Negozio AIB - Bibliotecari: professione storia cultura
Stampa pagina Seguici AIB su Facebook AIB su Twitter
PRODUCTS PAGE

«Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti

Giovanni Di Domenico, «Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. ISBN 978-88-7812-266-6

Obiettivo principale di questa monografia è avviare una rilettura sistematica del contributo fornito da Ettore Fabietti (1876-1962) alla biblioteconomia italiana. Per quanto periodicamente dimenticata, la sua attività di organizzatore delle biblioteche popolari milanesi e coordinatore della Federazione italiana delle biblioteche popolari ha attratto un buon numero di studiosi. Insieme con i meriti e i limiti storici del movimento delle biblioteche popolari di matrice socialista sono stati messi in luce i tratti salienti (a volte frenanti) del retroterra politico-culturale di Fabietti, ma anche la sua dedizione alla causa, le capacità organizzative, le innovative proposte di servizio. In altri passaggi e momenti storiografici è stata posta in primo piano la graduale e complicata trasformazione del concetto di biblioteca popolare in quello di biblioteca “per tutti”, trasformazione che fece da cornice programmatica all’elaborazione fabiettiana dalla metà degli anni Dieci in poi. E tuttavia resta, forse, la necessità di ripercorrere, con le tappe essenziali del suo lavoro sul campo, le traiettorie interne del suo pensiero biblioteconomico, trasmesso da una mole imponente di scritti: la produzione di Fabietti, infatti, fu spesso occasionata da esigenze e urgenze legate alla sua militanza professionale e a scopi di divulgazione, reca i segni indelebili di un periodo lungo e tormentato della storia nazionale (dall’età giolittiana fino al fascismo e al suo consolidamento in regime), ma fu anche guidata da una visione organica della biblioteca come organizzazione di servizi e della biblioteconomia come moderna cultura professionale. Tale visione non venne mai meno e ha lasciato un patrimonio storico di idee, intuizioni, cornici concettuali e pratiche di non trascurabile entità.

Giovanni Di Domenico insegna Biblioteconomia e Management delle biblioteche all’Università degli studi di Salerno. Ha prevalentemente dedicato i suoi studi e ricerche a temi di biblioteconomia gestionale e sociale (qualità, valutazione, impatto delle biblioteche). Ha pubblicato, inoltre, diversi saggi sui modelli di ordinamento delle collezioni librarie e altri sul rapporto fra intellettuali (Bianciardi, Bo, Gramsci), bibliografia e biblioteche nel Novecento italiano. Tra le sue monografie ricordiamo: Percorsi della qualità in biblioteca (2002), La biblioteca per progetti (2006), Biblioteconomia e culture organizzative (2009). Per le edizioni AIB ha curato Fund raising per le biblioteche italiane (2008), L’impatto delle biblioteche pubbliche (2012), L’impatto delle biblioteche accademiche (2014). È nel comitato scientifico di importanti riviste di settore e dal 2012 al 2015 ha diretto AIB studi. Attualmente è vicepresidente della Società italiana di scienze bibliografiche e biblioteconomiche.

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF.
Se sei socio AIB acquistando la versione cartacea ti regaliamo il PDF, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni a un prezzo speciale di 28 euro (per questa offerta, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

_________________

Dicono del libro

Anna Galluzzi, rec. a Giovanni Di Domenico, «Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti, «Aib Studi», 59 (2019), 3, p. 489-491, <https://aibstudi.aib.it/article/view/12023/11520>.
_________________
Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

«Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti (ebook)

Giovanni Di Domenico, «Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. ISBN 978-88-7812-273-4 [ebook: formato PDF]

