Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

YouLab: Pistoia scopre l’America

di Maria Stella Rasetti

“YouLab Pistoia” è un progetto nato recentemente dalla collaborazione tra l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Roma e la Biblioteca S. Giorgio di Pistoia, con lo scopo di creare un centro di innovazione digitale aperto al pubblico, nel quale i ragazzi e i giovani possano utilizzare una ricca dotazione di strumentazione informatica e audiovideo per apprendere nuove competenze e maturarle fino ad arrivare alla piena padronanza dei diversi ambienti ed alla realizzazione di prodotti digitali spendibili anche sul mercato. Già dal nome il progetto ha voluto mettere in evidenza le diverse componenti della sua identità: “You”, perchè il protagonista è la singola persona (you in inglese tu) che utilizza individualmente gli strumenti a disposizione e che partecipa agli eventi collettivi (corsi ed altri programmi di attività), grazie ai quali può migliorare le proprie competenze assieme agli altri e condividere con loro la realizzazione di alcuni progetti digitali; “Lab”, perché si tratta di un vero e proprio laboratorio, dove si adottano nuove modalità di apprendimento e di didattica, si usano strumenti tecnologici innovativi e si sperimenta la possibilità di realizzare nuovi contenuti digitali; “Pistoia” perché il progetto viene realizzato a Pistoia all’interno della Biblioteca San Giorgio, e coinvolge le scuole ed i giovani di Pistoia, che hanno a disposizione una straordinaria risorsa per accrescere le proprie competenze sul fronte dell’innovazione tecnologica e diventare protagonisti attivi dell’economia e della vita sociale. Il governo degli Stati Uniti non è nuovo a finanziare progetti di questo tipo: ad oggi esistono infatti oltre 400 American Corner (così si chiamano gli spazi che rientrano in questo tipo di finanziamenti), sparsi in tutti i Paesi del mondo, nei quali le ambasciate competenti per territorio realizzano programmi culturali volti a favorire la conoscenza della storia e della realtà sociale americana. I diversi Corner, pur nelle specificità locali, sono accomunati dalla presenza di cinque elementi base: l’informazione sugli Stati Uniti, il sostegno all’apprendimento della lingua inglese, l’offerta di informazioni sulle opportunità di studio negli USA, la realizzazione di programmi culturali (nelle diverse forme di conferenze, incontri o altro), il coinvolgimento di esperti italiani e americani provvisti di competenze specifiche sugli USA. A differenza che in altri paesi del mondo, in Italia la conoscenza della letteratura, della storia e della realtà americana rappresenta non un punto di arrivo ma un solido punto di partenza dal quale è possibile costruire qualcosa di nuovo. In particolare nella biblioteca di Pistoia la letteratura, l’arte, l’economia e la storia degli Stati Uniti sono già ampiamente rappresentati, e perciò il Corner si è limitato ad ampliare l’offerta della biblioteca, fornendo solo una selezione di materiale speciale, di difficile reperimento in Italia, e offrendo l’accesso gratuito ad una ricca serie di banche dati.

La sua peculiarità è invece costituita dalla offerta di nuove tecnologie, per promuovere l’impresa, creare legami tra arte, design e cambiamento sociale, con particolare attenzione alla valorizzazione dei linguaggi espressivi dei giovani. Il Corner di Pistoia è il primo American Corner al mondo ad essere inserito in una biblioteca pubblica e a caratterizzarsi come Digital Innovation Center. YouLab Pistoia offre gratuitamente a tutti gli iscritti alla Biblioteca San Giorgio la possibilità di usare individualmente la collezione di strumenti digitali presente nel Corner e di partecipare a programmi di attività (corsi, seminari, conferenze, laboratori) volti ad approfondire le competenze in materia di alfabetizzazione informatica e a consentire la creazione di nuovi prodotti digitali inerenti la grafica, i giochi, la realizzazione di applicazioni, la creazione di oggetti, la produzione di audio-video e la musica digitale.

I progetti saranno poi condivisi in una rete di apprendimento sociale, che incrementerà la partecipazione e la collaborazione con la comunità locale e con gli Stati Uniti. L’Ambasciata degli Stati Uniti in  Italia ha messo a disposizione dei membri di YouLab Pistoia a partire da gennaio 2013 una prima dotazione di strumenti, che potrà essere ampliata ed aggiornata nel tempo, volta allo sviluppo di competenze nella creazione ed editing audio/video, nella fotografia digitale, nella creazione di applicazioni per smartphone e tablets, costituita da computer, tablets, macchine fotografiche, telecamere, corredati da software e altri complementi, testi sulle licenze digitali e sui Creative Commons, stampante laser e anche una stampante 3D per la creazione di oggetti a partire da progetti digitali.

