Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Biblioteche che chiudono: Biblioteca della Giunta Regionale Toscana

di Sandra Di Majo

Quando ho letto il messaggio di Elena Michelagnoli («Biblioteca Giunta regionale toscana, patrimonio a rischio», AIBCUR, 10 Agosto 2012), dove si esponeva il progetto della Regione di riunire la Biblioteca della Giunta a quella del Consiglio regionale in una nuova sede in fase di allestimento, il primo pensiero è stato quello che ci si trovasse di fronte ad uno dei numerosi casi di accorpamento ed integrazione che implicano certo dei sacrifici, ma il cui bilancio finale è nel complesso positivo. Esperienze frequenti, ad esempio, in ambito universitario, dove l’accorpamento di più biblioteche in unità più estese, è stata senza ombra di dubbio un grosso salto di qualità.  Tuttavia il messaggio sollevava non poche questioni meritevoli di approfondimento. Ho chiesto allora ad Elena di dirci qualcosa di più che potesse aiutare a comprendere meglio la situazione ed a farsi un’opinione libera da influenze di ogni tipo. E’ questa l’origine dell’articolo qui pubblicato che ci dà in breve un profilo della biblioteca della Giunta: quando e perché è stata costituita, con quali obiettivi e funzioni, l’attività svolta, le professionalità che vi si sono formate, la situazione di incertezza che incombe sul suo prossimo futuro.

Siamo, penso, tutti ben convinti di vivere in una situazione ben diversa dagli anni ’70 quando la Biblioteca della Giunta è nata che impone scelte equilibrate ed eviti sprechi di risorse.  E’ anche per questo che crediamo che ogni operazione suggerita da legittime esigenze di razionalizzazione, come probabilmente quella in discorso, debba avere alle spalle un progetto ben chiaro, elaborato con la partecipazione di tutte le componenti implicate (quindi, nelle specifico, anche di chi gestisce la biblioteca), impegnato a sostenere e valorizzare un servizio nel tempo estesosi a vantaggio di una comunità ben più ampia di quella cui la Biblioteca era originariamente destinata.

Non sembra sia questo il percorso scelto se la sede in allestimento che dovrebbe accogliere la Biblioteca del Consiglio e quella della Giunta, non ha spazi sufficienti già per le attuali dimensioni delle due unità e se si pensa di trasferire parte delle collezioni librarie ed archivistiche in un magazzino, non solo distante (forse questo è il male minore), ma senza prevederne un’organizzazione adeguata che consenta la conservazione e la disponibilità di quelle raccolte che un’attenta attività di selezione riterrà necessario conservare. Ma crediamo sia ancora possibile intervenire per correggere il tiro e vivamente ci auguriamo che ciò avvenga.

URL: https://www.aib.it/struttura/sezioni/toscana/bibelot/bibelot-3-2012/2012/29938-biblioteca-giunta-regionale-toscan/. Copyright AIB 2012-12-28. Creata da Marta Motta, ultima modifica 2012-12-29 di Marta Motta