Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

La biblioteca è anche tua!: presentazione del volume di Maria Stella Rasetti

Lunedì 24 novembre scorso ho avuto la fortunata occasione di partecipare, presso la biblioteca delle Oblate di Firenze, alla presentazione del volume La biblioteca è anche tua! di Maria Stella Rasetti (Bibliografica, 2014), organizzata dall’AIB, Associazione Italiana Biblioteche, Sezione Toscana, in collaborazione con S.D.I.A.F., Sistema Documentario dell’Area Fiorentina, e SDIMM, Sistema Documentario Integrato Mugello e Montagna fiorentina. Vi hanno preso parte l’Autrice, Sandra Di Majo, presidente AIB Sezione Toscana e Grazia Asta, P.O. Promozione biblioteche e progetti speciali del Comune di Firenze. L’incontro si è svolto in forma di dialogo aperto con l’Autrice ed ha visto la partecipazione di numerosi bibliotecari e volontari impegnati in progetti di collaborazione con le biblioteche.

Dall’intervento di Roberto Elefante, coordinatore dello SDIMM, sono emersi significativi, e per alcuni versi allarmanti, indicatori del peso rappresentato dal personale volontario, che in alcune sedi rappresenta la conditio sine qua non per l’apertura stessa delle strutture nelle quali presta il generoso impegno.

Maria Stella Rasetti ha sottolineato l’importanza di intendere il volontariato in biblioteca, da parte di tutti i soggetti coinvolti, e quindi anche dalle Amministrazioni, come momento di cittadinanza attiva, e non come elemento sostitutivo di personale adeguatamente preparato e proporzionalmente retribuito, ribadendo l’importanza di una definizione corretta dei ruoli – bibliotecari da una parte, Associazione Amici della Biblioteca dall’altra – al fine di un potenziamento dei servizi della biblioteca, che non ne snaturi però le finalità.

Sandra di Majo ha ricordato le Linee di indirizzo per l’attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale nelle biblioteche italiane e per l’utilizzo di personale a supporto dei bibliotecari elaborate dall’AIB ed il percorso che ha portato, con la cosiddetta Legge Madia, al riconoscimento della piena titolarità della figura del bibliotecario nell’esercizio della responsabilità professionale.

La delicatezza del rapporto bibliotecario/volontario – che come tutti i rapporti interpersonali necessita di disponibilità all’ascolto, senza la quale non può esservi compartecipazione – è stata messa in risalto da Sara Pollastri, Responsabile della biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino, in relazione alla Società per la biblioteca circolante, nata nel 1869 ad opera di alcuni cittadini con lo scopo di diffondere la cultura tra tutta la cittadinanza e rimasta fino al 1973 – data nella quale, in osservanza delle leggi regionali, fu necessario per i comuni dotarsi di una biblioteca comunale – l’unica biblioteca di Sesto Fiorentino1.

Invogliata dal taglio partecipativo dell’incontro, sono intervenuta anche io, bibliotecaria presso la biblioteca comunale Filippo Buonarroti di Firenze, per testimoniare l’utilità del volume di Maria Stella Rasetti quale “strumento di lavoro” a disposizione del bibliotecario per orientarsi nel complesso quadro normativo relativo al mondo del volontariato. E nel segnalare la positiva esperienza della collaborazione con i volontari della sezione Soci Coop per l’apertura di un punto di prestito all’interno del supermercato (la così detta biblioteca “fuori di sè”) – all’interno del progetto di Regione Toscana Presta libri & co. Alimenta gratis la mente2 – ho ritenuto opportuno sottolineare come al prezioso contributo reso dai volontari si accompagni una notevole mole di lavoro per il bibliotecario, garante della correttezza bibliografica, e non solo, di quanto offerto.

La significatività del progetto regionale sopra menzionato è stata evidenziata da Grazia Asta, che ha ricordato come ammontino già a cinque i punti di prestito nei supermercati – tre già attivi, due in via di attivazione – nel solo comune di Firenze.

Di feconde sinergie ha parlato Barbara Sani, della biblioteca di Bagno a Ripoli, riferendosi al servizio di prestito di libri all’interno dell’ospedale di S. M. Annunziata dal titolo Un libro un volontario per amico ed al servizio di prestito a domicilio La biblioteca a casa di tutti destinato a persone fisicamente impossibilitate a recarsi in biblioteca, realizzati dalla biblioteca in collaborazione con l’Auser verde argento Bagno a Ripoli, nonché di quanto realizzato in sinergia con l’Associazione volontari della biblioteca A tutto volume, sorta con l’obiettivo specifico di “offrire prestazioni di pubblico interesse alla generalità della popolazione, per la diffusione e la conoscenza dei servizi della Biblioteca di Bagno a Ripoli, operando sul piano culturale e sociale attraverso la promozione e la diffusione della lettura e lo svolgimento e la promozione di attività culturali, educative, artistiche connesse alla formazione e allo sviluppo dell’individuo”3.

Patrizio Sgrilli, di BiblioteCaNova Isolotto di Firenze, ha ricordato le motivazioni che furono alla base della creazione dell’Associazione Pollicino: la paventata demolizione della biblioteca dell’Argingrosso, che portò alla nascita spontanea di un “gruppo di pressione” a tutela della struttura presso l’Amministrazione.

Il destino delle collezioni della biblioteca dell’Argingrosso – confluite assieme a quelle della biblioteca dell’Isolotto nella nuova grande struttura di via Canova, denominata BiblioteCaNova – è stato condiviso dalle Associazioni facenti capo alle biblioteche di origine: è così che è nata – come ha testimoniato Sandra Tramonti, Resposabile di BiblioteCaNova – l’Associazione Lib(e)ramente – Pollicino. Per BiblioteCaNova Isolotto4. Fra le attività realizzate dall’Associazione meritano di essere ricordate le letture a cura dei Nonni leggendari, impegnati nelle scuole e nei progetti Un libro un volontario per amico, Leggere fa bene e Libri in corsia; il BibliOrto, laboratorio permanente di orticoltura, per l’apprendimento delle tecniche di produzione di frutta e verdura, ma anche della coscienza alimentare, educazione sensoriale, difesa della biodiversità, consumo consapevole, economia solidale, educazione ambientale, cittadinanza attiva5; il mercatino dei libri donati alla biblioteca, ma non accolti, allo scopo di raccogliere fondi a supporto delle attività della struttura.



URL: https://www.aib.it/struttura/sezioni/toscana/bibelot/bibelot-3-2014/2015/47016-la-biblioteca-e-anche-tua-presentazione-del-volume-di-maria-stella-rasetti/. Copyright AIB 2015-01-14. Creata da Marta Motta, ultima modifica 2015-01-14 di Marta Motta