Negozio AIB - Sezioni regionali
Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter
PRODUCTS PAGE

Biblioteche: valore e valori

Biblioteche: valore e valori. Atti della giornata di studi, Roma, 21 maggio 2012. A cura di Lucia Antonelli. Roma: AIB, 2013. 124 p. (Collana Sezioni regionali AIB. Lazio, 1). ISBN 978-88-7812-219-2

Additional DescriptionMore Details

Come valutare l’influenza positiva della biblioteca in una trama socio-economica caratterizzata da incertezza, scarsità di risorse e mutamenti sociali oltre che demografici? Quali risorse funzionali possiede la biblioteca per proporre modelli e soluzioni efficaci nell’erogazione di servizi pubblici in un contesto che non può non tener conto della attuale rivoluzione digitale? Biblioteche: valore e valori propone possibili risposte a queste domane, tanto attuali quanto complesse.Il volume raccoglie gli interventi presentati nel corso del seminario dal titolo Biblioteche: valore e valori, svoltosi a Roma il 21 maggio 2012 e organizzato dalla Sezione Lazio dell’Associazione Italiana Biblioteche. Gli interventi del seminario qui proposti rappresentano tanto un’occasione di riflessione sul valore e sui benefici delle biblioteche rispetto agli individui e alla società, quanto una pratica bussola per i bibliotecari interessati all’adozione di metodologie utili per l’individuazione e per la valutazione dell’impatto delle biblioteche sul territorio.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari

Antonella Panzino, Catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. (Collana Sezioni regionali AIB. Sardegna, 1). ISBN 978-88-7812-272-7

 

Il catalogo degli incunaboli della Biblioteca universitaria di Sassari nasce dall’esigenza di un aggiornamento del catalogo curato e pubblicato nel 1923 dall’allora direttore Federico Ageno, in quanto sono state in seguito ritrovate altre 12 edizioni del Quattrocento. L’attuale catalogo comprende 71 edizioni per un totale di 73 esemplari. È introdotto da una breve storia della biblioteca legata alla storia dell’Università di Sassari. Seguono le informazioni sulla provenienza degli incunaboli, documentata dai registri di consegna delle biblioteche dei conventi soppressi e dai segni di possesso presenti sui volumi. Vi sono alcune considerazioni sulle note manoscritte, i possessori e le testimonanze d’uso dei libri. Sono in breve riferite le circostanze dei ritrovamenti dei 12 incunaboli che non figuravano nei registri e nei cataloghi della biblioteca. La descrizione dell’edizione si basa sullo standard ISBD e sulla Guida SBN, con il riferimento ai repertori bibliografici, ed è completata dalle notizie sulle caratteristiche dell’esemplare: l’indicazione di eventuali lacune e inserzioni, la descrizione della legatura, l’indicazione di eventuali note di possesso, note d’uso e di lettura, note di censura. Sono infine riportate le precedenti collocazioni.

 

Antonella Panzino ha conseguito la laurea in Scienze politiche presso l’Università di Sassari. In seguito ha ottenuto il diploma di Archivistica, paleografia e diplomatica presso l’Archivio di stato di Cagliari. Bibliotecaria presso la Biblioteca universitaria di Sassari dal 1979 al 2017, è stata responsabile del settore manoscritti e rari in cui ha curato la catalogazione dei manoscritti e dei libri antichi in SBN. È stata inoltre responsabile della tutela e del restauro del materiale librario. È stata docente in materia di tutela e restauro e di catalogazione del libro antico. Ha compiuto alcune missioni di studio presso biblioteche estere.

 

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

Concorso per giovani illustratori

Concorso per giovani illustratori. Catalogo, a cura di Federica Rossi; testi di Roberta Turricchia, Otto Gabos. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana Sezioni Regionali AIB. Emilia Romagna, 1). ISBN 978-88-7812-293-2

 

Dal 2016, in occasione della Bologna Children’s Book Fair, la sezione Emilia-Romagna dell’AIB lancia un bando per giovani illustratori dedicato alle biblioteche e all’idea e al significato di biblioteca. Il tema di ogni edizione è selezionato da rappresentanti dell’Associazione Italiana Biblioteche e partner quali il Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Università di Bologna, l’Accademia di Belle Arti di Bologna, il Centre de Recherches Pluridisciplinaires Multilingues dell’Université Paris Nanterre, l’Associazione Luigi Bernardi, le Librerie.coop Bologna e IBBY Italia. Il presente catalogo raccoglie oltre cento opere pervenute per le edizioni 2016, 2017 e 2018 sui seguenti temi: La biblioteca come conversazione nell’anno 2016, Colmare mondi. Raggiungere i giovani rifugiati con libri e storie in biblioteca nel 2017 e Biblioteche in gioco: osservare, scoprire, condividere nel 2018. Oltre ad offrire un repertorio di immagini liberamente utilizzabili dalle varie articolazioni associative, l’iniziativa della sezione vuole promuovere la collaborazione tra professionisti del libro che credono nel valore della lettura e della condivisione dei saperi.

_____________

Federica Rossi si è laureata nel 1996 in Lettere Moderne con una tesi di Biblioteconomia e nel 2010 ha conseguito il Dottorato di ricerca in Italianistica, indirizzo Beni librari. Dal 2000 lavora all’Università di Bologna, area Biblioteche, dove per quindici anni è stata responsabile della Biblioteca “Ezio Raimondi” del Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica. Nel triennio 2014-2017 è stata Presidente regionale dell’Associazione Italiana Biblioteche per l’Emilia-Romagna.

____________

Estratto con indice e prime pagine del volume.

 

Product Options

Price: da € 21,00

Loading Updating cart…

Ecobiblioteche, ecoarchivi, ecomusei

Ecobiblioteche, ecoarchivi, ecomusei: Pratiche di sapere e di azione per la tutela ambientale / a cura di Waldemaro Morgese e Maria A. Abenante.Roma: Associazione italiana biblioteche, 2015.  (Collana Sezioni regionali. Puglia; 2). ISBN 978-88-7812-241-3

Il volume raccoglie alcune relazioni svolte nei convegni del “Bibliopride” 2014, dedicato al ruolo sociale delle biblioteche e al risvolto welfaristico della loro azione, arricchite con interventi scritti espressamente per questo volume, che rappresenta in qualche modo una novità per i temi trattati. In questo quadro di speciale importanza conferita alle problematiche relative alla tutela del Pianeta, significativo è l’apporto che biblioteche, archivi e musei possono dare al miglioramento dei parametri ambientali, sia con un impegno in fatto di sviluppo di collezioni tematiche, sia ponendo attenzione a soluzioni tecnologiche e strutturali ecocompatibili specie nel progettare e attrezzare le proprie sedi, sia attraverso una capacità operativa spiccatamente sintonica con l’intervento a favore dell’ambiente da parte di presidi culturali della filiera MAB. Il volume esplora alcune di queste possibilità, senza mancare di presentare un ventaglio di buone pratiche che consentono di caratterizzare tali presidi come ecobiblioteche, ecoarchivi ed ecomusei e di inserirli a pieno titolo nelle realtà operative a disposizione della collettività per garantire processi ecocompatibili ed economicamente sostenibili, di cui si avverte sempre più l’esigenza.