Obiettivo principale di questa monografia è avviare una rilettura sistematica del contributo fornito da Ettore Fabietti (1876-1962) alla biblioteconomia italiana. Per quanto periodicamente dimenticata, la sua attività di organizzatore delle biblioteche popolari milanesi e coordinatore della Federazione italiana delle biblioteche popolari ha attratto un buon numero di studiosi. Insieme con i meriti e i limiti storici del movimento delle biblioteche popolari di matrice socialista sono stati messi in luce i tratti salienti (a volte frenanti) del retroterra politico-culturale di Fabietti, ma anche la sua dedizione alla causa, le capacità organizzative, le innovative proposte di servizio. In altri passaggi e momenti storiografici è stata posta in primo piano la graduale e complicata trasformazione del concetto di biblioteca popolare in quello di biblioteca “per tutti”, trasformazione che fece da cornice programmatica all’elaborazione fabiettiana dalla metà degli anni Dieci in poi. E tuttavia resta, forse, la necessità di ripercorrere, con le tappe essenziali del suo lavoro sul campo, le traiettorie interne del suo pensiero biblioteconomico, trasmesso da una mole imponente di scritti: la produzione di Fabietti, infatti, fu spesso occasionata da esigenze e urgenze legate alla sua militanza professionale e a scopi di divulgazione, reca i segni indelebili di un periodo lungo e tormentato della storia nazionale (dall’età giolittiana fino al fascismo e al suo consolidamento in regime), ma fu anche guidata da una visione organica della biblioteca come organizzazione di servizi e della biblioteconomia come moderna cultura professionale. Tale visione non venne mai meno e ha lasciato un patrimonio storico di idee, intuizioni, cornici concettuali e pratiche di non trascurabile entità.

_________________

Giovanni Di Domenico insegna Biblioteconomia e Management delle biblioteche all’Università degli studi di Salerno. Ha prevalentemente dedicato i suoi studi e ricerche a temi di biblioteconomia gestionale e sociale (qualità, valutazione, impatto delle biblioteche). Ha pubblicato, inoltre, diversi saggi sui modelli di ordinamento delle collezioni librarie e altri sul rapporto fra intellettuali (Bianciardi, Bo, Gramsci), bibliografia e biblioteche nel Novecento italiano. Tra le sue monografie ricordiamo: Percorsi della qualità in biblioteca(2002), La biblioteca per progetti(2006), Biblioteconomia e culture organizzative(2009). Per le edizioni AIB ha curato Fund raising per le biblioteche italiane(2008), L’impatto delle biblioteche pubbliche(2012), L’impatto delle biblioteche accademiche(2014). È nel comitato scientifico di importanti riviste di settore e dal 2012 al 2015 ha diretto AIB studi. Attualmente è vicepresidente della Società italiana di scienze bibliografiche e biblioteconomiche.

_________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF.
Se sei socio AIB acquistando la versione cartacea ti regaliamo il PDF, se non sei associato potrai avere entrambe le versioni a un prezzo speciale di 28 euro (per questa offerta, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it)

_________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

_________________

Dicono del libro
Anna Galluzzi, rec. a Giovanni Di Domenico, «Organismo vivente». La biblioteca nell’opera di Ettore Fabietti, «Aib Studi», 59 (2019), 3, p. 489-491, <https://aibstudi.aib.it/article/view/12023/11520>.
_________________

Price: € 6,00

Loading Updating cart…

Biblioteca, catalogo, informazione. Giornata di studio in onore di Diego Maltese

Biblioteca nazionale centrale di Firenze, Biblioteca, catalogo, informazione. Giornata di studio in onore di Diego Maltese, a cura di Silvia Alessandri e Maria Chiara Iorio. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. ISBN 978-88-7812-269-7.

In quasi tutti gli interventi di questa giornata viene posta in rilievo quella che è come la cifra costante della mia riflessione sul catalogo di biblioteca: la sua intrinseca natura di linguaggio espressivo. Questa lezione, che appare ovvia, mi viene […] dalla mia antica formazione filologica, fondata sull’esercizio della lettura critica dei testi, unita alla necessaria attrezzatura di conoscenze specifiche. […] L’esercizio della critica dei testi in funzione della loro corretta interpretazione diventa presto un’attitudine mentale. Descrivere un libro per il catalogo di biblioteca è allora leggerlo criticamente. L’integrità della descrizione catalografica, per la sua stessa natura di comunicazione, non può essere sostituita, per esempio, dalla definizione analitica di dati elementari. L’integrità dell’informazione catalografica è cosa diversa dalla granularità con cui si registrano dati elementari per un loro ricupero separato […]. Assemblaggi di dati granulari non fanno una descrizione catalografica, che è linguaggio. La biblioteca stessa è linguaggio, nonché sistema. (Dal Ringraziamento di Diego Maltese)

