Negozio AIB - Sezioni regionali
Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter
PRODUCTS PAGE

Biblioteche: valore e valori

Biblioteche: valore e valori. Atti della giornata di studi, Roma, 21 maggio 2012. A cura di Lucia Antonelli. Roma: AIB, 2013. 124 p. ISBN 978-88-7812-219-2. (Collana Sezioni regionali AIB. Lazio, 1).

Additional DescriptionMore Details

Come valutare l’influenza positiva della biblioteca in una trama socio-economica caratterizzata da incertezza, scarsità di risorse e mutamenti sociali oltre che demografici? Quali risorse funzionali possiede la biblioteca per proporre modelli e soluzioni efficaci nell’erogazione di servizi pubblici in un contesto che non può non tener conto della attuale rivoluzione digitale? Biblioteche: valore e valori propone possibili risposte a queste domane, tanto attuali quanto complesse.Il volume raccoglie gli interventi presentati nel corso del seminario dal titolo Biblioteche: valore e valori, svoltosi a Roma il 21 maggio 2012 e organizzato dalla Sezione Lazio dell’Associazione Italiana Biblioteche. Gli interventi del seminario qui proposti rappresentano tanto un’occasione di riflessione sul valore e sui benefici delle biblioteche rispetto agli individui e alla società, quanto una pratica bussola per i bibliotecari interessati all’adozione di metodologie utili per l’individuazione e per la valutazione dell’impatto delle biblioteche sul territorio.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari

Antonella Panzino, Catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. ISBN 978-88-7812-272-7. (Collana Sezioni regionali AIB. Sardegna, 1)

 

Il catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari nasce dall’esigenza di un aggiornamento del catalogo curato e pubblicato nel 1923 dall’allora direttore Federico Ageno, in quanto sono state in seguito ritrovate altre 12 edizioni del Quattrocento. L’attuale catalogo comprende 71 edizioni per un totale di 73 esemplari. È introdotto da una breve storia della biblioteca legata alla storia dell’Università di Sassari. Seguono le informazioni sulla provenienza degli incunaboli, documentata dai registri di consegna delle biblioteche dei conventi soppressi e dai segni di possesso presenti sui volumi. Vi sono alcune considerazioni sulle note manoscritte, i possessori e le testimonanze d’uso dei libri. Sono in breve riferite le circostanze dei ritrovamenti dei 12 incunaboli che non figuravano nei registri e nei cataloghi della biblioteca. La descrizione dell’edizione si basa sullo standard ISBD e sulla Guida SBN, con il riferimento ai repertori bibliografici, ed è completata dalle notizie sulle caratteristiche dell’esemplare: l’indicazione di eventuali lacune e inserzioni, la descrizione della legatura, l’indicazione di eventuali note di possesso, note d’uso e di lettura, note di censura. Sono infine riportate le precedenti collocazioni.

 

Antonella Panzino ha conseguito la laurea in Scienze politiche presso l’Università di Sassari. In seguito ha ottenuto il diploma di Archivistica, paleografia e diplomatica presso l’Archivio di stato di Cagliari. Bibliotecaria presso la Biblioteca universitaria di Sassari dal 1979 al 2017, è stata responsabile del settore manoscritti e rari in cui ha curato la catalogazione dei manoscritti e dei libri antichi in SBN. È stata inoltre responsabile della tutela e del restauro del materiale librario. È stata docente in materia di tutela e restauro e di catalogazione del libro antico. Ha compiuto alcune missioni di studio presso biblioteche estere.

 

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

Ecobiblioteche, ecoarchivi, ecomusei

Ecobiblioteche, ecoarchivi, ecomusei: Pratiche di sapere e di azione per la tutela ambientale / a cura di Waldemaro Morgese e Maria A. Abenante.Roma: Associazione italiana biblioteche, 2015. ISBN 9788878122413 (Collana Sezioni regionali. Puglia; 2)

Il volume raccoglie alcune relazioni svolte nei convegni del “Bibliopride” 2014, dedicato al ruolo sociale delle biblioteche e al risvolto welfaristico della loro azione, arricchite con interventi scritti espressamente per questo volume, che rappresenta in qualche modo una novità per i temi trattati. In questo quadro di speciale importanza conferita alle problematiche relative alla tutela del Pianeta, significativo è l’apporto che biblioteche, archivi e musei possono dare al miglioramento dei parametri ambientali, sia con un impegno in fatto di sviluppo di collezioni tematiche, sia ponendo attenzione a soluzioni tecnologiche e strutturali ecocompatibili specie nel progettare e attrezzare le proprie sedi, sia attraverso una capacità operativa spiccatamente sintonica con l’intervento a favore dell’ambiente da parte di presidi culturali della filiera MAB. Il volume esplora alcune di queste possibilità, senza mancare di presentare un ventaglio di buone pratiche che consentono di caratterizzare tali presidi come ecobiblioteche, ecoarchivi ed ecomusei e di inserirli a pieno titolo nelle realtà operative a disposizione della collettività per garantire processi ecocompatibili ed economicamente sostenibili, di cui si avverte sempre più l’esigenza.