Waldemaro Morgese (Mola di Bari, 1945). È stato per 15 anni direttore della Teca del Mediterraneo, biblioteca multimediale del Consiglio Regionale della Puglia, ove ha dato vita a una sezione “biofila”, nonché titolare nelle Università pugliesi di discipline economico-aziendali. È stato partner-leader di progetti bibliodocumentali a livello internazionale. Ha promosso strutture ecomuseali e biblioteche rurali. È autore di numerose pubblicazioni, fra cui opere in cui le problematiche ambientali sono affrontate sul piano saggistico o narrativo (La sottile linea verde. Bari: Stilo Editrice, 2013; Città buie. Gravina: Il Grillo Editore, 2015). È presidente dell’AIB Puglia dal 2011.

Maria A. Abenante (Umbriatico, 1969). Bibliotecaria. Dal 1997 opera presso Teca del Mediterraneo, ove svolge attività di reference e catalogazione e ha la responsabilità scientifico-organizzativa dei Workshop annuali e di altri progetti culturali. È co-curatrice, fra l’altro, dei volumi I workshop di Teca e Biblioteche che educano (Roma: AIB, 2010), nonché di L’Archivio storico dello spettacolo in Puglia. Un percorso nelle carte tra memoria e identità (Bari: Ed. Dal Sud, 2015). Ha scritto su «AIB studi», «AIB notizie» e «Biblioteche oggi». Membro del Comitato esecutivo AIB Puglia (2003-2011) e del Comitato esecutivo nazionale AIB dal 2011, di cui è attualmente vicepresidente.

Product Options

Price: da € 7,00

Loading Updating cart…

I libri antichi nella biblioteca di Federico De Roberto

Simona Inserra, I libri antichi nella biblioteca di Federico De Roberto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021. (Collana Sezioni regionali AIB. Sicilia, 2) ISBN 978-88-7812-340-3.

Dopo il volume dedicato alla raccolta libraria moderna di Federico De Roberto (La biblioteca di Federico De Roberto. Roma: AIB 2017), questo nuovo volume si incentra sul fondo di libri antichi appartenuti allo scrittore siciliano e conservati oggi nella sua biblioteca. Come già avvenuto per il primo lavoro, gli esemplari presenti nella raccolta sono catalogati attraverso una metodologia che consente di raccogliere tutti i dati materiali, registrandoli e trattandoli come significativi elementi di provenienza. Di ciascun esemplare si registrano i dati di edizione, lo stato di conservazione, le note di possesso, i timbri e ogni segno d’uso, la legatura, tentando di offrire un contributo alla individuazione dei contenuti della raccolta derobertiana e alla comprensione del processo di costruzione e sedimentazione della raccolta.

______

Simona Inserra è professore associato di Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia presso l’Università di Catania, dove insegna Archeologia del libro, Biblioteche digitali, Ricerca storica in archivi e biblioteche. Coordina per l’Università di Catania un progetto internazionale Erasmus plus (2021-2023) per la formazione degli archivisti e dei bibliotecari nei paesi dell’America Latina, all’interno del quale insegna Conservazione del patrimonio archivistico e librario. Si occupa da molti anni di conservazione e catalogazione di fondi librari, con interesse specifico verso i fondi antichi, i libri stampati nel secondo Quattrocento e le biblioteche d’autore. Dal 2016 coordina alcuni progetti di descrizione di fondi di incunaboli conservati in biblioteche italiane, finalizzati alla pubblicazione di cataloghi a stampa. Per AIB ha pubblicato La biblioteca di Federico De Roberto (2017) e Conservazione (2018).

______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 24 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con indice, premessa e introduzione.

 

Product Options

Price: da € 14,00

Loading Updating cart…

I libri antichi nella biblioteca di Federico De Roberto (ebook)

Simona Inserra, I libri antichi nella biblioteca di Federico De Roberto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021. (Collana Sezioni regionali AIB. Sicilia, 2) ISBN 978-88-7812-281-9; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122819 [ebook: formato PDF]

Dopo il volume dedicato alla raccolta libraria moderna di Federico De Roberto (La biblioteca di Federico De Roberto. Roma: AIB 2017), questo nuovo volume si incentra sul fondo di libri antichi appartenuti allo scrittore siciliano e conservati oggi nella sua biblioteca. Come già avvenuto per il primo lavoro, gli esemplari presenti nella raccolta sono catalogati attraverso una metodologia che consente di raccogliere tutti i dati materiali, registrandoli e trattandoli come significativi elementi di provenienza. Di ciascun esemplare si registrano i dati di edizione, lo stato di conservazione, le note di possesso, i timbri e ogni segno d’uso, la legatura, tentando di offrire un contributo alla individuazione dei contenuti della raccolta derobertiana e alla comprensione del processo di costruzione e sedimentazione della raccolta.

______

Simona Inserra è professore associato di Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia presso l’Università di Catania, dove insegna Archeologia del libro, Biblioteche digitali, Ricerca storica in archivi e biblioteche. Coordina per l’Università di Catania un progetto internazionale Erasmus plus (2021-2023) per la formazione degli archivisti e dei bibliotecari nei paesi dell’America Latina, all’interno del quale insegna Conservazione del patrimonio archivistico e librario. Si occupa da molti anni di conservazione e catalogazione di fondi librari, con interesse specifico verso i fondi antichi, i libri stampati nel secondo Quattrocento e le biblioteche d’autore. Dal 2016 coordina alcuni progetti di descrizione di fondi di incunaboli conservati in biblioteche italiane, finalizzati alla pubblicazione di cataloghi a stampa. Per AIB ha pubblicato La biblioteca di Federico De Roberto (2017) e Conservazione (2018).

______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 24 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con indice, premessa e introduzione.

______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 6,00

Loading Updating cart…

I mille volti della qualità in biblioteca

I mille volti della qualità in biblioteca. Una giornata di studio, a cura di Maria Rosaria Califano e Maria Senatore Polisetti; presentazione di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2017. (Collana Sezioni regionali AIB. Campania, 3). ISBN 978-88-7812-258-1

In questo volume sono raccolti gli atti de “I mille volti della qualità in biblioteca: fra attività gestionali, inclusione e partecipazione” (Campus di Fisciano, 20 aprile 2017), giornata di studio organizzata dal Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management, in collaborazione con la Biblioteca centrale “E. R. Caianiello” dell’Università di Salerno, il Dipartimento di scienze del patrimonio culturale dell’Ateneo (DISPAC), la Sezione Campania dell’AIB. Il titolo allude all’esigenza di coltivare in biblioteca un’idea della qualità più articolata che nel recente passato: non solo uno standard o un insieme di norme tecniche e procedure, ma una rinnovata sensibilità prima, poi una cultura organizzativa e professionale, infine un abito critico e un’attitudine interpretativa. L’incontro ha registrato la partecipazione di studiosi, bibliotecari e altri esperti, con relazioni che descrivono cambiamenti nei servizi, recenti realizzazioni progettuali, passaggi valutativi e, infine, alcuni assaggi critici, che obbligano la biblioteconomia, e le sue letture della qualità, a misurarsi con la complessità dei fenomeni e dei linguaggi contemporanei.

__________________

Maria Rosaria Califano bibliotecaria presso il Centro Bibliotecario di Ateneo dell’Università degli Studi di Salerno; coordina i servizi al pubblico ed è responsabile del sistema qualità. Da molti anni si interessa a questi temi e ha fatto parte di diversi organismi dedicati. Coordina il Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management delle biblioteche.

Maria Senatore Polisetti insegna Progettazione e gestione delle biblioteche e degli archivi digitali presso l’Università di Salerno. Come libera professionista lavora dal 2003 con numerose aziende italiane che operano del settore dei beni culturali; svolge attività di consulenza e progettazione di biblioteche e archivi digitali per vari enti pubblici e privati. Ha pubblicato diversi lavori in campo biblioteconomico e archivistico; dal 2014 è redattrice della rivista AIB Studi.