Diego Maltese, nato a Catania il 4 febbraio 1928, laureato in Lettere classiche a Catania e poi specializzato in Filologia classica a Firenze, presta servizio presso la Biblioteca nazionale centrale di Firenze dal dicembre 1951 al 30 giugno 1954. Trasferito quindi alla Biblioteca Universitaria di Pisa, rientra dal 1955 alla BNCF, diventando responsabile della Bibliografia Nazionale Italiana (BNI) fino al 1973 quando, per breve tempo, si sposta a dirigere le Biblioteche di Lucca, Parma e, infine, la Biblioteca Universitaria di Bologna, dove rimane fino al 1976, quando rientra come direttore alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze fino a dicembre 1978. Dal 1983 è professore associato presso la Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università Sapienza di Roma, e dal 1° novembre 1991 professore ordinario di Teoria e tecniche della catalogazione e classificazione all’Università di Udine.

Silvia Alessandri lavora presso la BNCF dal 1979. Per venti anni ha fatto parte della BNI, partecipando all’edizione italiana della 21a edizione integrale della CDD e curando, insieme ad Albarosa Fagiolini, l’edizione italiana della 14a edizione ridotta della CDD. Attualmente è responsabile delle Sale di consultazione e svolge le funzioni di Vicedirettore, continuando a occuparsi delle manifestazioni culturali della Biblioteca.

Maria Chiara Iorio è funzionario presso la BNCF nella sezione semantica della BNI. In precedenza ha lavorato presso la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze coordinando il servizio di prestito interbibliotecario del Sistema bibliotecario dell’Ateneo fiorentino. Autrice di articoli di biblioteconomia, è coordinatrice della Commissione nazionale Biblioteche e servizi nazionali dell’AIB.

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 28 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

Product Options

Price: da € 17,50

Loading Updating cart…

Biblioteca, catalogo, informazione. Giornata di studio in onore di Diego Maltese (ebook)

Biblioteca nazionale centrale di Firenze, Biblioteca, catalogo, informazione. Giornata di studio in onore di Diego Maltese, a cura di Silvia Alessandri e Maria Chiara Iorio. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2018. ISBN 978-88-7812-275-8 (ebook: formato PDF)

 

In quasi tutti gli interventi di questa giornata viene posta in rilievo quella che è come la cifra costante della mia riflessione sul catalogo di biblioteca: la sua intrinseca natura di linguaggio espressivo. Questa lezione, che appare ovvia, mi viene […] dalla mia antica formazione filologica, fondata sull’esercizio della lettura critica dei testi, unita alla necessaria attrezzatura di conoscenze specifiche. […] L’esercizio della critica dei testi in funzione della loro corretta interpretazione diventa presto un’attitudine mentale. Descrivere un libro per il catalogo di biblioteca è allora leggerlo criticamente. L’integrità della descrizione catalografica, per la sua stessa natura di comunicazione, non può essere sostituita, per esempio, dalla definizione analitica di dati elementari. L’integrità dell’informazione catalografica è cosa diversa dalla granularità con cui si registrano dati elementari per un loro ricupero separato […]. Assemblaggi di dati granulari non fanno una descrizione catalografica, che è linguaggio. La biblioteca stessa è linguaggio, nonché sistema. (Dal Ringraziamento di Diego Maltese)