Dopo un’inaugurazione informale, avvenuta lo scorso 14 febbraio alla presenza di illustri rappresentanti dell’Ambasciata, hanno preso il via le prime iniziative didattiche: due corsi di web design, con 20 partecipanti ciascuno, grazie ai quali i ragazzi hanno appreso i rudimenti della programmazione Web, fino ad arrivare alla creazione e alla pubblicazione dello stesso sito di YouLab; il corso “CiakLab”, con 12 partecipanti, volto all’apprendimento delle tecniche di ripresa video, che è culminato nella produzione di un vero e proprio video auto-prodotto; il corso “SelfPublishing”, con 20 partecipanti, dedicato al tema della produzione di libri digitali, i cosiddetti “e-book”, destinati – così ci dicono i futurologi – a mandare in pensione i libri di carta; il corso “Good looking”, incentrato sui temi della fotografia digitale, con 24 partecipanti, che si sono cimentati con le macchine fotografiche digitali, le tecniche di elaborazione grafica e di condivisione nei nuovi ambienti social.

Nei suoi primi mesi di vita YouLab è riuscito anche a dotarsi di un logo ufficiale: merito di un concorso bandito ad inizio anno, che metteva in palio un buono-acquisto di 150 euro in libri invitando gli interessati a ideare un segno identificativo in grado di restituire in modo efficace ed espressivo il significato del progetto. Numerosi i giovani che hanno inviato le proprie proposte grafiche; sei quelle selezionate dall’Ambasciata e dal Comune di Pistoia, che poi sono state sottoposte al giudizio popolare, tramite una vera e propria votazione (con tanto di schede da imbucare in un’urna chiusa) aperta a tutti gli utenti della biblioteca. Il logo vincitore, premiato in occasione della cerimonia del 14 febbraio, è uscito dalla tavolozza di un giovane pistoiese, Nikolas Parissis, che ha poi elaborato una versione definitiva approvata formalmente dall’Ambasciata e dal Comune. YouLab ha già cominciato a produrre importanti attività prima ancora dell’inaugurazione ufficiale, svoltasi il 24 aprile scorso, alla presenza dell’Ambasciatore degli Stati Uniti in Roma, David Thorne, del console di Firenze Sarah Morrison e dei più importanti dirigenti e funzionari dell’Ambasciata: un’inaugurazione che, è stata fatta coincidere con i festeggiamenti per il “compleanno” della biblioteca, e che è culminata nel taglio congiunto dell’enorme torta – con tanto di bandiera italiana e americana – da parte dell’Ambasciatore Thorne e del Sindaco Bertinelli. Alcune attività di YouLab Pistoia si svolgono nello spazio identificato con il logo “YouLab Pistoia” al piano terreno della Biblioteca San Giorgio, all’interno dell’area dedicata ai ragazzi.

A seconda del numero dei partecipanti, o delle attrezzature necessarie, alcuni eventi si svolgono nell’auditorium Terzani o in altre aree della Biblioteca San Giorgio, come la Sala Cinema o la Sala Corsi. Per partecipare ai programmi di YouLab Pistoia ed utilizzare individualmente o collettivamente gli strumenti tecnologici del Corner, basta essere iscritti alla biblioteca: nessun costo a carico dei partecipanti, nessun biglietto di ingresso agli eventi. La gratuità dei servizi di YouLab è sicuramente l’elemento più evidente del suo valore aggiunto, ma non è certo l’unico. Altre qualità importanti del progetto attengono alla scelta di modalità didattiche di tipo “peer to peer”, nelle quali i docenti appartengono perlopiù alla stessa generazione dei partecipanti ai corsi, adottano metodi di insegnamento improntati alla condivisione e alla sperimentazione, creando momenti che si cratterizzano anche in termini di partecipazione emotiva. Per non parlare della creazione di un gruppo di “mentors” molto motivato, rappresentato da persone diverse per storie personali e interessi di vita, che però sono accomunate dal desiderio di mettere a disposizione le proprie competenze e i propri contatti per creare occasioni di apprendimento per i ragazzi di Pistoia. Tra i mentors attuali si segnalano Filippo Gruni e Stefano Bizzarri, due giovani esperti di nuove tecnologie (è loro il brand “Lotrek” che si sta affermando sul mercato locale della comunicazione web) che hanno mosso i primi passi sul fronte dei progetti per i giovani grazie alla loro partecipazione al gruppo “I piloti del caos”, promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune; e ancora Mauro Sandrini, ideatore e promotore della Self-Publishing School, il prof. Riccardo Niccolai e il suo gruppo di ragazzi di “Scienza ludica”, impegnati sul fronte della costruzione di robot. Altri contatti sono stati avviati con Wikimedia Italia, che presto programmerà alcuni interventi a Pistoia, con il Fab Lab di Firenze e con la società Kentstrapper, attiva sul fronte della stampa digitale in 3D. Altri mentors saranno chiamati a rafforzare le linee di attività di YouLab, anche alla luce dei bisogni che volta per volta i giovani saranno capaci di esprimere ed evidenziare.