__________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 28 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

__________________

Estratto con indice e presentazione.

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

I mille volti della qualità in biblioteca (ebook)

I mille volti della qualità in biblioteca. Una giornata di studio, a cura di Maria Rosaria Califano e Maria Senatore Polisetti; presentazione di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2017. (Collana Sezioni regionali AIB. Campania, 3). ISBN 978-88-7812-303-8; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123038 [ebook: formato PDF].

In questo volume sono raccolti gli atti de “I mille volti della qualità in biblioteca: fra attività gestionali, inclusione e partecipazione” (Campus di Fisciano, 20 aprile 2017), giornata di studio organizzata dal Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management, in collaborazione con la Biblioteca centrale “E. R. Caianiello” dell’Università di Salerno, il Dipartimento di scienze del patrimonio culturale dell’Ateneo (DISPAC), la Sezione Campania dell’AIB. Il titolo allude all’esigenza di coltivare in biblioteca un’idea della qualità più articolata che nel recente passato: non solo uno standard o un insieme di norme tecniche e procedure, ma una rinnovata sensibilità prima, poi una cultura organizzativa e professionale, infine un abito critico e un’attitudine interpretativa. L’incontro ha registrato la partecipazione di studiosi, bibliotecari e altri esperti, con relazioni che descrivono cambiamenti nei servizi, recenti realizzazioni progettuali, passaggi valutativi e, infine, alcuni assaggi critici, che obbligano la biblioteconomia, e le sue letture della qualità, a misurarsi con la complessità dei fenomeni e dei linguaggi contemporanei.

__________________

Maria Rosaria Califano bibliotecaria presso il Centro Bibliotecario di Ateneo dell’Università degli Studi di Salerno; coordina i servizi al pubblico ed è responsabile del sistema qualità. Da molti anni si interessa a questi temi e ha fatto parte di diversi organismi dedicati. Coordina il Gruppo di studio AIB sull’applicazione dei principi della qualità e sul management delle biblioteche.

Maria Senatore Polisetti insegna Progettazione e gestione delle biblioteche e degli archivi digitali presso l’Università di Salerno. Come libera professionista lavora dal 2003 con numerose aziende italiane che operano del settore dei beni culturali; svolge attività di consulenza e progettazione di biblioteche e archivi digitali per vari enti pubblici e privati. Ha pubblicato diversi lavori in campo biblioteconomico e archivistico; dal 2014 è redattrice della rivista AIB Studi.

__________________

Questo titolo è disponibile anche in formato cartaceo

Offerta speciale combo cartaceo+ebook.
Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni al prezzo di 28 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

__________________

Estratto con indice e presentazione.

__________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

__________________

Price: € 8,00

Loading Updating cart…

Il bibliotecario carcerario: una nuova professione?

Il bibliotecario carcerario: una nuova professione? A cura di Amelia Brambilla, Emanuela Costanzo, Cinzia Rossi. Roma: AIB, 2013. 138 p. (Collana Sezioni Regionali AIB. Lombardia, 2). ISBN 978-88-7812-223-9

Additional DescriptionMore Details

Negli ultimi anni si sono sviluppate in Italia numerose esperienze di biblioteche carcerarie, più o meno strutturate e integrate con le istituzioni presenti nel territorio di riferimento (biblioteche, sistemi bibliotecari, province, ecc.). Per offrire strumenti di governo di queste esperienze sempre più diffuse, l’Associazione Italiana Biblioteche ha proposto al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, in collaborazione con il Ministero della Giustizia e i rappresentanti degli Enti locali, la stesura di un documento con lo scopo di creare un punto di riferimento univoco. L’immediata e positiva risposta del DAP ha permesso la costituzione di un gruppo di lavoro che ha elaborato un modello di protocollo d’intesa per definire le relazioni tra le carceri e le biblioteche di pubblica lettura. Questo lavoro sulle biblioteche carcerarie ha fatto emergere sempre più la consapevolezza che occorre delineare in modo specifico la figura professionale del bibliotecario carcerario. Occorre quindi definire competenze funzioni e proporre modelli organizzativi finalizzati a introdurre questa figura professionale nel complesso sistema delle carceri italiane. Scopo del 4. Convegno nazionale sulle biblioteche carcerarie, svoltosi il 31 gennaio 2013 a Milano è stato quello di condividere gli obiettivi già realizzati e riflettere su quelli ancora da raggiungere, affinchè un numero sempre maggiore di carceri italiane abbia biblioteche inserite a pieno titolo nel panorama istituzionale mondiale, come prescritto dalle “Linee guida per i servizi bibliotecari ai detenuti” dell’IFLA, il principale organismo di raccordo delle associazioni bibliotecarie internazionali.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Insegnanti e bibliotecari sulla strada della formazione permanente

Insegnanti e bibliotecari sulla strada della formazione permanente, a cura di Patrizia Lùperi; presentazione di Elisa Callegari; saggio introduttivo di Luisa Marquardt. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021. (Collana Sezioni Regionali AIB. Friuli Venezia Giulia, 1). ISBN 978-88-7812-335-9

Il libro raccoglie gli interventi del Seminario svoltosi il 23 marzo 2021, che ha avuto una quantità altissima di accessi e un numero ancora più alto di visualizzazioni in modalità asincrona (oltre 700). L’interesse, quindi, per la tematica della formazione permanente, con le sue variegate strade e i suoi numerosi percorsi, ci ha spinto a pensare di raccogliere le singole parti, che hanno trattato in maniera differenziata la necessità di formarsi sempre per tutta la vita, personalizzando i percorsi formativi rispetto alle proprie esigenze lavorative e ai propri bisogni personali e sociali. Questa urgenza professionale viene attualmente percepita da un gran numero di categorie professionali ma in questo caso è stato preso in considerazione il personale docente e quello bibliotecario, in quanto dal 2016 ad oggi è in corso un Progetto di formazione congiunta AIB-MIUR che ha portato l’Associazione Italiana Biblioteche a ottenere l’accreditamento da parte del MIUR come ente formatore esterno al mondo scolastico.

_______

Patrizia Lùperi, laurea in Filosofia all’Università di Pisa, specializzazione in Tecnologie informatiche per i Beni culturali alla Scuola Normale, Master in Psicologia dell’apprendimento in rete all’Università di Firenze, Master in E-learning all’Università della Tuscia, qualifica regionale di esperto per l’editoria digitale, lavora all’Università di Pisa, dove si occupa di formazione sia per il personale che per gli studenti (in presenza e a distanza). Ha curato oltre cinquanta pubblicazioni e ha partecipato a numerosi congressi nazionali e internazionali. Attualmente è membro del CEN e co-coordinatore dell’Osservatorio formazione. Svolge attività di consulenza per enti pubblici e privati, dedicandosi soprattutto della progettazione di percorsi formativi di natura informale. Sta attualmente lavorando alla progettazione di un piano formativo per gli operatori del servizio civile.

_______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_______

Estratto con indice e presentazione.