________________

Diego Maltese, nato a Catania il 4 febbraio 1928, laureato in Lettere classiche a Catania e poi specializzato in Filologia classica a Firenze, presta servizio presso la Biblioteca nazionale centrale di Firenze dal dicembre 1951 al 30 giugno 1954. Trasferito quindi alla Biblioteca Universitaria di Pisa, rientra dal 1955 alla BNCF, diventando responsabile della Bibliografia Nazionale Italiana (BNI) fino al 1973 quando, per breve tempo, si sposta a dirigere le Biblioteche di Lucca, Parma e, infine, la Biblioteca Universitaria di Bologna, dove rimane fino al 1976, quando rientra come direttore alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze fino a dicembre 1978. Dal 1983 è professore associato presso la Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università Sapienza di Roma, e dal 1° novembre 1991 professore ordinario di Teoria e tecniche della catalogazione e classificazione all’Università di Udine.

Silvia Alessandri lavora presso la BNCF dal 1979. Per venti anni ha fatto parte della BNI, partecipando all’edizione italiana della 21a edizione integrale della CDD e curando, insieme ad Albarosa Fagiolini, l’edizione italiana della 14a edizione ridotta della CDD. Attualmente è responsabile delle Sale di consultazione e svolge le funzioni di Vicedirettore, continuando a occuparsi delle manifestazioni culturali della Biblioteca.

Maria Chiara Iorio è funzionario presso la BNCF nella sezione semantica della BNI. In precedenza ha lavorato presso la Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze coordinando il servizio di prestito interbibliotecario del Sistema bibliotecario dell’Ateneo fiorentino. Autrice di articoli di biblioteconomia, è coordinatrice della Commissione nazionale Biblioteche e servizi nazionali dell’AIB.

________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Offerta speciale combo cartaceo+PDF

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 28 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

________________

Price: € 6,00

Loading Updating cart…

Guido Biagi e la biblioteconomia in Italia tra XIX e XX secolo

Rossano De Laurentiis. Guido Biagi e la biblioteconomia in Italia tra XIX e XX secolo; presentazione di Mauro Guerrini. Roma: AIB, 2017. ISBN 978-88-7812-250-5.

In copertina si vede, in una foto del 1906, Guido Biagi (Firenze, 1855-1925) seduto a un pluteo mentre sfoglia un codice riccamente miniato, allorché in veste di direttore della Biblioteca Medicea Laurenziana – come ricorda lui stesso – «presi il partito di togliere dai plutei dov’erano catenati i codici medicei del Salone [di Michelangelo], i quali trovandosi all’ingresso della biblioteca erano poco al sicuro». Un fatto simbolico di grande impatto, nel quale si possono riassumere le trasformazioni in senso moderno della Biblioteconomia in Italia tra Ottocento e Novecento, nel passaggio epocale da una società di pochi eruditi ai primi segnali di una cultura alla portata di strati più ampi del tessuto sociale di inizio secolo, e al contempo l’affermarsi di uno spirito di tutela e valorizzazione del bene librario. La biografia professionale che si offre in questo volume vuole pertanto ripercorrere le vicende nazionali e internazionali delle “discipline” della biblioteca, ma avendo come fil rouge la storia intellettuale di questo servitore dello Stato, innamorato della propria città e delle diverse biblioteche tra Roma e Firenze nelle quali si trovò a prestare servizio. Ne risulta una divisione in capitoli tematici, ognuno caratterizzato dal personale contributo del Biagi come tecnico, ma anche come uomo provvisto di sensibilità e preveggenza: doti che ancora oggi – con una scienza della biblioteca assai mutata rispetto ai tempi qui illustrati – fanno il buon «bibliotecario professionista, esperto di gestione e di tecniche, devoto in primo luogo all’abilità e all’organizzazione», per dirla con le parole di Luigi Crocetti, opportunamente ricordate nella Presentazione da Mauro Guerrini.

