Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Avviso per indagine di mercato per esternalizzazione di servizi di gestione della Biblioteca comunale ‘A. Rizzello’ (Porto Cesareo)

Roma, 4 ottobre 2018
Prot. n. 222//2018

 

Al Sindaco del Comune di Porto Cesareo
Dott. Salvatore ALBANO
sindaco@comune.portocesareo.le.it

Al responsabile del procedimento Clementina Leanza
leanzaclementina@comune.portocesareo.le.it
protocollo.comune.portocesareo@pec.rupar.puglia.it

 

 

Oggetto: “Avviso per indagine di mercato per esternalizzazione di servizi di gestione della Biblioteca comunale ‘A. Rizzello’ e dei servizi connessi per anni 2 (due), mediante procedura negoziata ai sensi dell’art. 36 comma 2 del D.Lgs. n. 50/2016. CIG: Z7524EAEEA”.

 

L’Associazione Italiana Biblioteche, esaminato l’avviso per indagine di mercato riportato in oggetto, preso atto delle seguenti criticità:

1) La richiesta di effettuazione di un minimo di 20 ore settimanali per la realizzazione delle seguenti attività:
a) Servizi di front office: gestione del pubblico per la biblioteca (accoglienza, prima informazione, iscrizione ai servizi, reference e attività di prestito del materiale documentario);
b) Servizio di back office: organizzazione, preparazione tecnica e trattamento del patrimonio documentario, catalogazione delle nuove accessioni e recupero del pregresso;
c) Promozione alla lettura e del servizio: attività di affiancamento, sostegno e collaborazione alle iniziative della biblioteca (incluso riordino e pulizia della sede della Biblioteca, nonché allestimento e riordino della sala presso la quale si tengono eventi istituzionali, sociali o culturali (consigli comunali, convegni, eventi);
d) Partecipazione alle riunioni tecniche relative al Sistema Bibliotecario Provinciale e al Polo SBN della Provincia di Lecce;
2) l’obbligo per l’appaltatore di garantire la continuità del servizio (sostituzione del personale in ferie, in malattia ecc.);
3) l’esiguità dell’importo a base d’asta: € 17.000,00 annui per una media di 1.040 ore annuali che consentirebbero l’inquadramento appena al livello A3/A3 del CCNL Cooperative sociali.

 

Ricordato anche:

il Decalogo AIB per le esternalizzazioni dei servizi bibliotecari che, al punto 2 “Diritto all’equa retribuzione” del titolo “Tutela della professione e del lavoro”, indica i livelli contrattuali di riferimento per il personale impiegato dagli appaltatori individuando – per la figura di AIUTO BIBLIOTECARIO – il livello D3-E1 del CCNL Cooperative sociali.

 

Tutto quanto premesso e considerato,

l’AIB invita codesta Stazione appaltante a una rivalutazione complessiva della procedura, attivata a seguito di propria determinazione a contrarre n. 894 del 14/09/2018, che la renda coerente con “la valorizzazione e la tutela della professione bibliotecaria, intesa come professione intellettuale specialistica ad alto contenuto tecnico scientifico, e quella del lavoro e della dignità dei professionisti che operano alle dipendenze degli operatori privati; la qualità del servizio, che le amministrazioni appaltanti devono comunque garantire ai cittadini a prescindere dalle modalità di gestione adottate; le condizioni per un confronto equo fra operatori, tale da garantire un mercato aperto e competitivo, orientato a premiare la capacità organizzativa e la qualità”.

 

Certi di un Vs celere riscontro, rimaniamo a disposizione per qualunque chiarimento e porgiamo cordiali saluti.

 

Il Coordinatore Osservatorio Lavoro e professione AIB
Maria Antonietta Ruiu

Il presidente della Sezione AIB Puglia
Maria Antonietta Abenante

URL: https://www.aib.it/struttura/osservatorio-lavoro-e-professione/2018/70730-portocesareo/. Copyright AIB 2018-10-08. A cura di Giuseppe Meliti, ultima modifica 2018-10-08