Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

A corto di libri: si riparte da 5

È partito dalla Toscana il concorso A corto di libri.  I cortometraggi raccontano le biblioteche, da quest’anno inserito nel programma delle iniziative nazionali sostenute dall’Associazione Italiana Biblioteche con FST Mediateca Toscana, Libreria Libri Liberi e in collaborazione con il progetto Nati per Leggere, ANCI, Centro per il libro e la
lettura, Gallucci editore, Regione Umbria. La presentazione è avvenuta il 14 novembre scorso a Firenze al Teatrino del Gallo, presso la libreria Libri Liberi, per sottolineare la vicinanza tra librerie e biblioteche. L’incontro è stato aperto dai saluti di Sveva Fedeli per la Mediateca Toscana e dalla visione del documentario “In biblioteca”, prodotto nel 1957 dalla Corona Cinematografica con la partecipazione di una giovanissima Ileana Ghione, per conto del Ministero della Pubblica Istruzione. Un raro documento oggi custodito dalla Cineteca di Bologna, che lo ha messo gentilmente a disposizione, in cui viene narrata la vita di una grande biblioteca. Successivamente Vittorio Rossi (direttore della Libreria Libri Liberi), Stefano Parise e Gabriele De Veris hanno illustrato “A corto di libri”, rivolto a tutti coloro che hanno il desiderio di narrare il microcosmo bibliotecario presentando storie e protagonisti raccontati dietro una macchina da presa.

Il concorso si articola come da tradizione in quattro sezioni per genere – video a soggetto, documentario, pubblicità e animazione – alle quali si aggiunge una sezione tematica, dedicata al progetto nazionale “Nati per leggere” che può consistere in uno dei quattro generi indicati. Sveva Fedeli ha introdotto un video-collage realizzato con vari spezzoni di f ilm presenti presso la mediateca, in cui la biblioteca è protagonista e ha sottolineato l’importanza di iniziative che permettano ai giovani professionisti e agli appassionati di poter raccontare con originalità il mondo delle biblioteche. Fabio Melelli (critico cinematografico e presidente della giuria) e Alessandra Panzanelli (AIB Umbria) hanno ricordato le precedenti edizioni – a cui hanno partecipato finora 68 video – avvalendosi dei filmati vincitori “Marius”, “Libri d’evasione” e “Parole libere” e del messaggio di saluto del regista Lorenzo Tozzi. Sandra Di Majo (AIB Toscana) ha concluso la manifestazione introducendo una conversazione telefonica con David Riondino, un artista che è stato anche bibliotecario presso la Biblioteca Nazionale di Firenze, a cui è seguita la proiezione del breve filmato promozionale “La biblioteca ti fa crescere” realizzato per la Provincia di Milano dal regista Silvio Soldini poco prima di Ifla 2009.

Ricordiamo che per partecipare al concorso, per il quale non è prevista alcuna quota di partecipazione, si devono presentare i lavori entro il 13 aprile. Una commissione composta da professionisti ed esperti selezionerà i vincitori basando la propria valutazione sull’originalità e l’efficacia dell’opera. I video vincitori verranno premiati in occasione del Salone del Libro di Torino (padiglione Umbria) in programma dal 16 al 20 maggio 2013. Il regolamento con le modalità di partecipazione e i filmati delle quattro edizioni si possono trovare su http://www.aib.it e su http://acortodilibri.wordpress.com https://www.facebook.com/acortodilibri

giovannapietrini@gmail.com

URL: https://www.aib.it/pubblicazioni-aib/aib-notizie/2013/30079-a-corto-di-libri-5ed/. Copyright AIB 2013-01-10. A cura di , ultima modifica 2013-08-19