navigazione e recupero dell’informazione, 47. WWW: a recipe for chaos? 49. Pianificare una strategia di ricerca, 52. Valutazione e qualità dell’informazione recuperata, 69. Conclusioni: WWW per chi e perché, 73. Bibiliografia, 83. Glossario, 93.

 


Recensione di Enzo Frustaci sul «Bollettino AIB», 37 (1997), n. 4, p. 509-510.

Price: € 10,00

LoadingAggiornamento in corso…
URL: https://www.aib.it/negozio-aib/et/biblioteca-per-ragazzi/. Copyright AIB 2021-11-28. Creata da Andrea Marchitelli, ultima modifica di