 

 

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Insegnanti e bibliotecari sulla strada della formazione permanente (ebook)

Insegnanti e bibliotecari sulla strada della formazione permanente, a cura di Patrizia Lùperi; presentazione di Elisa Callegari; saggio introduttivo di Luisa Marquardt. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021. (Collana Sezioni Regionali AIB. Friuli Venezia Giulia, 1) ISBN 978-88-7812-336-6; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123366 [ebook: formato PDF]

Il libro raccoglie gli interventi del Seminario svoltosi il 23 marzo 2021, che ha avuto una quantità altissima di accessi e un numero ancora più alto di visualizzazioni in modalità asincrona (oltre 700). L’interesse, quindi, per la tematica della formazione permanente, con le sue variegate strade e i suoi numerosi percorsi, ci ha spinto a pensare di raccogliere le singole parti, che hanno trattato in maniera differenziata la necessità di formarsi sempre per tutta la vita, personalizzando i percorsi formativi rispetto alle proprie esigenze lavorative e ai propri bisogni personali e sociali. Questa urgenza professionale viene attualmente percepita da un gran numero di categorie professionali ma in questo caso è stato preso in considerazione il personale docente e quello bibliotecario, in quanto dal 2016 ad oggi è in corso un Progetto di formazione congiunta AIB-MIUR che ha portato l’Associazione Italiana Biblioteche a ottenere l’accreditamento da parte del MIUR come ente formatore esterno al mondo scolastico.

_______

Patrizia Lùperi, laurea in Filosofia all’Università di Pisa, specializzazione in Tecnologie informatiche per i Beni culturali alla Scuola Normale, Master in Psicologia dell’apprendimento in rete all’Università di Firenze, Master in E-learning all’Università della Tuscia, qualifica regionale di esperto per l’editoria digitale, lavora all’Università di Pisa, dove si occupa di formazione sia per il personale che per gli studenti (in presenza e a distanza). Ha curato oltre cinquanta pubblicazioni e ha partecipato a numerosi congressi nazionali e internazionali. Attualmente è membro del CEN e co-coordinatore dell’Osservatorio formazione. Svolge attività di consulenza per enti pubblici e privati, dedicandosi soprattutto della progettazione di percorsi formativi di natura informale. Sta attualmente lavorando alla progettazione di un piano formativo per gli operatori del servizio civile.

_______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it.

_______

Estratto con indice e presentazione.

_______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Product Options

Price: € 3,00

Loading Updating cart…

L’impatto delle biblioteche accademiche

L’impatto delle biblioteche accademiche: Un progetto e un seminario, a cura di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2014. (Collana Sezioni regionali. Campania, 1). ISBN 978-88-7812-232-1

Quale influenza esercitano le biblioteche accademiche sui loro utenti e sulla realtà universitaria? Quali reali benefici producono? Quale peso e quale importanza sono loro riconosciuti? In che modo si possono valutare questi aspetti?
Il volume raccoglie gli atti del seminario su “Valore e impatto delle biblioteche accademiche” (Campus di Fisciano, 12 dicembre 2013), organizzato dal Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale (DISPAC) dell’Università di Salerno, in collaborazione con la Biblioteca centrale “E. R. Caianiello” dell’Ateneo e la Sezione Campania dell’Associazione italiana biblioteche.
Insieme con alcune riflessioni sui nuovi profili di attività delle biblioteche accademiche, nel corso del seminario sono stati presentati anche studi, analisi e materiali del progetto VIBiA (Valutazione d’impatto delle biblioteche accademiche: gli effetti diretti e indiretti dei servizi bibliotecari su insegnamento, apprendimento, ricerca e comunicazione scientifica), realizzato tra il 2012 e il 2014 da un gruppo di ricerca coordinato da Giovanni Di Domenico.

Giovanni Di Domenico insegna Biblioteconomia, Bibliografia e Gestione delle biblioteche presso l’Università degli studi di Salerno.
I suoi interessi disciplinari si collocano prevalentemente nell’ambito della biblioteconomia gestionale e sociale. Tra i suoi lavori ricordiamo: Percorsi della qualità in biblioteca (Vecchiarelli, 2002), La biblioteca per progetti (Editrice Bibliografica, 2006), Biblioteconomia e culture organizzative (Editrice Bibliografica, 2009).
Per le edizioni AIB ha curato due volumi: Fund raising per le biblioteche italiane (2008) e L’impatto delle biblioteche pubbliche (2012).
È direttore di «AIB studi. Rivista di biblioteconomia e scienze dell’informazione»

Product Options

Price: da € 12,60

Loading Updating cart…

L’impatto delle biblioteche pubbliche

L’impatto delle biblioteche pubbliche: obiettivi, modelli e risultati di un progetto valutativo. A cura di Giovanni Di Domenico. Roma: AIB, 2012. 238 p. : tab. (Collana Sezioni Regionali AIB. Marche, 1). ISBN 978-88-7812-217-8

Additional DescriptionMore Details

VIBiP (Valutazione d’Impatto delle Biblioteche Pubbliche) è un progetto valutativo realizzato, nel periodo febbraio 2011-giugno 2012, dalla Sezione Marche dell’AIB. Al progetto hanno partecipato sei strutture: Biblioteca comunale di Carpegna, Biblioteca comunale di Falconara Marittima, Mediateca Montanari di Fano, Biblioteca comunale San Giovanni di Pesaro, Biblioteca comunale multimediale «Giuseppe Lesca» di San Benedetto del Tronto, Biblioteca comunale di Urbania. Il progetto è nato con i seguenti obiettivi principali: 1) mettere a punto un modello di valutazione degli outcomes agile, pertinente al contesto e adattabile a situazioni con caratteristiche simili; 2) rilevare l’impatto di alcune biblioteche pubbliche marchigiane su utenti e comunità; 3) acquisire il parere di utenti e non utenti sul ruolo sociale ed economico delle biblioteche pubbliche in generale, con specifica attenzione al mondo giovanile; 4) acquisire le opinioni di alcuni esponenti di comunità; 5) finalizzare l’esperienza VIBiP anche a una pratica consapevole e responsabile di rendicontazione sociale; 6) sviluppare, nelle strutture coinvolte e tra i partecipanti, nuove competenze organizzative e professionali in materia di valutazione e rendicontazione. Nel volume, pubblicato con il contributo del Dipartimento di Scienze del testo e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, vengono presentati gli esiti della ricerca.

Product Options

Price: da € 14,00

La bellezza abita in biblioteca

Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo”; Associazione italiana biblioteche – Sezione Puglia, La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità. XIX Workshop Teca del Mediterraneo, Bari, 13 aprile 2018, a cura di Maria A. Abenante. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Sezioni Regionali AIB, Puglia; 3) (Collana Leggi la Puglia; 13. Studi e ricerche / Consiglio Regionale della Puglia). ISBN  978-88-7812-283-3

 

Teca del Mediterraneo ha dedicato il 19° workshop al tema “La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità”, con lo scopo di mettere in luce le enormi ricchezze di cui le biblioteche dispongono – le raccolte bibliografiche e documentali – spesso poco conosciute.  La bellezza riguarda però anche la biblioteca come spazio e luogo di aggregazione e di inclusione sociale di un pubblico sempre più ampio e diversificato che richiede una continua evoluzione dei servizi offerti.

____________________

Maria A. Abenante (Umbriatico, 1969 – Roma, 2019). Bibliotecaria. Cofondatrice della cooperativa Ninive, con la quale dal 1997 ha operato presso Teca del Mediterraneo a Bari, ove ha svolto attività di reference e catalogazione e ha avuto la responsabilità scientifico-organizzativa dei Workshop annuali e di altri progetti culturali. È co-curatrice, fra l’altro, dei volumi I workshop di Teca e Biblioteche che educano (Roma: AIB, 2010), nonché di L’Archivio storico dello spettacolo in Puglia. Un percorso nelle carte tra memoria e identità (Bari: Ed. Dal Sud, 2015). Ha scritto su «AIB studi», «AIB notizie» e «Biblioteche oggi». È stata membro del Comitato esecutivo AIB Puglia (2003-2011), del Comitato esecutivo nazionale AIB (2011-2017), di cui è stata vicepresidente dal 2014 al 2017, e Presidente della Sezione AIB Puglia (2017-2019).