Waldemaro Morgese (Mola di Bari, 1945). È stato per 15 anni direttore della Teca del Mediterraneo, biblioteca multimediale del Consiglio Regionale della Puglia, ove ha dato vita a una sezione “biofila”, nonché titolare nelle Università pugliesi di discipline economico-aziendali. È stato partner-leader di progetti bibliodocumentali a livello internazionale. Ha promosso strutture ecomuseali e biblioteche rurali. È autore di numerose pubblicazioni, fra cui opere in cui le problematiche ambientali sono affrontate sul piano saggistico o narrativo (La sottile linea verde. Bari: Stilo Editrice, 2013; Città buie. Gravina: Il Grillo Editore, 2015). È presidente dell’AIB Puglia dal 2011.

Maria A. Abenante (Umbriatico, 1969). Bibliotecaria. Dal 1997 opera presso Teca del Mediterraneo, ove svolge attività di reference e catalogazione e ha la responsabilità scientifico-organizzativa dei Workshop annuali e di altri progetti culturali. È co-curatrice, fra l’altro, dei volumi I workshop di Teca e Biblioteche che educano (Roma: AIB, 2010), nonché di L’Archivio storico dello spettacolo in Puglia. Un percorso nelle carte tra memoria e identità (Bari: Ed. Dal Sud, 2015). Ha scritto su «AIB studi», «AIB notizie» e «Biblioteche oggi». Membro del Comitato esecutivo AIB Puglia (2003-2011) e del Comitato esecutivo nazionale AIB dal 2011, di cui è attualmente vicepresidente.

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

I mille volti della qualità in biblioteca

I mille volti della qualità in biblioteca. Una giornata di studio, a cura di Maria Rosaria Califano e Maria Senatore Polisetti; presentazione di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2017. ISBN 978-88-7812-258-1. (Collana Sezioni regionali AIB. Campania, 3).

In questo volume sono raccolti gli atti de “I mille volti della qualità in biblioteca: fra attività gestionali, inclusione e partecipazione” (Campus di Fisciano, 20 aprile 2017), giornata di studio organizzata dal Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management, in collaborazione con la Biblioteca centrale “E. R. Caianiello” dell’Università di Salerno, il Dipartimento di scienze del patrimonio culturale dell’Ateneo (DISPAC), la Sezione Campania dell’AIB. Il titolo allude all’esigenza di coltivare in biblioteca un’idea della qualità più articolata che nel recente passato: non solo uno standard o un insieme di norme tecniche e procedure, ma una rinnovata sensibilità prima, poi una cultura organizzativa e professionale, infine un abito critico e un’attitudine interpretativa. L’incontro ha registrato la partecipazione di studiosi, bibliotecari e altri esperti, con relazioni che descrivono cambiamenti nei servizi, recenti realizzazioni progettuali, passaggi valutativi e, infine, alcuni assaggi critici, che obbligano la biblioteconomia, e le sue letture della qualità, a misurarsi con la complessità dei fenomeni e dei linguaggi contemporanei.

Maria Rosaria Califano bibliotecaria presso il Centro Bibliotecario di Ateneo dell’Università degli Studi di Salerno; coordina i servizi al pubblico ed è responsabile del sistema qualità. Da molti anni si interessa a questi temi e ha fatto parte di diversi organismi dedicati. Coordina il Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management delle biblioteche.

Maria Senatore Polisetti insegna Progettazione e gestione delle biblioteche e degli archivi digitali presso l’Università di Salerno. Come libera professionista lavora dal 2003 con numerose aziende italiane che operano del settore dei beni culturali; svolge attività di consulenza e progettazione di biblioteche e archivi digitali per vari enti pubblici e privati. Ha pubblicato diversi lavori in campo biblioteconomico e archivistico; dal 2014 è redattrice della rivista AIB Studi.

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

Il bibliotecario carcerario: una nuova professione?

Il bibliotecario carcerario: una nuova professione? A cura di Amelia Brambilla, Emanuela Costanzo, Cinzia Rossi. Roma: AIB, 2013. 138 p. ISBN 978-88-7812-223-9. (Collana Sezioni Regionali AIB. Lombardia, 2).