Rossano De Laurentiis (1970) lavora presso il Sistema Bibliotecario di Ateneo dell’Università di Firenze dal 1999. Ha conseguito la laurea a Firenze in Lettere moderne, con una tesi di storia dell’editoria. Si è addottorato presso l’Università di Udine discutendo un progetto di ricerca sulla figura di Guido Biagi e la storia delle biblioteche, da cui ha origine questa pubblicazione. Negli ultimi anni ha avuto modo di tornare alla filologia e critica della letteratura con un dottorato di ricerca all’Università di Siena, allargando così gli orizzonti di studi e di interessi alla storia della critica, in particolare dantesca, sempre fra Otto e Novecento, che resta il periodo su cui ha sviluppato maggiore competenza.

________________

Dicono del libro

Elisabetta Zonca, rec. a Rossano De Laurentiis, Guido Biagi e la biblioteconomia in Italia tra XIX e XX secolo, «Bibliothecae.it», 9 (2020), 1, p. 551-553, <https://bibliothecae.unibo.it/article/view/11149/11125>.

Product Options

Price: da € 21,00

Loading Updating cart…

L’orgoglio di essere bibliotecari

L’orgoglio di essere bibliotecari. Saggi in ricordo di Maria A. Abenante, a cura di Vittorio Ponzani. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. ISBN 978-88-7812-317-5  (Bibliotecari: professione storia e cultura).

Maria A. Abenante (Umbriatico, 13 aprile 1969 – Roma, 28 febbraio 2019) dal 1998 ha lavorato come bibliotecaria presso la Biblioteca multimediale del Consiglio regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo” a Bari, occupandosi di catalogazione, reference, della raccolta e organizzazione di fondi specializzati. Dopo aver fatto parte del Comitato esecutivo regionale AIB Puglia dal 2003 al 2011, dal 2011 al 2017 è stata eletta nel Comitato esecutivo nazionale AIB, con delega a Lavoro e professione, mentre tra il 2014 e il 2017 è stata Vicepresidente nazionale e coordinatrice dell’Osservatorio Lavoro e professione; dal 2017 fino alla scomparsa è stata presidente della Sezione AIB Puglia.

Il presente volume raccoglie gli scritti di amici e colleghi che in questo modo vogliono ricordare la sua umanità, il suo impegno per le biblioteche e per l’Associazione italiana biblioteche, il suo amore per la professione, il suo approccio alle questioni insieme mite e rigoroso.

_________________

Vittorio Ponzani è bibliotecario presso la biblioteca dell’Istituto superiore di sanità a Roma. Dal 2017 è Vicepresidente nazionale AIB, nonché coordinatore dell’Osservatorio sulle biblioteche italiane. Dottore di ricerca in Scienze librarie e documentarie, è docente a contratto di Storia dell’editoria alla Sapienza Università di Roma. È autore del volume Dalla “filosofia del ridere” alla promozione del libro. La Biblioteca circolante di A. F. Formiggini, Roma, 1922-1938 (Pistoia: Settegiorni, 2018) e, con Alberto Petrucciani, di BIB: Bibliografia italiana delle biblioteche del libro e dell’informazione (Roma: AIB, 2015), oltre ad aver curato le diverse edizioni del Rapporto sulle biblioteche italiane dal 2001 a oggi.

________________

Questo libro è disponibile anche in formato PDF.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 40 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

________________

Estratto con indice e introduzione.

Product Options

Price: da € 24,50

Loading Updating cart…

L’orgoglio di essere bibliotecari (ebook)

L’orgoglio di essere bibliotecari. Saggi in ricordo di Maria A. Abenante, a cura di Vittorio Ponzani. Roma: Associazione Italiana Biblioteche, 2020. ISBN 978-88-7812-321-2  (Bibliotecari: professione storia e cultura) (ebook: formato PDF).

Maria A. Abenante (Umbriatico, 13 aprile 1969 – Roma, 28 febbraio 2019) dal 1998 ha lavorato come bibliotecaria presso la Biblioteca multimediale del Consiglio regionale della Puglia “Teca del Mediterraneo” a Bari, occupandosi di catalogazione, reference, della raccolta e organizzazione di fondi specializzati. Dopo aver fatto parte del Comitato esecutivo regionale AIB Puglia dal 2003 al 2011, dal 2011 al 2017 è stata eletta nel Comitato esecutivo nazionale AIB, con delega a Lavoro e professione, mentre tra il 2014 e il 2017 è stata Vicepresidente nazionale e coordinatrice dell’Osservatorio Lavoro e professione; dal 2017 fino alla scomparsa è stata presidente della Sezione AIB Puglia.