____________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF (gratuito).

Questo libro è disponibile anche in formato EPUB (gratuito).

____________________

Estratto con le pagine introduttive liberamente scaricabile.

____________________

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

La bellezza abita in biblioteca (ebook: epub)

Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo”; Associazione italiana biblioteche – Sezione Puglia, La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità. XIX Workshop Teca del Mediterraneo, Bari, 13 aprile 2018, a cura di Maria A. Abenante. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Sezioni Regionali AIB, Puglia, 3)  (Collana Leggi la Puglia; 13. Studi e ricerche / Consiglio Regionale della Puglia). ISBN  978-88-7812-284-0; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122840 [ebook: formato ePub].

Teca del Mediterraneo ha dedicato il 19° workshop al tema “La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità”, con lo scopo di mettere in luce le enormi ricchezze di cui le biblioteche dispongono – le raccolte bibliografiche e documentali – spesso poco conosciute.  La bellezza riguarda però anche la biblioteca come spazio e luogo di aggregazione e di inclusione sociale di un pubblico sempre più ampio e diversificato che richiede una continua evoluzione dei servizi offerti.

____________________

Maria A. Abenante (Umbriatico, 1969 – Roma, 2019). Bibliotecaria. Cofondatrice della cooperativa Ninive, con la quale dal 1997 ha operato presso Teca del Mediterraneo a Bari, ove ha svolto attività di reference e catalogazione e ha avuto la responsabilità scientifico-organizzativa dei Workshop annuali e di altri progetti culturali. È co-curatrice, fra l’altro, dei volumi I workshop di Teca e Biblioteche che educano (Roma: AIB, 2010), nonché di L’Archivio storico dello spettacolo in Puglia. Un percorso nelle carte tra memoria e identità (Bari: Ed. Dal Sud, 2015). Ha scritto su «AIB studi», «AIB notizie» e «Biblioteche oggi». È stata membro del Comitato esecutivo AIB Puglia (2003-2011), del Comitato esecutivo nazionale AIB (2011-2017), di cui è stata vicepresidente dal 2014 al 2017, e Presidente della Sezione AIB Puglia (2017-2019).

____________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo (a pagamento).

Questo libro è disponibile anche in formato PDF (gratuito).

____________________

Estratto con le pagine introduttive liberamente scaricabile.

____________________

 

Price: € 0,00

Loading Updating cart…

La bellezza abita in biblioteca (ebook: pdf)

Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo”; Associazione italiana biblioteche – Sezione Puglia, La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità. XIX Workshop Teca del Mediterraneo, Bari, 13 aprile 2018, a cura di Maria A. Abenante. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2019. (Collana Sezioni Regionali AIB, Puglia, 3)  (Collana Leggi la Puglia; 13. Studi e ricerche / Consiglio Regionale della Puglia) ISBN 978-88-7812-285-7; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878122857 [ebook: formato PDF]

Teca del Mediterraneo ha dedicato il 19° workshop al tema “La bellezza abita in biblioteca. Architetture, patrimoni e comunità”, con lo scopo di mettere in luce le enormi ricchezze di cui le biblioteche dispongono – le raccolte bibliografiche e documentali – spesso poco conosciute.  La bellezza riguarda però anche la biblioteca come spazio e luogo di aggregazione e di inclusione sociale di un pubblico sempre più ampio e diversificato che richiede una continua evoluzione dei servizi offerti.

____________________

Maria A. Abenante (Umbriatico, 1969 – Roma, 2019). Bibliotecaria. Cofondatrice della cooperativa Ninive, con la quale dal 1997 ha operato presso Teca del Mediterraneo a Bari, ove ha svolto attività di reference e catalogazione e ha avuto la responsabilità scientifico-organizzativa dei Workshop annuali e di altri progetti culturali. È co-curatrice, fra l’altro, dei volumi I workshop di Teca e Biblioteche che educano (Roma: AIB, 2010), nonché di L’Archivio storico dello spettacolo in Puglia. Un percorso nelle carte tra memoria e identità (Bari: Ed. Dal Sud, 2015). Ha scritto su «AIB studi», «AIB notizie» e «Biblioteche oggi». È stata membro del Comitato esecutivo AIB Puglia (2003-2011), del Comitato esecutivo nazionale AIB (2011-2017), di cui è stata vicepresidente dal 2014 al 2017, e Presidente della Sezione AIB Puglia (2017-2019).

____________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo (a pagamento).

Questo libro è disponibile anche in formato EPUB (gratuito).

____________________

Estratto con le pagine introduttive liberamente scaricabile.

____________________

Il volume è presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini, da dove è liberamente scaricabile:

Price: € 0,00

Loading Updating cart…

La biblioteca di Federico De Roberto

Simona Inserra, La biblioteca di Federico De Roberto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2017. (Collana Sezioni Regionali AIB. Sicilia, 1). ISBN 978-88-7812-255-0

La raccolta personale di Federico De Roberto, oggi conservata a Catania presso l’omonima biblioteca, è qui catalogata attraverso una metodologia che consente di cercare e raccogliere i dati materiali presenti in ogni esemplare, registrandoli e trattandoli come significativi elementi di provenienza. Le 2.487 edizioni catalogate rappresentano il nucleo centrale della biblioteca derobertiana, cui andranno a sommarsi un nucleo di edizioni antiche, i libri pubblicati post mortem e i numerosi periodici che non sono stati inseriti in questo catalogo. Dei libri appartenuti a De Roberto si registrano, dopo le informazioni relative all’edizione e in corpo minore, lo stato di conservazione, le note di possesso e i timbri, i segni d’uso, eventuali precedenti segnature di collocazione e le legature, con l’intenzione di offrire un contributo sia alla individuazione dei contenuti della raccolta libraria di De Roberto, sia alla comprensione del processo di costruzione della raccolta propria dell’intellettuale siciliano.

______

Simona Inserra è ricercatrice nel settore disciplinare M-STO/08 (Archivistica, bibliografia e biblioteconomia) all’Università di Catania, dove insegna Biblioteconomia e Conservazione dei beni archivistici e librari. Collabora con l’AIB ed è stata presidente regionale nel trienni 2009-2011. Tra le più recenti attività, la cura del progetto Incunaboli a Catania, per la catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche della città e del suo territorio metropolitano, secondo la metodologia adottata nell’ambito del MEI, Material Evidence in Incunabula, con cui collabora.

______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 35 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it) .

Product Options

Price: da € 21,00

Loading Updating cart…

La biblioteca di Federico De Roberto (ebook)

Simona Inserra, La biblioteca di Federico De Roberto. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2017. (Collana Sezioni Regionali AIB. Sicilia, 1). ISBN 978-88-7812-343-4. DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123434 [ebook: formato PDF]

La raccolta personale di Federico De Roberto, oggi conservata a Catania presso l’omonima biblioteca, è qui catalogata attraverso una metodologia che consente di cercare e raccogliere i dati materiali presenti in ogni esemplare, registrandoli e trattandoli come significativi elementi di provenienza. Le 2.487 edizioni catalogate rappresentano il nucleo centrale della biblioteca derobertiana, cui andranno a sommarsi un nucleo di edizioni antiche, i libri pubblicati post mortem e i numerosi periodici che non sono stati inseriti in questo catalogo. Dei libri appartenuti a De Roberto si registrano, dopo le informazioni relative all’edizione e in corpo minore, lo stato di conservazione, le note di possesso e i timbri, i segni d’uso, eventuali precedenti segnature di collocazione e le legature, con l’intenzione di offrire un contributo sia alla individuazione dei contenuti della raccolta libraria di De Roberto, sia alla comprensione del processo di costruzione della raccolta propria dell’intellettuale siciliano.

