Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

In breve

COLAP 2.0

Il 24 maggio scorso si è svolta l’assemblea degli associati CoLAP, che ha visto il saluto di Giuseppe Lupoi, dopo 13 anni di  mandato, e l’elezione del nuovo consiglio direttivo. Presidente è stata eletta Emiliana Alessandrucci (Società Italiana Counselor e Operatore Olistico), già direttrice nazionale CoLAP; fra i 24 nuovi consiglieri è stata eletta Enrica Manenti, vicepresidente AIB, che raccoglie il testimone di Piera Colarusso, a cui va il nostro ringraziamento.
Il direttivo si è riunito l’11 giugno presentando i temi su cui lavorerà nei prossimi mesi: previdenza, fisco, valorizzazione e promozione dell’attestato di qualità, strategia di comunicazione mirata ed efficace, presenza attiva delle associazioni in UNI, servizi di assistenza agli associati per raggiungere i requisiti previsti dalla legge 4/2013.

MAB + 12

Martedì 11 giugno è stato costituito il coordinamento regionale MAB Umbria, che si aggiunge agli undici già esistenti in Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto.

Worldreader: accesso globale alla lettura

L’associazione non profit Worldreader si propone di mettere a disposizione ebook, soprattutto per i bambini, nei Paesi in via di sviluppo anche attraverso i cellulari smartphone, partendo dal principio che l’alfabetizzazione è alla base del benessere e che la lettura migliora le condizioni di vita. Poiché l’accesso ai libri stampati in molte parti del mondo è limitato, mentre l’uso della telefonia mobile è diffuso pressoché ovunque, Worldreader ha sviluppato vari progetti – anche utilizzando tecnologie a basso costo – per garantire la diffusione della lettura di ebook, con circa mezzo milione di lettori al mese nel mondo e oltre 600.000 ebook distribuiti a 4300 bambini nell’Africa sub sahariana (http://www.worldreader.org).

AIE. Libri Italiani Accessibili

Nasce il Progetto Libri Italiani Accessibili realizzato da AIE in collaborazione con UICI e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Si tratta di libri digitali che possono funzionare al meglio con gli strumenti e i software usati dai disabili hanno un indice navigabile, la possibilità di muoversi all’interno del testo, tra il testo e le note e viceversa, di navigare nelle tabelle o di fornire una descrizione testuale delle immagini. Così lo stesso file può essere usato per un ingrandimento dei caratteri o per la lettura braille sul dispositivo o per la sintesi vocale. L’obiettivo è di fornire ai lettori non vedenti le stesse possibilità degli altri: non un mondo chiuso ma l’uso delle tecnologie per favorire l’inclusione dei 362mila non vedenti e il milione e mezzo di ipovedenti italiani.

URL: https://www.aib.it/pubblicazioni-aib/aib-notizie/2013/35895-in-breve-7/. Copyright AIB 2013-07-09. A cura di , ultima modifica 2013-07-16