Il presente volume raccoglie gli scritti di amici e colleghi che in questo modo vogliono ricordare la sua umanità, il suo impegno per le biblioteche e per l’Associazione italiana biblioteche, il suo amore per la professione, il suo approccio alle questioni insieme mite e rigoroso.

_________________

Vittorio Ponzani è bibliotecario presso la biblioteca dell’Istituto superiore di sanità a Roma. Dal 2017 è Vicepresidente nazionale AIB, nonché coordinatore dell’Osservatorio sulle biblioteche italiane. Dottore di ricerca in Scienze librarie e documentarie, è docente a contratto di Storia dell’editoria alla Sapienza Università di Roma. È autore del volume Dalla “filosofia del ridere” alla promozione del libro. La Biblioteca circolante di A. F. Formiggini, Roma, 1922-1938 (Pistoia: Settegiorni, 2018) e, con Alberto Petrucciani, di BIB: Bibliografia italiana delle biblioteche del libro e dell’informazione (Roma: AIB, 2015), oltre ad aver curato le diverse edizioni del Rapporto sulle biblioteche italiane dal 2001 a oggi.

________________

Questo libro è disponibile anche in formato cartaceo.

Se sei socio AIB, acquistando la versione cartacea ti regaliamo l’ebook in formato PDF, se non sei associato potrai avere tutte e due le versioni al prezzo di 40 euro (in questo caso, contatta la Segreteria all’indirizzo servizi(at)aib.it).

________________

Estratto con indice e introduzione.

________________

Il volume è disponibile per la vendita nelle principali librerie online; è inoltre presente sulla piattaforma Torrossa di Casalini  e sulla piattaforma EBSCO eBooks & Audiobooks:

Price: € 10,00

Loading Updating cart…

La biblioteca come servizio

La biblioteca come servizio: Scritti di Anna Maria Mandillo, a cura di Luca Bellingeri e Giovanna Merola. Roma: Associazione italiana biblioteche, 2015. ISBN 978-88-7812-238-3.

A un anno dalla sua scomparsa l’Associazione italiana biblioteche ha raccolto una ampia selezione degli scritti prodotti da Anna Maria Maiorano Mandillo (Roma 1940-2014) nel corso della sua lunga esperienza
professionale. Vi sono compresi interventi, relazioni congressuali, articoli, pubblicati nell’arco di quasi un quarantennio, inclusi alcuni scritti in collaborazione.
I 44 scritti scelti – sulle 83 voci della sua bibliografia – sono disposti in sezioni tematiche che riflettono gli interessi di Mandillo nella sua intensa vita professionale, che ha sempre privilegiato l’impegno verso alcuni temi (il deposito legale, i servizi, il diritto d’autore, l’organizzazione del Mibact) da lei ritenuti particolarmente significativi per lo sviluppo delle biblioteche in Italia.
Completano il volume la bibliografia completa dei suoi scritti e una breve nota biografica.

NOTA BIOGRAFICA
Luca Bellingeri, nato a Roma nel 1956, dopo la laurea in lettere e la specializzazione in storia medioevale dal 1985 è bibliotecario presso il Ministero per i Beni culturali. Dopo aver lavorato per oltre venti anni alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, a partire dal 2008 è stato direttore della Biblioteca Estense Universitaria di Modena ed attualmente è ispettore presso il Segretariato generale. Per molti anni docente a contratto di Legislazione presso l’Università “La Sapienza” di Roma, è socio della Società italiana di Scienze Bibliografiche e Biblioteconomiche, dell’Associazione “Bianchi Bandinelli” e dell’AIB. Ha pubblicato oltre 90 saggi, articoli e recensioni su cataloghi e riviste biblioteconomiche.