______

Simona Inserra è ricercatrice nel settore disciplinare M-STO/08 (Archivistica, bibliografia e biblioteconomia) all’Università di Catania, dove insegna Biblioteconomia e Conservazione dei beni archivistici e librari. Collabora con l’AIB ed è stata presidente regionale nel triennio 2009-2011. Tra le più recenti attività, la cura del progetto Incunaboli a Catania, per la catalogazione degli incunaboli conservati nelle biblioteche della città e del suo territorio metropolitano, secondo la metodologia adottata nell’ambito del MEI, Material Evidence in Incunabula, con cui collabora.

______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo + ebook.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 35 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it) .

______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 10,00

Loading Updating cart…

Le biblioteche pubbliche irpine

Bilotta, Anna. Le biblioteche pubbliche irpine: i servizi per il territorio tra ritardi e potenzialità. Roma: AIB, 2016. (Collana Sezioni Regionali AIB. Campania, 2). ISBN 978-88-7812-245-1

Obiettivo di questa ricerca è stato fotografare e analizzare lo stato dell’arte delle biblioteche pubbliche della provincia di Avellino.
Partendo dalle 111 biblioteche comunali censite, sono stati raccolti dati statistici e costruiti indicatori di performance, da confrontare con gli standard nazionali; sono state somministrate interviste qualitative a bibliotecari, utenti e leader di comunità; sono stati osservati sul campo i comportamenti degli utenti. Ciò ha permesso di raccogliere significative “evidenze”. Si è scoperto, tra l’altro, che soltanto un terzo delle biblioteche irpine risulta attivo, pur tra enormi difficoltà.
Dalla ricerca emerge un preoccupante livello di arretratezza di questa realtà bibliotecaria, in un contesto meridionale già di per sé arrancante rispetto al resto del Paese.
Resta l’auspicio di uno sviluppo futuro che passi attraverso una diversa valorizzazione e mobilitazione di risorse sociali, culturali e professionali.

Anna Bilotta si è laureata nel novembre 2015 in Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario presso l’Università degli studi di Salerno, con una tesi sperimentale in Gestione delle biblioteche dal titolo Le biblioteche pubbliche irpine: un’indagine valutativa, avente come relatore il prof. Giovanni Di Domenico. L’approfondimento e l’ampliamento di orizzonte del lavoro di ricerca realizzato per la tesi hanno condotto alla presente pubblicazione. Attualmente collabora con la cattedra di Management delle biblioteche e fa parte di un gruppo di lavoro sulla progettazione europea presso il Dipartimento di Scienze del patrimonio culturale dell’Università di Salerno.

Product Options

Price: da € 14,00

Loading Updating cart…

Lectores in fabula

Lectores in fabula. Teoria e pratica dei Gruppi di lettura condivisa, a cura di Paolo Domenico Malvinni; intervengono nel dialogo: Simonetta Bitasi, Mauro Ferraresi, Luca Ferrieri, Sara Guelmi, Claudia Dalla Zotta, Elena Leveghi. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. (Collana Sezioni Regionali AIB. Trentino Alto Adige, 1). ISBN 978-88-7812-316-8

Perché Lectores in fabula, e perché recuperare la figura del lector in fabula illustrata da Umberto Eco?
Quando si descrive l’attività dei Gruppi di lettura si parla di “lettura condivisa”, o di co-reading. Sono termini che danno l’idea di coro e unisono, ma non è ciò che in realtà accade. Leggere è sempre ‘interpretare’, e nei Gdl ognuno vive l’esperienza individuale della lettura e quindi del lector in fabula, cooperando all’interpretazione di un testo in solitaria nel fitto “bosco narrativo”. Solo in seguito condividerà il frutto delle proprie interpretazioni, lo farà nel corso di una ulteriore lettura in gruppo che si trasforma nella plurale e sorprendente attività interpretativa dei lectores in fabula.
Si scopre che il risultato di un attento colloquio intorno a un’opera produce qualcosa di più di una somma di idee distinte. Possiamo parlare di un grado maggiore di conoscenza.  Così il ricco dialogo contenuto in questo libro, che prende avvio nel corso del convegno “Conversazioni ravvicinate del terzo tipo. I Gruppi di lettura si incontrano”, organizzato dall’Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino e dalla sezione regionale di AIB. Trentino Alto Adige, nel maggio 2018. Un dialogo ripreso e sviluppato nei mesi successivi, anche a distanza, fino alla primavera 2020. Conversazione nella quale si indagano a fondo le dinamiche interne ai Gdl, e se ne racconta la freschissima vitalità.

________________

Paolo D. Malvinni. Scrittore e bibliotecario (prima Biblioteca civica di Riva del Garda poi comunale di Trento). Di formazione semiologo, ha pubblicato opere letterarie, saggi, articoli. Si è occupato in particolare di promozione della lettura, di formazione permanente, information literacy. Ha ideato e curato eventi sulla letteratura di genere e per la lettura ad alta voce, e condotto diversi Gruppi di lettura condivisa.

_______________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

_______________

Estratto con indice e introduzione.

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Lectores in fabula (ebook)

Lectores in fabula. Teoria e pratica dei Gruppi di lettura condivisa, a cura di Paolo Domenico Malvinni; intervengono nel dialogo: Simonetta Bitasi, Mauro Ferraresi, Luca Ferrieri, Sara Guelmi, Claudia Dalla Zotta, Elena Leveghi. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. ISBN 978-88-7812-325-0; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123250 [ebook: formato PDF]

Perché Lectores in fabula, e perché recuperare la figura del lector in fabula illustrata da Umberto Eco?
Quando si descrive l’attività dei Gruppi di lettura si parla di “lettura condivisa”, o di co-reading. Sono termini che danno l’idea di coro e unisono, ma non è ciò che in realtà accade. Leggere è sempre ‘interpretare’, e nei Gdl ognuno vive l’esperienza individuale della lettura e quindi del lector in fabula, cooperando all’interpretazione di un testo in solitaria nel fitto “bosco narrativo”. Solo in seguito condividerà il frutto delle proprie interpretazioni, lo farà nel corso di una ulteriore lettura in gruppo che si trasforma nella plurale e sorprendente attività interpretativa dei lectores in fabula.
Si scopre che il risultato di un attento colloquio intorno a un’opera produce qualcosa di più di una somma di idee distinte. Possiamo parlare di un grado maggiore di conoscenza.  Così il ricco dialogo contenuto in questo libro, che prende avvio nel corso del convegno “Conversazioni ravvicinate del terzo tipo. I Gruppi di lettura si incontrano”, organizzato dall’Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino e dalla sezione regionale di AIB. Trentino Alto Adige, nel maggio 2018. Un dialogo ripreso e sviluppato nei mesi successivi, anche a distanza, fino alla primavera 2020. Conversazione nella quale si indagano a fondo le dinamiche interne ai Gdl, e se ne racconta la freschissima vitalità.

