Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Verbale della riunione del Cer-Aib TAA, 18/1/2012

Trento, 18 gennaio 2012

Presenti: Elena Corradini (Presidente), Diamila Righi, Annamaria Maturi, Morena Bertoldi, Eusebia Parrotto, Ugo Scala, Maria Lunelli (in videoconferenza)

Ordine giorno: programmazione attività 2012, collaboratori, varie ed eventuali

Programmazione attività 2012

La Presidente prende la parola alle 19.45 e illustra la proposta di Piano delle attività formative per l’anno 2012 che verrà organizzato con il contributo della PAB, proposta delineata nei due incontri tenuti nei mesi precedenti con Patrizia Caleffi dell’Ufficio educazione permanente e biblioteche della PAB. La maggior parte delle attività proposte risultano già definite sia nella data di svolgimento che sotto il profilo della scelta dei collaboratori. Il CER si impegna a definire, in vista del prossimo incontro, la scelta di esperti e moderatori per gli incontri il cui programma non è ancora completo.

Sulla base dell’interesse emerso dal confronto della Presidente con i referenti della PAT, alcuni degli incontri proposti nel programma, una volta valutata la disponibilità offerta dai relatori, potrebbero essere riproposti anche in Trentino. Alla PAT potrebbero interessare, oltre ai viaggi a Torino, Bologna e Cologno Monzese, la presentazione del libro di Roberto Ventura “La biblioteca rende”, da collocarsi presumibilmente nel giorno successivo alla presentazione di Bolzano, il seminario del 26 ottobre sulla collocazione a scaffale aperto, il seminario del 3 ottobre sulla scelta della saggistica adulti, nonché la proiezione del film The Hollywood Librarian.

In aggiunta Annamaria Maturi e Morena Bertoldi propongono di tenere nella dovuta considerazione, per la realtà trentina, anche altri temi che avevano avuto un buon riscontro in termini di interesse nel questionario on line compilato dai soci quali: la gestione dei blog e dei siti web in biblioteca, la gestione dei conflitti interpersonali nell’ambiente di lavoro e verso l’utenza, l’organizzazione delle attività culturali in biblioteca e infine la giurisprudenza dei diritti SIAE. La proposta è condivisa dall’intero CER.

Alle ore 20.37 la Vicepresidente Maria Lunelli si collega in video conferenza. La Presidente riassume quanto esposto a Maria Lunelli. Eusebia Parrotto lascia la riunione alle 21.00.

Morena Bertoldi chiede alla Presidente di specificare l’iter e le modalità con cui sono state decise le attività formative inserite nel programma, in quanto, a suo avviso, la modalità organizzativa fino ad oggi adottata prefigura un ruolo del tutto passivo dell’associazione rispetto alla PAB, considerato che i contenuti non sono stati proposti e discussi nell’associazione e poi con i referenti della PAB, bensì è avvenuto il contrario. La perplessità espressa da Morena Bertoldi è condivisa anche dagli altri membri del CER. Maria Lunelli tuttavia ricorda che questa è la prassi procedurale consolidata nei rapporti con la PAB, sin da quando è iniziata la collaborazione con l’AIB. La PAB, non potendo svolgere la formazione dei bibliotecari in modo diretto, preferisce da anni rivolgersi all’AIB, ritenendola organizzazione esperta in quest’ambito.

Morena Bertoldi propone di far precedere alle scelte del CER un’analisi dei bisogni delle biblioteche, considerando anche i non iscritti. La Presidente, su sollecitazione di Ugo Scala, espone alcune esperienze di altre sezioni (Friuli, Marche) in cui un ente territoriale da mandato all’AIB regionale di organizzare l’intera attività di formazione e di aggiornamento dei bibliotecari. All’estremo opposto invece abbiamo regioni in cui l’attività dell’AIB è decisa in modo del tutto autonomo, senza essere preventivamente concordata con l’ente territoriale di riferimento, e quindi del tutto autofinanziata.

Collaboratori

La Presidente riferisce che la PAB ha proposto all’AIB-TAA di incaricare una persona che si occupi della segreteria dei corsi organizzati e realizzati in provincia di Bolzano, prevedendo a tal fine un contributo apposito di 3500 euro. La presidente ricorda che l’eventuale accettazione di questa proposta comporterebbe necessariamente una complessa variazione di bilancio. Il CER all’unanimità ritiene di non accettare la proposta della PAB, poiché esiste già una collaborazione attiva messa a bilancio (incarico affidato oggi a Mauro di Vieste) e tenuto conto della disponibilità della delegazione di Bolzano ad occuparsi attivamente e in modo volontario delle mansioni di segreteria collegate ai corsi.

Morena Bertoldi propone di togliere il limite di 3 partecipanti per ogni ente associato, ai quali è consentito di partecipare ai corsi con tariffa socio. Il CER all’unanimità, pur condividendo la necessità di intervenire sul tema al fine di semplificare le procedure di iscrizione ai corsi e la stesura dei rendiconti contabili, rimanda ad una prossima riunione del CER la decisione definitiva in merito.
Morena Bertoldi lascia la riunione alle ore 22.15.

La presidente propone all’AIB di farsi promotrice della creazione di un coordinamento delle associazioni delle professioni culturali (MAB) in Trentino; propone la scrittura di una lettera da inviare ai referenti regionali di ANAI e ICOM Italia, con allegato il protocollo d’intesa già redatto in altre realtà regionali italiane. Il coordinamento potrebbe proficuamente occuparsi di formazione trasversale e sopratutto promozione della digitalizzazione dei documenti di interesse comune a musei, archivi e biblioteche. Il CER approva la proposta della Presidente all’unanimità.

La riunione è tolta alle ore 23.00

URL: https://www.aib.it/struttura/sezioni/taa/taa-cer/2012/19327-verbale-cer-120118/. Copyright AIB 2012-02-20. A cura di Mauro di Vieste, ultima modifica 2012-04-23