Additional DescriptionMore Details

Negli ultimi anni si sono sviluppate in Italia numerose esperienze di biblioteche carcerarie, più o meno strutturate e integrate con le istituzioni presenti nel territorio di riferimento (biblioteche, sistemi bibliotecari, province, ecc.). Per offrire strumenti di governo di queste esperienze sempre più diffuse, l’Associazione Italiana Biblioteche ha proposto al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, in collaborazione con il Ministero della Giustizia e i rappresentanti degli Enti locali, la stesura di un documento con lo scopo di creare un punto di riferimento univoco. L’immediata e positiva risposta del DAP ha permesso la costituzione di un gruppo di lavoro che ha elaborato un modello di protocollo d’intesa per definire le relazioni tra le carceri e le biblioteche di pubblica lettura. Questo lavoro sulle biblioteche carcerarie ha fatto emergere sempre più la consapevolezza che occorre delineare in modo specifico la figura professionale del bibliotecario carcerario. Occorre quindi definire competenze funzioni e proporre modelli organizzativi finalizzati a introdurre questa figura professionale nel complesso sistema delle carceri italiane. Scopo del 4. Convegno nazionale sulle biblioteche carcerarie, svoltosi il 31 gennaio 2013 a Milano è stato quello di condividere gli obiettivi già realizzati e riflettere su quelli ancora da raggiungere, affinchè un numero sempre maggiore di carceri italiane abbia biblioteche inserite a pieno titolo nel panorama istituzionale mondiale, come prescritto dalle “Linee guida per i servizi bibliotecari ai detenuti” dell’IFLA, il principale organismo di raccordo delle associazioni bibliotecarie internazionali.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

L’impatto delle biblioteche accademiche

L’impatto delle biblioteche accademiche: Un progetto e un seminario, a cura di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2014. ISBN 978-88-7812-232-1. (Collana Sezioni regionali. Campania, 1)

Quale influenza esercitano le biblioteche accademiche sui loro utenti e sulla realtà universitaria? Quali reali benefici producono? Quale peso e quale importanza sono loro riconosciuti? In che modo si possono valutare questi aspetti?
Il volume raccoglie gli atti del seminario su “Valore e impatto delle biblioteche accademiche” (Campus di Fisciano, 12 dicembre 2013), organizzato dal Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale (DISPAC) dell’Università di Salerno, in collaborazione con la Biblioteca centrale “E. R. Caianiello” dell’Ateneo e la Sezione Campania dell’Associazione italiana biblioteche.
Insieme con alcune riflessioni sui nuovi profili di attività delle biblioteche accademiche, nel corso del seminario sono stati presentati anche studi, analisi e materiali del progetto VIBiA (Valutazione d’impatto delle biblioteche accademiche: gli effetti diretti e indiretti dei servizi bibliotecari su insegnamento, apprendimento, ricerca e comunicazione scientifica), realizzato tra il 2012 e il 2014 da un gruppo di ricerca coordinato da Giovanni Di Domenico.

Giovanni Di Domenico insegna Biblioteconomia, Bibliografia e Gestione delle biblioteche presso l’Università degli studi di Salerno.
I suoi interessi disciplinari si collocano prevalentemente nell’ambito della biblioteconomia gestionale e sociale. Tra i suoi lavori ricordiamo: Percorsi della qualità in biblioteca (Vecchiarelli, 2002), La biblioteca per progetti (Editrice Bibliografica, 2006), Biblioteconomia e culture organizzative (Editrice Bibliografica, 2009).
Per le edizioni AIB ha curato due volumi: Fund raising per le biblioteche italiane (2008) e L’impatto delle biblioteche pubbliche (2012).
È direttore di «AIB studi. Rivista di biblioteconomia e scienze dell’informazione»

Product Options

Price: da € 12,60

Loading Updating cart…

L’impatto delle biblioteche pubbliche

L’impatto delle biblioteche pubbliche: obiettivi, modelli e risultati di un progetto valutativo. A cura di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2012. 238 p. : tab. ISBN 978-88-7812-217-8. (Collana Sezioni Regionali AIB. Marche, 1).

Additional DescriptionMore Details

VIBiP (Valutazione d’Impatto delle Biblioteche Pubbliche) è un progetto valutativo realizzato, nel periodo febbraio 2011-giugno 2012, dalla Sezione Marche dell’AIB. Al progetto hanno partecipato sei strutture: Biblioteca comunale di Carpegna, Biblioteca comunale di Falconara Marittima, Mediateca Montanari di Fano, Biblioteca comunale San Giovanni di Pesaro, Biblioteca comunale multimediale «Giuseppe Lesca» di San Benedetto del Tronto, Biblioteca comunale di Urbania. Il progetto è nato con i seguenti obiettivi principali: 1) mettere a punto un modello di valutazione degli outcomes agile, pertinente al contesto e adattabile a situazioni con caratteristiche simili; 2) rilevare l’impatto di alcune biblioteche pubbliche marchigiane su utenti e comunità; 3) acquisire il parere di utenti e non utenti sul ruolo sociale ed economico delle biblioteche pubbliche in generale, con specifica attenzione al mondo giovanile; 4) acquisire le opinioni di alcuni esponenti di comunità; 5) finalizzare l’esperienza VIBiP anche a una pratica consapevole e responsabile di rendicontazione sociale; 6) sviluppare, nelle strutture coinvolte e tra i partecipanti, nuove competenze organizzative e professionali in materia di valutazione e rendicontazione. Nel volume, pubblicato con il contributo del Dipartimento di Scienze del testo e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, vengono presentati gli esiti della ricerca.

