[AIB]  AIB. Pubblicazioni. DBBI20
AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci

Dizionario bio-bibliografico dei bibliotecari italiani del XX secolo

[Ritratto]

Garofano Venosta, Luigi

(Capua CE 22 marzo 1886 - Capua CE 1970)

Figlio di una sorella del senatore Luigi Venosta, laureato in giurisprudenza nel 1913, avvocato, combatté nella prima guerra mondiale nell'artiglieria da campagna, col grado di tenente dall'aprile 1917, ricevendo anche una decorazione al valore, e nel dopoguerra fu promosso capitano.
Diresse dal 1940 il Museo provinciale campano di Capua e la Biblioteca annessa, con cui già aveva collaborato negli anni precedenti. Diede un notevole impulso all'istituto, e in particolare alla Biblioteca, che in precedenza era trascurata e non aperta al pubblico mentre si affermò allora come la più importante della provincia di Caserta.
Antifascista, d'ispirazione liberale e mazziniana, nel settembre 1943 fu tra i promotori del Comitato di liberazione nazionale a Capua, ospitando le riunioni nel Museo, e con i figli contribuì a organizzare l'insurrezione della città contro i tedeschi nei primi giorni dell'ottobre 1943.
L'edificio del Museo venne in gran parte distrutto da un bombardamento il 9 settembre 1943 ma le collezioni più importanti erano state poste in salvo e la sua immediata vigilanza e in seguito il suo costante impegno nell'interessare tutte le autorità per la ricostruzione del Museo consentirono di limitare i danni e quindi di ricostituire e riordinare il Museo stesso con criteri più moderni. La nuova sede venne inaugurata nell'ottobre 1953 e aperta al pubblico nel 1956.

Mantenne la carica di direttore del Museo probabilmente fino alla morte, ma dal 1955 circa fu affiancato dal figlio Salvatore come conservatore, e almeno negli ultimi anni direttore della Biblioteca.
Socio dell'Associazione italiana biblioteche almeno dal 1948, venne eletto in quell'anno nel primo Comitato regionale della Sezione di Napoli. Prese parte al Congresso nazionale del 1962 e compare ancora negli elenchi dei soci fino alla morte.
Fu anche ispettore bibliografico onorario, almeno dal 1951, e fece parte del direttivo della Società di storia patria di Terra di lavoro e del comitato di redazione dell'«Archivio storico di Terra di Lavoro».
Nel 1959 venne insignito della medaglia d'oro dei benemeriti della cultura.
È intitolata al suo nome la Sezione di Capua dell'Associazione nazionale combattenti e reduci.

Alberto Petrucciani

Rosolino Chillemi. Luigi Garofano Venosta. «Capys: annuario degli "Amici di Capua"», 4 (1970), p. 83-85.

Il Museo Campano di Capua: nel centotrentesimo anno dalla fondazione, a cura di Giuseppe Centore e Pasquale Argenziano; presentazione di Riccardo Ventre; saggi di Francesca Amirante ... [et al.]. [Caserta]: Provincia di Caserta; [Capua]: Museo campano di Capua, 2003 (stampa 2004), p. 88, 93, 95, 99.

Il Museo campano di Capua: storia di un'istituzione e delle sue raccolte, a cura di Rosanna Cioffi e Nadia Bardella. Napoli: Arte tipografica editrice, 2009. 309 p.: ill. ISBN 978-88-6419-005-1. Contiene fra l'altro Paola Zito, La Biblioteca del Museo campano: oltre cinque secoli di storia della lettura in Terra di Lavoro, p. 253-281.



Copyright AIB 2009-08-04, ultimo aggiornamento 2020-05-01, a cura di Simonetta Buttò e Alberto Petrucciani
URL: https://www.aib.it/aib/editoria/dbbi20/garofano.htm

AIB-WEB | Pubblicazioni AIB | DBBI20 Indice delle voci