________________

Paolo D. Malvinni. Scrittore e bibliotecario (prima Biblioteca civica di Riva del Garda poi comunale di Trento). Di formazione semiologo, ha pubblicato opere letterarie, saggi, articoli. Si è occupato in particolare di promozione della lettura, di formazione permanente, information literacy. Ha ideato e curato eventi sulla letteratura di genere e per la lettura ad alta voce, e condotto diversi Gruppi di lettura condivisa.

_______________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

_______________

Estratto con indice e introduzione

_______________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 3,00

Loading Updating cart…

Leggere in digitale

Mauri, Cinzia. Leggere in digitale. Roma: AIB, 2012. 226 p. (Collana Sezioni Regionali AIB. Lombardia, 1). ISBN 978-88-7812-216-1

Prefazione di Fabio Venuda Editori, biblioteche, libri e lettori: un’istantanea digitale

Additional DescriptionMore Details

Leggere è un’esperienza unica di accrescimento: permette lo sviluppo di capacità cognitive complesse, modella le capacità di pensiero, educa all’esperienza, contribuisce alla realizzazione della cultura collettiva e delle personalità individuali. Oggi che le attività quotidiane dipendono in misura sempre maggiore dagli strumenti tecnologici e dalle connessioni alla rete, anche le abitudini culturali e l’atto di lettura sono subordinati alle pratiche digitali e si trasformano. Siti internet, short message, videogiochi interattivi: per comunicare, divertirci, lavorare dipendiamo sempre di più dal web. La fruizione testuale, per effetto dei tempi e delle dinamiche del web, non ha più una dimensione di profondità, ma si espande senza specificità in un sapere mobile e sono soprattutto i più giovani, immersi dalla nascita in una società digitale, a esserne dipendenti. Che effetto hanno la frammentarietà e i contenuti semplificati della rete sulla lettura e sulle abilità cognitive ad essa connesse? Quali competenze possono acquisire i ragazzi abituati alla fruizione di ipertesti e alla simultaneità degli strumenti digitali? Individuare strategie accattivanti per la promozione della lettura intensiva e delle competenze di cui è veicolo diventa fondamentale per attrarre le generazioni cresciute nella rete e coinvolgerle nell’esperienza creativa e formativa della lettura.

Cinzia Mauri nasce nel 1984 in provincia di Como. Si laurea con lode in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano, discutendo una tesi in biblioteconomia sui cambiamenti dei processi di lettura nell’era delle tecnologie digitali. Ha collaborato presso biblioteche universitarie e civiche e attualmente gestisce la biblioteca privata di una casa di moda.

Product Options

Price: da € 14,00

Loading Updating cart…

Progressi dell’informazione e progresso delle conoscenze

Associazione italiana biblioteche, Gruppo di studio AIB Catalogazione, indicizzazione, linked open data e web semantico (CILW), Progressi dell’informazione e progresso delle conoscenze: Granularità, interoperabilità e integrazione dei dati, a cura di Roberto Raieli; Testi di Maria Teresa Biagetti [et al.]; Appendice a cura del Gruppo di lavoro LOD – Sezione AIB Piemonte. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2017. (Collana Sezioni Regionali. Lazio, 2). ISBN 978-88-7812-254-3

Questo libro è ispirato al “Convegno AIB CILW 2016”, intitolato “La rinascita delle risorse dell’informazione: granularità, interoperabilità e integrazione dei dati”, tenuto a Roma, presso la Biblioteca nazionale centrale, il 21 ottobre 2016. Non è costituito da atti che ripropongono le relazioni discusse durante il convegno, ma da scritti rielaborati e aggiornati dagli autori (e da autori aggiuntivi) a partire da quanto presentato nel corso della giornata di studi. Non tutte le relazioni discusse nel convegno sono presenti, e sono stati aggiunti al volume alcuni capitoli scritti dai membri del Gruppo di studio AIB Catalogazione, indicizzazione, linked open data e web semantico (CILW). Gli argomenti qui esposti riguardano le ipotesi e le teorie sul web semantico e i linked open data (LOD), la mediazione e la disintermediazione dei nuovi strumenti, le prospettive delle risorse bibliografiche, l’interoperabilità delle ontologie e dei tesauri, i programmi LOD in Europa e nel
mondo, le nuove prospettive del reference, lo sviluppo delle interfacce di ricerca e l’integrazione reciproca, le prospettive dei LOD nel dominio archivistico, museale e wikimediano.

Roberto Raieli è dottore di ricerca in scienze bibliografiche, archivistiche e documentarie, si occupa di studi di scienze dell’informazione, biblioteche digitali, documentazione avanzata e multimediale, intorno ai quali ha pubblicato monografie e articoli, ha organizzato giornate di studio e tenuto lezioni, seminari e conferenze. È stato membro del Gruppo di studio AIB biblioteche digitali, è stato professore a contratto per l’insegnamento di informatica per le biblioteche presso l’Università Sapienza, ed è stato responsabile della sezione Storia dell’arte della Biblioteca di area delle arti dell’Università Roma Tre. Attualmente lavora presso il Sistema bibliotecario Sapienza, e si occupa delle risorse elettroniche di ateneo. Collabora come cultore della materia con il corso di documentazione presso l’Università Sapienza. È caporedattore della rivista AIB studi, e coordinatore del Gruppo di studio AIB catalogazione, indicizzazione, linked open data e web semantico (CILW).

Sono rese disponibili gratuitamente alcune parti del volume:

 

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

Ugo De Luca Bibliotecario rigoroso e innovativo

Ugo De Luca Bibliotecario rigoroso e innovativo, a cura di Terzio Di Carlo, Cinzia Falini, Francesco Lullo. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana Sezioni regionali AIB. Abruzzo, 1). ISBN 978-88-7812-326-7

Al ricordo di Ugo De Luca (Picciano 1930 – Francavilla a Mare 2020) sono dedicati i contributi raccolti in questo volume, scritti da colleghi di lavoro e amici che lo hanno conosciuto e apprezzato e che qui ne tracciano il profilo professionale e umano. Ugo De Luca è stato direttore della biblioteca “A. C. De Meis” di Chieti. Ha contribuito al completo ammodernamento e alla ristrutturazione della biblioteca “De Meis” negli anni Settanta e Ottanta. Alla sua attività ha aggiunto l’insegnamento di materie umanistiche presso l’Università degli studi “G. D’Annunzio” di Chieti. Ha lavorato come promotore per la costituzione della sezione Abruzzo dell’Associazione italiana biblioteche della quale è stato Presidente per più mandati dal 1973 al 1984; ha continuato a seguire l’attività dell’Associazione come consigliere regionale e dal 2000 al 2003 come componente del Collegio dei Probiviri.

______

Cinzia Falini è responsabile della Biblioteca “P. Serafino Colangeli” della Fondazione Piccola Opera Charitas di Giulianova (Te); attiva nell’Associazione italiana biblioteche per due mandati come consigliere negli anni Novanta, è oggi al secondo mandato come presidente regionale; giornalista pubblicista, si occupa di storia locale.

 Terzio Di Carlo è stato direttore della Biblioteca comunale di Castel di Sangro e del Sistema bibliotecario dell’Alto Sangro, successivamente è stato presidente dell’Istituzione “Sistema Bibliotecario Provinciale” di Chieti. Ha ricoperto ruoli di livello regionale e nazionale nell’AIB. Nell’anno 2005 gli è stato conferito il titolo di “Socio d’onore” dell’AIB. Autore di saggi e libri, dirige la collana editoriale “Quaderni Sangrini” dell’associazione culturale “Terza Pagina”.

