[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo


Alessandrini, Ada

(Terni 20 dicembre 1909 Roma 26 agosto 1991)

[Voce in preparazione]

Conseguì la laurea in lettere nel 1932, con una tesi (poi in parte pubblicata) sull'influsso esercitato da santa Caterina da Siena per il ritorno dei papi da Avignone.
Frequentò poi il corso di paleografia e diplomatica dell'Archivio Vaticano e dalla metà degli anni Trenta lavorò alla Biblioteca apostolica vaticana, per la redazione dello schedario generale dei manoscritti, legandosi d'amicizia con Gerardo Bruni, suo «maestro di antifascismo». Partecipò alla Resistenza a Roma.
Professoressa di lettere di ruolo negli istituti magistrali, fu però per molti anni comandata alla Biblioteca nazionale centrale di Roma, conseguendo poi la qualifica di bibliotecario aggregato. Ma venne in effetti assegnata, dal 1942 fino agli anni Settanta, alla Biblioteca dell'Accademia dei Lincei, di cui divenne negli ultimi tempi vicedirettrice.
Fu molto impegnata in politica, nella sinistra della Democrazia cristiana dalla Liberazione fino al 1947, poi nel Movimento cristiano per la pace, aderendo al Fronte democratico popolare, nel quale fu membro della presidenza e candidata alle elezioni del '48, e in altri raggruppamenti di cattolici di sinistra. Fece parte dal 1947 del Comitato direttivo dell'Unione donne italiane e dal 1948 del Consiglio della Fédération démocratique des femmes; fu poi tra i promotori del Movimento dei partigiani della pace. Negli anni Settanta fu impegnata nei comitati cattolici per i referendum contro le leggi sul divorzio e sull'aborto.
Socia dell'Associazione italiana biblioteche negli anni Cinquanta e Sessanta, partecipò a diversi suoi congressi nazionali e pubblicò su «Notizie A.I.B.», nel 1959, un ampio saggio sulla catalogazione dei manoscritti.
Pubblicò vari studi e ricerche legati alla storia dell'Accademia dei Lincei e a Galileo, tra i quali il volume Cimeli lincei a Montpellier (Roma: Accademia nazionale dei Lincei, 1978), oltre a numerosi interventi di carattere politico.
Il suo archivio, con anche libri e periodici, è conservato alla Fondazione Lelio e Lisli Basso di Roma; altre sue carte si trovano all'Accademia dei Lincei e all'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza (IRSIFAR).

Mario Gastaldi Carmen Scano. Dizionario delle scrittrici italiane contemporanee (arte, lettere, scienze). Milano: Gastaldi, 1957, p. 257.

Ada Alessandrini. Incontri e scontri con Gerardo Bruni: dalla Biblioteca Vaticana alle lotte del dopoguerra per la democrazia e la pace. In: Gerardo Bruni e i cristiano-sociali, a cura di Antonio Parisella. Roma, Lavoro, 1982, p. 247-274.

Fondazione Lelio e Lisli Basso-ISSOCO. Inventario del Fondo Ada Alessandrini (1922-1991, con docc. dal 1900), [a cura] di Simona Luciani. Roma: Palombi, 2009. X, 203 p. (Carte e memoria: archivi storici degli istituti culturali del Lazio; 3).

Elisabetta Salvini. Ada e le altre: donne cattoliche tra fascismo e democrazia. Prefazione di Giorgio Vecchio. Milano: Angeli, 2013. 277 p. (Cittadinanza, politica, società, storia. Storia; 3).



Copyright AIB 2006-08-18, ultimo aggiornamento 2015-08-19, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: http://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/alessandrini.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci