Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Il nuovo AIB-WEB. Tentativo di “esaurimento” di un sito web

“Limite evidente di questa impresa:
anche se mi prefiggo come unico scopo quello
di guardare, non vedo quello che succede a qualche
metro di distanza” 1
George Perec

Lo scorso 8 febbraio 2012 è stato lanciato on line il nuovo AIB-WEB, gestito con un CMS 2 che propone una veste del sito rinnovata tanto nel layout che nella struttura. Il nuovo AIB-WEB offre al navigatore molti dei contenuti presenti nella precedente versione 3 che, comunque, rimane attualmente ancora in parte accessibile e soggetta ad aggiornamenti, nella prospettiva di una futura e più
completa migrazione delle informazioni.
Il coordinamento generale del sito è affidato a Vanni Bertini, coadiuvato, nell’ambito di una popolatissima redazione, anche da coordinatori di settori specifici, oltre che redattori e collaboratori a cui sono affidate specifiche sezioni, tra cui, ad esempio, i curatori dei siti delle Sezioni Regionali o quelli delle pagine di commissioni nazionali e gruppi di studio 4.

Rispetto ai contenuti, se è vero che essi non sono il risultato di una migrazione integrale della versione
precedente di AIB-WEB, è pur vero che sono presentati in modo tale da ampliare le potenzialità e l’efficacia comunicativa del sito rispetto al passato. Quello che spicca, già a partire da uno sguardo generale nell’home page, è una rinnovata attenzione a informazioni relative a eventi, iniziative, campagne e comunicati. Inoltre, anche grazie ad una scelta grafica efficace e per nulla arbitraria, chi entra nel sito ha l’impressione di avere immediatamente un’idea di quali siano i temi “caldi” e attuali per l’AIB. Sempre dall’home page è inoltre possibile visualizzare i due principali menù di navigazione: il menù superiore è lo strumento di accesso alle informazioni relative all’associazione, agli organi, alla sua struttura territoriale e alle sue attività; il menù laterale di sinistra – oltre a consentire l’accesso diretto a sezioni importanti come la formazione, AIB notizie, le campagne, la sezione lavoro, la legislazione d’interesse – rimanda a siti quali “DFP Documentazione di fonte pubblica in rete”, “Segnaweb” e “Nati per leggere”, che sono amministrati e gestiti autonomamente rispetto ad AIB-WEB, pur rimanendo collegati, a vario titolo, all’attività complessiva dell’AIB.

Una fetta importante del sito è occupata dalle sezioni regionali, che trovano nell’uniformità di una efficace struttura standardizzata la maniera più sistematica e chiara per informare gli associati sulle singole iniziative e attività distribuite sul territorio. Per ogni sezione è infatti prevista la possibilità di mettere in evidenza informazioni utili per gli associati: le attività della sezione, la normativa di riferimento, la composizione del CER, le Assemblee regionali e altro ancora. Inoltre, vanno evidenziate alcune utilità relative ai corsi di formazione e ai seminari: a partire dalle rispettive sezioni regionali del sito, sono accessibili con il nuovo AIB-WEB pagine specifiche dedicate a singoli
corsi, corredati da moduli per formalizzare l’iscrizione on line in modo semplice e immediato.

Una novità rilevante riguarda le pubblicazioni AIB e merita di essere segnalata poiché consiste nella presenza del negozio on line, che permette di acquistare i volumi in modo più immediato rispetto al passato, grazie a modalità ormai standardizzate nel web, quali la ricerca e selezione del volume, l’utilizzo del carrello, le funzioni relative alle modalità di pagamento e spedizione.
Sul sito non mancano poi collegamenti ipertestuali a informazioni “di servizio” che permettono l’accesso
a pagine di diversa natura e con differenti finalità informative: la dichiarazione di copyright del sito, i dati sulla redazione, la mappa. Anzi: le mappe. Tale precisazione non è superflua, tutt’altro. Grazie alle preziosissime mappe vengono offerte tre modalità opzionali di navigazione che rappresentano, credo, uno degli aspetti più accattivanti del sito: è infatti possibile esplorare AIB-WEB a partire dai tre differenti criteri in cui sono strutturate le informazioni: Pagine, Categorie e Descrittori. Le Pagine si riferiscono ai contenuti statici del sito e ne costituiscono la struttura gerarchica; le Categorie
il nuovo AIB-WEB raggruppano, classificandoli, gli articoli, le novità, gli eventi e le segnalazioni riportate; i Descrittori indicizzano gli articoli in base ad un argomento specifico. Che dire: è proprio un sito da bibliotecari.

Evidentemente AIB-WEB non è solo questo e c’è molto altro. Ma – in linea con quanto suggerito da Perec –
descrivere un luogo o un sito, come in questo caso, cercando di metterne in evidenza alcuni aspetti reputati come rilevanti per coglierne il carattere, è un’impresa che ha dei limiti evidenti, soprattutto perché è inevitabile che ci si soffermi solo su certi elementi o si incappi in una descrizione selettiva, condizionata dal punto di vista prescelto, oltre che dal tempo: quello che è un sito oggi, non è detto che lo sia fra un mese o un anno. E poi, elemento da non trascurare: la descrizione minuziosa e dettagliata di un sito web è, nella maggior parte dei casi, un esercizio di pura noia. Per questi motivi, quello che si è scelto di descrivere qui è solo un parziale sguardo sugli elementi propri della struttura e delle funzionalità del nuovo AIB-WEB, con la consapevolezza che i contenuti veicolati, la fruibilità dell’informazione e la navigabilità del sito, sono anch’essi soggetti ad evoluzioni e modifiche e che la loro descrizione non è esente da procedimenti selettivi, “iniqui” e soggettivi per default.
Mi sono limitata quindi a segnalare molto brevemente ciò che ha colpito il mio sguardo e ho tentato di individuare quegli elementi che mi hanno agevolato nella singolare e personale ricerca di informazioni. Lascio così il privilegio di scoprire altri spazi del nuovo AIB-WEB a chi vorrà “perdersi” navigando, tentando a sua volta di definirne il profilo, parziale o completo che sia 5.

lantonelli@sspal.it


1 George Perec, Tentativo di esaurimento di un luogo parigino, Roma, Voland, 2011, p. 17.
2 WordPress 3.3.1.
3 Il primo AIB-WEB è stato inaugurato nel 1997. A riguardo, si veda: Riccardo Ridi, Finalmente in rete con AIB-WEB, Aib notizie, 9 (1997), n. 3, p.1.
4 Per l’elenco completo di tutti i componenti della redazione e dei collaboratori, si rimanda all’URL: http://www.aib.it/su-questo-sito/
5 Il sito è stato consultato per l’ultima volta il 10.04.2012.

URL: https://www.aib.it/pubblicazioni-aib/aib-notizie/2012/24113-nuovo-aib-web/. Copyright AIB 2012-06-05. Creata da Artemisia Gentileschi, ultima modifica 2013-08-19 di