Product Options

Price: da € 14,00

Loading Updating cart…

La biblioteca di Federico De Roberto

Inserra, Simona. La biblioteca di Federico De Roberto. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2017. ISBN 978-88-7812-255-0 (Collana Sezioni Regionali AIB. Sicilia, 1)

Simona Inserra è ricercatrice nel settore disciplinare M-STO/08 (Archivistica, bibliografia e biblioteconomia) all’Università di Catania, dove insegna Biblioteconomia e Conservazione dei beni archivistici e librari. Collabora con l’AIB ed è stata presidente regionale nel trienni 2009-2011. Tra le più recenti attività, la cura del progetto Incunaboli a Catania, per la catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche della città e del suo territorio metropolitano, secondo la metodologia adottata nell’ambito del MEI, Material Evidence in Incunabula, con cui collabora.

ABSTRACT
La raccolta personale di Federico De Roberto, oggi conservata a Catania presso l’omonima biblioteca, è qui catalogata attraverso una metodologia che consente di cercare e raccogliere i dati materiali presenti in ogni esemplare, registrandoli e trattandoli come significativi elementi di provenienza. Le 2.487 edizioni catalogate rappresentano il nucleo centrale della biblioteca derobertiana, cui andranno a sommarsi un nucleo di edizioni antiche, i libri pubblicati post mortem e i numerosi periodici che non sono stati inseriti in questo catalogo. Dei libri appartenuti a De Roberto si registrano, dopo le informazioni relative all’edizione e in corpo minore, lo stato di conservazione, le note di possesso e i timbri, i segni d’uso, eventuali precedenti segnature di collocazione e le legature, con l’intenzione di offrire un contributo sia alla individuazione dei contenuti della raccolta libraria di De Roberto, sia alla comprensione del processo di costruzione della raccolta propria dell’intellettuale siciliano.

Product Options

Price: da € 21,00

Loading Updating cart…

Le biblioteche pubbliche irpine

Bilotta, Anna. Le biblioteche pubbliche irpine: i servizi per il territorio tra ritardi e potenzialità. Roma: AIB, 2016. ISBN 978-88-7812-245-1. (Collana Sezioni Regionali AIB. Campania, 2)

Obiettivo di questa ricerca è stato fotografare e analizzare lo stato dell’arte delle biblioteche pubbliche della provincia di Avellino.
Partendo dalle 111 biblioteche comunali censite, sono stati raccolti dati statistici e costruiti indicatori di performance, da confrontare con gli standard nazionali; sono state somministrate interviste qualitative a bibliotecari, utenti e leader di comunità; sono stati osservati sul campo i comportamenti degli utenti. Ciò ha permesso di raccogliere significative “evidenze”. Si è scoperto, tra l’altro, che soltanto un terzo delle biblioteche irpine risulta attivo, pur tra enormi difficoltà.
Dalla ricerca emerge un preoccupante livello di arretratezza di questa realtà bibliotecaria, in un contesto meridionale già di per sé arrancante rispetto al resto del Paese.
Resta l’auspicio di uno sviluppo futuro che passi attraverso una diversa valorizzazione e mobilitazione di risorse sociali, culturali e professionali.

Anna Bilotta si è laureata nel novembre 2015 in Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario presso l’Università degli studi di Salerno, con una tesi sperimentale in Gestione delle biblioteche dal titolo Le biblioteche pubbliche irpine: un’indagine valutativa, avente come relatore il prof. Giovanni Di Domenico. L’approfondimento e l’ampliamento di orizzonte del lavoro di ricerca realizzato per la tesi hanno condotto alla presente pubblicazione. Attualmente collabora con la cattedra di Management delle biblioteche e fa parte di un gruppo di lavoro sulla progettazione europea presso il Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale dell’Università di Salerno.

Product Options

Price: da € 14,00

Loading Updating cart…
LoadingAggiornamento in corso…
URL: https://www.aib.it/negozio-aib/sezioni-regionali/catalogo-degli-incunaboli-della-biblioteca-universitaria-di-sassari/. Copyright AIB 2018-10-26. A cura di , ultima modifica