Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter

Il fundraising per le biblioteche [nuova data]

Il fundraising  per le biblioteche

 

Foto di Massimo Coen Cagli, docente del corso sul fundraing in biblioteca

Sede del corso: Milano, Università Statale  (aula Zeta: via S. Sofia, 9/1)

Data:  Lunedì 19 maggio – martedì 20 maggio 2014

Orario: dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30

Durata: 12 ore

Partecipanti: massimo 50 persone

Docente:  Massimo Coen Cagli
Autore del primo manuale italiano sul Fundraising, dopo 20 anni di impegno nella dirigenza di organizzazioni non profit ha dato vita ad un network di professionisti attivi nel campo della consulenza, della formazione e della ricerca per l’empowerment del terzo settore  e dei servizi pubblici. E’ promotore di un approccio sociologico al fundraising, secondo il quale la raccolta di fondi è legata alla costruzione e al rafforzamento della comunità civile e alla creazione di forme innovative di welfare sociale.
È direttore scientifico della Scuola di Roma Fund-raising.it, docente presso primarie università italiane e presso master post universitari e membro del Comitato Scientifico del Festival del Fundraising. Ha collaborato con biblioteche e sistemi bibliotecari per lo sviluppo del loro fundraising anche organizzando corsi di formazione per dirigenti e operatori dei servizi bibliotecari. Nel 2013 ha pubblicato “Fare fundraising in biblioteca” (ed. Bibliografica)

Obiettivi:
Il corso prevede un primo modulo volto a illustrare le metodologie e le principali tecniche di raccolta fondi applicabili alle biblioteche e un secondo modulo dedicato a un laboratorio di analisi delle biblioteche in funzione della elaborazione di alcune linee strategiche e operative di fundraising.

Contenuti:
Le biblioteche: un patrimonio culturale e sociale di grandissima rilevanza per la nostra comunità nazionale. Una istituzione sociale ancora prima che un servizio pubblico, le cui origini sono intimamente legate a forme di contribuzione e sostegno della comunità: dai grandi filantropi alla gente comune, alle aziende.  Oggi che le biblioteche sono chiamate, come altri servizi, ad affrontare la crisi economica, il fundraising si presenta come una delle possibili vie da intraprendere per garantire maggiore sostenibilità. Così come succede in molti altri paesi.  Ma fare fundraising non vuol dire solo chiedere un aiuto per colmare il minor afflusso di risorse pubbliche, bensì ripensare e riscoprire quel forte legame tra la biblioteca e la comunità che la rende un bene comune degno di una partecipazione attiva anche in termini di apporto di risorse economiche, umane e sociali volontarie.  Chi ha provato in Italia o all’estero a ristabilire un rapporto di impegno comune con la società civile ha potuto scoprire che questo rappresenta un valore aggiunto inestimabile per le biblioteche. Fare fundraising quindi vuol dire anche  crescere insieme alla comunità.

 

Destinatari:
Bibliotecari di tutte le tipologie di biblioteche

Programma del corso:

Prima giornata (formazione d’aula) :

  1. Che cosa è il fundraising in una ottica evolutiva e specificità delle biblioteche
    • definizione di fundraising e trend evolutivi
    • la biblioteca come portatore di una causa sociale: a quali condizioni le biblioteche possono fare fundraising
  2.  Il ciclo del fundraising: ideare, progettare e realizzare attività di fund raising
  3. Come si fa una strategia di fundraising
    • Trovare i punti di forza per il fundraising: progetto, relazioni, comunicazione, competenze, organizzazione
    • Esempi di strategie di fundraising delle biblioteche
  4. Modalità di raccolta fondi delle biblioteche
    • verso individui (fidelity card, amici della biblioteca, eventi e iniziative pubbliche, ecc..)
    • verso aziende e fondazioni (convenzioni sulla fidelity card, sponsorizzazioni, partnership, ecc..)

Seconda giornata (laboratorio e lezione):

  1. Analisi strategica: i nostri punti di forza e di debolezza per il fundraising
  2. divisione in gruppi di lavoro (presumibilmente: biblioteche di pubblica lettura e biblioteche universitarie, ma anche altre) che fanno una rapida analisi sulla base di una griglia fornita dal docente
    •  restituzione dei gruppi
  3. Individuazione delle linee di start up e sviluppo del fundraising
    • i diversi modelli di start up del fundrasing per le biblioteche
    • i partecipanti insieme al docente faranno una seduta di progettazione di massima del fundrasing della biblioteca
  4. Individuazione di una attività di raccolta fondi verso individui e verso aziende (lavoro di gruppo sulla base di una griglia fornita dal docente)

Quote di partecipazione

  • Associati AIB persona: € 75,00
  • Associati AIB amici (Enti e Biblioteche):  € 75,00 per ogni operatore, fino a un max di 3 per Ente.  Dal quarto operatore il costo è di 100 € ciascuno
  • Associati AIB amici  (studenti): € 35,00
  • Non associati AIB (persone e Enti): € 150,00 (+IVA se dovuta) nei limiti di disponibilità di posti.

Verrà data conferma agli iscritti tramite posta elettronica. A tutti i partecipanti, che avranno regolarmente frequentato, sarà rilasciato un attestato di frequenza.
Attenzione: In caso di mancato raggiungimento del numero previsto (15 iscritti), la Sezione si riserva di annullare il corso, in tal caso verrà data immediata comunicazione agli iscritti.

Per iscriversi è necessario compilare la domanda di iscrizione online entro il 15 maggio 2014  indicando nel nome del corso “Il fundraising  per le biblioteche”

Per informazioni
Associazione Italiana Biblioteche – Sezione Lombardia
tel.  339-5847303
e-mail: lombardia@lom.aib.it

URL: http://www.aib.it/attivita/2014/41759-il-fundraising-per-le-biblioteche/. Copyright AIB 2014-03-13. A cura di Marco Azzerboni, ultima modifica 2014-05-12