Giovanna Merola, nata nel 1940 a Napoli, ha svolto la sua carriera professionale nelle biblioteche statali, occupandosi di periodici, catalogazione, automazione e servizi. Ha diretto la Biblioteca medica, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea e l’Istituto centrale per il catalogo unico fino al 2001. E’ stata membro della Sezione periodici dell’IFLA. Ha rappresentato l’Italia negli organismi di gestione del Programma Biblioteche della Commissione europea.
Iscritta all’AIB dal 1965, è socio d’onore e membro del Collegio dei probiviri.
Attualmente coordina il Gruppo di lavoro sulle professioni della Commissione UNI Documentazione e informazione.

Product Options

Price: da € 21,00

Loading Updating cart…

Le biblioteche di Luigi Crocetti

Le biblioteche di Luigi Crocetti: saggi, recensioni, paperoles (1963-2007), a cura di Laura Desideri e Alberto Petrucciani. Roma: AIB, 2014. ISBN 978-88-7812-231-4.

Luigi Crocetti (Giulianova 1929-Firenze 2007) cominciò a lavorare come bibliotecario a Pisa nel 1958, per diventare poi responsabile della classificazione e del restauro alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze. Dal 1972 al 1985 è stato Soprintendente ai beni librari della Regione Toscana, poi direttore del Gabinetto Vieusseux, e dal 1981 al 1987 presidente dell’Associazione italiana biblioteche.
Questo volume raccoglie un’ampia scelta dei suoi scritti, dal 1963 alla scomparsa: saggi e interventi, relazioni congressuali, presentazioni, recensioni, lettere aperte, disposti in otto sezioni tematiche. Viene così restituito il profilo di uno tra i massimi bibliotecari del nostro Novecento, la cui attività ha impresso un segno su quarant’anni di vita delle biblioteche italiane: dall’alluvione del 1966 al progetto del Servizio Bibliotecario Nazionale, dalle funzioni della biblioteca pubblica allo sviluppo degli strumenti catalografici e bibliografici. Ma di Luigi Crocetti sono destinate a restare anche le riflessioni sugli “archivi culturali”, che s’intrecciano con la filologia di Barbi e Pasquali, Contini e Dionisotti: mostrando che, al suo culmine, la cultura di un vero bibliotecario padroneggia tanto le “cose” quanto lo “spirito”.
Il volume comprende una cronologia e la bibliografia degli scritti.

Alberto Petrucciani, professore di Biblioteconomia e bibliografia alla Sapienza Università di Roma, è stato bibliotecario a Genova, ha insegnato nelle Università di Bari e di Pisa ed è stato per tre mandati vicepresidente dell’AIB (1991-1993 e 1997-2003). Si è occupato tra l’altro di catalogazione (da Funzione e struttura del catalogo per autore, 1984, alla cura del testo delle REICAT, 2009), di libri antichi e di storia delle biblioteche (Libri e libertà: biblioteche e bibliotecari nell’Italia contemporanea, 2012).

Laura Desideri, responsabile della Biblioteca del Gabinetto Vieusseux, si è occupata in particolare della storia dell’Istituto, a partire dalla Cronologia apparsa nel volume Il Vieusseux. Storia di un Gabinetto di lettura (2000, 2004). Responsabile delle ricerche sulle fonti del Libro dei soci e Libro dei prestiti, si occupa tra l’altro delle biblioteche personali conservate all’Archivio contemporaneo A. Bonsanti e dal 2004 al 2011 ha coordinato il gruppo AIB Biblioteche d’autore. Ha curato la Bibliografia di Cesare Garboli (2007) e quella di Anna Banti per il “Meridiano” Mondadori (2013).

Product Options

Price: da € 28,00

Loading Updating cart…
LoadingAggiornamento in corso…
URL: https://www.aib.it/negozio-aib/bibliotecari-professione-storia-cultura/lorgoglio-di-essere-bibliotecari-ebook/. Copyright AIB 2020-12-28. Creata da Sara Dinotola, ultima modifica di