Francesco Lullo è stato direttore della Biblioteca comunale di Guardiagrele (Ch), successivamente, direttore della Biblioteca “A.C. De Meis” di Chieti nonché direttore della Istituzione “Sistema Bibliotecario Provinciale” di Chieti, dalla sua costituzione. È stato più volte componente e Presidente del CER Abruzzo dell’AIB. È stato dirigente incaricato di diversi Settori della Provincia di Chieti e ha insegnato Bibliografia e Biblioteconomia presso l’Università degli Studi di Chieti.

______

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF e ePub, se non sei associato potrai avere tutte e tre le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con indice e introduzione.

______

Product Options

Price: da € 10,50

Loading Updating cart…

Ugo De Luca Bibliotecario rigoroso e innovativo (ebook)

Ugo De Luca Bibliotecario rigoroso e innovativo, a cura di Terzio Di Carlo, Cinzia Falini, Francesco Lullo. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2021 (Collana Sezioni regionali AIB. Abruzzo, 1). ISBN 978-88-7812-329-8; DOI: https://doi.org/10.53263/9788878123298 [ebook: formato PDF]

Al ricordo di Ugo De Luca (Picciano 1930 – Francavilla a Mare 2020) sono dedicati i contributi raccolti in questo volume, scritti da colleghi di lavoro e amici che lo hanno conosciuto e apprezzato e che qui ne tracciano il profilo professionale e umano. Ugo De Luca è stato direttore della biblioteca “A. C. De Meis” di Chieti. Ha contribuito al completo ammodernamento e alla ristrutturazione della biblioteca “De Meis” negli anni Settanta e Ottanta. Alla sua attività ha aggiunto l’insegnamento di materie umanistiche presso l’Università degli studi “G. D’Annunzio” di Chieti. Ha lavorato come promotore per la costituzione della sezione Abruzzo dell’Associazione italiana biblioteche della quale è stato Presidente per più mandati dal 1973 al 1984; ha continuato a seguire l’attività dell’Associazione come consigliere regionale e dal 2000 al 2003 come componente del Collegio dei Probiviri.

______

Cinzia Falini è responsabile della Biblioteca “P. Serafino Colangeli” della Fondazione Piccola Opera Charitas di Giulianova (Te); attiva nell’Associazione italiana biblioteche per due mandati come consigliere negli anni Novanta, è oggi al secondo mandato come presidente regionale; giornalista pubblicista, si occupa di storia locale.

 Terzio Di Carlo è stato direttore della Biblioteca comunale di Castel di Sangro e del Sistema bibliotecario dell’Alto Sangro, successivamente è stato presidente dell’Istituzione “Sistema Bibliotecario Provinciale” di Chieti. Ha ricoperto ruoli di livello regionale e nazionale nell’AIB. Nell’anno 2005 gli è stato conferito il titolo di “Socio d’onore” dell’AIB. Autore di saggi e libri, dirige la collana editoriale “Quaderni Sangrini” dell’associazione culturale “Terza Pagina”.

Francesco Lullo è stato direttore della Biblioteca comunale di Guardiagrele (Ch), successivamente, direttore della Biblioteca “A.C. De Meis” di Chieti nonché direttore della Istituzione “Sistema Bibliotecario Provinciale” di Chieti, dalla sua costituzione. È stato più volte componente e Presidente del CER Abruzzo dell’AIB. È stato dirigente incaricato di diversi Settori della Provincia di Chieti e ha insegnato Bibliografia e Biblioteconomia presso l’Università degli Studi di Chieti.

______

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF e ePub, se non sei associato potrai avere tutte e tre le versioni al prezzo di 17 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

______

Estratto con indice e introduzione.

______

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 3,00

Loading Updating cart…

Una, cento, mille biblioteche nelle scuole

 

Una, cento, mille biblioteche nelle scuole: Atti del congresso promosso in occasione della Giornata mondiale UNESCO sul libro e il diritto d’autore, Bari, 23 aprile 2013, a cura di Anna Cantatore e Luisa Marquardt. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2015. (Collana Sezioni Regionali AIB. Puglia, 1). ISBN 978-88-7812-233-8

Abstract

Ripartire dalla cultura è l’appello che viene accoratamente lanciato da più parti e da un sempre più ampio numero di cittadini: tutti così confidano nella possibilità di rimettere in moto un Paese, l’Italia, in evidente declino. Una delle ruote motrici di questa possibilità di “ripartenza” è individuata dall’AIB, dall’AIE e dal CONBS, promotori del convegno, nella biblioteca scolastica, anello debole di una catena o “filiera” che va riscoperta e rilanciata se vogliamo il miglioramento degli indici di lettura, delle competenze linguistiche degli studenti nonché la prevenzione dell’analfabetismo funzionale. I promotori del convegno, che hanno inteso così “celebrare” la giornata mondiale UNESCO sul libro e il diritto d’autore, auspicano che finalmente in ogni nostra scuola la biblioteca sia una presenza qualificata e qualificante, che possa svolgere un ruolo originale ed essenziale nel quadro di una strategia welfaristica a lungo termine per lo sviluppo economico, sociale e culturale della Nazione. L’auspicio è che si costruiscano biblioteche scolastiche animate da bibliotecari scolastici forti, adeguati ai profondi cambiamenti sociali, economici, tecnologici, educativi, a sostegno di una istruzione di qualità. Gli atti del convegno Una, cento, mille biblioteche nelle scuole contengono contributi che affrontano puntualmente vari aspetti del tema generale e che sicuramente, insieme alla descrizione di alcune significative buone pratiche, possono essere di utilità anche operativa per gli operatori del settore.

Anna Cantatore. Dirigente scolastica dal 1986. Attualmente dirige l’I.C. “Rita Levi-Montalcini” di Bitritto (BA); successivamente alla laurea in Lingue e letterature straniere ha frequentato il Master di II livello per conseguire il titolo di Documentalista scolastico. La sua scuola è stata assegnataria di finanziamenti per la promozione e sviluppo delle biblioteche ai sensi delle CC.MM. 228/99 e 229/00 del Ministero dell’istruzione, università e ricerca. Ha svolto attività di formatore per docenti sull’educazione alla lettura e di promozione della lettura per un più ampio pubblico con “I presìdi del libro”. Ha pubblicato articoli su La vita scolastica (Giunti) e su Biblioteche scolastiche (Editrice Bibliografica).

Luisa Marquardt. Insegna Bibliografia e biblioteconomia presso il Dipartimento di Scienze della formazione dell’Università Roma Tre. Ha tradotto in italiano il Manifesto IFLA-UNESCO per le biblioteche scolastiche, pubblicato articoli e curato vari libri, il più recente dei quali, assieme a Dianne Oberg, è Global perspectives on school libraries: projects and practices, Berlin: DeGruyter-Saur, 2011 (IFLA Publication n. 148). Riveste la carica di Director Europe for IASL, IFLA SLRC Elected member e Coordinatore della Commissione nazionale biblioteche scolastiche dell’AIB. È attualmente impegnata nel progetto BSLA – Building Strong Library Associations dell’IFLA e nella redazione delle nuove Linee guida IFLA per le biblioteche scolastiche.

Il volume è segnalato nelle pagine di LiberWeb

Product Options

Price: da € 8,40

Loading Updating cart…
LoadingAggiornamento in corso…
URL: https://www.aib.it/negozio-aib/sezioni-regionali/i-libri-antichi-nella-biblioteca-di-federico-de-roberto-ebook/. Copyright AIB 2022-03-18. Creata da Sara Dinotola, ultima modifica di