Per la biblioteca di Pistoia si tratta di una straordinaria iniezione di energia: una occasione di grande qualità per valorizzare le proprie risorse, i propri contatti, la propria capacità di essere un motore dell’innovazione e della cultura digitale in città.

21 FEBBRAIO 2013 – DA CHICAGO KEVIN HAUSWIRTH E LE SUE “SMART CITIES

Gli effetti positivi della collaborazione con l’Ambasciata degli Stati Uniti in Roma non si fermano alla disponibilità di nuovi strumenti tecnologici. Tra i programmi più interessanti realizzati dal Corner di Pistoia ci sono infatti gli incontri con esperti direttamente venuti dall’America per raccontare le proprie esperienze di vita e di lavoro. Il primo ospite illustre è stato Kevin Hauswirth , che dal 2011 fino a poche settimane fa è stato braccio destro e portavoce del nuovo sindaco di Chicago Ralph Emanuel. Il suo lavoro – ha spiegato di fronte ad una platea attentissima e numerosa – consiste nello sviluppare programmi che, facendo leva sui social network e sul multimedia, facilitino il dialogo tra cittadini e amministrazione per migliorare gli standard di trasparenza e accessibilità: una frontiera evoluta dell’architettura dell’amministrazione partecipata e della comunicazione istituzionale, che ha portato Chicago in breve tempo ad essere considerata un esempio di governo con livelli di apertura e innovazione senza precedenti negli Stati Uniti.

4 MAGGIO 2013 – NAGIN COX e le sue missioni su Marte

Nagin Cox  ha parlato di astronomia e di missioni spaziali, ma ha anche raccontato la sua storia personale di tenacia, determinazione e studio durissimo: indiana, poi emigrata negli Stati Uniti, come donna non aveva grandi opportunità di studiare e di affermarsi.

Ma lei ha fatto valere il proprio coraggio sopra ogni destino pre-confezionato, prima arruolandosi nell’Air Force per poter garantirsi una formazione universitaria adeguata, e poi passando alla NASA, dove è oggi ai vertici di quello straordinario gruppo di scienziati e ingegneri che hanno fatto atterrare prima i Rover e poi i nuovi robottini Curiosity e Opportunity sul pianeta rosso. Le sue ricerche sulla presenza di acqua su Marte segnano la nuova frontiera della ricerca scientifica di oggi e di domani: tutti a bocca aperta ad ascoltarla,in un Auditorium Terzani stracolmo di studenti, di astrofili e di semplici appassionati di scienza.

YOULAB È “SOCIAL”

Il progetto YouLab, basato com’è sulle nuove tecnologie, non poteva non nascere “social”: e infatti è sbarcato subito su Facebook e su Twitter per comunicare in modo immediato con i giovani di Pistoia e raccontare le tante opportunità offerte giorno dopo giorno grazie all’impiego dei nuovi strumenti acquistati dall’Ambasciata USA:  www.facebook.com/YouLabPistoia e TWITTER: @YouLabPistoia.

Esiste anche un video ufficiale di YouLab, che illustra la storia del progetto e le sue prospettive di sviluppo, reperibile su YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=hAB7G2g2MvE

Sempre su YouTube è disponibile il primo video realizzato dai ragazzi che hanno partecipato al corso di Videomaking: uno speciale “domino di libri” che attraversa tutta la San Giorgio fino ad arrivare all’American Corner: http://www.youtube.com/watch?v=-kr4SIPKHVc.

Il 24 aprile i ragazzi di YouLab hanno registrato un altro video: un Harlem Shake in costume, che presto – una volta ultimato il montaggio – sarà disponibile on line come nuovo prodotto targato YouLab. E siamo solo all’inizio!

 

URL: https://www.aib.it/struttura/sezioni/toscana/bibelot/bibelot-1-2013/2013/35699-youlab-pistoia-scopre-lamerica/. Copyright AIB 2013-07-03. A cura di Marta Motta, ultima modifica 2013-07-03